Riceviamo e pubblichiamo la nota di Coordinamento Antimafia Anzio Nettuno, Reti di giustizia-il sociale contro le mafie e Rete NoBavaglio -liberi di essere informati

“L’inchiesta “Tritone” del 18 febbraio 2022, coordinata dalla DDA di Roma, ha evidenziato legami inquietanti tra amministratori locali di Anzio e Nettuno ed esponenti della ‘ndrangheta. Nonostante ciò, le azioni intraprese fino ad oggi sembrano lasciare molte domande senza risposta.

Il Consiglio dei ministri, il 22 novembre 2023, ha sciolto i Consigli comunali di Anzio e Nettuno per condizionamento mafioso nonostante ciò dal tribunale di Velletri non si ha alcuna notizia sulle richieste di incandidabilità presentate per gli ex amministratori.

Visti i fatti e la crescente criminalità sui territori di Anzio e Nettuno servono immediati chiarimenti sulla situazione e un’azione tempestiva ed incisiva in risposta alle contaminazioni mafiose che hanno colpito le amministrazioni comunali per non vanificare gli effetti degli scioglimenti.