I servizi segreti israeliani avrebbero ricevuto istruzione di eliminare Hamas, ovunque si trovi.

Già nei giorni passati, abbiamo assistito a raid israeliani rivolti al confine con l’Egitto e il Libano ed è proprio nei paesi al confine con Gaza, che i dirigenti di Hamas, sembrerebbero nascondersi. Da quando i tunnel sotterranei -che sarebbero più lunghi della metropolitana inglese-, sono stati individuati dall’esercito di terra israeliano e, in taluni punti allagati e distrutti, i miliziani di Hamas, avrebbero trovato appoggi esterni a Gaza. Anche lo spostamento degli ostaggi, sarebbe avvenuto con le stesse modalità non essendo, più Gaza City, considerata sicura. Ronen Bar, il capo della sicurezza israeliana interna -chiamata Shin Bet-, avrebbe più volte ribadito di essere determinati nell’eliminare i capi di Hamas, anche qualora ci volessero anni. “Siamo determinati nel farlo; ovunque si trovino: a Gaza, in Cisgiordania, nel Qatar, in Libano e in Turchia”.  Le operazioni dell’esercito israeliano hanno fatto sì, che oltre l’80% della popolazione di Gaza, sia sfollato, con circa 2 milion di sfollati e la situazione, sembra precipitare sempre più rapidamente (dati diffusi dall’Onu).