Biden non si arrende, anzi si infuria davanti alla possibilità dello stop ai finanziamenti per la guerra in Ucraina e rilancia il sostegno con la richiesta di 105miliardi.

Il presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden, ha considerato “folle”, ipotizzare di sospendere i finanziamenti all’Ucraina. Zelensky, che in un primo momento, sarebbe dovuto intervenire al convegno con i senatori, mettendoli al corrente delle ultime mosse strategiche militari, si è tirato indietro, confermando invece la propria partecipazione, sempre in videoconferenza, al G7. Il fermo “momentaneo” sui finanziamenti dedicati alla guerra tra Russia ed Ucraina, sarebbero stati minacciati dai Repubblicani maggioritari alla Camera dei Rappresentanti. Economie che negli ultimi due anni, sarebbero state duramente messe alla prova, dopo i continui pacchetti economici approvati da Biden. I soldi richiesti dal presidente Usa al congresso, si aggirerebbero attorno ai 105 miliardi, che andrebbero divisi tra Medio Oriente, Ucraina e per il rafforzamento del Confine con il Messico, per impedire il massiccio arrivo illegale, negli Stati Uniti.