DiRedazione

Ago 27, 2023

Tra i settori più importanti dell’economia italiana rientrano senza ombra di dubbio quelli legati al gioco, all’automotive, all’istruzione, al turismo e alla sanità. Concentrandoci su quello del gioco, possiamo constatare come il settore sia in crescita specialmente per quanto riguarda il comparto online, in virtù del fatto che gli utenti possono usufruire di bonus e giochi presenti sulle varie piattaforme in rete dopo averle accuratamente analizzate tramite comparatori del settore come casino.superscommesse. L’avvento del digitale, infatti, ha completamente rivoluzionato il mondo dell’iGaming, dando agli utenti la possibilità di accedere ad un vastissimo numero di attività ludiche con pochi clic e di giocare da casa o da qualsiasi altro luogo con persone provenienti da ogni parte del pianeta. Nelle prossime righe andremo ad analizzare nel dettaglio l’andamento dei settori sopraccitati, partendo proprio da quello del gioco.

La crescita del settore del gioco

Parliamo di un comparto che negli ultimi anni ha registrato un peso specifico sempre più importante nell’economia del nostro Paese, tanto che il giro d’affari che lo riguarda equivale a circa 20 miliardi di euro, con 300mila persone impiegate e con un contributo alle entrate fiscali che va a toccare addirittura gli 11 miliardi di euro. Le previsioni per i prossimi cinque anni, inoltre, secondo quanto riportato dallo studio effettuato da “Bain & Company” che prende il titolo di “Italian Gaming market: solid foundation and compelling value creation opportunities”, presentano dei numeri ancora più impressionanti rispetto a quelli che abbiamo appena citato, con tassi di crescita che superano il 10%. Quest’analisi riporta anche il fatto che ad oggi il mercato legato al gioco in Italia ha un valore di più o meno 14 miliardi di euro se contiamo solamente la spesa relativa alle scommesse e al gaming. Se includiamo anche lotterie, casinò e bingo allora arriviamo a sfiorare i 20 miliardi.

Il settore delle automotive

Lasciando da parte il gioco e concentrandoci sul settore dell’automotive, vediamo come nel 2023 si stimi una ripresa del 5% rispetto agli anni precedenti, con ben 83 milioni di veicoli e con una crescita progressiva che si attesta intorno al 3%. Nel biennio precedente il mercato legato alle auto aveva subìto una brusca frenata, tanto che ancora oggi non siamo ai livelli che hanno preceduto il 2020. Tuttavia, nell’anno corrente è stato registrato un +12% per l’Italia, che senza ombra di dubbio lascia ben sperare, in questo senso ad aiutare è stato sicuramente l’allentamento delle tensioni sulle forniture, come ad esempio quelle che riguardano i semiconduttori. Nel corso di quest’annata verranno immatricolati circa 1,7 miliardi di veicoli e questo, come già anticipato prima, porterà ad una crescita di circa il 12% in relazione all’anno scorso. Come riferito da Duse, nel 2024, continuando su questa strada, ci dovrebbe essere un costante sviluppo del 2%.

I settori dell’istruzione e del turismo

Altri comparti in grande crescita nel nostro Paese sono quelli dell’istruzione e del turismo. Per quanto concerne il primo, il tasso di occupazione sta aumentando costantemente, soprattutto grazie al processo tecnologico e alla digitalizzazione, due elementi che tenderanno a spingere determinate figure. Tra il 2023 e i prossimi anni si prevede una crescita del 10% per quanto concerne i posti di lavori supplementari nel mondo dell’istruzione per insegnanti di formazione professionale, docenti di istruzione superiore e docenti universitari. Discutendo del secondo settore, quindi quello legato al turismo, vediamo come lo scenario in Italia sia assolutamente promettente. Secondo quanto riportato dallo studio effettuato dall’istituto di ricerca Demoskopika, nella nostra Penisola nel corso di quest’anno arriveranno complessivamente circa 442 milioni di turisti, questo porterà ad una crescita del 12,2% rispetto allo scorso anno. Parliamo di un vero e proprio record , considerando il fatto che nella storia del nostro Paese non erano mai stati registrati dei numeri così elevati.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest

Di Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)