Tagged in: VENTONUOVO.

mafia3

“LE MAFIE, UNA GRAVISSIMA PIAGA SOCIALE”

Abbiamo voluto dare un titolo forte a questo pezzo, per cercare di risvegliare gli animi sopiti degli Italiani. La corruzione, la concussione, sono “tumori maligni” contro il quale  non ci sono anticorpi, questo è quanto riferisce una nota stampa divulgata dalla magistratura contabile. Nella pubblica amministrazione vi sono un’infinità di rapporti e sub rapporti che si hanno con le cosche mafiose. Essa addirittura peggiora nel 2015, le denunce per corruzione sono aumentate del 220% quelle per concussione del 153%. Questo è quanto si evince dalla denuncia dell’organo giudiziario che ha il compito di controllare i conti pubblici. “Se non si introduce un senso etico,se non si introducono forti forme di trasparenza nella gestione dei conti pubblici, non basteranno mai i giudici, le forze dell’ordine, le carceri per combattere questa piaga sociale, questo male che, affligge il nostro “BEL PAESE”  disse il procuratore generale della corte dei conti. Alla magistratura contabile fa eco il Dottor Franco Roberti, procuratore generale antimafia che dice: Noi italiani pensiamo di correre meno pericoli della Francia e del Belgio ma non è così. In Italia continua l’alto magistrato vi sono in cella oltre 500 ragazzi a rischio radicalizzazione terroristica è fornisce un termine di paragone sul modo di pensare delle mafie :” MAFIE e TERRORISTI” fanno lo stesso gioco. Negli anni di piombo le migliori regie investigative venivano distolte dall’eversione, permettendo a “COSA NOSTRA, ALLA CAMORRA, ALLA NDRANGHETA” di crescere ci sono tanti elementi del passato e del presente che li collegano.Il Presidente della magistratura contabile ebbe a dire, nel nostro paese vi sono una infinità di opere inconpiute.Tutti questi fenomeni comportano un ingente spreco di “DANARO PUBBLICO”, che faranno indebitare ancor più le generazioni future per almeno altri 20/30 anni. E’ un quadro inquietante, allucinante quello che viene descritto dall’alto magistrato.Il procuratore generale. Salvatore Nottola procuratore generale della corte dei conti all’inaugurazione dell’anno giudiziario che ha presentato la lista di queste opere incompiute. Essa annovera opere come: “L’OSPEDALE DI SORA,IL COMPLESSO di SANTO SPIRITO di SASSIA, il PALASPORT di PIANCAVALLO costruito nel 2003 è mai  utilizzato ec….. I magistrati contabili hanno segnalato anche una grave carenza di controlli nella Protezione Civile.Altri fenomeni particolamente gravi esistono  nell’ambito delle Sanità regionali e nella raccolta dei rifiuti. Alla luce di tutto questo disastroso ed allarmante quadro descritto dalla magistratura contabile, cosa può fare il cittadino, l’uomo rispettoso delle leggi?, il contribuente mite e timoroso cosa può fare? “NIENTE”. “UBI SOCIETAS IBI IUS IBI SOCIETAS” dicevano gli antichi latini. Che , vuol dire: L e leggi ci sono è vanno rispettate da tutti indistintamente. Come è possibile combattere e distruggere questa mala pianta che, affligge le nostre istituzioni, il nostro popolo?. Osservata la catastrofica situazione descritta dai magistrati proponiamo ( molti benpensanti storceranno la bocca),  al legislatore di varare  delle misure drastiche, misure che possano mettere un freno reale al diffondersi di questo atipico male che è la mafia.I cittadini, la gente è stanca di subire prevaricazioni, intimidazioni, sorprusi e misfatti causate dalle mafie e dalle asfittiche burocrazie statali di stampo borbonico.Bisogna risvegliare le coscienze, bisogna rinnovare lo stato con gente giovane e capace.E’ ora di fare le tanto decantate riforme già nel 1951 tre anni dopo l varo della costituzione, DOSSETTI  esponente  di spicco della D.C. parlava di crisi del sistema. questo nostro”BEL PAESE”, ha bisogno di un bagno d’umiltà da parte di tutti indistintamente.”JEAN MARIE AIRUET  più conosciuto come: VOLTAIRE diceva:  che a forza di tirare la corda questa  si spezza e quando si spezza sono guai per tutti”. Tutti gli italiani dal SUD al NORD dunque debbono riprendere coscienza è combattere a viso aperto, senza più paure,  le malefatte delle mafie. Bisogna combattere per la legalità, a viso aperto, le nefandezze e gli arbitri perpretate dalle cosche. Per difendere quindi il diritto di tutti gli italiani a vivere la loro vita con tranquillità( la provocazione che si chiede al legislatore è di riapplicare la pena di morte, per tutti coloro che si macchiano di delitti atroci contro l’uomo, le donne, i bambini, gli anziani); si dice che il carcere rieduca ma, chi rieduca? come si possono rieducare malavitosi di rango condannati al 41Bis?. Bisogna avere il coraggio di condannare chi si macchia di stragi, di delitti aberranti che opprimono la gente, il popolo. Sappiamo che è una provocazione, sappiamo che chiediamo di tornare indietro nel tempo, sappiamo che si dirà:Lo stato non può essere criminale come i delinquenti incalliti.Crediamo fortemente che non vi siano altre alternative. Le mafie hanno dichiarato guerra allo Stato, ai cittadini, ed in guerra si applica la pena di morte. Ovviamente dopo un regolare ed esemplare processo. Chiediamo ai benpensanti, ai puritani agli utopisti, è forse umano tenere un uomo, un soggetto condannato per reati gravissimi come la strage di Capaci, e quella  del giudice Borsellino, al 41Bis, all’ergastolo?.SI pensa  davvero di redimere gente che ha ucciso un bambino nell’acido?. Noi non crediamo che siffatta gente si possa rieducare, pentire veramente.Come si può pensare di rieducare gente malata di onnipotenza?, gente per cui  la vita degli altri simili non conta niente?.Perchè, nonostante miriadi di leggi di manzoniana memoria, l’uomo  continua a delinquere?: Perchè le carceri sono sempre piene?. Ecco noi gradiremmo una risposta a queste domande. Crediamo che la Democrazia sia rispetto,  educazione, amore, non sopraffazione, con omicidi e stragi. Non dobbiamo far cadere questo nostro meraviglioso paese in un conflitto, come potrebbe essere “IL DE BELLUN CONTRA OMNES”. OVVERO: una guerra di tutti contro tutti. Siamo un grandissimo e bellissimo paese. perchè dobbiamo distruggerlo? . Perchè, fallo dipartire ad opera e per opera delle mafie, delle cosche?.

RINAUDO MARCO

dani alves

RADIO MERCATO VENTONUOVO/ Juventus, con l’addio di Dani Alves si apre un buco sulla destra. Piace Danilo del Real Madrid come sostituto. Roma: Manolas rifiuta lo Zenit, arriva Gonalons. Primi colpi Inter

di Fabio Camillacci

Bilancio di fine giugno per il calciomercato. Tanti movimenti, tante operazioni concluse e tanti investimenti. Dopo un periodo di vacche magre, sono tornati i soldi: soprattutto quelli cinesi. Ma la Juventus, la squadra più ricca della nostra Serie A, perde pezzi sulle corsie. Ufficiale il divorzio tra Dani Alves e la Vecchia Signora. Lo ha fatto sapere la stessa società bianconera con un comunicato pubblicato sul proprio sito internet:  rescissione del contratto per il 34enne esterno brasiliano arrivato l’anno scorso a parametro zero dal Barcellona. Perso Dani Alves, la Juve rischia di perdere anche l’esterno mancino Alex Sandro al centro di una folle asta di mercato tra alcuni grandi club d’Europa. E così Madama si tutela trattando col Real Madrid per il brasiliano Danilo: Allegri ha individuato nel nazionale verdeoro il sostituto di Dani Alves. Continue reading…

di biagio

ITALIA UNDER 21 QUASI FUORI DAGLI EUROPEI/ Azzurrini disastrosi contro la Repubblica Ceca: la sconfitta compromette il cammino per le semifinali. Su Ventonuovo, tutte le combinazioni possibili per sperare ancora

di Fabio Camillacci

Brutta caduta per gli azzurrini di Gigi Di Biagio agli Europei Under 21. I problemi e la mancanza di gioco palesati nel match d’esordio contro la Danimarca, nonostante la vittoria per 2-0, sono venuti clamorosamente a galla contro un avversario di ben altro rango rispetto ai modesti danesi. L’Italia nella seconda partita del girone, opposta alla Repubblica Ceca, si sveglia tardi: va sotto, pareggia, cerca il vantaggio e crolla, incassando due gol nell’ultimo quarto d’ora: 3-1 per i cechi e adesso la qualificazione alle semifinali è a dir poco complicata. Di Berardi il gol del momentaneo pareggio. Dunque, tutto rimandato all’ultima gara del raggruppamento ma non è certo facile. Bisognerà battere la forte Germania che veleggia in testa al girone a punteggio pieno dopo il 3-0 alla Danimarca e fare i conti con la differenza reti, che non è certo incoraggiante: lo scarto minimo non basterebbe, a meno che la Repubblica Ceca non sbagli la terza gara, ipotesi molto difficile. Rimane l’opzione ripescaggio, ma da regolamento accederà alle semifinali la migliore seconda nei tre gironi, e il Portogallo al momento con 3 punti nel carniere e la Macedonia da affrontare nell’ultimo turno, sembra avere la strada spianata. Continue reading…

totti eusebio

RADIOMERCATO SU VENTONUOVO/ Di Francesco, ora è ufficiale: allenerà la Roma che prende pure Hector Moreno, il capitano del Messico. La Juventus è Schick, Milan diavolo scatenato. Ranieri ricomincia da Nantes

di Fabio Camillacci

Il valzer delle panchine 2017 è già arrivato ai giri finali. Spalletti all’Inter, Allegri prolunga con la Juventus fino al 2020, Sarri resta al Napoli, così come Montella al Milan e Simone Inzaghi alla Lazio. Pioli riparte dalla Fiorentina in sostituzione di Paulo Sousa. L’ultimo giro di valzer quindi riguardava la Roma e puntualmente è arrivata l’ufficialità: come annunciato, c’è Eusebio Di Francesco per il dopo-Spalletti. Risolti i problemi burocratici col Sassuolo (la Roma ha superato la clausola di 3 milioni con alcune manovre legate ai prestiti di giovani calciatori, Ricci su tutti), Di Francesco ha firmato un contratto con i giallorossi fino al 2019: un biennale da 1.5 milioni a stagione più bonus. Ricordiamo che al Sassuolo Di Francesco sarà sostituito da Bucchi. Continue reading…

pavoletti-genoa-1

LE BOMBE DI VENTONUOVO/ Calciomercato, il primo colpo invernale è del Napoli: dal Genoa arriva Pavoletti per l’attacco. Un’operazione da 18 milioni. Intanto i rossoblu battono la Fiorentina nel recupero di campionato

di Fabio Camillacci

La sessione invernale di calciomercato non si è ancora aperta ufficialmente: operazioni al via martedi 3 gennaio 2017, trattative aperte poi fino al 31 dello stesso mese. Intanto, arrivano anticipazioni importanti. Il Napoli piazza subito il colpo, un colpo nell’aria da tempo: Leonardo Pavoletti a gennaio vestirà la maglia dei partenopei (nella foto: Pavoletti con la maglia del Genoa). De Laurentiis ha chiuso l’accordo con Preziosi. In attesa del recupero di Milik, ecco dunque una nuova freccia all’arco di Maurizio Sarri. Continue reading…

blatter

Scandalo FIFA: Blatter il Licio Gelli del calcio? Maritato di Assotutela: “Il pallone è in mano alla nuova massoneria mondiale”

di Fabio Camillacci

Noi di Ventonuovo, contrariamente al resto del mondo, non siamo rimasti per niente sorpresi nell’apprendere dei recenti scandali che hanno travolto la FIFA e il suo “Dittatore”. Certo, però, che l’intera vicenda assume i contorni cinematografici, contorni che a tratti sfiorano il grottesco: FBI in azione, roba forte. Blatter il “dittatore” se ne infischia e dentro di se dice: “Al diavolo i “federali americani”, io sono ‘il Federale!”. E così resta al suo posto, non molla e rivince le elezioni per la presidenza della Federazione Mondiale del calcio. Ma gli scandali continuano, esondano, al punto da costringere anche un osso duro come Sepp a mollare; e Blatter crolla come la statua di Saddam Hussein a Bagdad nel 2003. Continue reading…

pianeta

Italia, pianeta calcio alla deriva: prosegue l’inchiesta di Ventonuovo. Nello De Nicola dt delle giovanili del Latina: “I club italiani continuano a comprare stranieri quando ci sono tanti giovani italiani validi”

di Fabio Camillacci

Si gioca troppo. Si gioca praticamente sempre considerando gli impegni di campionato, Coppa Italia, Europa League e Champions League. Troppe partite per i club e di conseguenza poco spazio per le Nazionali che torneranno in scena soltanto a marzo 2015. A tal proposito, martedi 18 novembre (in occasione dell’amichevole Italia-Albania), il ct azzurro Conte si è sfogato dicendo che in questo modo non si può lavorare. Prima, da allenatore della Juventus, si lamentava delle Nazionali accusandole di portargli via i calciatori che a volte tornavano pure infortunati. Ora si lamenta dei club. E’ il cane che si morde la coda. Il gioco delle parti. Continue reading…

pallone

Calcio marcio: Parma tra penalizzazione e rischio fallimento. Maritato presidente di Assotutela: “E’ il frutto di una politica sbagliata, tipica del Sistema Calcio Italia. Vi spiego perchè”

di Fabio Camillacci

I guasti del “Sistema Calcio Italia”? Ecco il Parma per esempio, mutuando il titolo di un famoso film interpretato da Renato Pozzetto e Adriano Celentano. La società emiliana sta attraversando un momento molto difficile sotto tutti i punti di vista: in campionato ha racimolato appena 6 punti in 11 partite, ma la spettro vero e proprio che alleggia sul club ducale è ben peggiore: il fallimento societario. La situazione è molto complicata: i pagamenti degli stipendi relativi al mese di luglio sono arrivati soltanto lunedi 17 novembre all’ultimo minuto utile. Continue reading…

Inter vs Genoa - Serie A Tim 2013/2014

Calcio, Mazzarri-Inter: storia di un esonero annunciato…da Ventonuovo

di Fabio Camillacci

Giornalisticamente parlando, non è bello scrivere: “Noi lo avevamo annunciato”. Oppure: “Noi lo avevamo anticipato”. Però, in questo caso, crediamo sia giusto ricordare che VentoNuovo aveva pronosticato da tempo l’epilogo dell’esperienza di Walter Mazzarri sulla panchina dell’Inter. Un pronostico puntualmente rispettato venerdi scorso con l’annuncio dell’esonero di WM e il ritorno di Roberto Mancini. Continue reading…

calcio-e-soldi-1024x640

Pallone gonfiato Capitolo I. AssoTutela: “Basta col doping amministrativo!”

di Fabio Camillacci

A volte ti viene voglia di dire: “Basta!”. Pur amando visceralmente il calcio, quando vedi e vivi certe cose, quando indaghi un po’ su ciò che vivi e vedi, ti passa la fantasia. Entusiasmo che puntualmente torna appena vedi rotolare un pallone. Come un bambino, un classico dei malati del mondo della pedata. Motivo di tale irritazione da incipit? Il cosiddetto doping amministrativo. Il presidente di AssoTutela, Michel Emi Maritato, lancia l’allarme Continue reading…

Maritato (Assotutela):”tampiniamo Equitalia”.

Significativa sentenza del giudice di pace di San Severino Marche la numero 20/2012 che ha condannato Equitalia al risarcimento del danno non patrimoniale nei confronti di un automobilista che si era visto iscrivere il fermo amministrativo per un debito di soli 100 euro relativo a somme residue per multe e bolli non pagati sulla propria autovettura di valore notevolmente superiore rispetto al credito vantato.Lo dichiara in una nota il presidente di assotutela Michel Emi Maritato che ogni giorno combatte per i cittadini una lotta con gli abusi Equitalia. Continue reading…