Tagged in: VENTONUOVO.

cusano campus

GILETTI: “RENZI? GESTIRE IL POTERE NON E’ FACILE”

Massimo Giletti è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG. il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Il conduttore di ‘Non è l’Arena’ ha parlato dell’attuale situazione politica: “Le divisioni interne del Pd e gli schemi vuoti degli altri partiti portano al primo appuntamento, quello del 23 marzo, con un’ipotesi evidente: che il centrodestra elegga al senato un presidente e poi si faccia un accordo con i Cinque Stelle come era una volta per la Camera. Il tracollo del Pd? Rimane comunque attorno al 19%, nonostante l’ennesima scissione. E’ un partito che rimane forte, con uno zoccolo duro importante. Era scontato che non avrebbe vinto, certo in pochi si aspettavano andasse sotto il 20%. Chi ha votato Lega e Movimento Cinque Stelle aveva voglia di abbattere un vecchio sistema. Voleva dare un segnale di cambiamento, contro una classe politica che secondo molti ha fallito”.

radice

ANDREA RADICE DI X FACTOR11 IN CONCERTO APRE LA NOVE GIORNI DI SHOW AD APRILIA2

ANDREA RADICE in concerto sabato 10 marzo dalle ore 17.30 al Centro Commerciale di Aprilia2! L’anima blues e la voce piena di sfumature del blues man partenopeo saranno un perfetto inizio della nove giorni di musica e show che si terrà a partire dal 10 marzo fino al 18 marzo 2018. Lo vedremo sul palco, dopo l’esperienza televisiva ad X Factor 11, con una band di bravissimi musicisti composta da Michele Cammarota al piano e Synt, Paolo Morelli alle drums, Luca Privitera alle chitarre e Pietro Scalera al basso. Il concerto di Andrea Radice, serberà delle interessanti novità per i fans del blues man, e sarà un momento importante per vederlo ed ascoltarlo dal vivo con tutta quella carica emotiva che ci ha trasmesso in tv. Ma durante il concerto non ci saranno solo i brani già ascoltati, ma delle vere e proprie chicche che indicheranno il prossimo progetto musicale dell’artista fortemente sostenuto dal suo team. Ad aprire il concerto sarà l’esibizione del duo acustico BitNb (Black Is The New Black)b composto dagli artisti emergenti Giorgia Quagliola ed Alessandro Passi. Durante la nove giorni in show si terrà anche la seconda edizione del Talent LASCIATEMI CANTAAARE, nei pomeriggi dal 12 al 18 marzo 2018. Il Talent show, come ormai di consueto,  è aperto a tutti, è ad iscrizione gratuita, è senza limiti di età, di linguaggio e di stili musicali, ma con la sola suddivisione nella categoria Junior (fino ai 13 anni) e New Generation (oltre i 14 anni). Edizione esplosiva con finale, del concorso e della rassegna, arricchito dalla presenza, come ospite d’eccezione, della mitica CRISTINA D’AVENA che delizierà i presenti con una carrellata di alcuni suoi grandi successi e premierà sul palco il primo classificato della categoria New Generation. Durante la rassegna tanti saranno i giovani artisti che si esibiranno in concerto prima dello svolgimento del concorso, di cui alcuni partecipanti alla prima edizione del premio stesso, al fine di dare una continuità al Talent Show che sta caratterizzando le attività di Aprilia2. Domenica 11 marzo si terrà in concerto delle splendide voci (e delle splendide presenze) di Maria Faiola, anche lei partecipante ad XF8, e di Elena Faccio, con un breve intervento dello showman  Gabriele Cantando Pascali insieme con Carla Tombesi in due passaggi di canto e danza dello spettacolo musicale “Se Stasera sono 50”. Sul palco vedremo, nei giorni a seguire, talenti già conosciuti dal pubblico come Matteo Sica insieme con Claire Audrin (già ospite nell’edizione precedente) ed Edoardo Guerrazzi (martedì 13 marzo) e talenti della scorsa edizione quali il trio rap di Latina Scalo LTS (eccezionalmente con la giovanissima Claudia Diaferio), l’esuberante Arianna Bagaglia e, soprattutto, il giovanissimo quindicenne Alessandro Pirolli, anch’egli concorrente della prima edizione di Lasciatemi Cantaaare,  e partecipante di “Ti Lascio Una Canzone” che porterà con se alcuni dei talenti che hanno fatto parte, come lui, alla notissima trasmissione quali Sophia De Rosa, Mattia Crescenzi oltre alla giovanissima Lucrezia Perretti, anche lei partecipante alla prima edizione di Lasciatemi Cantaaare. Tutte le pomeridiane saranno condotte dal Maestro David Pironaci, che si è occupato anche dell’organizzazione della rassegna insieme al team di Produzioni Why Not…?, che illustrerà il percorso della nove giorni e presenterà i tanti ospiti e giurati. Per info sul programma della rassegna, sul regolamento del concorso e per  iscrizioni è possibile consultare la pagina in continuo aggiornamento https://www.facebook.com/accademiawhynot/  ,  sul sito www.Aprilia-2.it   per info ed inviare la propria candidatura  lasciatemicantare.aprilia2@gmail.com. E seguite l’hastag #lasciatemicantare2018.

Michel Emi Maritato

consiglio regionale

REGIONALI. CONSIGLIO SENZA MAGGIORANZA, SI VA VERSO ‘ANATRA ZOPPA’

Quando mancano pochissime sezioni da scrutinare su tutto il Lazio, lo scenario che si fa strada nel nuovo Consiglio regionale e’ quello dell”anatra zoppa’, termine giornalistico per descrivere l’assenza di maggioranza assoluta da parte dei vincitori. Come rivela la Dire, con questi dati la nuova Assemblea regionale sarebbe cosi’ suddivisa: 25 seggi al centrosinistra, compresi i 10 del premio di maggioranza e lo stesso presidente Nicola Zingaretti (18 al Pd, 3 lista civica Zingaretti, 1 Leu, 1 lista Bonino, 1 Centro solidale) e 26 seggi all’opposizione (15 di centrodestra, 10 del Movimento 5 Stelle e 1 di Pirozzi). Dei 15 del centrodestra, uno e’ sicuramente di Stefano Parisi come miglior perdente candidato presidente. Poiche’ il Consiglio regionale e’ composto da 50 consiglieri piu’ il presidente, chi ha vinto le elezioni dovra’ cercarsi i numeri per avere la maggioranza volta per volta o tramite un accordo di governo con un’altra forza che gli garantisca la maggioranza stabile.

giusdimonte

Una voce fuori dal coro, “Solo”: il nuovo singolo del cantautore Giuseppe Di Monte

Occhi chiari, sorriso deciso, fascino e determinazione. Giuseppe Di Monte, cantautore trentenne di origini pugliesi, è soprattutto una voce che lascia “il segno”. Appassionato d’arte fin da bambino, libera la creatività prima con la pittura poi attraverso musica e teatro. Collabora con band della Capitale di differenti generi: pop rock, hard rock, acustico e jazz. Di recente autoproduce l’album “Tira su il volume”, ancora in cerca di una valida Etichetta Discografica e che viene anticipato dal primo singolo, “Solo”, un brano che vede Giuseppe riproporsi in una veste totalmente differente rispetto alle precedenti. Disponibile in digital download dal 16 Febbraio 2018 su Itunes, GooglePlay e Spotify, “Solo” è il primo inedito – dopo due anni di silenzio -, di Giuseppe Di Monte. Il brano è accompagnato dal videoclip ufficiale, disponibile dal 23 Febbraio 2018. Questo nuovo lavoro fa da apripista al nuovo percorso musicale dell’artista “Solo” vuole essere, insomma, una voce fuori dal coro, sia per la sua grinta musicale, sia per il modo in cui viene lanciato sul mercato. Con la regia di Fabrizio Pudda, “Solo” vuole “rappresentare” le avversità che spesso circondano le nostre vite, quella forza interiore che ci spinge a realizzare i nostri obiettivi, superare gli ostacoli, vincere le battaglie personali, le paure o semplicemente portare avanti il nostro “credo” senza soffermarsi troppo su ciò che dicono e pensano gli altri. “Solo” è stata realizzata, per quanto riguarda la parte musicale, dal poli-strumentista Paolo Repetto, curatore dell’intero album “TIRA SU IL VOLUME” di Giuseppe Di Monte.

Foto: Fabrizio Scopece

polizia

Arrestato dalla Polizia Postale un latitante accusato di omicidio in Francia

Il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma ha tratto in arresto un pericoloso latitante, YCEF Tariq, Algerino di 32 anni, ricercato per l’omicidio di un connazionale, avvenuto a seguito di una rissa l’11 settembre scorso a Cenon (Francia). Le autorità francesi, nell’ambito delle consolidate attività di collaborazione internazionale, hanno informato le autorità italiane sulla possibile presenza in Italia dell’algerino, nel frattempo colpito da Ordine di Indagine Europeo. A tradire l’uomo sono state le tracce informatiche lasciate a seguito degli accessi al proprio profilo Facebook attraverso la rete Wi-fi pubblica di una nota libreria di Milano, successivamente ricostruite e analizzate dagli operatori della Polpost capitolina su delega della locale Procura della Repubblica. Individuato l’ambito territoriale nel quale l’uomo si muoveva con maggiore frequenza, gli investigatori hanno avviato dedicate attività tecniche in modo da monitorare gli spostamenti dello smartphone in uso e, di conseguenza, quelli dell’uomo. Così gli investigatori della Polizia Postale sono riusciti a localizzarlo nel pomeriggio del 28 Febbraio sul treno Regionale Firenze- Roma e, una volta identificato, hanno proceduto, unitamente a personale della Polizia Ferroviaria, al suo arresto nella stazione di Orte, per evitare che, una volta giunto a Roma, potesse dileguarsi. Condotto presso la Casa Circondariale di Regina Coeli, è ora in attesa dell’estradizione verso la Francia.

campidoglioo

Campidoglio, riaprono gradualmente parchi, ville storiche e cimiteri

Preso atto dell’ultimo aggiornamento delle previsioni fornite dalla Protezione Civile regionale, che confermano la cessata allerta per neve e ghiaccio, è stata firmata l’ordinanza sindacale per la riapertura dei cimiteri capitolini, così da consentire le operazioni cimiteriali di tumulazione e inumazione. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato anche l’ordinanza per la riapertura di Villa Borghese (Giardino del Lago), Villa Paganini, Villa Lazzaroni e Piazza Vittorio. I restanti parchi e le ville storiche mancanti saranno riaperti gradualmente man mano che saranno messe in sicurezza le alberature. Lo ha comunicato il Campidoglio il 2 marzo.

elezioni-regionali

ELEZIONI: SEZ. 12.951 SU 61.401 SENATO, M5S AVANTI AL SUD, CDX AL CENTRO-NORD

Un successo del Movimento 5 Stelle al Sud, una larga affermazione del centrodestra al centro-Nord, due sole regioni al centrosinistra:

è questo il quadro che emerge dai dati, ancora parziali, delle 12.951 sezioni su 61.401

relative al voto per il Senato.

Sebbene le percentuali di scrutinio siano ancora assai ridotte, i pentastellati sembrano superare le coalizioni di centrodestra e di centrosinistra in Sicilia, Puglia, Molise, con risultati sopra al 40%, in Calabria, Basilicata, con percentuali intorno al 38% e in Campania, dove addirittura in 972 sezioni su 5.826 sezioni il M5s sfonda il 51%.

Il movimento è avanti anche nelle Marche, tallonato dal centrodestra, e in Sardegna.

La coalizione di centrodestra, invece, è avanti nel Lazio, in Abruzzo, Umbria, Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna mentre al momento il centrosinistra sarebbe avanti solo in Toscana e Trentino Alto Adige. Al momento quindi il M5s è avanti in otto regioni, il centrodestra in nove regioni e il centrosinistra in due. Ancora non pervenuti i dati della Valle d’Aosta. (AdnKronos)

donnadramma

DRAMMA FAMILIARE A CISTERNA DI LATINA

di Valeria Davide

Un carabiniere originario di Secondigliano  ,si è  tolto la vita ieri mattina nella sua abitazione dopo aver sparato alla moglie ferendola gravemente e aver ucciso  le due figlie di 8 e 13 anni. La tragedia è avvenuta nella mattinata di ieri, quando l’appuntato di 44 anni si è recato a casa della moglie Antonietta Gargiulio di 39 anni da cui si stava separando .  La donna era in garage per recarsi a lavoro con la sua auto ed è stata raggiunta dal marito che l’ha ferita gravemente con la sua pistola di ordinanza. Caiazzo si è poi barricato in casa con le due figlie tenendole in ostaggio . Dopo ore di inutili negoziati con le forze dell’ordine che hanno circondato la zona, l’appuntato  si è tolto la vita uccidendo prima le due bambine. La donna è stata soccorsa e trasportata all’ospedale San Camillo di Roma ,dove è giunta cosciente  .“State attenti a mio marito, potrebbe fare del male alle mie bambine”, avrebbe detto al personale medico.  Attualmente è sottoposta ad una lunga sedazione. Non è stata ancora trasferita al reparto di terapia intensiva e non è a conoscenza del decesso delle figliolette. Nell’appartamento sono poi state trovate morte le bambine e il militare dell’Arma, suicidatosi con la sua pistola d’ordinanza. La conferma è arrivata intorno alle 14.30 dal comandante provinciale dei Carabinieri, Gabriele Vitagliano: La persona si è uccisa e le bambine come temevamo sono morte, verosimilmente da questa mattina, da diverse ore”.

Da quanto si è appreso, i coniugi erano in fase di separazione; una decisione  mai accettata da Caiazzo, che da tempo rendeva impossibile la vita di Antonietta con violente litigate spesso denunciate dalla donna ;circostanza confermata dai vicini della coppia. Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri per ricostruire la tragedia e i contorni di  questa terribile vicenda. Il comandante provinciale dei carabinieri Gabriele Vitagliano, ha confermato che le figlie sono state uccise nel sonno nelle loro camere da letto , ipotesi più probabile perché nel corso della trattativa con il carabiniere non sono mai state udite le voci delle piccole. L’uomo  invece  si è sparato un solo colpo con la pistola“ Intanto la comunità di Cisterna si stringe attorno alla famiglia della moglie e delle piccole. Stasera alle 21 di terrà un momento di preghiera, organizzato dal parroco della zona, Don Livio, che in queste ore ha invitato i fedeli a prendervi parte.

sportello-dei-diritti

Lo sportello dei diritti sul maxi concorso INPS

Come tristemente comunicato dalla stampa, il maxiconcorso a Roma per riuscire a guadagnarsi uno dei 365 posti da “analista di processo” bandito dall’Istituto di previdenza per la prima ricerca di personale dopo dieci anni, non è stato rinviato, nonostante le grandi difficoltà a raggiungere la Fiera di Roma a causa dell’ondata di freddo siberiano che si è abbattuta sull’Italia e che ha flagellato anche la Capitale. Una notizia che ha dell’assurdo e che appare più come una vera e propria prima “selezione naturale” degli oltre 22mila candidati, nonostante le condizioni metereologiche a dir poco proibitive che hanno indotto le autorità a chiudere le scuole per il rischio gelate, ma non l’istituto di previdenza che ha inteso comunque procedere. Non possiamo tacere, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che nelle scorse ore sono giunte ai contatti della nostra associazione numerose segnalazioni di candidati che non sono riusciti a raggiungere Roma in tempo per la prova o che non sono proprio partiti a causa dei ritardi e della cancellazione dei treni o delle strade bloccate dal ghiaccio e che quindi hanno visto svanire il sogno di un posto pubblico statale che avevano tanto agognato. Per queste ragioni, abbiamo deciso di attivare una nostra task force di esperti per la predisposizione di ricorsi per coloro che avevano aderito al bando proposto dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e che per la decisione a dir poco discutibile di non aver rinviato le prove, non hanno potuto prendervi parte.

hengerisola

Cannagate all’Isola dei famosi; Denti: “La Henger non conosceva le domande”

È stato l’ingegner Ezio Denti a sottoporre la shoqwgirl Eva Henger in tv alla prova della macchina della verità per chiarire quello che ormai tutti chiamano il “Canna – gate” all’Isola dei Famosi. Denti è intervenuto ai microfoni del programma Legge o Giustizia per spiegare il funzionamento della macchina: “La macchina riconosce quelli che sono i cambiamenti fisiologici del corpo umano. I sensori riconoscono il ritmo cardiaco, il ritmo respiratorio, il sudore e il flusso del sangue. In questo modo si riconosce lo stato emotivo della persona. L’unico modo per eludere la macchina è prendere dei tranquillanti ma non è detto che ci si riesca. Sarebbe strano che un soggetto non riveli emozioni. Il dispositivo prevede anche il fatto che un soggetto sia consapevole di mentire. Un’affermazione, sebbene oggettivamente falsa, se è ritenuta vera dal soggetto può non dare cambiamenti fisiologici”. Quanto è affidabile: “93% di affidabilità ma l’utilizzo della macchina in Italia non è legale mentre lo è in America. Non si utilizza perché non ha valenza”. È possibile, anche senza tranquillanti, sfuggire al giudizio della macchina: “Solo una persona della CIA, almeno secondo le cronache, è riuscita ad eludere la macchina della verità. Eva Henger non conosceva le domande. Sono state preparate nell’immediatezza alla mia presenza”.

 

Lombardia, operazioni antimafia - Polizia

EUR, SFRUTTAMENTO E FAVOREGGIAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E DELLA IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore Marino, destinati al presidio delle stazioni metro e dei servizi di trasporto pubblico nella capitale, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esposizione, diretto da Filiberto Mastrapasqua, hanno arrestato un 55enne di origine cinese. Fermato nei pressi della stazione metro Eur Palasport in compagnia di due donne, di cui una con precedenti di polizia, è stato accompagnato in commissariato per ulteriori accertamenti. E’ emerso così che l’uomo, destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dall’ ufficio esecuzioni penali di Lecce, doveva scontare una pena di 5 anni di reclusione per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina. C.G., al termine degli accertamenti, è stato associato al carcere di Rebibbia. Per le due donne invece, entrambe cinesi, è scattata una denuncia per gli stessi reati.

giuseppesignori

SIGNORI: “SCOMMESSE? PROCESSO RISCHIA DI ANDARE IN PRESCRIZIONE”

Giuseppe Signori è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Giuseppe Signori sul processo legato alle scommesse: “Sto aspettando il processo, è stato rinviato tutto ai primi di aprile. Non voglio la prescrizione, ma ormai mancano i tempi tecnici. Bisognerà valutare dopo con calma il da farsi. Così rischio di essere una vittima di mala giustizia. Chi non ha la possibilità di difendersi subisce un’ingiustizia, è meglio essere condannati o assolti. Io ho preso l’ergastolo sportivo  senza essere giudicato. In questi sei anni ho pensato tutto meno che al calcio, ho aperto ristoranti, ho creato la mia linea di caffè. Bisogna darsi da fare in altri ambiti, sono fuori da tanti anni e poi in Italia siamo un Paese di moralisti, vieni giudicato e condannato prima ancora di essere processato. Ho fatto tutt’altro, tornare nel calcio mi piacerebbe ma vedo le difficoltà che hanno determinati calciatori del passato ad avere un posto in panchina o da dirigente, figuriamoci nel mio caso. Non mi illudo. L’investimento nel caffè? Volevo fare una cosa nuova, il caffè 188. Amo il caffè, credo che il mio sia un buon prodotto”.

Esorcista

L’INTERVISTA – PAROLA ALL’ESORCISTA DON ANTONIO MATTATELLI

Don Antonio Mattatelli, esorcista, è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Mattatelli ha parlato dell’aumento della domanda di esorcismi: “Non è che sono pochi gli esorcisti, è che non siamo mai stati molti ed è aumentata la domanda. Non sono tanti i sacerdoti adatti, è un campo un po’ particolare questo. Molti preti hanno paura di fare gli esorcisti, la paura è un sentimento umano e i preti sono uomini. Può starci, anche perché per diverso tempo non si è parlato tanto del demonio nella teologia e anzi alcune teologie di matrice nord-europea affermavano che il demonio fosse un mito, un simbolo. Invece Satana esiste. E quando nella pastorale pratica ci si trova davanti a certi fenomeni inquietanti il sacerdote si sente un po’ spiazzato ed ha paura. E’ aumentata la domanda di persone che vogliono incontrare l’esorcista. Io potrei stare giorno e notte a ricevere persone, mi mancano il tempo e le forze. La gente sente il bisogno di essere rassicurata, ha voglia di salvezza. La nostra civiltà sta ridiventando pagana, la gente ha paura anche dei fantasmi, degli spiriti, frequenta i maghi e alla fine chiede aiuto all’esorcista per essere liberata da queste cose”.

neveroma2

Maltempo: Campidoglio, noleggiati 18 spalaneve e spargisale

Roma Capitale ha provveduto al noleggio di 18 spalaneve e spargisale in aggiunta agli oltre 170 mezzi già a disposizione del sistema comunale di protezione civile e dedicati alla rimozione della neve e del ghiaccio. Contrariamente a quanto sostenuto da alcune ricostruzioni giornalistiche, la ricerca dei mezzi disponibili sul mercato, alle condizioni più vantaggiose possibili, è partita con largo anticipo: venerdì erano già pervenute le prime offerte di disponibilità, sabato è stato confermato l’ordine e domenica sono arrivati i primi mezzi pronti a intervenire già nella notte di lunedì, quando ha iniziato a nevicare. Inoltre, il costo del noleggio sarà pagato in base al numero di mezzi effettivamente impiegati, al momento 18, e ai giorni di loro utilizzo: fino alla prevista cessazione dell’allerta meteo si stima una spesa massima inferiore ai 500mila euro (inclusivi di trasferimento mezzi, autisti specializzati e carburante), corrispondente a circa la metà di quanto riportato da alcuni organi di stampa.

o-ZINGARETTI-facebook

ZINGARETTI: “EVITARE CHE CHI HA UMILIATO ROMA ARRIVI IN REGIONE”

“Dobbiamo evitare che nella Regione torni chi l’ha distrutta fino a 5 anni fa, perché sono sempre gli stessi, ed evitare che chi ha tradito e umiliato Roma con le promesse elettorali arrivi anche in Regione, con una classe politica di incapaci che non è in grado di risolvere i problemi”. Cosí il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo all’incontro elettorale del Partito Democratico presso il Cinema Adriano in Piazza Cavour, insieme al presidente del consiglio Paolo Gentiloni e al segretario dem Matteo Renzi