Tagged in: sara lauricella

DANCE EXPLOSION IL CUORE DELLA DANZA ad ANAGNI

IMG-20190219-WA0006[1] Dance Explosion fa battere forte il cuore della danza nella bella Anagni il 9 e 10 marzo 2019. Presso il Palazzetto dello Sport una rosa di artisti, maestri, coreografi ed appassionati di danza si ritroveranno  per il “Dance Explosion International Contest” con la giornata dedicata all’hip-hop per il II trofeo URBAN STREET (art director Gaetano Porto)  il 9 marzo,  e la gioranta dedicata al IV trofeo ANAGNI DANZA (art director Gisella Zilembo) il 10 marzo.  Un consueto appuntamento, quello della Dance Explosion, giunto alla sua IX edizione che accoglierá anche dei noti coreografi di fama nazionale e internazionale quali Garrison Rochelle, Bill Goodson, Maura Paparo, Roberta Fontana, Senna Amarnis, Desireè di Giuseppe e tanti tanti altri maestri di prestigio. Tutti i giurati  si avvincenderanno no solo per dare giudizi ma anche per dare preziosi consigli ai partecipanti che potranno essere loro utili nel percorso professionale. Ambiti i trofei anche per il valore degli stessi: sono infatti, come oramai di tradizione, due opere del maestro orafo Maurizio Imperia. Ma nel corso del contest saranno assegnati anche tanti PREMI speciali, PREMI in denaro, Borse di studio per prestigiose accademie ed eventi nazionali di danza, coppe, medaglie, attestati di partecipazione.

La due giorni di contest, presentati da Gaetano D’Onofrio e da Annamaria Ranelli,  sarà anche l’occasione per il lancio e la presentazione del nuovo brand “Clothing-line” della linea di abbigliamento targata #danceexplosion, con capi tecnici per la danza e costumi di scena creati made to measure.  Particolarmente emozionato Marco Franceschetti, presidente dell’associazione Dance Explosion, sia per la buona riuscita di quest’undicesima edizione, sia per il lancio del brand che per l’impegno di far confluire il mondo della danza nella sua città in questi due giorni. Fervono ormai gli ultimi preparativi per la macchia organizzativa, con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Anagni che si è anche prodigato per  favorire la situazione logistica e dei trasporti. Per il periodo sarà allestito un servizio navetta gratuito per permettere a tutto il pubblico di visitare le bellezze della città oltre a godere degli spettacoli e saranno attivate anche convenzioni alberghiere, percorsi turistici e tanto altro.
Per info danceexplosion@libero.it – 3899041407
Sara Lauricella

MATTEO SICA APRE IL CONCERTO DI IRAMA E I THE KOLORS SUL PALCO DI RADIO DEEJAY

FB_IMG_1546256480078[1]Matteo Sica, il cantautore vincitore del Deejay On Stage 2018, aprirà il 1 gennaio alle ore 16.00, il concerto di Irama e dei The Kolors sul palco di Piazzale Ceccarini a Riccione nella tre giorni della Deejay On Ice (la versione invernale di Deejay On Stage). Il contest, con la conduzione di Rudy Zerbi, I Vitiello e Chicco Giuliani, ha attirato nella città romagnola giovanissimi, ma anche meno giovani, che sono accorsi da tutta Italia per vedere live i propri beniamini. Nella prima giornata è esplosa sul palco l’energia dei Maneskin, nella serata del 31 quella del comico Antonio Mezzancella di Tale e Quale Show, di Alessio Bernabei ex dei Dear Jack, e della cover band Qluedo per poi proseguire, dopo il brindisi, con un Dj Set.  Dedicata ai giovanissimi la pomeridiana conclusiva del 1 gennaio che vedrà coinvolto il nostro Matteo Sica. “Come affronti quest’importante evento?”: “Sono felice, emozionato, carico e non vedo l’ora di esibirmi. E’ una gioia condividere il palco con Irama, i The Kolors ed il rapper Fasma. Loro sono tre simboli delle scelte musicali dalla mia generazione e sono tutti fortissimi. Per me è una bellissima esperienza per cui mi sento di ringraziare Radio DeeJay”.

“Quest’estate hai vinto il contest DeeJay On Stage con il tuo brano Fino a Tre. Cos’è successo dopo?”: “Per più di un mese  il brano è stato passato su Radio Deejay ed è stato molto ricercato e scaricato. Un successo inaspettato e che mi ha dato la voglia di scrivere ancora ed ancora”. “Ricordiamo infatti che tu, oltre a cantare, scrivi anche le tue canzoni e che scrivi anche per altri interpreti”: “Si ho intrapreso questo doppio percorso di cantautore e di autore. Stò già avendo delle belle soddisfazioni e nell’aria c’è qualcosa di molto interessante, il bello deve ancora venire e questi risultati mi stanno dando tanto coraggio”. “Tu sei un ragazzo che studia molto?”: “Mi piace affrontare le cose seriamente per cui studio pianoforte e chitarra; difatti spesso mi accompagno da solo con l’uno e con l’altro strumento, e sono sempre in giro per fare formazione e cercare di imparare e migliorarmi. Voglio crescere musicalmente e ci metto tutto me stesso per farlo, pur non tralasciando l’università”. “Cosa possiamo aspettarci da te nel prossimo futuro?”: “Ci stiamo preparando per un progetto bellissimo con un’importante etichetta!”. Facciamo i migliori in bocca al lupo al bravo Matteo Sica e ci godiamo il concerto.

https://www.instagram.com/mattewsica/

https://www.facebook.com/profile.php?id=100004038423556

 

Daniele Pacchiarotti i suoi ritratti vanno alla spa

Fashion Moda Arte Luxury mostra Daniele Pacchiarotti (2)Daniele Pacchiarotti e la sua “Arte Ovunque” questa volta hanno toccato una bellissima spa nel cuore di Roma. L’evento di moda e bellezza “Fashion Moda Arte Luxury”, ideato ed organizzato da Sargio Tirletti, si è svolto nell’elegante “Opera Relax & Wellness Spa” di via Palermo 34,  ed è stato un calediscopio di coniugazioni della parola bellezza. I look estrosi di  Sergioperlatuaimmaginelookmaker make up and haistylist, gli abiti sartoriali di Luigi Bruno couture, Giuliana Guidotti couture e Francesca Anastasi sublime couture, il Salotto di Viviana, le stupende pellicce di Roberto Cagnetta, la bellezza ritratta nelle opere di Rita Marinella Belpasso (che ha sfilato con la super acconciatura di Tirletti) e di Daniele Pacchiarotti il Ritrattista delle Dive, il tutto con la deliziosa accoglienza di Annarita Pescosolido direttrice della spa luogo  custode dellabellezza estetica ed del relax. Durante le divertenti presentazioni dei vari quadri il prismatico Sergio Tirletti si è esibito in un’altra delle sue passioni: il tango. Ha concluso la serata un delizioso catering con torta e bollicine di compleanno. Tra i presenti Rita Belpasso, la giornalista Simona Cangilesi del Corriere della Sera, la giornalista di Roma Oggi Antonietta di Vizia, le blogger Elenia Scarsella e Sara Lauricella,  Vip astrologo Alex Fiore e Melania esperta in angeli, Elisabella Viaggi, Anna Nori (anche lei volto ritratto da Daniele Pcchirotti)  e tanti altri.

Daniele come vedi questa serata?: “Ciao a tutti i lettori. E’ un momento di incontro di vari aspetti della bellezza e qui siamo nella fucina della bellezza del corpo unita a tutto ciò che rende bella ogni donna: gli abiti, i capelli, il trucco e la danza tanto utile anche per mantenersi in forma.

E poi è sempre bello vedere le mie Dive che raggiungono tanti luoghi diversi. L’arte trova e deve trovare spazio ed espressione ovunque. Ti stiamo seguendo nelle varie tappe delle tue exposition. Sei passato da sedi di associazioni alla casa del cinema, al tram storico ed oggi qui in una spa. Ci rendi curiosi: possiamo avere un anticipo su dove ti troveremo prossimamente?: “I miei ritratti spuntano improvvisamente… (Ride …) se volete saperlo dovete seguirmi, tanto mi trovate su tutti i social. Fotografo ufficiale Claudio Martone con la partecipazione di fotografi Antonello Ariele Martone e Maurizio Romani.

CRISTIANO D’ALTERIO UN ATTORE SERIO E FACETO BREVE INTERVISTA

home banking

Intervista a Cristiano D’Alterio Abbiamo già avuto modo di seguirlo in diverse occasioni e quale miglior momento di un caffè per avere un po’ di novità sulla sua incessante attività. Ciao Cristiano, ti seguiamo oramai abitualmente, ti abbiamo seguito in passato in ruoli drammatici (tra cui l’ufficiale delle S.S. nel dramma sulla shoah “Così per caso”) ma ultimamente ti abbiamo visto nella tua vena comica per lo spettacolo al Teatro Petrolini, che sensazioni ti ha lasciato?: “Ciao a te ed a tutti i lettori. Ti riferisci a  “La fu madre di madame”, con la regia di Paola Bucchi. Beh è stata una commedia che ha fatto molto divertire sia noi della compagnia sia il pubblico che  ci ha dato belle soddisfazioni anche  a livello numerico. E’ stata la prima volta che questo copione è stato presentato tradotto ed adattato in italiano e lavorare con Paola Bucchi è stato un vero piacere. Quindi direi che questo spettacolo mi ha lasciato tanta voglia di continuare a stare sulle tavole del teatro e di comunicare in maniera diretta e de visu con il pubblico”. Eh già perché tu non ti fermi al rapporto diretto con il pubblico teatrale ma stai facendo anche tv in una serie dal tema alquanto curioso: “Si parliamo di Home Banking ed anche questo è un progetto che ci sta dando delle belle soddisfazioni. E’ una series sull’educazione finanziaria (avete capito bene) con la sceneggiatura di Igor Maltagliati, prodotta dalla Tetraktys di Ennio Pontis e da Orizzonti Tv che la manda in onda sul suo canale oltre che su Lazio Tv, canale 12. Siamo già arrivati a metà programmazione è sta avendo un bel successo. La tematica è molto attuale, oltre ad essere un argomento che preme tutti visto anche il difficile periodo economico a livello nazionale e non solo. Parliamo dell’economia spicciola, quella di tutti i giorni: le assicurazioni sulla vita, il mutuo, la programmazione delle spese insomma problemi di vita quotidiana di un gruppo di persone “spinti” alla convivenza.

Ovviamente il tutto è stato reso, anche grazie alla regia di Marianna Adamo, in chiave comica creando tutta una serie di scenette in realtà molto vicine a ciò che avviene nelle quattro mura familiari.”. Tu che personaggio interpreti?: “Federico lo squattrinato stralunato che crea problemi al gruppo con il suo modo di interpretare il lavoro e la vita … beh diciamo un po’ leggiero (e ride…). Ogni personaggio della series è stato costruito in maniera che sia “provocatore” delle discussioni formative sulle argomentazioni della puntata. E’ stato creato un gruppo, alcuni ci conoscevamo già, molto coeso e che ha creduto nella finalità del progetto: non è stato solo lavorare ma, tutto il cast, siamo andati oltre” . In cosa ti vedremo prossimamente? In un personaggio serio o in uno faceto?: “Ci sono delle novità all’orizzonte e probabilmente mi vedrete in entrambe le vesti. Questo è uno degli aspetti più belli dell’essere un attore ed interpretare personaggi diversi tra di loro in situazioni diverse … una specie di viaggio anche all’interno di se”. Ci salutiamo con la consapevolezza che ci riaggiorneremo presto e che questo bravo artista ci riserberà altre gradite sorprese.

Per seguirlo profilo facebook https://www.facebook.com/cristiano.ciakmotors

Sara Lauricella

VIOLENZA IMPORTANTE CONVEGNO NELLA SEDE NAZIONALE DELLA LIDU

lidu-urla-di-donne-invisibili

Violenza: nella prestigiosa sede nazionale, nei pressi di Piazza Venezia a Roma, l’attivissima LIDU -Lega Italiana dei Diritti Umani attiva dal 1919- apre le porte per il convegno dal  titolo “Urla di donne invisibili Testimonianze di coraggio e dignità” promosso insieme con la Commissione Nazionale Donne e Parità, per offrire un momento di riflessione e di confronto sul tema e per richiamare l’attenzione sulle politiche di intervento e di prevenzione della violenza di genere. Venerdì 23 novembre, dalle ore 17.00, si assisterà agli interventi dei relatori istituzionali intervallati da alcune  testimonianze dirette e da momenti di poesia, musica e canto per manifestare il dolore della situazione reale ma anche la speranza e la ricerca di una soluzione e di un percorso educativo migliorativo. Il convegno, fortemente voluto dalla LIDU e dai tanti collaboratori del team, si incastona nella settimana dedicata alla tragica tematica ed in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Interverranno al Convegno, Il presidente d’Onore On. Alfredo Arpaia, Maricia Bagnato Belfiore, Presidente della Commissione Nazionale Donne e Parità, Claudia Corinna Benedetti, Presidente ONPS, Natale Fusaro Criminologo, Tiziana Primozich Presidente Ipathia; la dott.ssa Ella Clafiria Grimaldi Presidente Insieme per l’arte. Modera i lavori, Roberta Gisotti, Radio Vaticana; modera il dibattito, Ettore Lembo, La notizia.net. Ascolteremo alcune importanti testimonianze di Caterina Villirillo, Fondatrice dell’associazione «Libere donne» a Crotone e mamma di Giuseppe ucciso a 18 anni davanti ai suoi occhi, nota per l’impegno verso le donne vittime di violenza, salvate dalla strada e dalla droga, ma lasciata spesso sola a combattere il malaffare e le ingiustizie, e di Debora  M. che racconterà la storia di sua figlia vittima di una violenza e abbandonata dalle istituzioni.  Anche l’Arte scende in campo contro la violenza di genere, attraverso le sue varie espressioni, si alterneranno con sussurri dell’anima e messaggi di speranza le poetesse: Sonia Giovannetti, Lucianna Argentino, Laura Pingiori e Raffaella Lanzetta  con letture di brani sul tema.

Presente l’Associazione #Differevent con la presidente Sara Lauricella ed un momento musicale realizzato dalla cantautrice Aryan e il produttore Ezio Natale.

Durante l’evento verrà presentato “Grunda, l’Angelo dalle Ali Rotte” il fumetto-cartoon contro il femminicidio ideato ed interpretato dalla giornalista e attrice Emanuela Del Zompo con la collaborazione della regista Annie Depardieu.  A chiusura una performance teatrale dell’attrice Marianna Petronzi giovane talento pugliese.  Importanti testimonianze che daranno voce al muro di silenzio che spesso blocca la parola alle donne, testimonianze dirette e coraggiose che suonano come un monito, mentre l’Italia è scossa da continue tragedie,  testimonianze di chi ha saputo trasformare la sofferenza in aiuto e impegno civile, al fianco di  altre donne, invitando tutte a non seppellire mai la propria dignità. Non potremo mai assuefarci all’orrore di gravissimi fatti di cronaca, c’è bisogno di condividere, creare una rete, c’è bisogno di parlare giacché il silenzio non salverà altre donne. L’evento affronterà ambiti diversi, da quello giuridico all’azione collettiva, con un particolare riferimento alla differenza di genere, e con l’obiettivo fondamentale di inserirsi in un percorso educativo sempre più capillare per debellare la terribile piaga sociale che stà condizionando il nostro vivere a tutti i livelli.

Ingresso libero

https://www.facebook.com/lidu1919/

Sara Lauricella

Chaine Francigena Toscana saluta l’autunno con Saperi e Sapori

Mansi E Elettra LivreriViaggio sensoriale “Saperi e Sapori”

ad Artimino con il Vernissage d’Autunno de la Chaine Francigena Toscana

 

Trionfo di classe, gusti, prodotti di altissimo livello, personaggi e storia per il “Vernissage D’Autunno”, “Chaine Autumnal – San Martino Gourmet” del Bailliage Toscana Francigena della millenaria Confrérie Chaine des Rotisseurs, tenutosi lo scorso sabato 10 novembre 2018 in Artimino, presso la splendida Villa Medicea La Ferdinanda, residenza dei Granduchi di Toscana e patrimonio dell’Unesco. Una location storia ed esclusiva che ha raccolto nel suo prezioso ventre l’eccellenza di ospiti e partecipanti in  un costante incontro di scoperte culturali ed esperienze eno-gastronomiche di alto livello  ed infinitamente suggestivo. Un’organizzazione impeccabile quella della pregevole Presidente (Bailli) del Bailliage Francigena Toscana, l’avvocato Giovanna Elettra Livreri, all’unisono con la Vice-Chargé Des Missions Marzia Frascatani e la Vice-Echanson du vin Annabella Pascale, CEO della Artimino spa e splendida padrona di casa della Villa Ferdinanda in Artimino. Ad aprire la serata la Vice-Chargé Des Press, Gabriella Chiarappa, con l’introduzione del salotto culturale nella sala conferenze della Villa, il Salone del Toro. Salotto culturale  magistralmente condotto dal Confrér de la Confrérie Prof. AvvEmilio Petrini Mansi, Marchese della Fontanazza, che ha presentato la Prof. June di Schino, docente universitaria di storia rinascimentale e barocca dell’università di Roma e grande studiosa della cultura della tavola rinascimentale e barocca, autrice dell’opera “Arte Dolciaria Barocca – I segreti del Credenziere di Papa Alessandro VII”. L’incantevole presentazione del libro della June Di Schino, accompagnata da altri testi per immagini, ha regalato ai numerosi ospiti momenti magici, svelando i segreti di un credenziere seicentesco e l’utilizzo dello zucchero, alimento principe del Seicento Un ritorno nel passato, passando nella Sala Dell’Annunziata, con il suo monumentale caminetto, dove il famoso genio Galileo Galilei dava lezioni di matematica al delfino del Granducato di Toscana, Cosimo II de Medici, ha trionfato l’aperitivo, particolarmente ricco di gusto e di sapori ed altamente scenografico, curato dalla Chef Rotisseurs Najada Frascheri, Vice-Conseiller Culinaire del Bailliage Chaine Toscana; coadiuvata dallo Chef Rotisseurs, Paolo Sciara. Uno show cooking con degustazione di speciali e particolari prodotti tipici toscani e marchigiani, rielaborati, scomposti e ricomposti tra loro in una danza di perfetta fusione territoriale, ed accompagnati da marmellate e mieli marchigiani ed uno speciale miele di acacia e castagno della Valsesia (Folecchio) “Fior Mel” altamente biologico di Cinzja Mc kensi; il tutto in armonia con le bollicine dello champagne della “Relais & Champagne – Import & Quality del Confrèr Antonio Gullì ed il Brut rosé della “Tenuta Baron di Asolo” della Bailli Bailliage Asolo Montegrappa Donna Enrica Beatrice Amabilia. Molti sono stati gli sponsor tecnici tra i quali hanno primeggiato la Artimino Spa, che ha messo a disposizione per la Chaine la monumentale Villa Medicea; e la Scuola Made – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus di Lucca e Fondazione Palazzo Boccella in Capannori –  che hanno prestato il servizio in sala con i propri diplomati e studenti; ed il Garden Club di Lucca – Scuola italiana arte floreale – SIAF per le decorazioni della tavola rinascimentale della cena placè nel Salone del Leone;  ed a seguire le molte aziende del territorio marchigiano, coordinate da Lorella Lamponi, responsabile dello scouting aziendale territoriale de la Chaine Toscana Francigena. E’ stata anche una serata di conferimento di premi speciali e riconoscimenti.  Infatti tra i momenti significativi della serata vi è stata la consegna al Bailliage Toscana Francigena, del dono del Presidente Dr. Roberto Zanghi Bailli Délégué d’Italie, conferito in sua vece dal vice presidente nazionale de la Chaine des Rotisseurs Italia, Dr. Bruno Peloi. La cena placè si è tenuta nel Salone del Leone, dove il Granduca di Toscana Ferdinando I de Medici teneva udienza ed amministrava giustizia. Una cena che ha visto correre lungo tutto il salone due imbandite tavole rinascimentali alle quali gli ospiti sono stati accolti con ogni confortevolezza ed hanno potuto godere di un’accurata presentazione dei vini da parte della Consoeur Annabella Pascale, e della presentazione degli elaborati piatti da parte della Chef Rotisseurs Michela Bottasso, Chef executive del famoso Ristorante Biagio Pignatta di Artimino. Il servizio durante l’aperitivo e la cena è stato assicurato dai numerosi studenti della Scuola Made, Master post diploma in management dell’accoglienza e delle discipline enogastronomiche. Lavoro in ensamble ed appassionatamente in sinergia per la riuscita di questo esemplare “viaggio sensoriale dei saperi e dei sapori” nella cultura della tavola. L’atteso momento di consegna di premi speciali e riconoscimenti è quindi intervenuto in un clima di armonioso “star bene” ed ha visto conferire Le Prix Spécial Jeune professionnel des disciplines d’accueil et de enogastronomiques choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena”, al giovane ventenne lucchese Edoardo Coli (consegnano il premio Il Vice Presidente nazionale de la Chaine des Rotisserus Italia Bruno Peloi e la Chef Rotisseurs del Bailliage Toscana Francigena Najada Frasheri) diplomato in Master in Accoglienza e discipline gastronomiche con indirizzo “Maitre di sala”, per essersi distinto esemplarmente negli studi e nel conseguimento del massimo dei voti in sede di diploma. Il conferimento più partecipato è stato poi “Le Prix Spécial de Carrière en tant que personnage d’excellence choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” al conduttore e regista televisivo Anthony Peth. Vincitore del David di Michelangelo nella categoria Spettacolo nel 2012, nel 2013 riceve un secondo David, conseguendo, con quest’ultimo premio, un piccolo primato. (consegna il premio la Consoeur Enrica Beatrice Amabilia, Bailli du Bailliage Chaine Asolo Montegrappa).  Mentre “Le Prix Spécial de Journalisme d’Auteur choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” è andato a  Lorella Ridenti, direttore del settimanale Lei Style e del settimanale Ora,per la sua particolare tenacia, intraprendenza, determinazione e versatilità che l’avvicina allo spirito ed ai valori della Chaine” (consegna il premio il Confrèr Matteo Gobbo Trioli, Vice Chargé De Missions du Bailliage Asolo Montegrappa e Presidente dell’Associazione Spirito Nuovo Venezia). A seguire è intervenuta la consegna delle targhe per Reconnaissance Particulière, per lo speciale contributo culturale, artistico e professionale conferito all’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet, alla Prof. June di Schino; al Prof. Avv Emilio Petrini Mansi; al musicista e cantante Matteo Gobbo Triolo;  alla pittrice Mara Corfini; alla fotografa d’autore Alberta Puccinelli; al Garden Club di Lucca – Scuola SIAF, ed alla Scuola MADE – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus, in collaborazione con Fondazione Palazzo Boccella di Capannori (lucca) – per il perfezionamento di diplomati nelle figure professionali protagoniste dell’ospitalità: addetto sala, cucina e organizzazione eventi/catering – Nella persona della Prof.ssa Enrica Lemmi, Direttrice Scuola MADE e Presidente corsi di laurea Fondazione Campus. Sono state infine conferite targhe di ringraziamento ai numerosi Sponsor tecnici dell’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet organizzato dalla Chaine Toscana Francigena: Artimino spa, Scuola Made di Capannori, Antica Gastronomia, Tenuta Baron, Cantina Carmignano, Champagneria di Gaetano Gullì, Camera CC-ICRD, Garden Club di Lucca, Anisetta Rosati, Caonà, Mencarelli, Frolla, Ambrosia, Danhera. Un appuntamento che si ripeterà ogni anno, con performance e contenuti di volta in volta diversi, per confermare il grande operato della Chaine Des Rotisseurs in Italia, decisa a divulgare la diffusione  della cultura della tavola, della convivialità, dell’amicizia senza confini e soprattutto del valore assoluto della diffusione e conoscenza dei saperi e sapori delle eccellenze dell’eno-gastronomiche nel nostro paese; valori sempre in linea con l’essenza e la missione della Confrèrie de la Chaine Des Rotisseurs.

Press: Le Salon de La Mode

VILLA ARTIMINO RESORT

Viale Papa Giovanni XXIII,1

59015 Artimino Prato (PO)

http://www.artimino.it

Writer Sara Lauricella

Gianluigi Nuzzi presenta a Roma il suo nuovo libro Peccato Originale

20181017_193447_001

Tutto esaurito, sulla terrazza del Circolo, per l’incontro con l’ospite Gianluigi Nuzzi  per la presentazione della suo nuovo libro “Peccato Originale”. Il Salotto Letterario si è svolto il 18 ottobre 2018 presso il Circolo Canottieri Lazio, ed il giornalista (ma anche conduttore televisivo ed autore) ha interloquito con tutti i presenti conducendoli nei meandri del Vaticano e delle sue stanze segrete. Con fare a tratti ironico e scherzoso ed a tratti serio e pensieroso, ha captato l’attenzione e l’interesse del pubblico così come degli stessi relatori e mediatori al tavolo. Parlare con semplicità di argomenti così scabrosi e pericolosi, tanto da essere stati tenuti per anni nell’oblio, non è abilità di tutti, ma l’autore ha guidato il pubblico attraverso i segreti ed i casi irrisolti che hanno coinvolto il Vaticano:  dal caso “Emanuela Orlandi” al motivo delle “dimissioni forzate” di Papa Ratzinger. Storia dei giorni nostri con personaggi di cui abbiamo, quantomeno, sentito parlare, che hanno manipolato fatti e persone senza pudore. Gianluigi Nuzzi ha parlato della sua nuova creatura letteraria “Peccato Originale” e della trilogia degli altri suoi scritti “Vaticano SpA”, “Sua Santità” e “Via Crucis” in cui ha ripercorso, con un minuzioso lavoro di indagine documentale,  il periodo storico degli eventi del Vaticano, ma in realtà di coinvolgimento mondiale, dal pontificato di Paolo VI fino ad oggi. Storie comprovate di giochi di finanza, di favoreggiamenti, di ricatti, di abusi sessuali, ricomposte attraverso documenti inediti, carte riservate dall’archivio Ior e testimonianze sorprendenti. Tre i fili rossi – quello del sangue, dei soldi e del sesso – che collegano e spiegano la fitta trama di scandali, per una ricostruzione, che ritroviamo nel suo ultimo libro “Peccato Originale”,  di molte verità che mancavano, a cominciare dal mistero della morte di papa Luciani e il suo incontro finora mai divulgato con Marcinkus per continuare con  la trattativa riservata tra Vaticano e procura di Roma per chiudere il caso Emanuela Orlandi. Ed ancora i conti di cardinali, attori,  politici presso lo Ior, tra operazioni milionarie, lingotti d’oro, fiumi di dollari e trame che portano al traffico internazionale di droga; l’evidenza di una lobby gay che condiziona pesantemente le scelte del Vaticano, tra violenze e pressioni perpetrate nei sacri palazzi e qui per la prima volta documentate. Importanti gli interventi dei relatori al tavolo: il Presidente del Circolo Paolo Sbordoni, Il Segretario agli Affari Generali Giovanni Meliadò, il Consigliere agli Eventi Marco Carosielli, e i giornalisti: Francesco Boezi (collaboratore de Il Giornale.it e autore del libro “Ratzinger, la rivoluzione interrotta”), Marino Collacciani (ex caporedattore e firma storica de “Il Tempo”), Gianpiero Gamaleri (sociologo e docente di Scienze della comunicazione in università laiche ed ecclesiastiche e membro del Cda del Centro Televisivo Vaticano, segue da tempo Papa Bergoglio durante le celebrazioni mattutine e ad esse ha dedicato un volume intitolato “Santa

Marta – Omelie”). A moderare la giornalista Savina Confaloni. Tra gli ospiti intervenuti anche l’economista Paola Tommasi che ha raccontato l’incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e Papa Francesco. Interessanti anche gli interventi e domande dal pubblico. «Ratzinger – spiega Nuzzi- è stato costretto alle dimissioni aprendo però la strada a Bergoglio». Ecco il “fuori scena” di un blocco di potere per certi aspetti criminale, ramificato, che continua ad agire impunito, più forte di qualsiasi Papa, sempre capace di rigenerarsi, che ostacola con la forza del ricatto e dei privilegi ogni tentativo di riforma. Al termine di questa lunga chiacchierata tutti gli ospiti del Circolo Canottieri Lazio hanno partecipato, insieme al giornalista Gianluigi Nuzzi al cocktail e alla cena buffet servita nell’area ristorante del Circolo.

Gianluigi Nuzzi, milanese, è autore di diverse inchieste e scoop che hanno avuto vasta eco, anche internazionale. Nel 2009 “Vaticano Spa” rivela, grazie alle carte segrete di Monsignor Renato Dardozzi,  gli scandali finanziari e politici dei sacri palazzi, accelerando le dimissioni del presidente dello Ior Angelo Caloia, in carica da vent’anni. Nel 2012 “Sua Santità” rende pubbliche le carte riservate del Papa, stravolgendo gli equilibri di potere vaticani e facendo scoppiare una crisi che contribuirà alle dimissioni di Ratzinger nel 2013. Nel 2015 “Via Crucis” racconta la lotta di Papa Bergoglio per una chiesa più trasparente e cristiana svelando nuovi documenti segreti.  Per questo l’autore sarà processato e poi prosciolto. Nuzzi ha anche ideato e condotto la trasmissione “Gli intoccabili” su La7 e attualmente conduce su Rete4 “Quarto grado”, incentrata sui grandi casi di cronaca che appassionano e dividono l’opinione pubblica.

La Fu Madre di Madame in scena al Teatro Petrolini

loc la fu madre di madame

 

LA FU MADRE DI MADAME

Dal 25 al 28 ottobre

TEATRO PETROLINI

ROMA

COMMEDIA IN ATTO UNICO

 

Dal 25 al 28 ottobre  (con doppia replica sabato e domenica alle ore 17,30 e 21,00) andrà in scena nello storico Teatro Petrolini di Roma “ La fu madre di madame ”, di Georges Feydeau, con la regia di Pier Paola Bucchi ed è presentata da PPB + CMS. La commedia, un divertente atto unico di circa un’ora, verrà rappresentata per la prima volta in italiano grazie alla traduzione ed all’adattamento fatto da Claudia Maitan De Seta;  la trama è molto attuale e  divertente e la regia ha scelto una dinamica teatrale vivace e movimentatata.

Protagonisti una coppia litigiosa (Yvonne, interpretata in alternanza da Selena Bellussi e Nadia Monaco, e Lucien, interpretato da Cristiano D’Alterio), Dolores, una governante sui generis a servizio nella casa (un cameo interpretativo della regista P.P. Bucchi)  che, complice anche l’arrivo di un maldestro Valletto (interpretato da Ganpiero Cavalluzzi), con pungente ironia metterà in evidenza vezzi, follie e bassezze familiari attuali ora  come allora.

Scena e costumi Anna Addamiano, acconciature Emo, sartoria Mariella Di Paolo, luci Federico Riva, datore luci Enrico Marcacci.

Regista della commedia è Pier Paola Bucchi , straordinaria attrice che, scoperta da Lina Wertmuller che la diresse ne “Il giornalino di Gian Burrasca”, vanta una lunga e prestigiosa carriera come attrice, ballerina, autrice e regista, lavorando con personaggi del calibro di E. Morricone, E. Giannini, F. Fellini, R. Rascel, V. Salemme, F. Pannofino, solo per citarne alcuni.

Per info e prenotazioni Teatro Petrolini, via Rubattino n. 5, tel. 06 57 57 488

Sara Lauricella