Tagged in: Roma

La Fu Madre di Madame in scena al Teatro Petrolini

loc la fu madre di madame

 

LA FU MADRE DI MADAME

Dal 25 al 28 ottobre

TEATRO PETROLINI

ROMA

COMMEDIA IN ATTO UNICO

 

Dal 25 al 28 ottobre  (con doppia replica sabato e domenica alle ore 17,30 e 21,00) andrà in scena nello storico Teatro Petrolini di Roma “ La fu madre di madame ”, di Georges Feydeau, con la regia di Pier Paola Bucchi ed è presentata da PPB + CMS. La commedia, un divertente atto unico di circa un’ora, verrà rappresentata per la prima volta in italiano grazie alla traduzione ed all’adattamento fatto da Claudia Maitan De Seta;  la trama è molto attuale e  divertente e la regia ha scelto una dinamica teatrale vivace e movimentatata.

Protagonisti una coppia litigiosa (Yvonne, interpretata in alternanza da Selena Bellussi e Nadia Monaco, e Lucien, interpretato da Cristiano D’Alterio), Dolores, una governante sui generis a servizio nella casa (un cameo interpretativo della regista P.P. Bucchi)  che, complice anche l’arrivo di un maldestro Valletto (interpretato da Ganpiero Cavalluzzi), con pungente ironia metterà in evidenza vezzi, follie e bassezze familiari attuali ora  come allora.

Scena e costumi Anna Addamiano, acconciature Emo, sartoria Mariella Di Paolo, luci Federico Riva, datore luci Enrico Marcacci.

Regista della commedia è Pier Paola Bucchi , straordinaria attrice che, scoperta da Lina Wertmuller che la diresse ne “Il giornalino di Gian Burrasca”, vanta una lunga e prestigiosa carriera come attrice, ballerina, autrice e regista, lavorando con personaggi del calibro di E. Morricone, E. Giannini, F. Fellini, R. Rascel, V. Salemme, F. Pannofino, solo per citarne alcuni.

Per info e prenotazioni Teatro Petrolini, via Rubattino n. 5, tel. 06 57 57 488

Sara Lauricella

LOCANDINA MEDIA RIS

SECONDA EDIZIONE DEL SAN REMO FESTIVAL CAFE’: INIZIANO I CASTING

Al via i casting per la seconda edizione del talent per i nuovi cantanti e cantautori San Remo Festival Cafè con tante novità ed un percorso formativo per talenti.  La  nuova organizzazione prevede dei casting a zone geografiche divise tra il nord, centro, sud e isole, i cui selezionati avranno accesso alle tappe regionali e di seguito alla semifinale e finale nazionale. Per la zona centro italia i primi casting si terranno presso la Scuola di Musica  Artidee a Roma, nelle date del 18 e 25 novembre, 16 dicembre 2018 ed il 13 gennaio 2019.  I vincitori della scorsa e prima edizione hanno avuto la possibilità di esibirsi al Palafiori di Sanremo proprio nella settimana del festival della canzone italiana, periodo in cui la cittadina viene invasa da produttori, talent scout e rappresentanti di etichette discografiche provenienti da tutta l’Italia e dal mondo. Il premio San Remo Festival Cafè è aperto a cantanti e cantautori divisi nella categorie junior e senior di tutte le età e condizioni. Fondamentale, infatti,   nella mission del format San Remo Festival Cafè  è l’accesso alle persone stereotipate “diverse” in un percorso inclusivo e di condivisione. Oltre al concorso in senso stretto quest’edizione vedrà potenziata l’attività dell’Academy, con delle master class indirizzate esclusivamente ai partecipanti al format e tenute da vocal coach e da act coach al fine di indirizzare le potenzialità dei concorrenti sia dal punto di vista vocale che interpretativo e della movimentazione scenica, e con delle master class con musicisti per invitare i concorrenti all’accompagnamento con uno strumento musicale, a nozioni di scrittura ed analisi del testo etc. Tra i professionisti che hanno fatto parte del team del SRFC della scorsa edizione è considerevole nominare il Presidente di Giuria (sia in fase finale che in alcune delle tappe intermedie) Maestro Amedeo MINGHI, il paroliere Paolo AUDINO (che ha scritto brani anche per la grandissima Mina), il maestro Stefano BORGIA (autore di alcune canzoni di Mina tra cui “Portati Via”), Anonimo ITALIANO e diversi produttori, musicisti e talent scout che si sono alternati nella varie tappe. La seconda ed attuale edizione prevede, soprattutto nella zona centro Italia, delle giornate di casting di selezione con possibili riprese radio-televisive a cura di emittenti regionali e/o locali per poi passare alle semifinali e finali regionali. Previsti anche gemellaggi con festival nazionali e premi collaterali a cura di sponsor ed etichette discografiche. Per l’edizione del 2019 ci si avvarrà della direzione artistica della Scuola di Musica Artidee nella persona di Giovanni Rossanese , della direzione scenica di Barbara Gallozzi, del coordinamento coreografico (nonché coaching per l’Academy) di Paola Rizzica, del look Maker Alessandro Maritato, dell’ufficio stampa e direzione organizzativa del gruppo #Differevent di Sara Lauricella, del supporto media di Radio Italia Anni ’60 e di diversi nomi di noti professionisti tra i giurati ed ospiti ancora in via di definizione che si aggiungeranno al team esistente.

Un progetto in continua crescita e sviluppo per poter portare avanti il concetto di musica inclusiva.

Tratto dal regolamento “Scopo della manifestazione è quella di scoprire e promuovere talenti e nuove opere musicali attraverso una serie di selezioni che si svolgeranno in Italia e all’estero, promuovendo musica socialmente integrata. Ad integrazione del percorso conoscitivo e formativo potranno essere proposte giornate di master class e di esercitazioni collettive da parte degli organizzatori di zona o dall’organizzazione centrale del SRFC” .

Per info, regolamento ed iscrizioni contattare la mail sanremofestivalcafe@gmail.com, il sito www.sanremofestivalcafe.it    oppure seguire il format nelle pagine sui social facebook ed instagram https://www.instagram.com/sanremo_festivalcafe2019/

Ufficio stampa e comunicazione SRFC

#Differevent di Sara Lauricella – differevent@gmail.com

polizia-volanti-notte

13 ARRESTI PER SPACCIO TRA ROMA E FROSINONE

Tra Frosinone e Roma, dalle prime ore della mattinata, e’ in corso un’operazione che vede impegnati oltre 50 agenti della Polizia di Stato della Questura di Frosinone, insieme a unita’ cinofile antidroga e a pattuglie del reparto Prevenzione crimine Lazio, nella cattura di 13 individui, colpiti da altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere, perche’ facenti parte di un’associazione a delinquere finalizzata alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine, condotta dal personale della Squadra Mobile di Frosinone, ha avuto inizio nel dicembre del 2015 ed e’ stata soprannominata ‘Long Shadows’. Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra’ alle 11 nella Sala Conferenze della palazzina Benessere della Questura di Frosinone.

M.M.

07_campidoglio

CODACONS IRONIZZA: “PECORE? ALLORA CORSI PASTORIZIA PER DIPENDENTI”

Se il Comune di Roma vuole utilizzare pecore e mucche per regolare le erbacce dei parchi pubblici e affrontare l’emergenza verde nella Capitale, allora dovrà provvedere a pagare corsi da pastore ai propri dipendenti”. Lo afferma il Codacons, che sceglie la strada dell’ironia per bocciare la proposta lanciata dal sindaco Raggi sul taglio dell’erba in città. “Oltre a corsi di pastorizia per i dipendenti comunali, dovranno essere allestite apposite stalle nei pressi dei parchi pubblici per ospitare e far riposare gli animali che si sostituiranno al Servizio Giardini – afferma il presidente Carlo Rienzi – alla fine tale misura rischia di costare all’amministrazione più di quanto si spenderebbe per far funzionare correttamente l’attività di manutenzione del verde pubblico in città”. “Gli animali possono essere un grande alleato di istituzioni ed enti locali, ma per altre questioni e ben più serie – prosegue Rienzi – non a caso il Codacons ha avviato a Roma un progetto sull’onoterapia, ossia l’utilizzo degli asini come pet-therapy, già sperimentato con successo in Francia, Stati Uniti e Svizzera, allo scopo di aiutare non solo disabili e bambini ma anche i ludopatici, ossia i malati da gioco d’azzardo”.

carabinieri

DROGATO E UBRIACO LANCIA BARBECUE DA TERRAZZO E DISTRUGGE CASA MADRE

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma sono intervenuti, l’altra sera, in via Pietro Gasparri, in aiuto di una 73enne
romana, in preda al panico, perché il figlio convivente di 51enne, durante una banale lite, l’aveva dapprima minacciata con un coccio di vetro, poi aveva iniziato a distruggere le suppellettili dell’appartamento. All’arrivo dei Carabinieri, l’uomo, ‘su di giri’, ha pensato bene di afferrare un barbecue che era sul terrazzino dell’appartamento – ubicato al terzo piano – e di lanciarlo contro i militari che, per poco, non sono stati centrati. Una volta in casa, i Carabinieri sono riusciti a immobilizzare l’esagitato solo dopo una violenta colluttazione, durante la quale il 51enne ha tentato di colpirli con un coltello a serramanico. In particolare, un Carabiniere si è accorto del tentativo di accoltellamento ed è riuscito a spostarsi ma il fendente gli ha comunque tagliato la giacca dell’uniforme e procurato una ferita lacero contusa al fianco. L’uomo è stato arrestato e dovrà rispondere di tentato omicidio.

giubileo_2015_roma

A Roma ecco Via Libera: 24 km a piedi e in bici una domenica al mese

Roma strade off-limits per auto e scooter una domenica al mese: dal Colosseo a Prati, dall’Appia Antica a via Labicana, da via XX Settembre a via Tiburtina. Un rete ciclopedonale di quasi 24 chilometri. Entro giugno parte il progetto #ViaLibera che prevede la chiusura ai mezzi a motore di diverse strade della Capitale, con 55 presidi fissi delle forze dell’ordine e 1.400 transenne per bloccare il traffico. L’intento è di promuovere un diverso modo di vivere la città. A breve sarà pubblicato un avviso pubblico per installazioni temporanee e arredi lungo i percorsi della Capitale, con 55 presidi fissi delle forze dell’ordine e 1.400 transenne per bloccare il traffico.

Michel Emi Maritato

Giubileo 2015 Roma - Vaticano

RIFIUTI, ASSOTUTELA: “ROMA SEMPRE PIU’ SPORCA. ESPOSTO IN PROCURA”

“Capitale d’Italia ancora una volta a rischio emergenza rifiuti? Da numerosi cittadini, negli ultimi giorni, ci sono giunte segnalazioni in merito alla sporcizia e al decoro precario in città, in centro storico così come in periferia. Una situazione potenzialmente pericolosa dal punto di vista igienico-sanitario che Ama e Comune di Roma devono affrontare immediatamente e risolvere con efficienza ed efficacia. Siamo di fronte a una realtà allarmante, su cui la nostra associazione non può far finta di niente: per questa ragione, con il nostro staff legale stiamo vagliando l’opportunità di presentare un esposto in Procura della Repubblica per comprendere nel dettaglio i responsabili delle inefficienze nel settore rifiuti a Roma”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.