Tagged in: radio cusano campus

daniela_martani-2

DANIELA MARTANI A RADIO CUSANO CAMPUS

MARTANI: “MI AUGURO CHE A PAMPLONA CI SIA UNA STRAGE, SOLO COSI’ LA SMETTERANNO DI USARE I TORI PER QUESTA BARBARIE. FACCI? VORREI DENUNCIARLO. FELICISSIMA PER LA TORTA VEG DI DI MAIO”. LA PASIONARIA VEG A RADIO CUSANO CAMPUS 

 

Daniela Martani, pasionaria veg e animalista, è intervenuta questa mattina su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Martani è appena tornata da Pamplona, dove con altri animalisti ha manifestato contro la festa da San Firmino, che inizia proprio oggi a Pamplona: “Si massacrano degli animali soltanto per divertimento, siamo a dei livelli di inciviltà che ci riporta agli anni dei cavernicoli. E’ una cosa allucinante quella che succede ogni anno a Pamplona, questi tori vengono chiusi e segretati per giorni in un vero e proprio bunker, poi vengono liberati nelle strade in quel modo e alla fine vengono uccisi tutti. Continue reading…

fJdtgwip

Barillari (M5S) a Radio Cusano Campus

Davide Barillari, Consigliere del M5S in Regione Lazio, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano” condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Regione Lazio e Comune di Roma. “Con Zingaretti c’è una discussione forte sui fondi da destinare a Roma Capitale –ha affermato Barillari-. Le parole del nostro governatore dicono che lui non farà alcuna ingerenza. Il dubbio è che però il Pd ci metta del suo per alimentare un clima non facile. La giunta regionale sta letteralmente ballando sulla sedia, perché due consiglieri sono stati raggiunti da avvisi di garanzia. Se ci mettiamo le difficoltà in cui versa il Pd, ci aspettiamo che a Roma non arrivino aiuti e sconti, ci auguriamo però che la Regione faccia il suo dovere. Speriamo che la politica lasci per una volta alle spalle questi scontri sulle poltrone e sulle nomine e si occupi dei cittadini. Continue reading…

luxuria-1

LUXURIA: “AL GAY VILLAGE ORGANIZZEREMO LA ZAZA DANCE. CONSIGLIO A VENTURA DI PORTARE I CALCIATORI AD ALLENARSI CON LE DRAG QUEEN. VOGLIO IL BAMBOLOTTO GONFIABILE DI PELLE'”, DICE L’EX PARLAMENTARE A RADIO CUSANO CAMPUS

Vladimir Luxuria è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Luxuria ha parlato di Italia-Germania: “Per l’occasione avevamo allestito un maxi schermo al gay village, abbiamo fatto un grande tifo gaio. Ho fatto anche un po’ di radiocronaca, ho iniziato subito criticando i calciatori che quando cantano l’inno non riescono mai a non andare fuori sincro. Gli consiglio di prendere ispirazione dalle drag queen. Il prossimo allenatore dell’Italia, Ventura, dovrebbe portarli a fare un corso acceleratissimo con le drag queen, che gli insegnerà come si fa un vero playback”. Continue reading…

Gasparri

GASPARRI: “DI MAIO? UN RAGAZZETTO CHE RACCONTA FESSERIE. DA GIOVANE VENDEVO ENCICLOPEDIE PORTA A PORTA. RENZI CHIAMA JOVANOTTI E BUFFON PER IL REFERENDUM? LO MANDEREMO A CASA COMUNQUE. LA LEGALIZZAZIONE DELLA CANNABIS? NON PASSERA MAI”‏

Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e vicepresidente del Senato, è intervenuto stamattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano, nel corso di ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. Diverse le tematiche affrontate da Maurizio Gasparri, che ha voluto rispondere per prima cosa a Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera.

 

Nel rispondere a Di Maio e alla sua intervista rilasciata ieri al Giornale, Gasparri ha detto: “Non c’è nessuna sintonia tra il Movimento Cinque Stelle e i moderati. Sono quattro imbroglioni, non basta comprare un vestito più decente dei propri colleghi di partito e andare dal barbiere ogni tanto per presentarsi come il presidente del consiglio. I grillini sono la più eversiva delle sinistre, hanno successo perché il degrado morale del Paese consente anche a un movimento demagogo come questo di avere successo. Capisco chi li vota, non mi fido di chi viene votato. I grillini hanno votato per l’abolizione del reato di immigrazione clandestina e in Parlamento sono per tutte le posizioni più estreme e terzomondiste. Quel ragazzetto (Di Maio) racconta fesserie, è un personaggio inconsistente, non so come si chiami…E’ il vicepresidente della Camera? Eh io sto al Senato, frequento poco la Camera…Non hanno alcuna sintonia con l’elettorato moderato”. Continue reading…

alemanno-gianni-2010

ALEMANNO A RADIO CUSANO CAMPUS: “RAGGI FA BENE A INSISTERE SU MARRA. DISCRIMINARE PERSONE PER ESPERIENZE PRECEDENTI è METODO MAFIOSO”‏

L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ecg Regione”, condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano

 

In merito alla possibile nomina da parte di Virginia Raggi di Raffaele Marra (già collaboratore di Alemanno e Polverini) come vice capo di gabinetto. “Raffaele Marra non lo vedo e non lo sento dal 2010 –ha affermato Alemanno-. Definire Marra un alemanniano è ridicolo, ancora più ridicolo è pensare di poter mettere in lista di proscrizione qualcuno solo perché ha collaborato in passato con altre giunte. Continue reading…

JustMagazine_veronesi

UMBERTO VERONESI A RADIO CUSANO CAMPUS: TRA UNA CANNA E UNA SIGARETTA MEGLIO UNA CANNA. EUTANASIA E’ UN DIRITTO, NON DOBBIAMO ESSERE COSTRETTI A BUTTARCI DALLA FINESTRA. NON STIAMO VINCENDO LOTTA CONTRO IL CANCRO

Il Prof. Umberto Veronesi, oncologo di fama internazionale, è stato intervistato da Andrea Lupoli nel corso del format “Genetica oggi” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Si è persa la figura del mentore in medicina. “Non è più come una volta. Il grande Educatore, con la m maiuscola, è scomparso. Oggi molto è affidato alla consapevolezza personale del medico. L’uso delle macchine è inevitabile, la tecnologia moderna ha fatto fare un balzo in avanti incredibile alla medicina. Questo in qualche modo facilita il rapporto tra medico e paziente, perché le macchine permettono una diagnosi più rapida. Inoltre c’è più tempo per il medico per dialogare con il paziente, che deve essere ascoltato. Non è giusto curare la malattia senza curare il malato, non è giusto occuparsi di un organo senza sapere a chi appartiene quell’organo. Per questo nel mio ultimo libro ho lanciato la medicina della persona, cioè davanti a noi medici compare un’altra persona che ha bisogno di noi. Di questa persona noi dobbiamo sapere tutto, chi è cosa fa, come vive, la sua filosofia, le sue aspettative, le sue frustrazioni, ecc…”. Continue reading…

ansia-21

La testimonianza shock di Maria a Radio Cusano Campus: “Hanno diagnosticato la schizofrenia a mio figlio e mi costringono ad avvelenarlo con farmaci ad alto dosaggio. C’è la volontà politica di uccidere queste persone anzichè aiutarle”‏

Un figlio a cui è stata diagnosticata la schizofrenia e che, dopo l’assunzione di farmaci prescritti da psichiatri, continua a peggiorare. La signora Maria ha raccontato la sua testimonianza ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

 

“Mio figlio adesso ha 30 anni, a 25 gli è stata diagnosticata la schizofrenia, dopo che aveva fatto uso di droghe pesanti per 5 mesi –ha raccontato Maria-. Fino a 25 anni mio figlio stava bene. Poi ha iniziato a manifestare aggressività e un atteggiamento violento e l’ho fatto visitare da uno staff di psichiatri che gli hanno diagnosticato la schizofrenia. Gli hanno fatto il solito siringone di neurolettici e l’ho trovato a dormire, mezzo morto. Non hanno chiesto la mia autorizzazione per fargli questa terapia. L’avevo portato in un centro ricreativo per persone con problemi mentali. Continue reading…

Vittorio_Sgarbi_at_Eataly_Smeraldo_Milano

SGARBI A RADIO CUSANO CAMPUS: “CHI GUARDA LA NAZIONALE MI FA CAGARE. LA TINTARELLA AL MARE? ESPRESSIONE DI UNA UMANITA’ DEGRADATA. IL MIGLIOR MOMENTO PER FARE SESSO E’ MENTRE SI DORME, LA MATTINA PRESTO. DI PIETRO? MI E’ SIMPATICO”

Vittorio Sgarbi è intervenuto su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. Diverse le tematiche affrontate da Vittorio Sgarbi nel corso della sua intervista a Radio Cusano Camus.

 

Sui pali eolici, Riina, Di Matteo e l’antimafia: “Riina ha detto in carcere che Matteo Messina Denaro fa i soldi con i pali eolici e mi sembrava una frase molto più degna di attenzione che le ridicole minacce a Di Matteo. Di Matteo viene dopo le condanne di Riina, quindi quelli che hanno fatto il danno a Riina sono quelli che lo hanno fatto condannare. Riina ha fatto queste dichiarazioni generiche che non hanno alcuna possibilità di diventare reali, in uno sfogo schifoso, discutibile ma non minaccioso, perché la minaccia è quella che può diventare un concreto pericolo. Continue reading…

daniela_martani-2

MARTANI (PASIONARIA VEG) A RADIO CUSANO CAMPUS: BISOGNA SPARARE AI CACCIATORI

Daniela Martani, pasionaria veg, è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio

 

Daniela Martani ha parlato di caccia: “L’unico animale ad essere davvero pericoloso è l’uomo. I cacciatori sono quattro sfigati che hanno la licenza di caccia, che rompono le palle da quando sono nati, che usano pallottole piene di piombo che inquinano. Continue reading…

l43-lombardi-130319122931_medium

LOMBARDI (M5S) A RADIO CUSANO CAMPUS: BREXIT? MOMENTO DI GRANDE CIVILTA’. RAGGI? STA SCRIVENDO A TUTTI I VERTICI DELLE SOCIETA’ PARTECIPATE PER AVERE RENDICONTO GESTIONALE ECONOMICO E FINANZIARIO. CI HANNO LASCIATO CITTA’ IN MACERIE. VORREI AVERE TELECAMERE PER FARVI VEDERE FACCE DEI PIDDINI…

Roberta Lombardi, deputata del Movimento Cinque Stelle, è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Roberta Lombardi ha commentato Brexit: “Prima di tutto, quando si lascia la voce a un popolo è un momento di grande civiltà e partecipazione. La chiave di lettura è che un popolo che decide di fare questo salto nel buio dell’uscita dall’unione europea rappresenta il fallimento di una politica dei partiti che in questi anni non ha dato nessun genere di prospettive e futuro per il Paese, perché quando inizi a organizzare tutta la vita politica di una unione tra paesi su interessi finanziari e di grandi lobbisti e vai a togliere i cittadini diritti in cambio di insicurezza sul futuro, è ovvio che poi i cittadini decidano di riappropriarsi del proprio destino. E’ sempre utile per la politica sentire la voce di chi poi deve rappresentare all’interno delle istituzioni. Tutti pensavano che alla fine il Regno Unito non uscisse dalla Unione Europea, c’è stata una grande spinta affinché i britannici restassero nella Ue, Cameron ha fatto bene a dimettersi, è stato un gesto di serietà come raramente si vedono nel nostro Paese“. Continue reading…

gasparri-maurizio-1

MATURITA’, GASPARRI: “TRACCE SONO SCHIFEZZA PARACOMUNISTA. LA SCUOLA E’ ANCORA COMUNISTIZZATA. IO DURANTE IL MIO ESAME DI MATURITA’ FUI PERSEGUITATO DA UN PROFESSORE CIALTRONE”, DICE IL VICEPRESIDENTE DEL SENATO A RADIO CUSANO CAMPUS

Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, è intervenuto su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano,  nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Gasparri ha commentato le tracce della prima prova che mezzo milione di maturandi hanno affrontato oggi: “Oggi ho mia figlia che fa la prima prima prova, fa l’esame di maturità quest’anno, quindi sono molto partecipe, sono curioso di sapere che tema ha fatto. Io sono stato perseguitato anche il giorno dell’esame di maturità, nel 1974, ho fatto la maturità al Liceo Tasso, un liceo allora con grande tradizione di sinistra, io ero uno dei pochi esponenti di destra, c’era il membro esterno che mi fece una domanda chiedendomi cosa pensassi di “Ordine Nero”. Io ero un militante del MSI, movimento assolutamente legale e democratico. Fu un mascalzone quel professore, non so se è ancora vivo, spero che se sia morto nessuno se lo ricordi. Era un mascalzone e un cialtrone. La scuola italiana e le tracce di oggi sono tutte una schifezza paracomunista. La scuola italiana è comunistizizzata come lo era 40 anni fa. Le tracce di oggi sono schifezza paracomunista: quel trombone di Eco, pace all’anima sua, il tema sui confini per ammiccare alle questioni dell’immigrazione“.

razzi

RAZZI (FORZA ITALIA) A RADIO CUSANO CAMPUS: “BERLUSCONI E’ COME GESU’ CRISTO”. POI SU KIM JONG UN: “I MISSILI? FA DELLE PROVE, NON LI HA MAI ADOPERATO DAVVERO”

Antonio Razzi, senatore di Forza Italia, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Razzi ha criticato Forza Italia per gli scarsi risultati elettorali fatti registrare in Abruzzo: “Sono arrabbiato per i risultati elettorali di Forza Italia in Abruzzo. La dirigente attuale è quello che è, se non si cambia finisce sempre così. E’ come una squadra di calcio che ha perso 6 a 0, qualcosa deve cambiare. Squadra che perde si cambia, squadra che vince non si cambia mai, ci mancherebbe. Non si può essere attaccati alla poltrona, i cittadini non li votano a questi, già i risultati hanno fatto capire che questi non sono simpatici agli abruzzesi. I cittadini vogliono facce nuove, ci sono tanti giovani valorosi in Abruzzo a cui viene chiusa la porta, ma perché? Senza ricambio si rischia di scomparire. Bisogna valorizzare giovani volenterosi che prendano in mano la situazione. Non possono andare avanti sempre i vecchietti”.

 

Discorso che però non vale per Berlusconi. Spiega Razzi: “Lui è lui. Come lui non c’è nessuno. Berlusconi è come Cristo. E’ impossibile che si possa cambiare. Non ce n’è nessuno come lui. Cristo non è che lo puoi cambiare con un altro Cristo. Per me lui è un Cristo, e io da cattolico mica posso pregare un altro Cristo. Dobbiamo sperare che vive 200 anni, dobbiamo sperare questo. Risorgerà, chi lo crede morto si dovrà ricredere. Meglio un paragone con un grande calciatore in là con gli anni? No. Di Ibrahimovic ce ne sono tantissimi, di Berlusconi ce n’è uno. Berlusconi è come Cristo, di Cristo ce ne è uno solo. Berlusconi è uno solo, come Cristo, però i Giuda attorno a lui sono tanti”. 

 

Sugli ultimi test missilistici di Kim Jong Un: “Io ripeto sempre che bisogna dialogare e cercare di levargli l’embargo. Magari davanti a un piatto di spaghetti e un buon bicchiere di vino si ragiona meglio. Bisogna parlarci. Perché lancia i missili? Molte volte su di lui ci sono calunnie e chiacchiere non vere. E poi fa delle prove, i missili non li ha mai adoperati davvero. Speriamo che non li punti mai su una nazione. Sono disponibile ad andarci a parlare, il mio sorriso porta pace e distensione quando parlo con le persone”.