Tagged in: Maritato

michel-forlanini

ATAC, ASSOTUTELA: “TUTELARE INCOLUMITA’ PENDOLARI SU BUS ”

“Reputiamo assolutamente allarmante quanto accaduto oggi in centro storico a Roma, dove in via del Tritone è andato a fuoco un bus Atac. Fatti del genere ormai non si contano più e dimostrano come la sicurezza dell’utenza sia messa in forte pericolo a causa dell’immobilismo delle istituzioni competenti: Comune di Roma e management dell’azienda municipalizzata che, lo ricordiamo, sta attraversando una profonda crisi operativa ed economico-finanziaria. Siamo molto preoccupati e speriamo che si possa fare immediata chiarezza sulle cause del mezzo a fuoco in via del Tritone”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

anatocismo

ANATOCISMO, MARITATO: “SI ESTENDONO I DIVIETI DI APPLICAZIONE”

“La Corte di Cassazione recentemente è intervenuta in materia di anatocismo con un importante pronunciamento, stabilendo che il divieto comprende anche la capitalizzazione annuale degli interessi. Nel giudizio d’appello, il giudice convertiva la capitalizzazione trimestrale effettuata dalla banca, stabilendo invece l’applicazione di quella annuale. A fronte di tale decisione, il correntista ha proposto ricorso per la corte di Cassazione, sottolienando che il divieto di anatocismo fosse assoluto e non limitato solo alla quantificazione trimestrale degli interessi. Si tratta di un orientamento non nuovo nell’ordinamento giuridico. Si guardi, ad esempio, la sentenza delle Sezioni Unite del 2004, dove la clausola con cui la banca prevedeva la capitalizzazione trimestrale è stata dichiarata nulla, in quanto integrante uso bancario che, in quanto tale, non è in grado di derogare al dato normativo, in particolare all’articolo 1283 c.c. Questo articolo è una vera e propria norma imperativa che non può essere derogata: dunque, il divieto di anatocismo deve intendersi comprensivo anche di una capitalizzazione annuale, in quanto gli interessi a debito del correntista non possono essere la base di alcuna capitalizzazione, pena la violazione del divieto previsto dalla legge. Si tratta di un pronunciamento molto rilevante, a tutela del consumatore”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, tributarista e già presidente Ante (Associazione nazionale tecnici economietrici), Michel Emi Maritato.

news-online

EDITORIA, IL MOVIMENTO “NO LINK TAX” CONTRO LA UE: “NO A TASSA SUL LINK”

“Siamo pronti alle barricate per rispedire al mittente qualsiasi velleità dell’Unione Europea sulla famigerata Link Tax”. Ad affermarlo è Michel Emi Maritato, portavoce del neo costituito Movimento d’opinione “No link Tax”, composto da blogger, giornalisti e esponenti del mondo dell’editoria, che si batte contro la proposta di riforma del copyright, che si sta discutendo da oltre un anno in Parlamento Europeo. “Questa riforma, nata sulla carta per aggiornare le norme sul diritto d’autore e renderle al passo coi tempi dell’evoluzione tecnologica e dei social network, se fosse approvata causerebbe tutta una serie di grandi problematiche – afferma il portavoce Maritato -. Tra i punti più osteggiati c’è l’articolo 11, soprannominato appunto “Link Tax”, la tassa sui link, o meglio sugli “snippet”, le anteprime degli articoli che i social network e gli aggregatori di notizie creano quando pubblicano un link, composti da titolo, immagine e un paio di righe di riassunto. Con questo articolo dall’Europa vorrebbero imporre un nuovo diritto per gli editori che permetta loro di negoziare con Google (News), Facebook e altri per costringerli a pagare una licenza per pubblicare i link ai loro articoli”. Una realtà, definita “inaccettabile” dal movimento di opinione “No Link Tax” e già osteggiata in maniera forte da mondo intellettuale, accademico e pure dalle comunità locali: “Seguiamo e seguiremo con estrema attenzione ciò che accadrà in Parlamento europeo e predisporremo iniziative di sensibilizzazione con la “Link Tax”, a partire da una raccolta firme”, chiosa il portavoce Michel Emi Maritato.

anatocismo-373x218

Anatocismo: illegittimo se manca la pattuizione degli interessi

Ai sensi dell’art. 2034 C.C. non è ammessa la ripetizione di quanto è stato spontaneamente prestato in esecuzione di doveri morali o sociali, salvo che la prestazione sia stata eseguita da un incapace. Il secondo comma stabilisce che i doveri indicati dal comma precedente e ogni altro per cui la legge non accorda azione (ma esclude la ripetizione di ciò che è stato spontaneamente pagato) non producono altri effetti.Lo dichiara in una nota il tributarista Michel Emi Maritato presidente di Assotutela gia’ presidente dell’associazione italiana tecnici econometrici.
Per la maggior parte della giurisprudenza, il pagamento spontaneo di interessi ultralegali non pattuiti per iscritto, configurandosi come adempimento di obbligazione naturale e rientrando, quindi, nella regola dettata dall’art. 2034 C.C., non è soggetto a ripetizione, sempre che si tratti di misura contenuta nei limiti del lecito. Ciò continua Maritato anche se, ovviamente, si precisa che l’indicato presupposto (del pagamento spontaneo) non ricorre nel caso di una banca, che abbia proceduto all’addebito degli interessi ultralegali sul conto corrente del cliente per la sua esclusiva iniziativa e senza autorizzazione alcuna da parte del cliente medesimo.
Con la sentenza n. 30114/2017 la Cassazione ha stabilito che intanto può aversi l’irripetibilità, in quanto un patto, benché invalidamente documentato, abbia comunque determinato la misura degli interessi, traendo da ciò la conclusione che, ove quel patto non vi sia, la regola dell’irripetibilità non trovi applicazione. Infatti nella giurisprudenza di legittimità è convinzione stabilmente invalsa che questo presupposto, secondo cui il pagamento spontaneo di interessi in misura ultralegale, pattuita invalidamente, costituisce adempimento di obbligazione naturale e determina l’irripetibilità della somma così pagata, non ricorre nel caso di una banca che abbia proceduto all’addebito degli interessi ultralegali sul conto corrente del cliente per sua esclusiva iniziativa e senza autorizzazione alcuna da parte del cliente medesimo (Cass., sent. 2262/1984).
La più recente giurisprudenza chiosa Maritato è venuta ad orientarsi nel senso che, in tema di anatocismo bancario, il principio dell’art. 2034 C.C. (secondo cui, come detto in precedenza, l’obbligazione naturale non è ripetibile) non operi in difetto di una pattuizione che determini la misura degli interessi, in tal caso non essendo invero argomentabile, ove pure lo fosse, un dovere morale o sociale che possa legittimare un adempimento spontaneo non ripetibile.
In ragione delle argomentazioni appena svolte, è possibile rilevare, pertanto, che il correntista possa validamente chiedere la restituzione degli importi versati in favore del proprio istituto di credito tutte le volte in cui il contratto di conto corrente, mutuo o affidamento, non riporti l’analitica determinazione degli interessi anatocistici che saranno applicati al rapporto medesimo.
MICHEL

Atac, altro bus in fiamme: “Che fine ha fatto la manutenzione?”

“L’ennesimo bus Atac in fiamme, stavolta in zona Portonaccio e fortunatamente senza feriti, è la chiara fotografia di una azienda municipalizzata in grande difficoltà operativa e funzionale. L’utenza è costretta a convivere con disagi sempre più frequenti, senza dimenticare poi i ritardi. I convogli sono obsoleti, molte vetture sono guaste e altre rientrano in deposito per mancata manutenzione. Tutto questo, ovviamente, nuoce su un servizio di trasporto pubblico, ad oggi carente, con conseguenti ripercussioni su personale e passeggeri. Perché tutti questi incendi sui bus Atac? Che tipologia di manutenzione viene fatta sui convogli? Quale è la programmazione e il controllo da parte di Atac e Campidoglio? Come associazione che tutela i diritti dei pendolari, stiamo vagliando l’opportunità di presentare un esposto in Procura sulla situazione dei bus a Roma”. Cosi, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

Corsa_cavalli

GRAN PREMIO ITALIA-Trofeo QN il Resto del Carlino QS di trotto

Domenica 8 Aprile 2018  inizio corse e divertimenti ore 15.00 all’Ippodromo Arcoveggio di Bologna tante attrazioni dedicate alle famiglie in occasione del GRAN PREMIO ITALIA-Trofeo QN il Resto del Carlino QS di trotto. La sfida fra i giovani campioni dell’allevamento nazionale ESTEMPORANEA e Atelier di pittura a cura della sezione didattica di Ca’ la Ghironda – ModernArtMuseum   Come un pittore …il fascino di dipingere all’aria aperta
Bambini artisti en plein air, con cavalletto, pennello e tavolozza
Tema: cavalli al trotto
Attività gratuita – su prenotazione: 051.757419 didattica@ghironda.it
Poi  Visita delle scuderie sull’HippoTram, Maxigonfiabili nel Parco Giochi, Animazioni Inizio corse e divertimenti ore 15.00. Ingresso gratuito per signore e bambini, per gli altri € 3,00

Michel Emi Maritato

maritatonew

MASSONERIA, MARITATO CONTRO LANNUTTI: “CONTRARIO A PROPOSTA DI LEGGE SU INCARICHI PUBBLICI”

“Sono fermamente contrario alla proposta di legge, annunciata in questi giorni dal senatore grillino Elio Lannutti, sul divieto di svolgere incarichi pubblici a chi è iscritto alla massoneria. Si tratta di un proposta antidemocratica, dittatoriale, evidentemente messa in giro sic et simpliciter per avere un po’ di pubblicità e un po’ di attenzione mediatica. Una proposta, quella di Elio Lannutti, peraltro discriminatoria, visto e considerato che punta a creare – di fatto – cittadini di Serie A e cittadini di Serie B. Infatti, sono dell’opinione che nella propria sfera privata ognuno sia libero di comportarsi come meglio crede, ovviamente nel rispetto delle leggi. E non mi pare proprio che la legge consideri la massoneria un reato. Dunque, consiglio al senatore pentastellato di pensare prima di dare fiato alle trombe, considerata soprattutto l’origine alquanto massonica del Movimento a cui appartiene e che lo ha eletto in Parlamento”. Lo afferma, in una nota, Michel Emi Maritato, uno dei massimi tributaristi, appartenente alle logiche massoniche.

giuseppelago

Presentazione del libro “La Fuoriuscita” di Giuseppe Lago

Giovedì 12 aprile alle ore 17,30 presso la libreria Arion di Testaccio a Roma (piazza di Santa Maria Liberatrice, 26), lo scrittore Giuseppe Lago, psicoterapeuta e consulente per Sky Tg24, presenterà il suo nuovo romanzo: “La Fuoriuscita”, edizioni Alpes. Interverranno alla presentazione: Piero Sistopaoli, psicologo e psicoterapeuta;  Stefano Cocci, giornalista e scrittore;  Chiara Scarpulla, psicologa, psicoterapeuta.  Un romanzo psicologico che affronta in modo particolarmente accurato il tema della psicoterapia e dei suoi eccessi, non rinunciando al piacere di una trama intrigante, a tinte gialle. Giuseppe Lago, consulente per Skytg24, Tgcom e Virgin Radio, ci conduce in un intenso e spiazzante viaggio nel mondo delle emozioni, degli affetti e delle dinamiche interpersonali.

Michel Emi Maritato

frizzimaritato

FRIZZI, ASSOTUTELA: CORDOGLIO PER SCOMPARSA. SE NE VA UN ANGELO SILENTE

“Nella notte è venuto a mancare a Roma Fabrizio Frizzi. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nella televisione italiana e in tutte le vite delle persone, come noi, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e apprezzarne le grandi qualità umane. Persona per bene, dedita al sociale e alla beneficenza, Fabrizio era davvero un grande uomo. Ci lascia un angelo silente. Da parte di tutta la associazione esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia Frizzi”. Così in una nota il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato, la vicepresidente Emanuela Maria Maritato e tutti gli iscritti della associazione.

roma-multiservizi-giunta-raggi

MULTISERVIZI, ASSOTUTELA: “SINDACA RAGGI BLOCCHI LICENZIAMENTI”

“Apprendiamo che nelle scorse ore sono partite le lettere di licenziamento per trenta lavoratori della Roma Multiservizi. Si tratta di una realtà occupazionale molto preoccupante, che si trascina da tempo e che oggi rischia di avere un epilogo inaccettabile. Se la sindaca Raggi ha davvero a cuore la sorte dei dipendenti dell’azienda capitolina, intervenga in maniera immediata e concreta al fine di bloccare i licenziamenti e trovare soluzioni che salvaguardino veramente il futuro lavorativo dei lavoratori della Multiservizi”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Stazione Termini - Roma

TERMINI, MARITATO(FI): “CONTESTO GRAVE. LAVORARE SU SICUREZZA”

“Apprendiamo da fonti stampa di un nuovo episodio di illegalità nell’area della stazione Termini: nelle scorse ore, un uomo, appena sceso dall’autobus a piazza dei Cinquecento, è stato rapinato da un gruppetto di ragazzi. Si tratta dell’ennesima cronaca di microcriminalità nelle zone del grande polo ferroviario romano, vero e proprio biglietto da visita della Capitale d’Italia. Ringraziando ancora una volta le forze dell’ordine per il costante e continuo operato di monitoraggio e vigilanza, sollecitiamo le istituzioni competenti a mettere i campo interventi seri e urgenti per la tutela dei cittadini e turisti, che quotidianamente transitano alla stazione Termini”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

 

inps2

COLF, BADANTI E BABYSITTER. AUMENTO DEI MINIMI RETRIBUTIVI

Il 17 gennaio scorso, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo ha siglato l’accordo sui nuovi minimi retributivi relativi al lavoro domestico derivanti dalla variazione del costo della vita e quindi dell’indice Istat di riferimento (+0,8%).
Le nuove tabelle sono valide dal 1 gennaio 2018 e si applicano sia ai lavoratori assunti in regime di convivenza che a quelli a ore, pertanto anche la busta paga del mese in corso dovrà tener conto dei nuovi valori. Il tasso di incremento dei minimi retributivi è pari allo 0,64%.
Le famiglie che in casa si avvalgono dell’aiuto di colf, badanti e babysitter inquadrate al livello B – corrispondente ai collaboratori con esperienza e retribuiti per singole ore di lavoro – dovranno corrispondere in busta paga una variazione in più di 4 centesimi sulla retribuzione oraria minima, che passa da 5,68 a 5,72 euro, pari a un aumento di circa 5 euro mensili. Quanto all’assistenza a persone non autosufficienti in regime di convivenza, lo stipendio mensile aumenterà di 6,18 euro.
Si ricorda infine alle famiglie che l’aumento riguarda solo coloro che retribuiscono il proprio collaboratore in base alle tariffe sindacali. Per i datori di lavoro domestico che corrispondono invece importi più elevati per la presenza di un superminimo assorbibile la retribuzione non varierà.
E’ possibile leggere il verbale di accordo al seguente link:
http://www.lavoro.gov.it/…/Verbale-Commissione-minimi-retri…
E’ inoltre possibile consultare la tabella dei minimi retributivi al seguente link:
http://www.lavoro.gov.it/…/Tabella-minimi-retributivi-2018.…

EMANUELA MARIA MARITATO
maritatonew

ASSOTUTELA-MARLAZIO: “AIUTIAMO ALESSANDRO”

“Una gara di solidarietà e vicinanza per aiutare un ragazzo malato. L’associazione Assotutela e la società sportiva MarLazio si mettono in gioco per Alessandro Stanzione, nato il 27 novembre del 1997 e attualmente ricoverato per leucemia linfoide acuta presso il reparto Ematologia all’ospedale Sant’Eugenio. Ci rivolgiamo, dunque, a tutti i cittadini affinché facciano una donazione di sangue per Alessandro, costretto a stare in un letto a causa di una brutta malattia. Con il vostro gesto faciliteremo e abbrevieremo i tempi di guarigione di Alessandro Stanzione, al quale rivolgiamo nel frattempo tutto il nostro affetto e tutta la nostra amicizia: in questo delicato e difficile momento, non sei solo”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela e della società sportiva MarLazio, Michel Emi Maritato.

drufisanremo

SANREMO FESTIVAL CAFE’, DIALOGO APERTO CON GIANNI DRUDI

Grandi novità in vista per il San Remo Festival Cafè, apprezzata kermesse musicale italiana, che ha visto in questi mesi la partecipazione di big e storici artisti come Amedeo Minghi e di giovani talenti di successo come Carol Maritato. In queste ore il Patron del Festival, Michel Emi Maritato, ha incontrato insieme al noto producer Gianni Testa, presso gli studi romani di Radio San Remo web, il grande Gianni Drudi.

Gianni Drudi, noto e apprezzato cantante, che ha vinto diversi premi canori e ha partecipato a numerose trasmissioni nazionali, gode ormai da anni di fama e popolarità in tutto in Belpaese, grazie a tutta una serie di successi “leggeri” come “Fiky Fiky” e “La Pantera”. Si ricordano, inoltre, le sue presenze a Superclassifica Show, Il Maurizio Costanzo Show, Bella Estate Rai Uno e Mai Dire Goal.

Insomma, un artista a tutto tondo che Patron Maritato vuole a tutti i costi portare nello staff del prossimo San Remo Festival Cafè 2019. “E’ stato un piacere incontrare Gianni Drudi – conferma Michel Emi Maritato -, con lui è aperto un dialogo per una futura collaborazione che ci auguriamo si concretizzi presto. Saremmo felici e onorati di averlo con noi. Un cantante come lui è un valore aggiunto per il nostro Festival, che l’anno prossimo si preannuncia ricco di eventi e novità”.