Tagged in: Juventus

Zaza-Napoli

CALCIOMERCATO/ Zaza in Bundesliga: la Juventus lo cede al Wolfsburg. Il Portogallo saluta il neoacquisto dell’Inter Joao Mario. I nerazzurri verseranno 45 milioni di euro nelle casse dello Sporting Lisbona. Il Napoli stringe per Rog

di Fabio Camillacci
Svolta improvvisa nella trattativa tra Juventus e Wolfsburg: Simone Zaza si trasferisce in Germania. Già nella giornata di oggi l’attaccante della Nazionale volerà nella città tedesca. Non sarà magari il giorno della firma sul contratt, ma è chiaro che il trasferimento di Zaza nella Bundesliga ormai è cosa fatta. Il primo segnale che la trattativa (fino a giovedi osteggiata dal giocatore) stesse prendendo corpo lo si è avuto nel tardo pomeriggio di venerdi quando Allegri ha escluso il centravanti azzurro dalla lista dei convocati per l’amichevole contro l’Espanyol, in programma stasera al Braglia di Modena (dove mancheranno anche Evra e Khedira, ancora in non perfette condizioni). A quel punto, delle due l’una: o il club, deciso a concludere la cessione, aveva deciso in qualche modo di prendere le distanze da Zaza in modo eclatante oppure, come invece è stato, il passaggio al Wolfsburg era diventato, quasi, improvvisamente probabile. Zaza, 25 anni, lascia dunque la Juventus dopo appena una stagione e 8 gol (in 24 partite) la Juventus, dov’era arrivato dal Sassuolo.

Continue reading…

milik

CALCIOMERCATO ROVENTE/ Alla Juventus comincia l’era Higuain: De Laurentiis incassa 90 milioni. L’Inter blinda Icardi e il Napoli vira sul polacco Milik: 28 milioni all’Ajax. Totti: “I calciatori oggi sono un po’ come i nomadi, seguono i soldi e non il cuore”

di Fabio Camillacci

Vecchia Signora, padrona anche del calciomercato estivo. Madama mette a segno il colpo di mercato più clamoroso e più costoso degli ultimi 30 anni di Serie A: l’acquisto di Gonzalo Higuain adesso è ufficiale. La Juventus nella giornata di martedi ha depositato in Lega Calcio a Milano il contratto del “Pipita”. Al Napoli vanno 90 milioni di euro in due rate. Il patron azzurro De Laurentiis, come anticipato sabato scorso da Ventonuovo, ha infatti rifiutato le offerte di contropartite tecniche. La società bianconera quindi pagherà interamente la clausola rescissoria per l’attaccante argentino. Quadriennale per Higuain da 7,5 milioni a stagione, ai quali vanno sommati gli introiti per i diritti d’immagine. Ora la Juve si appresta a chiudere la cessione di Pogba al Manchester United per oltre 120 milioni. C’è qualche intoppo dell’ultim’ora, legato soprattutto alla percentuale che spetta a Mino Raiola; si parla di circa 20 milioni per il ‘re dei procuratori’. Ma ormai l’affare è ben avviato, ci sono troppi interessi in ballo; pertanto l’accordo verrà trovato e il “Polpo” di Francia finirà alla corte di Mourinho. Continue reading…

higuain tre

HIGUAIN “CORE ‘NGRATO”/ Blitz Juventus: visite mediche a Madrid e accordo col “Pipita”, contratto di 4 anni da 7,5 milioni a stagione. I bianconeri pagheranno al Napoli i 94,7 milioni previsti dalla clausola rescissoria fissata da De Laurentiis

higuain tredi Fabio Camillacci

“Pipita”, tradotto: un altro “core ‘ngrato”, come lo fu Josè Altafini tanti anni fa, ma, per aver segnato al Napoli da ex e con la maglia dell’odiata Vecchia Signora. Sempre lei, Madama, storica rivale dei partenopei. Non a caso Napoli-Juventus è il derby non cittadino all’ombra del Vesuvio. Higuain dunque “core ‘ngrato”: se ne va alla Juventus dopo aver cantato sotto la curva del San Paolo “un giorno all’improvviso”, al termine di Napoli-Juve della stagione appena finita (2-1 con rete dell’argentino). D’altronde, il calcio di oggi è questo: è pieno di “cori ‘ngrati” come il “Pipita”, basta guardare quello che succede nelle altre big italiane. Solo le società solide e forti sono in grado di limitare i “mal di pancia”; anche se fino a un certo punto, perchè poi quando un calciatore si mette in testa di andare via, alla fine se ne va sempre. Potere dei soldi. E il calcio, rispetto al passato, diventa così sempre meno interessante, appassionante e affascinante. Da tifoso, non fai in tempo ad affezionarti a un giocatore che se ne va in un’altra squadra. Amore, passione, attaccamento alla maglia non esistono più, tranne rarissime eccezioni. E’ il calcio moderno: prendere o lasciare. Continue reading…

Juve-Napoli1

CALCIOMERCATO/ La Juventus è pronta a fare follie per Higuain e il “Pipita” ricambia l’amore. Il Napoli alza le barricate ma la Vecchia Signora può pagare i 94 milioni di euro della clausola rescissoria cedendo Pogba. Il “Polpo” verso il Manchester United per oltre 100 milioni

Higuain-pogba-e1443252241345-1680x679di Fabio Camillacci

Higuain-Juventus: non sarà una trattativa lampo, ma ai nastri di partenza i bianconeri sono in una posizione di forza. Dall’Argentina, infatti, dove è rientrato in famiglia dopo le vacanze, Gonzalo Higuain ha lanciato segnali inequivocabili alla dirigenza della Vecchia Signora: a lui un futuro a Torino piacerebbe e ha fatto sapere di gradire anche la già abbozzata proposta economica arrivatagli da corso Vittorio Emanuele, un quadriennale da 7,5 milioni a stagione più bonus. Il Napoli prova ad alzare le barricate, avendo dichiarato a più riprese il giocatore assolutamente incedibile. Ma la Juve fa leva sia sul sì del centravanti che sulla tanto famosa clausola milionaria che può liberare il “Pipita” anche senza il via libera del Napoli. Continue reading…

giac 2

CALCIOMERCATO/ Blitz Napoli, ecco Giaccherini. La Roma ufficializza Juan Jesus dall’Inter, mentre la Juventus sta per annunciare il terzo colpo dopo Pjanic e Dani Alves: Pjaca

di Fabio Camillacci/

Calciomercato estivo 2016: tante chiacchiere, pochi soldi, pochi fatti. Qualcosa però si muove, almeno in Serie A. Il d.s. del Napoli Cristiano Giuntoli ha chiuso un affare lampo. Nel giro di una notte e di un pomeriggio, il Napoli ha preso Emanuele Giaccherini. Decisivo il blitz nel ritiro azzurro di Dimaro in Trentino da parte degli agenti del centrocampista della Nazionale: la fumata bianca è arrivata dopo un incontro con i dirigenti azzurri. Accordo totale e via libera, e stavolta non c’è stato nemmeno il solito intoppo sull’annosa questione dei diritti d’immagine, tipica del club di De Laurentiis. Giaccherini ha firmato un triennale. Al Sunderland va un indennizzo intorno ai 2 milioni di euro. Continue reading…

Calciomercato-3

Calciomercato al via: tante le voci, pochi i soldi da spendere. Servono operazioni intelligenti. Venerdi a “L’Asso nella Manica” su Teleromauno: tutte le news e l’analisi del turno di campionato

di Fabio Camillacci

Si è aperto ufficialmente oggi il calciomercato invernale edizione 2016. Le “big” della Serie A scaldano i motori e le casse societarie con l’obiettivo di rinforzarsi. Certo, non aspettiamoci grandi colpi e fiumi di denaro da investire perchè i bilanci dei club italiani sono quelli che sono. E in fondo, il cosìddetto mercato di riparazione non ha praticamente mai portato campioni veri e propri nel nostro torneo. Continue reading…

pallone serie a

Serie A: Roma e Napoli avanti tutta. Ancora uno stop per Lazio e Juventus

Di Francesco Moresi

La Roma ed il Napoli mettono il turbo nel turno infrasettimanale e si sbarazzano agevolmente di Udinese e Palermo, approfittando dell’ennesimo passo falso di Lazio e Juventus. Solo l’Inter, vittoriosa martedì contro il Bologna pur non disputando un match positivo e la Fiorentina, ritornata a vincere dopo due sconfitte di seguito, riescono a tenere il passo dei giallorossi e partenopei. Continue reading…

EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 13: Daniele De Rossi of Empoli FC reacts during the Serie A match between Empoli FC and AS Roma at Stadio Carlo Castellani on September 13, 2014 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Calcio e mercato, spese pazze per acquisti e stipendi: solo la Premier League meglio della Serie A. Emolumenti ai calciatori: quasi 900 milioni di euro. De Rossi è il calciatore più pagato. Venerdì 11 settembre, approfondimento col presidente di Assotutela Michel Emi Maritato a L’Asso nella Manica su Teleromauno

di Fabio Camillacci

La Serie A di calcio non lascia, raddoppia. In tempi di crisi economica, in tempi in cui sono sempre di più le persone che faticano ad arrivare a fine mese, i maggiori club del nostro mondo della pedata mandano in scena il calciomercato più ricco dell’ultimo decennio. Insomma, sono tornati i dollari, anzi gli euro: quelli pesanti. Al 31 agosto scorso, data di chiusura delle trattative, il giro d’affari registrato in Italia è risultato pari a 600 milioni di euro: un “fatturato” inferiore solo a quello della Premier League inglese. I numeri contabili infatti dicono che i club italiani hanno speso più di quelli spagnoli della Liga (circa 570), più di quelli tedeschi della Bundesliga (che si attestano oltre i 400) e più di quelli francesi di Ligue 1 (di poco sopra i 200). Dal canto suo, la Premier doppia letteralmente la Serie A in questo campo: oltre un miliardo di spese. Continue reading…

stadium shanghai

Calcio, Supercoppa alla Juventus: cornice cinese imbarazzante e dannosa per l’Italia. Maritato di Assotutela: “Italia schiava della Cina anche nel calcio. La Supercoppa si deve giocare in Italia”

di Fabio Camillacci

La nuova stagione calcistica italiana riparte così come era finita la precedente: con la Juventus di Allegri rinnovata si, ma, sempre vincente. La Supercoppa italiana va ai bianconeri che a Shanghai battono 2-0 la Lazio di Stefano Pioli. In mondovisione ,però, va in scena una vera e propria figuraccia italo-cinese. Una figuraccia sotto tutti i punti di vista. Continue reading…

figc

Calciomercato: in Serie A più giovani, più italiani, meno stranieri e di qualità. Maritato di Assotutela: “Finalmente! La Figc ha fatto tesoro del nostro grido d’allarme, ma, è solo il primo passo”

di Fabio Camillacci

E’ il caso di dire: qualcosa di muove. Eppur si muove! Chi? Il calcio italiano. Operazione svecchiamento e svolta azzurra: più giovani e meno stranieri al centro del calciomercato “de noantri”. Soprattutto si va riducendo sempre di più l’arrivo di stranieri “brocchi”. Dunque, un’autentica inversione di tendenza, quella auspicata da tempo e fondamentale alla luce dei 26,6 anni di età media dei calciatori registrata in Serie A nella stagione 2014-2015: ovvero, la media più alta degli ultimi 30 anni. Tanto per fare un confronto con uno dei massimi campionati di calcio europei, la Bundesliga, facciamo presente che in Germania l’età media dei giocatori è di 24,8 anni. Continue reading…

images

La Juventus chiude per Dybala. Nuova rivoluzione in casa Roma

Di Francesco Moresi

Il campionato sta volgendo al termine e come ogni anno, di questi tempi, iniziano a circolare i primi rumors di mercato. La Juventus, già campione d’Italia e con una finale di Coppa Italia e di Champions league da giocare, ha già programmato il suo futuro ‘bloccando’ Dybala e monitorando la situazione di Cavani per ovviare al quasi certo addio di Carlos Tevez, sempre più convinto di chiudere la carriera al Boca Juniors. Per l’attaccante del Palermo sembra ormai tutto fatto, per una cifra considerevole che si avvicina ai 30 milioni di euro più bonus. Battute così le altre due pretendenti al talento argentino: Inter e Milan. Continue reading…

icardi_inter_juve_getty

Il Campionato ai raggi X: incroci pericolosi nella volata per il titolo d’inverno

di Fabio Camillacci

In vetta, il 2015 si apre sorridendo alla Roma che si riporta a -1 dalla Juventus capolista, fermata sull’1-1 in casa dall’Inter nel classico “Derby d’Italia”. Giallorossi corsari a Udine col minimo sforzo e tra mille polemiche legate al gol fantasma (che fantasma poi non è perchè è gol) di Astori che vale i 3 punti. La squadra di Garcia continua a non brillare ma torna a casa con tre punti pesanti. Continue reading…

gol-fantasma-astori-udinese-roma

Calcio, polemica sui ‘gol fantasma’, Maritato di Assotutela: “La corte dei miracoli del calcio faccia come noi, pressi la Figc”

di Fabio Camillacci

“Spezzatino” dell’Epifania con una calza piena di veleni. Veleni inutili, tipici di un Paese e di un movimento calcistico che sanno soltanto vedere complotti dappertutto, invece, di prendere provvedimenti seri per risollevare il derelitto mondo della pedata de’ noantri. I protagonisti del calcio italiano sanno soltanto gridare allo scandalo. Tutto per una partita, anzi per un episodio. Continue reading…

bonazzoli

Calcio, il campionato ai raggi X: l’uomo copertina è il giovane interista Federico Bonazzoli

di Fabio Camillacci

Calendario pazzo, folle. E’ calcio tutti i giorni; si gioca sempre. Giustamente, a pochi giorni dalle festività natalizie, la Lega di Serie A e le televisioni ci hanno propinato un mega “spezzatino” valido per la 16° giornata, l’ultima del 2014. L’antipasto viene servito di giovedi per consentire a Juventus e Napoli di preparare al meglio la sfida di Supercoppa italiana. Altra stranezza del nostro calcio: la Supercoppa, da sempre partita inaugurale della stagione (anche perché mette di fronte i campioni d’Italia in carica e i vincitori della Coppa Italia, griffati dalla coccarda tricolore) viene disputata a due giorni dalla vigilia di Natale. Mah! E poi dove viene disputata? A Doha. Lasciamo perdere. Ha proprio ragione Conte nel dire che il calcio italiano ha toccato il fondo e pensa a scavare. Continue reading…

o-PREZIOSI-facebook

Calcio, il campionato ai raggi X. Preziosi: “Mafia Capitale nel calcio”. Maritato di AssoTutela: “Da che pulpito! Roma non accetta lezioni di moralità dall’uomo della valigetta””

di Fabio Camillacci

“Una stangata senza precedenti. Dopo tre giorni di camera di consiglio, la Commissione disciplinare della Lega Calcio ha dichiarato il Genoa ultimo nella classifica di serie B, e quindi retrocesso in C1. Campionato che il club comincerà con tre punti di penalizzazione. Una sentenza che condanna la società per la combine nella gara con il Venezia dell’11 giugno. Condannati quindi il presidente Enrico Preziosi, alcuni dirigenti genoani e veneziani e anche un paio di giocatori collusi. E’ stata una logica che ‘svuota di significato l’essenza stessa dello sport’, ha spiegato la commissione, motivando così una severità che è andata oltre le richieste del procuratore. Ma i tifosi rossoblù non ci stanno e scatenano la protesta”. (Repubblica.it 27 luglio 2005”). Continue reading…