Tagged in: incendio

vigili del fuoco

TIBURTINA, INCENDIO IN EX FABBRICA PENICILLINA: NESSUN FERITO

Incendio, ieri alle 10:45 circa, all’interno dell’ex fabbrica di penicillina Leo in via Tiburtina, all’altezza di via del Casale di San Basilio. In fiamme rifiuti e sterpaglie che hanno fatto levare in cielo una colonna di fumo ancora visibile nella mattinata di oggi. Sul posto sono intervenuti gli uomini del IV gruppo Tiburtina della Polizia di Roma Capitale, la Polizia di Stato e i Vigili del Fuoco che hanno spento l’incendio. Nessuno e’ rimasto ferito. Al vaglio le cause del rogo.

vigili del fuoco

INCENDIO DI VASTE DIMENSIONI NELLA PINETA DI CASTELFUSANO

Un incendio di grandi dimensioni si e’ sviluppato nella giornata di ieri nella pineta di Castelfusano a Ostia. Le fiamme, alimentate dal vento, hanno lambito alcune abitazioni che sono state evacuate, molte le persone fuggite dalle loro abitazioni. Nello spegnimento sono stati impegnati un Canadair, tre elicotteri e sei squadre dei vigili del fuoco con autobotti. La colonna di fumo era visibile anche dalla spiaggia e per questo molti bagnanti hanno lasciato i lidi. Traffico in tilt a causa della chiusura di alcune strade.

rogo2

LA BARBUTA, “NUOVO DEVASTANTE ROGO. CHIUDERE CAMPO ROM”

“Un nuovo, devastante rogo è scoppiato oggi nei pressi del campo rom La Barbuta, con i vigili del fuoco impegnati nello spegnimento delle fiamme. Si tratta dell’ennesimo incendio che piega e complica la vivibilità delle popolazioni di Ciampino e VII Municipio, con pesanti ripercussioni sulla circolazione adiacente: ricordiamo, infatti, che l’insediamento è collocato a due passi dall’aeroporto di Ciampino, dal Grande Raccordo Anulare e dalla via Appia Nuova. Un situazione ambientale e igienico-sanitaria, quella derivante dagli incendi de La Barbuta, che l’inefficiente amministrazione Raggi deve affrontare e risolvere velocemente con interventi mirati e concreti. Bisogna procedere con la rapida dismissione del campo rom”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente e Politiche Abitative, Adriano Palozzi.

vigili del fuoco

Castelfusano brucia ma dov’è la manutenzione?

“Ci sgomenta ma non ci meraviglia quanto accaduto il 2 luglio, nella pineta di Castelfusano, colpita da un gravissimo incendio. Un grande scrigno ambientale, un trionfo della natura, colpevolmente abbandonato dall’amministrazione comunale, che sembra non avere né mezzi né idee per preservare la grande pineta dal pericolo delle fiamme”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che spiega: “In realtà l’abbandono di Castelfusano non è di oggi ma la deriva toccata dall’amministrazione Raggi non si era mai vista prima d’ora. Accampamenti abusivi, prostituzione incontrollata, rifiuti di mesi e mesi: tutti elementi che favoriscono disastri come quello odierno” insiste Maritato. “Chiediamo al sindaco Raggi di riferire quali siano i criteri di manutenzione, controllo e prevenzione adottati dall’amministrazione e, soprattutto, a chi siano affidati i controlli e se esista o meno un piano antincendio e che cosa non ha funzionato nell’evento di oggi. Roma merita di meglio e non basta l’improvvisazione a preservarla dalle continue minacce”, chiosa il presidente.

Così muore la Città della Scienza…

Così muore la Città della Scienza...di Federica Pacilio

A poche ore dalle polemiche per il crollo del palazzo in via Chiaia, Napoli fa i conti con un altro disastro: un incendio ha distrutto la Città della Scienza. Così muore il sogno della fondazione Idis, tra i residenti increduli che con i cellulari hanno ripreso quella Sodoma che ardeva senza speranze, della grande struttura, infatti, non restano che le mura esterne, la cenere e le lacrime dei dipendenti. Continue reading…