Tagged in: Fiorentina

zaniolo 2

PANE E PALLONE/ Capitoline in evidenza: la Roma di Dzeko e Zaniolo batte il Milan davanti a Totti. Atalanta scatenata, nuova stecca per il Napoli

di Fabio Camillacci

Calcio senza sosta. Va in archivio la 9° giornata di Serie A, ma, è già alle porte il turno infrasettimanale di campionato, il secondo stagionale. Intanto, settebello Atalanta: la Dea si getta alle spalle la rimonta subita una settimana fa a Roma contro la Lazio, e la cinquina rimediata martedi scorso a Manchester contro il City in Champions, rifilando un clamoroso 7-1 all’Udinese. Continue reading…

dzeko

PANE E PALLONE/ Profondo rossonero: la Fiorentina manda in crisi il Milan e il suo allenatore Giampaolo. Dzeko lancia la Roma a Lecce, poker della Lazio al Genoa

di Fabio Camillacci

Vincenzo Montella e un intramontabile Ribery mandano il Milan all’inferno: la panchina di Marco Giampaolo scricchiola sempre di più. Il club per ora conferma la fiducia al tecnico, ma, si fanno i nomi di Spalletti, Ranieri e Garcia per un’eventuale sostituzione. Al Meazza, per il posticipo di questo sesto turno di campionato, finisce 3-1 per la Viola (stasera in un’orribile e anti-storica maglia verde). A segno Pulgar su rigore, l’ottimo 22enne Castrovilli e Franck il francese, migliore in campo e nuovo “Mostro di Firenze”. Espulso Musacchio con la Var, nel finale inutile ma bellissimo gol del 20enne portoghese Leao. Dunque, terza sconfitta di fila per questo disastroso Milan. Giampaolo e la squadra sprofondano, sommersi dai gol viola. La Fiorentina di Montella gioca benissimo, i rossoneri sono inguardabili e soprattutto senz’anima. Così a San Siro esplode la contestazione: fischi assordanti al termine del primo tempo con i gigliati avanti per 1-0, fischi reiterati e continui in tutto il secondo tempo, alternati a cori pesanti. Successivamente, prima della fine della partita, la Curva Sud milanista si svuota. Applausi invece per Ribery (autentica standing-ovation) e per questa bella Fiorentina.

Continue reading…

florenzi 3

Pane e pallone/ Campionato, emozioni fino all’ultimo minuto: la corsa all’Europa rimane apertissima. Un cucchiaio tottiano di capitan Florenzi lancia la Roma contro la Juventus. Tutto aperto anche in coda

di Fabio Camillacci

A 180 minuti dal termine di questo campionato, possiamo dire con certezza che quel pathos mai esistito per la lotta scudetto a causa della Juventus di Cristiano Ronaldo sempre più padrona, lo vivremo fino all’ultimo secondo della stagione per corsa all’Europa e lotta salvezza. Intanto, in attesa di Inter-Chievo di lunedi sera, la 36° giornata nella zona Champions e Uefa ha derogato dal trend “ciapa no”. Continue reading…

firenze

LE BOMBE DI VENTONUOVO/ La Fiorentina, i Della Valle e Stefano Pioli: quer pasticciaccio brutto de Firenze. La Viola nel caos rispolvera Montella

di Fabio Camillacci

Fiorentina polveriera. Avevamo ipotizzato domenica scorsa lo scenario che si è poi puntualmente verificato. Tutto nasce dopo la sconfitta interna col Frosinone con Stefano Pioli contestato dal pubblico dello stadio Franchi e dal club gigliato per aver lasciato intendere che a fine stagione avrebbe lasciato la panchina della Viola a causa di contrasti con l’ambiente e i dirigenti. D’altronde l’allenatore nato a Parma aveva il contratto in scadenza a giugno e non a caso la società, per niente intenzionato a rinnovarglielo, si era mossa contattando Eusebio Di Francesco per la prossima stagione. Poi, improvvisamente, la situazione è precipitata nel giro di poche ore. Una storia, quella tra Pioli e la Fiorentina, lunga quasi due anni e conclusa nel peggiore dei modi tra dichiarazioni e comunicati di reciproche accuse. Continue reading…

de rossi 2

PANE E PALLONE/ Napoli, Inter e Juventus allungano su Roma e Lazio. Giallorossi frenati dall’ultima follia di De Rossi, i biancocelesti recriminano per l’arbitraggio

di Fabio Camillacci

Giornata atipica di campionato per il 14° turno. Abbiamo infatti vissuto un sabato con ben quattro anticipi. Il Bologna nonostante un’espulsione, ha steso per 3-0 la 6° forza del torneo: la sorprendente Sampdoria che domenica scorsa aveva battuto la Juventus. L’Hellas Verona, ridotta in 10, è stata capace di espugnare il Mapei Stadium, strappando al Sassuolo tre preziosi punti salvezza e inguaiando sempre di più mister Bucchi. Si parla di un imminente esonero del tecnico in casa dei neroverdi dell’ex presidente di Confindustria Squinzi. Emiliani seriamente impelagati nella lotta per non retrocedere. L’altra metà della città di Verona, quella clivense, continua a stupire. Il Chievo al Bentegodi è stato bravo nel ribaltone contro la Spal che era passata in vantaggio. E soprattutto: Handanovic, il solito Icardi e un altro “aiutino” arbitrale, lanciano l’Inter di Spalletti in quel di Cagliari. Nerazzurri in vetta da soli per una notte. Continue reading…

KALINIC

PANE E PALLONE/ La Fiorentina fa viola la Juventus, il campionato è ancora vivo. Roma cinica e corsara anche a Udine, tris Napoli, Lazio e Inzaghi da record. Dopo il giro di boa, la classifica si spezza in tre

di Fabio Camillacci

Il girone di ritorno parte col botto: al Franchi, Fiorentina batte Juventus 2-1. Si tratta della quarta sconfitta stagionale in campionato per la Vecchia Signora, la quarta in 19 gare: praticamente, 1 ogni 5 partite. Troppe per una squadra considerata giustamente schiacciasassi. Non a caso Allegri, al termine della sfida con la Viola ha alzato la voce: “Brutto stop, c’è da saper battagliare con chi fa la gara della vita. Campionato riaperto? Nessuno poteva pensare di vincere a gennaio”. Decidono il posticipo domenicale le reti di Kalinic e Badelj. Tra i gigliati, splendida prestazione del 20enne Federico Chiesa, figlio dell’ex bomber viola Enrico. Alla Juventus non basta Higuain il gol del solito Higuain che accorcia le distanze. Dybala nel finale spreca clamorosamente il 2-2. Juve oggi impalpabile e fragile a centrocampo: resta la favoritissima per la conquista dello scudetto, ma, senza un gioco è dura quando le stelle della squadra steccano. E le quattro sconfitte in 19 gare lo confermano (nella foto: la gioia di Kalinic dopo il gol). Continue reading…

pavoletti-genoa-1

LE BOMBE DI VENTONUOVO/ Calciomercato, il primo colpo invernale è del Napoli: dal Genoa arriva Pavoletti per l’attacco. Un’operazione da 18 milioni. Intanto i rossoblu battono la Fiorentina nel recupero di campionato

di Fabio Camillacci

La sessione invernale di calciomercato non si è ancora aperta ufficialmente: operazioni al via martedi 3 gennaio 2017, trattative aperte poi fino al 31 dello stesso mese. Intanto, arrivano anticipazioni importanti. Il Napoli piazza subito il colpo, un colpo nell’aria da tempo: Leonardo Pavoletti a gennaio vestirà la maglia dei partenopei (nella foto: Pavoletti con la maglia del Genoa). De Laurentiis ha chiuso l’accordo con Preziosi. In attesa del recupero di Milik, ecco dunque una nuova freccia all’arco di Maurizio Sarri. Continue reading…

rom

EUROPA LEAGUE/ Sorride solo la Roma che cala un poker e vola in anticipo ai 16° di finale come prima del girone. Tracollo Inter in Israele: l’eliminazione nerazzurra è servita. Svanisce il sogno europeo del Sassuolo battuto a Bilbao. La Fiorentina cade in casa col Paok e rimette in discussione una qualificazione già in tasca

di Fabio Camillacci

Dalla folle giostra dell’Europa League, esce un penultimo turno della fase a gironi amaro per 3 squadre italiane su 4. Vince solo la Roma che si qualifica in anticipo e come prima del gruppo ai sedicesimi di finale grazie al 4-1 dell’Olimpico contro i cechi del Viktoria Plzen. Inter sconfitta in Israele ed eliminata aritmeticamente dalla competizione: un vero tracollo nonostante il cambio in panchina. L’Inter continua a non giocare da squadra, svettano solo alcune individualità che però giocano da sole per cercare gloria personale. Svanisce il sogno del Sassuolo sconfitto 3-2 a Bilbao. Cade in casa la Fiorentina 2-3 col Paok Salonicco e rimette in discussione una qualificazione da prima del raggruppamento già in tasca. Insomma, complessivamente una serata da dimenticare per le squadre italiane. Continue reading…

gol-perisic-milan-inter

TEMPI SUPPLEMENTARI/ Atalanta sempre più “Dea”. I bergamaschi stendono la Roma e la Juventus fa il vuoto. L’Inter agguanta il Milan all’ultimo respiro nel “derby made in China” e frena i rossoneri. Avanzano: Lazio, Napoli, Torino e Fiorentina

di Fabio Camillacci

In Germania il sorprendente Lipsia guida la Bundesliga davanti al super Bayern Monaco di Ancelotti. In Francia il Nizza di Balotelli nella Ligue 1 precede la corazzata Paris Saint Germain. In Inghilterra comanda il Chelsea di Conte ma regna l’equilibrio con altre 4-5 in lizza per vincere la Premier League. In Spagna primeggia il Real di Zidane ma il Barcellona tutto sommato è lì a -4. Questo quanto accade nei principali campionati europei, cioè: matricole al comando e comunque grande incertezza. In Italia no, in Italia lo scudetto sembra già assegnato alla Juventus, sarebbe il sesto di fila. Uno stucchevole dominio: merito dei bianconeri e demerito degli altri Club della Serie A. Ad appena un terzo del cammino del campionato 2016-2017, la Vecchia Signora ha già 7 punti di vantaggio sulle seconde: Roma e Milan. A proposito di Juve: applausi a Moise Ken, giovanissimo attaccante bianconero che sabato nel 3-0 al Pescara ha fatto il suo esordio in A. E’ il primo giocatore nato nel 2000 a debuttare nel massimo campionato. Continue reading…

europa-league-1024x568

EUROPA LEAGUE/ Brilla soltanto il Sassuolo che travolge l’Athletic Bilbao. Inter: sprofondo nerazzurro al Meazza contro i modesti israeliani dell’Apoel. Pareggi esterni per Roma e Fiorentina

di FABIO CAMILLACCI/ Dopo la due giorni di Champions League, al via anche la fase a gironi di Europa League: 4 le squadre italiane impegnate. Un disastro tutto sommato inatteso a San Siro: l’Inter perde 2-0 al debutto in Europa League con i campioni d’Israele dell’Hapoel Beer Sheva. Imbottiti di riserve, i nerazzurri hanno subito rischiato un paio di volte sulle incursioni di Maranhao, poi hanno sfiorato il gol colpendo un palo con Eder. Nella ripresa, però, la squadra di De Boer ha completamente mollato ed è stata colpita prima da Miguel Vitor e poi da una splendida punizione di Buzaglo. Inutili gli ingressi di Banega (sullo 0-0 al posto di Brozovic), Candreva (sull’1-0) e Icardi. Anzi, nel finale gli israeliani hanno colpito anche una traversa con Bitton. Continue reading…

Calciomercato-3

Calciomercato al via: tante le voci, pochi i soldi da spendere. Servono operazioni intelligenti. Venerdi a “L’Asso nella Manica” su Teleromauno: tutte le news e l’analisi del turno di campionato

di Fabio Camillacci

Si è aperto ufficialmente oggi il calciomercato invernale edizione 2016. Le “big” della Serie A scaldano i motori e le casse societarie con l’obiettivo di rinforzarsi. Certo, non aspettiamoci grandi colpi e fiumi di denaro da investire perchè i bilanci dei club italiani sono quelli che sono. E in fondo, il cosìddetto mercato di riparazione non ha praticamente mai portato campioni veri e propri nel nostro torneo. Continue reading…

lazio-roma

Calcio senza sponsor: 8 squadre di Serie A sono a secco, tra queste le due romane. Maritato di Assotutela: “Roma e Lazio pensino a valorizzare maglia e marchio invece di aumentare i prezzi di biglietti e abbonamenti”

di Fabio Camillacci

“Roma e Lazio invece di aumentare i prezzi di biglietti e abbonamenti, provvedessero a far cassa con uno sponsor sulle maglie, pensino a valorizzare maglia e marchio per fare soldi: perché ormai l’incasso del botteghino nemmeno incide sui bilanci delle società di calcio”. Così il presidente nonché leader di Assotutela Lista Civica per il Governo Cittadino di Roma Michel Emi Maritato, intervenuto a “L’Asso nella Manica”: trasmissione televisiva in onda il venerdi alle 21 su Teleromauno (canale 271 del digitale terrestre). Una presa di posizione alla luce di quanto sta accadendo in Serie A rispetto al passato: ad oggi ben 8 squadre del massimo campionato sono senza sponsor sulle casacche, romane comprese. E le prospettive per tante altre non sono rosee. Oltre ai due club capitolini, nella lista ci sono anche: Fiorentina (che fa le Coppe Europee come Roma e Lazio), Torino (con Beretta il rinnovo era solo di un anno), Genoa, Bologna, Sampdoria e Palermo. Continue reading…

Europa League: La vittoria del Napoli rende meno amara la serata delle italiane impegnate in Coppa

Di Francesco Moresi 

Serata agrodolce per le italiane impegnate in Europa League. Vittoria schiacciante del Napoli al San Paolo con un Higuain mostruoso autore di una tripletta, sconfitta per Torino ed Inter impegnate fuori casa rispettivamente contro Zenit San Pietroburgo e Wolfsburg, mentre pareggio al Franchi di Firenze tra Fiorentina e Roma nell’inedito derby italiano. Continue reading…

icardi_inter_juve_getty

Il Campionato ai raggi X: incroci pericolosi nella volata per il titolo d’inverno

di Fabio Camillacci

In vetta, il 2015 si apre sorridendo alla Roma che si riporta a -1 dalla Juventus capolista, fermata sull’1-1 in casa dall’Inter nel classico “Derby d’Italia”. Giallorossi corsari a Udine col minimo sforzo e tra mille polemiche legate al gol fantasma (che fantasma poi non è perchè è gol) di Astori che vale i 3 punti. La squadra di Garcia continua a non brillare ma torna a casa con tre punti pesanti. Continue reading…