Tagged in: fabio camillacci

orlandi 2

Mirella dove sei? Di Mirella Gregori scomparsa 45 giorni prima di Emanuela Orlandi, si è parlato in un incontro al Municipio Roma III. Presenti Antonietta Gregori e Pietro Orlandi

di Marco Valerio

Per non dimenticare, per sperare ancora 36 anni dopo e per lanciare un grido che risuona dal 7 maggio 1983: “Mirella dove sei?”. Di Mirella Gregori, scomparsa 45 giorni prima di Emanuela Orlandi, si è parlato in un toccante e interessante incontro organizzato nell’aula consiliare del Municipio Roma III, in piazza Sempione zona Nomentana. Zona in cui risiede da sempre la famiglia Gregori. Antonietta Gregori, la sorella di Mirella, e lo scrittore Mauro Valentini, autore del libro “Mirella Gregori, cronaca di una scomparsa”, hanno ricostruito in pubblico le principali tappe di una vicenda incredibile. Lo hanno fatto rispondendo alle domande del moderatore Fabio Camillacci, curatore e conduttore de “La Storia Oscura”, trasmissione di Radio Cusano Campus, la Radio dell’Università Niccolò Cusano, media partner dell’evento. Tra i presenti anche Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela. Dopo il saluto istituzionale del presidente del Consiglio del Municipio Roma III, Yuri Bugli, è cominciato l’approfondimento pubblico del giallo. Continue reading…

maritatonews

“Assotutela” premia le eccellenze 2018/19: mamma RAI e Radio Globo “convocate” in Senato dal presidente Maritato

Il 4 febbraio “Assotutela” premia le eccellenze italiane ponendo particolare attenzione al mondo della sanità della disabilità e del sociale. L’iniziativa “Premio Assotutela 2018/19 per le Eccellenze Italiane” si svolgerà alle ore 16 presso la splendida Sala Isma del Senato della Repubblica.

Continue reading…

valentina

Il giallo di Valentina Salamone: non fu suicidio ma omicidio. Il padre della ragazza a Radio Cusano Campus lancia accuse pesanti: “All’inizio gli investigatori coprirono qualcuno o qualcosa”

Una storia terribile quella di Valentina Salamone, la giovane diciannovenne di Biancavilla (Catania) trovata impiccata in una villetta di Adrano il 24 luglio del 2010. Inizialmente la Procura chiese l’archiviazione del caso parlando di suicidio. Successivamente fu incriminato e arrestato Nicola Mancuso col quale la ragazza aveva una relazione. Ma dopo 8 mesi di carcere l’uomo fu scarcerato, anche se adesso è in galera perchè condannato a 18 anni per traffico di droga. Questa estate è arrivata la clamorosa svolta: il procuratore generale Scalia e il sostituto Gambino hanno firmato la richiesta di rinvio a giudizio per Nicola Mancuso con l’accusa di omicidio pluriaggravato. A suo carico infatti sarebbero emerse prove schiaccianti dopo ulteriori e accurati rilievi fatti sulla scena del crimine. A decidere il 19 ottobre prossimo sarà il Gip Marina Rizza (nella foto: il presunto assassino Nicola Mancuso e Valentina Salamone, la vittima). Continue reading…