Tagged in: Europa

higuain tre

HIGUAIN “CORE ‘NGRATO”/ Blitz Juventus: visite mediche a Madrid e accordo col “Pipita”, contratto di 4 anni da 7,5 milioni a stagione. I bianconeri pagheranno al Napoli i 94,7 milioni previsti dalla clausola rescissoria fissata da De Laurentiis

higuain tredi Fabio Camillacci

“Pipita”, tradotto: un altro “core ‘ngrato”, come lo fu Josè Altafini tanti anni fa, ma, per aver segnato al Napoli da ex e con la maglia dell’odiata Vecchia Signora. Sempre lei, Madama, storica rivale dei partenopei. Non a caso Napoli-Juventus è il derby non cittadino all’ombra del Vesuvio. Higuain dunque “core ‘ngrato”: se ne va alla Juventus dopo aver cantato sotto la curva del San Paolo “un giorno all’improvviso”, al termine di Napoli-Juve della stagione appena finita (2-1 con rete dell’argentino). D’altronde, il calcio di oggi è questo: è pieno di “cori ‘ngrati” come il “Pipita”, basta guardare quello che succede nelle altre big italiane. Solo le società solide e forti sono in grado di limitare i “mal di pancia”; anche se fino a un certo punto, perchè poi quando un calciatore si mette in testa di andare via, alla fine se ne va sempre. Potere dei soldi. E il calcio, rispetto al passato, diventa così sempre meno interessante, appassionante e affascinante. Da tifoso, non fai in tempo ad affezionarti a un giocatore che se ne va in un’altra squadra. Amore, passione, attaccamento alla maglia non esistono più, tranne rarissime eccezioni. E’ il calcio moderno: prendere o lasciare. Continue reading…

portugal

Euro 2016. Cristiano Ronaldo, dalle lacrime di dolore a quelle di gioia: Portogallo sul tetto d’Europa. Dramma sportivo per la Francia sconfitta in casa da un gol di Eder nei tempi supplementari

di Fabio Camillacci

Ederzito Antonio Macedo Lopes, semplicemente: Eder. È lui, nel secondo tempo supplementare, a regalare al Portogallo il primo grande torneo internazionale di una storia che fin qui, era stata da perdenti di successo. Una punta vera, che incide più di tanti palleggiatori alla scuola portoghese: Eder spara una cannonata da lontano e via, verso la gloria. Ironia della sorte, il ragazzone nativo della Guinea-Bissau gioca in Francia, a Lilla. Che botta per i parigini, per Deschamps, per la Nazione ospitante che già pregustava il titolo, dopo il trionfo sulla Germania. Invece niente: 1-0 per i lusitani e tanti saluti alla malinconia del “fado”. Continue reading…

WASHINGTON, DC - JANUARY 16:  Former U.S. Labor Secretary Robert Reich testifies before the Joint Economic Committee January 16, 2014 in Washington, DC. Reich joined a panel testifying on the topic of "Income Inequality in the United States.Ó  (Photo by Win McNamee/Getty Images)

L’ECONOMIA CHE NON C’E’ (prt. 2)

A dispetto di quanto pensiamo, la misura migliore di una buona economia non è tanto il tasso di crescita o l’andamento di Borsa, bensì la qualità della vita che l’economia garantisce alla popolazione. Al netto di requisitorie contro gli attuali sistemi economici, se riusciamo a comprendere il miglioramento del tenore di vita della popolazione come “elemento fondamentale” abbiamo compreso bene come debba -almeno in astratto- funzionare l’economia.

Continue reading…

bankGreece

QUESTIONE GRECA: arriva dai creditori una proposta anti-default

Oggi la risposta del premier a EuroGruppo e banchieri riuniti a Berlino.

È l’ultima chance. Differenze tra Fmi e Bruxelles su surplus e debito.

In queste ore sembra partita la corsa per recuperare la borsa di Atene, salvandola così dall’incubo ‘default’. Prendere o lasciare: questa è la scelta che il governo greco dovrà fare tra oggi e domani.

Continue reading…

La Grecia di Tsipras che non vuole uscire dall’Euro

Il 25 Gennaio le elezioni in Grecia hanno consegnato nelle mani di Alexis Tripras, alla guida di SYRIZA, la carica di Primo Ministro con il 36,34% dei voti e 149 seggi, a fronte dei 151 previsti all’interno del Parlamento greco.
Elemento chiave della campagna elettorale è stato il rifiuto delle politiche economiche messe in atto in Grecia dai precedenti governi –in accordo con la Troika– e la richiesta di riforma delle politiche di austerity messe in atto nell’Unione Europea.

Subito dopo l’elezione di Tsipras si sono rincorse velocemente le voci secondo cui i greci avrebbero intenzione di abbandonare l’Euro e recedere agli accordi comunitari, cosa che è stata rapidamente smentita tanto dai sondaggi (secondo i dati forniti dall’H.Post difatti, circa l’84% dei cittadini greci vuole trattare e non entrare in contrasto con Bruxelles) quanto dalle dichiarazioni dello stesso Tsipras, il quale, dopo pochi giorni dal giuramento, ha inviato un’email sostenendo che “l‘obbligo di rispettare il chiaro mandato del popolo greco mettendo fine alle politiche di austerità e tornando ad un’agenda di crescita, non implica in alcun modo che non rispetteremo interamente i nostri obblighi verso i crediti della BCE e del FMI“.

Il premier si dice fiducioso sul raggiungimento di un accordo che possa pareggiare i conti con l’Unione Europea senza radere al suolo l’intera struttura economica greca.

Sclerosi multipla: approvato dall’Ema un farmaco per il trattamento

Sclerosi multipladi Federico Cirillo

Passi avanti nella cura e nel trattamento della sclerosi multipla (SM), la malattia autoimmune cronica demielinizzante che colpisce la sostanza bianca del sistema nervoso centrale, rendendo difficoltosa la comunicazione tra cervello e midollo spinale e che, ad oggi, secondo diverse stime, colpirebbe alcuni milioni di soggetti nel mondo. Continue reading…

L’Unione europea dice basta alle pratiche di dumping nella pesca

fish_dumping_wwf@bodydi Coppola Francesco

Il Consiglio dei Ministri europeo ha stabilito di eliminare gradualmente le pratiche di dumping nella pesca sui prodotti ittici non desiderati, a partire dal mese di gennaio 2014.
Questa è sicuramente una vittoria per gli attivisti che hanno richiesto la fine di una pratica che avrebbe portato l’Unione europea al discredito; il timore di possibili deroghe per alcuni paesi rimane vivo, con la conseguente apertura di scappatoie da sfruttare in futuri colloqui. Continue reading…

A proposito di Grecia

GRECIA-DEFAULTdi Gim Cassano

La proposta per la ristrutturazione del debito greco fatta da Alexis Tsipras, leader di Syrizas – la sinistra greca- e apparsa in un recente articolo su “Le Monde Diplomatique”, (vedine, su “Spazio Lib-Lab”, la traduzione di J.F.Padova: “La nostra soluzione per l’Europa”) suggerisce alcune considerazioni al riguardo, anche per chiarire fatti ed articolazioni interne alla società ed all’economia greche, forse non tutti sufficientemente conosciuti in Italia. Continue reading…