Tagged in: dybala

Calciomercato-3

LE BOMBE DI MERCATO DI VENTONUOVO/ Gioco dei veti tra Inter e Juventus: ecco perchè il valzer delle punte rimane bloccato. Il domino non parte, Roma e Napoli in attesa

di Fabio Camillacci

Lo scrivemmo tempo fa e lo ribadiamo: è un calciomercato estivo molto strano. Sicuramente anche per colpa della decisione di allungare come in passato, a Serie A iniziata, la data di chiusura. L’anno scorso le trattative terminarono dopo Ferragosto alla vigilia della prima di campionato. Quest’anno: game over solo il 2 settembre, dopo i primi due turni di A. E come spesso accaduto in passato, tornano di moda le ataviche caratteristiche del mercato: all’inizio si fa tanto (soprattutto per fare plusvalenze e mettere a posto i bilanci), in mezzo si fa poco o nulla (come sta accadendo), alla fine si fa tutto. Una storica filosofia che purtroppo vale per tutti i club. Club attendisti e pronti a sfruttare ogni occasione, fosse pure last minute. Intanto, continua a tenere banco il valzer delle punte. L’atteso domino non è partito nemmeno con l’ingaggio di Lukaku da parte dell’Inter. Continue reading…

dibala mask

PANE E PALLONE/ Il Var ha cambiato il modo di vivere le partite del campionato di Serie A. Intanto, Juventus, Napoli e Inter restano a punteggio pieno. Dybala show, Immobile fa volare la Lazio. Roma ok

di Fabio Camillacci

Prime osservazioni dopo le prime 4 giornate di campionato e alla vigilia di una settimana intensa visto che sono in programma due turni in 7 giorni. Il Var o la Var, fate voi, ha cambiato il modo di vivere le partite: ad esempio, ora da tifoso non sai più se esultare a un gol perchè la moviola in campo potrebbe annullarlo dopo qualche minuto, quando magari proseguono ancora i festeggiamenti per la rete. Al contrario, sempre da tifoso, in caso di un episodio contrario tipo rete subita o rigore fischiato contro: perchè disperare in certi casi? Magari il Var o la Var annulla. Insomma, la tecnologia sicuramente aiuta a ridurre gli errori arbitrali, ma, la bellezza del calcio era anche l’immediatezza, il momento: e questo adesso non c’è più o è comunque sulla strada della scomparsa. Ennesimo segnale di un calcio che si sta trasformando in un altro sport. E questo riguarda da tempo anche altri sport. Adriana Panatta tempo fa disse: “Questo non è più tennis, è kung fu”. E lo stesso potremmo dire del basket, della pallavolo, della formula 1: la lista è lunga. La modernità è bella, ma la nostalgia del passato è tanta, tantissima. Sorvoliamo sui recuperi “monstre” concessi dagli arbitri: 7, 10 minuti di recupero, quasi una sorta di overtime. Continue reading…

Juventus' forward from Argentina Paulo Dybala (R) controls the ball next to Juventus' forward from Colombia Juan Cuadrado and Barcelona's midfielder Andres Iniesta (L) during the UEFA Champions League quarter final first leg football match Juventus vs Barcelona, on April 11, 2017 at the Juventus stadium in Turin.  / AFP PHOTO / Marco BERTORELLO

INNO ALLA JOYA/ Dybala fa il Messi e la Juventus umilia il Barcellona: 3-0 e semifinale Champions ipotecata

di Fabio Camillacci

Juventus perfetta, Barcellona inguardabile e inesistente. Risultato: 3-0 per i bianconeri e qualificazione alle semifinali di Champions League ipotecata. La squadra di Allegri allo Stadium di Torino non ha sbagliato nulla, il Barça, al contrario, ha sbagliato tutto: comprese le poche occasioni da gol create e fallite dai 3 tenori Messi-Suarez-Neymar. Una MSN a dir poco spenta, impalpabile. Insomma, è stato lo stesso Barcellona visto a Parigi nella gara di andata degli ottavi di finale contro il Paris Saint Germain. In quell’occasione la compagine di Luis Enrique perse 4-0 poi ribaltò il pesante passivo con uno storico 6-1, in cui però pesarono molto i favori arbitrali fatti ai catalani. Comunque, in attesa di capire cosa succederà tra una settimana al Camp Nou, il popolo juventino si gode giustamente un team stellare protagonista di una serata magica, forse irripetibile. Continue reading…

EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 13: Daniele De Rossi of Empoli FC reacts during the Serie A match between Empoli FC and AS Roma at Stadio Carlo Castellani on September 13, 2014 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Calcio e mercato, spese pazze per acquisti e stipendi: solo la Premier League meglio della Serie A. Emolumenti ai calciatori: quasi 900 milioni di euro. De Rossi è il calciatore più pagato. Venerdì 11 settembre, approfondimento col presidente di Assotutela Michel Emi Maritato a L’Asso nella Manica su Teleromauno

di Fabio Camillacci

La Serie A di calcio non lascia, raddoppia. In tempi di crisi economica, in tempi in cui sono sempre di più le persone che faticano ad arrivare a fine mese, i maggiori club del nostro mondo della pedata mandano in scena il calciomercato più ricco dell’ultimo decennio. Insomma, sono tornati i dollari, anzi gli euro: quelli pesanti. Al 31 agosto scorso, data di chiusura delle trattative, il giro d’affari registrato in Italia è risultato pari a 600 milioni di euro: un “fatturato” inferiore solo a quello della Premier League inglese. I numeri contabili infatti dicono che i club italiani hanno speso più di quelli spagnoli della Liga (circa 570), più di quelli tedeschi della Bundesliga (che si attestano oltre i 400) e più di quelli francesi di Ligue 1 (di poco sopra i 200). Dal canto suo, la Premier doppia letteralmente la Serie A in questo campo: oltre un miliardo di spese. Continue reading…

figc

Calciomercato: in Serie A più giovani, più italiani, meno stranieri e di qualità. Maritato di Assotutela: “Finalmente! La Figc ha fatto tesoro del nostro grido d’allarme, ma, è solo il primo passo”

di Fabio Camillacci

E’ il caso di dire: qualcosa di muove. Eppur si muove! Chi? Il calcio italiano. Operazione svecchiamento e svolta azzurra: più giovani e meno stranieri al centro del calciomercato “de noantri”. Soprattutto si va riducendo sempre di più l’arrivo di stranieri “brocchi”. Dunque, un’autentica inversione di tendenza, quella auspicata da tempo e fondamentale alla luce dei 26,6 anni di età media dei calciatori registrata in Serie A nella stagione 2014-2015: ovvero, la media più alta degli ultimi 30 anni. Tanto per fare un confronto con uno dei massimi campionati di calcio europei, la Bundesliga, facciamo presente che in Germania l’età media dei giocatori è di 24,8 anni. Continue reading…

images

La Juventus chiude per Dybala. Nuova rivoluzione in casa Roma

Di Francesco Moresi

Il campionato sta volgendo al termine e come ogni anno, di questi tempi, iniziano a circolare i primi rumors di mercato. La Juventus, già campione d’Italia e con una finale di Coppa Italia e di Champions league da giocare, ha già programmato il suo futuro ‘bloccando’ Dybala e monitorando la situazione di Cavani per ovviare al quasi certo addio di Carlos Tevez, sempre più convinto di chiudere la carriera al Boca Juniors. Per l’attaccante del Palermo sembra ormai tutto fatto, per una cifra considerevole che si avvicina ai 30 milioni di euro più bonus. Battute così le altre due pretendenti al talento argentino: Inter e Milan. Continue reading…