Tagged in: de rossi

pallotta

Il tackle di Ventonuovo: AS Roma e tifosi giallorossi sull’orlo di una crisi di nervi dopo le vicende Conte, Ranieri e De Rossi. Tre autogol per Pallotta & Co.

di Fabio Camillacci 

Lo scriviamo da anni e negli ultimi giorni sono arrivate tre conferme, e tre indizi fanno una prova. La AS Roma dal 2011, cioè da quando sono arrivati gli americani, è una società piccola piccola. Una società che si atteggia a fare la grande e che invece, lo ribadiamo, è piccola piccola. Una società gestita da una pletora inutile di dirigenti, magari bravi manager in altri campi ma che di calcio non capiscono niente o quasi. Il calcio è un’altra cosa, una squadra di calcio non può essere gestita come un’azienda qualsiasi calpestando l’amore e la passione  dei tifosi romanisti ridotti a semplici “clienti”. Noi di Ventonuovo come detto, non lo scopriamo oggi e lo scriviamo da tempo. Stavolta però Pallotta & Co. dopo aver toccato il fondo, hanno cominciato a scavare facendosi un autogol dietro l’altro. Quella giallorossa è una comunicazione da dilettanti e incompetenti. Manco in una squadra di Serie D agiscono come a Trigoria. AS Roma barzelletta d’Italia per colpa di una folle gestione a stelle e strisce. Continue reading…

de rossi 2

PANE E PALLONE/ Napoli, Inter e Juventus allungano su Roma e Lazio. Giallorossi frenati dall’ultima follia di De Rossi, i biancocelesti recriminano per l’arbitraggio

di Fabio Camillacci

Giornata atipica di campionato per il 14° turno. Abbiamo infatti vissuto un sabato con ben quattro anticipi. Il Bologna nonostante un’espulsione, ha steso per 3-0 la 6° forza del torneo: la sorprendente Sampdoria che domenica scorsa aveva battuto la Juventus. L’Hellas Verona, ridotta in 10, è stata capace di espugnare il Mapei Stadium, strappando al Sassuolo tre preziosi punti salvezza e inguaiando sempre di più mister Bucchi. Si parla di un imminente esonero del tecnico in casa dei neroverdi dell’ex presidente di Confindustria Squinzi. Emiliani seriamente impelagati nella lotta per non retrocedere. L’altra metà della città di Verona, quella clivense, continua a stupire. Il Chievo al Bentegodi è stato bravo nel ribaltone contro la Spal che era passata in vantaggio. E soprattutto: Handanovic, il solito Icardi e un altro “aiutino” arbitrale, lanciano l’Inter di Spalletti in quel di Cagliari. Nerazzurri in vetta da soli per una notte. Continue reading…

italia

L’ITALIA CALA IL TRIS/ Uruguay ko nell’amichevole di Nizza: finisce 3-0 con sigillo di De Rossi che supera Zoff nelle presenze in maglia azzurra

di Fabio Camillacci

La Nazionale di “Ace” Ventura c’è: Uruguay battuto 3-0 nell’amichevole di Nizza. Un punteggio sicuramente un po’ troppo largo per quanto visto in campo, ma, gli azzurri si sono impegnati fino al termine meritandosi di portare a casa questo tris comunque importante per il ranking e un eventuale spareggio verso i Mondiali di Russia 2018. Inoltre, si conferma opzione credibile il modulo preferito dal commissario tecnico: il 4-2-4, a prescindere dalle scelte che verranno fatte il 2 settembre a Madrid contro la Spagna, gara determinante nel cammino che porta ai prossimi campionati del mondo. Il largo punteggio però non deve ingannare, soprattutto perchè l’Uruguay era privo di tre pedine importanti come Cavani, Suarez e Godin. Tre colonne della squadra sudamericana. Prossimo impegno azzurro domenica 11 giugno alla Dacia Arena di Udine contro il Liechtenstein per le qualificazioni a Russia 2018. Continue reading…

de-rossi

QUALIFICAZIONI MONDIALI/ Azzurri e Furie Rosse pareggiano 1-1 allo Juventus Stadium: è De Rossi su rigore a rimediare all’errore di Buffon che favorisce il vantaggio spagnolo con Vitolo. L’Albania di De Biasi in vetta al girone

di Fabio Camillacci

Nessun vincitore. Italia e Spagna pareggiano 1-1 allo Juventus Stadium la partita più importante del girone che porta a Russia 2018. Vitolo al 10′ della ripresa aveva segnato il gol del vantaggio per la squadra del c.t. Lopetegui, mettendo in rete a porta vuota dopo un errore in uscita di Buffon. Il pari azzurro porta la firma di De Rossi, che dal dischetto(foto) al 37′ spiazza De Gea capitalizzando al meglio un fallo di Sergio Ramos su Eder. Più Spagna che Italia fino all’1-0, con gli azzurri schiacciati in difesa anche se Buffon non corre mai troppi rischi. Il gol subìto sveglia la squadra di Ventura, scossa anche dagli ingressi di Immobile prima e Belotti poi. Nel finale, dopo l’1-1, all’attaccante del Torino viene anche annullato il gol del 2-1 per fuorigioco di Immobile. L’Italia torna in campo domenica in casa della Macedonia a Skopje. Continue reading…

derossi_5_mediagallery-page

SPROFONDO ROSSO/ Il Porto ubriaca la Roma che perde la testa: le folli espulsioni di De Rossi ed Emerson mandano in fumo un tesoretto da 35 milioni di euro. Playoff stregato: niente fase a gironi di Champions, niente colpi di mercato

di Fabio Camillacci

Otto mesi andati in fumo, tanto per citare Spalletti. E non solo quelli. “Questa Champions l’abbiamo desiderata per otto mesi, è dall’inizio dell’anno che per noi è tutto”, raccontava il tecnico della Roma alla vigilia della sfida col Porto. Adesso, alla luce dello 0-3 che spedisce i giallorossi in Europa League chiudendo loro le porte della Champions, c’è da fare i conti con un’altra stagione. O quantomeno, con un altro inizio di stagione. Continue reading…

GERMANIA-ITALIA-7-6-RIGORI-770x495

LA GRANDE AMAREZZA/ La lotteria dei rigori sorride alla Germania, azzurri eliminati da Euro 2016: ma l’ItalConte esce a testa alta

di Fabio Camillacci

La Germania infrange il tabù Italia solo grazie alla maledetta lotteria dei calci di rigore. Ma, l’amarezza è tanta, tantissima; fa male, malissimo, uscire così. Finisce dunque ai quarti di finale lo splendido cammino della Nazionale a Euro 2016: il 19° rigore calciato nella serata di Bordeaux (18 più quello di Bonucci nei tempi regolamentari) pone fine all’era Conte in azzurro. La Germania, che come detto per la prima volta ha la meglio sull’Italia in una sfida di Europei e Mondiali, però è riuscita a evitare l’ennesimo schiaffo. Resta l’orgoglio per aver visto all’opera una bella squadra, tecnicamente non eccelsa ma tosta, dura, mai doma. Una squadra capace di fare innamorare tutti e di colmare il gap coi campioni del mondo in carica. Complimenti a tutto il gruppo azzurro. Continue reading…

EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 13: Daniele De Rossi of Empoli FC reacts during the Serie A match between Empoli FC and AS Roma at Stadio Carlo Castellani on September 13, 2014 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Calcio e mercato, spese pazze per acquisti e stipendi: solo la Premier League meglio della Serie A. Emolumenti ai calciatori: quasi 900 milioni di euro. De Rossi è il calciatore più pagato. Venerdì 11 settembre, approfondimento col presidente di Assotutela Michel Emi Maritato a L’Asso nella Manica su Teleromauno

di Fabio Camillacci

La Serie A di calcio non lascia, raddoppia. In tempi di crisi economica, in tempi in cui sono sempre di più le persone che faticano ad arrivare a fine mese, i maggiori club del nostro mondo della pedata mandano in scena il calciomercato più ricco dell’ultimo decennio. Insomma, sono tornati i dollari, anzi gli euro: quelli pesanti. Al 31 agosto scorso, data di chiusura delle trattative, il giro d’affari registrato in Italia è risultato pari a 600 milioni di euro: un “fatturato” inferiore solo a quello della Premier League inglese. I numeri contabili infatti dicono che i club italiani hanno speso più di quelli spagnoli della Liga (circa 570), più di quelli tedeschi della Bundesliga (che si attestano oltre i 400) e più di quelli francesi di Ligue 1 (di poco sopra i 200). Dal canto suo, la Premier doppia letteralmente la Serie A in questo campo: oltre un miliardo di spese. Continue reading…