Tagged in: conte

pallotta

Il tackle di Ventonuovo: AS Roma e tifosi giallorossi sull’orlo di una crisi di nervi dopo le vicende Conte, Ranieri e De Rossi. Tre autogol per Pallotta & Co.

di Fabio Camillacci 

Lo scriviamo da anni e negli ultimi giorni sono arrivate tre conferme, e tre indizi fanno una prova. La AS Roma dal 2011, cioè da quando sono arrivati gli americani, è una società piccola piccola. Una società che si atteggia a fare la grande e che invece, lo ribadiamo, è piccola piccola. Una società gestita da una pletora inutile di dirigenti, magari bravi manager in altri campi ma che di calcio non capiscono niente o quasi. Il calcio è un’altra cosa, una squadra di calcio non può essere gestita come un’azienda qualsiasi calpestando l’amore e la passione  dei tifosi romanisti ridotti a semplici “clienti”. Noi di Ventonuovo come detto, non lo scopriamo oggi e lo scriviamo da tempo. Stavolta però Pallotta & Co. dopo aver toccato il fondo, hanno cominciato a scavare facendosi un autogol dietro l’altro. Quella giallorossa è una comunicazione da dilettanti e incompetenti. Manco in una squadra di Serie D agiscono come a Trigoria. AS Roma barzelletta d’Italia per colpa di una folle gestione a stelle e strisce. Continue reading…

virginia-raggi-luigi-di-maio-cena

GOVERNO. RAGGI: CONTENTI E OTTIMISTI, PRIORITÀ DECRETI ROMA CAPITALE

“Siamo contenti e molto ottimisti. Non vediamo l’ora che inizino a lavorare per avviare tutte quelle riforme che l’Italia aspetta da tempo. Abbiamo lavorato tutti insieme per riuscire ad inserire nel contratto di governo l’attuazione dei decreti di Roma Capitale e credo che sara’ una priorita’ su cui lavoreremo insieme. Se ho sentito Di Maio per fargli gli auguri? Assolutamente si'”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine della cerimonia in piazza del Campidoglio per l’assunzione di 350 nuovi vigili nella Capitale.

totti ok

SORTEGGIO CHAMPIONS/ Urna sfortunata per la Roma che trova Conte e Simeone. E’ andata meglio a Juventus e Napoli. Totti star di Montecarlo: premio Uefa alla carriera per l’ex Capitano giallorosso

di Fabio Camillacci

Montecarlo, riflettori puntati sulle varie urne e su Francesco Totti: il grande protagonista del sorteggio per la composizione dei gironi di Champions League. La Uefa ha premiato l’ex Capitano della Roma con un riconoscimento speciale, un premio alla straordinaria carriera: il President’s Award. Dopo una clip di apertura, il presidente Ceferin ha consegnato il premio all’attuale dirigente giallorosso dicendo: “Totti non è stato soltanto un giocatore fantastico, ma si è dedicato al suo club per tutta la vita e merita profondo rispetto”. Totti, visibilmente emozionato, ha risposto: “Ringrazio il presidente, sono onorato e questo premio è molto importante per me. Sono orgoglioso per quanto fatto in questi 25 anni di carriera, ho realizzato un sogno indossando una sola maglia”. Continue reading…

LAPR1321-knhC--896x504@Gazzetta-Web

Euro 2016: è un’ItalConte da impazzire! Chiellini-Pellè, 2-0 e Spagna a casa. Ora contro la Germania senza paura

di Fabio Camillacci

Stavolta vinciamo noi: dopo l’eliminazione ai rigori a Euro 2008 e lo 0-4 rimediato nella finalissima di Euro 2012, l’Italia si prende la rivincita sulla Spagna, la stende per 2-0 e la butta fuori da Euro 2016. Erano ben 22 anni che gli azzurri in partite ufficiali non riuscivano a sconfiggere gli iberici: dal Mondiale di USA ’94. Primo tempo tutto di marca azzurra. Un’ottima Italia chiude la prima frazione di gioco avanti di un gol, grazie alla rete di Chiellini al 33′: tap-in vincente del difensore della Juventus dopo una corta respinta di De Gea su calcio di punizione battuto da Eder. Continue reading…

bonazzoli

Calcio, il campionato ai raggi X: l’uomo copertina è il giovane interista Federico Bonazzoli

di Fabio Camillacci

Calendario pazzo, folle. E’ calcio tutti i giorni; si gioca sempre. Giustamente, a pochi giorni dalle festività natalizie, la Lega di Serie A e le televisioni ci hanno propinato un mega “spezzatino” valido per la 16° giornata, l’ultima del 2014. L’antipasto viene servito di giovedi per consentire a Juventus e Napoli di preparare al meglio la sfida di Supercoppa italiana. Altra stranezza del nostro calcio: la Supercoppa, da sempre partita inaugurale della stagione (anche perché mette di fronte i campioni d’Italia in carica e i vincitori della Coppa Italia, griffati dalla coccarda tricolore) viene disputata a due giorni dalla vigilia di Natale. Mah! E poi dove viene disputata? A Doha. Lasciamo perdere. Ha proprio ragione Conte nel dire che il calcio italiano ha toccato il fondo e pensa a scavare. Continue reading…

pianeta

Italia, pianeta calcio alla deriva: prosegue l’inchiesta di Ventonuovo. Nello De Nicola dt delle giovanili del Latina: “I club italiani continuano a comprare stranieri quando ci sono tanti giovani italiani validi”

di Fabio Camillacci

Si gioca troppo. Si gioca praticamente sempre considerando gli impegni di campionato, Coppa Italia, Europa League e Champions League. Troppe partite per i club e di conseguenza poco spazio per le Nazionali che torneranno in scena soltanto a marzo 2015. A tal proposito, martedi 18 novembre (in occasione dell’amichevole Italia-Albania), il ct azzurro Conte si è sfogato dicendo che in questo modo non si può lavorare. Prima, da allenatore della Juventus, si lamentava delle Nazionali accusandole di portargli via i calciatori che a volte tornavano pure infortunati. Ora si lamenta dei club. E’ il cane che si morde la coda. Il gioco delle parti. Continue reading…

Serie A : Parma - Milan

Calcio, il campionato ai raggi X: giocatori italiani in via d’estinzione, imperversa la “legione straniera”

di Fabio Camillacci

Abbiamo superato il limite! Il massimo campionato italiano di calcio è sempre più una “legione straniera”. Squadre imbottite di giocatori venuti dall’estero: i calciatori italiani in molte partite si contano sulle dita di una mano. Prendiamo ad esempio il “derby della Madonnina” Milan-Inter, posticipo della 12° giornata: su 27 atleti scesi in campo (panchinari compresi), solo 5 erano italiani. Così pochi che possiamo anche elencarli: De Sciglio, Bonaventura, El Shaarawy e Poli (entrato a partita in corso) nel Milan, Ranocchia nell’Inter. Il club dell’indonesiano Thohir si conferma dunque il meno “autarchico” d’Italia. Continue reading…

italia_albania_46_47797_immagine_oright

Un gol di Okaka regala i tre punti ad un’Italia timida e poco convincente

Di Francesco Moresi

Poche luci e molte ombre per la nazionale italian di Antonio Conte che riesce comunque ad ottenere i tre punti contro l’Albania, grazie ad una rete di Okaka al suo esordio in maglia azzurra.

In uno stadio di Genova colorato di rosso (sembrava di essere a Tirana), la nazionale italiana raggiunge la vittoria con difficoltà, rischiando in più di un’occasione il colpo del ko. Il C.T. Conte non può certo considerarsi soddisfatto della prova offerta dai suoi, con i debuttanti sottotono, fatta eccezione per un Cerci in forma eccezionale, alla sua prima stagionale, dopo le tante panchine rimediate nella Liga spagnola con la maglia dell’Atletico Madrid Continue reading…

benitez-reja

Calcio, esclusiva Ventonuovo: Napoli, l’ombra di Reja su Benitez. Esplode il caso Higuain

di Fabio Camillacci

Juventus e Roma proseguono a braccetto la marcia da battistrada del campionato. Quattro vittorie consecutive nelle prime quattro giornate: un inizio memorabile. E lo scontro diretto di Torino si avvicina a grandi passi. Spettacolo. Spettacolo allo Juventus Stadium con Vidal che stende il Cesena: doppietta per il cileno, primo gol su rigore (penalty a dir poco generoso). Il tris lo firma l’instancabile Lichsteiner. Macchina perfetta, quella bianconera. Continue reading…

conte-tavecchio

Conte c.t. azzurro: i retroscena di un accordo pianificato a tavolino. Intanto: buona la prima

di Fabio Camillacci

Ottobre 1991: Azeglio Vicini lascia la guida della Nazionale. Novembre 1991: l’Italia viene affidata ad Arrigo Sacchi. Da quel giorno, gli azzurri del calcio hanno avuto soltanto commissari tecnici di scuola milanista o juventina. Una strana alternanza, come nella spartizione della torta tricolore. C.t. e scudetti dal ’91 a oggi, sono stati appannaggio del “Potere”, quello con la “p” maiuscola: Milan e Juventus, a seconda dei cicli influenti targati Berlusconi e Fiat. Continue reading…