Tagged in: Chieti

Mannarino_phMagliocchetti004 OK

Questa sera Alessandro Mannarino in concerto a Chieti

Questa sera Alessandro Mannarino in concerto a Chieti.

L’Apriti Cielo Tour, che ha debuttato il 25 e il 26 marzo con due date sold out al Palalottomatica di Roma, e che ha conquistato il pubblico di Bologna, Milano, Firenze, Padova, Torino e Pescara, prosegue con nuovi appuntamenti estivi tra cui l’Anfiteatro La Civitella di Chieti, dove Mannarino sarà in concerto stasera, alle 21.30.

I biglietti sono disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: parterre in piedi e tribuna non numerata 32,20 (diritti di prevendita inclusi).

Gli ultimi saranno in vendita, a partire dalle ore 18 di oggi, al botteghino dell’Anfiteatro La Civitella.

Per info:

085.9047726

www.besteventi.it

www.the-base.it

Mannarino è tornato sul palco a partire dal 1° luglio con un set completamente rinnovato.

Il 6 luglio a Roma si è svolta una tappa speciale dell’APRITI CIELO TOUR con l’evento ROMA-RIO, terza data nella capitale dove per l’occasione è nata una lunga giornata di musica.

Per lo speciale appuntamento di ROMA – RIO Mannarino, insieme alla sua band, è stato protagonista di una lunga giornata di musica dove i suoni tipici delle due città si sono fusi per dare vita a una giornata di festa, ispirata da quei luoghi che sono stati punto di partenza di una ricerca musicale profonda e che hanno influenzato tutto il lungo lavoro di scrittura e composizione di Apriti Cielo, ultimo album del cantautore.

Invitati a questa grande festa alcuni “amici” di Mannarino, che si sono alternati sul palco a partire dalle 18:30: i Mistura Maneira, una gruppo di percussionisti ispirati ai “batuqueiros” brasiliani, al Carnevale di Rio de Janeiro e alla sua tradizione.

Si è esibita poi  Lavinia Mancusi, polistrumentista e cantante che con la sua voce e il suo violino accompagnerà Mannarino anche durante il suo live.

Poi è stata la volta dell’Orchestraccia, gruppo itinerante del folk-rock romano noto per una forma innovativa di spettacolo che riassume musica e teatro.

Ha concluso la line – up delle aperture Rogê, cantautore tra i più rappresentativi della nuova generazione di artisti della musica popolare brasiliana e uno dei principali autori di Seu Jorge.

Uno spettacolo che ha affascinato oltre 9 mila spettatori, e in tutto, solamente a Roma, Mannarino ha registrato in meno di 4 mesi oltre 23 mila presenze.

La “vita è l’arte dell’incontro” cantava Vinicius De Moraes, uno dei cantautori brasiliani tra i principali riferimenti per MANNARINO e così, questi nuovi live sono lo scenario per un incontro di suoni travolgenti provenienti da tutto il mondo, con ritmi che rimandano a Bahia, all’Africa e a New Orleans e che attingono anche al rock, al folk al romanesco e al blues musicale.

Appuntamenti in cui il pubblico è trascinato nella dimensione di un carnevale estivo che celebra la vita.

Il nuovo show è rinnovato negli arrangiamenti, nella scaletta e nella scenografia.

Sul palco Mannarino canta, oltre ai “grandi classici” che lo hanno consacrato oggi come uno dei più amati e apprezzati cantautori italiani, anche le canzoni dell’ultimo album “Apriti Cielo” (l’album ha debuttato al 1° posto della classifica Fimi dei dischi più venduti e su Spotify ha superato i 7 milioni di streaming).

Durante la leg estiva la band che accompagna Mannarino in questo meraviglioso viaggio sarà ancor di più al centro della scena: una carovana di 11 musicisti e polistrumentisti di livello che si accompagneranno con oltre 30 strumenti provenienti da tutto il mondo.

Sul palco l’elemento trainante sono percussioni e batteria.

Le prime suonate dal brasiliano Mauro Refosco, conosciuto per essere il percussionista dei Red Hot Chili Peppers e della band Forrò in the dark, per aver suonato con David Byrne e Brian Eno e per essere parte del super gruppo Atoms for Peace (composto da Thom Yorke dei Radiohead, Flea dei Red Hot Chili Peppers, Nigel Godrich, Joey Waronker).

Alla batteria uno dei più apprezzati musicisti italiani, Puccio Panettieri, che vanta collaborazioni con i più importanti artisti italiani.

Alle chitarre ci sarà Alessandro Chimienti che accompagna Mannarino dal 2009 e che in questa occasione suona anche guitalele, banjio, chitarra portoghese e ronroco.

Alle chitarre Giovanni Risitano e alla chitarra classica, cavaquinho e sitar Paolo Ceccarelli.

Al basso e contrabbasso un altro elemento storico della band, Niccolò Pagani.

Alle tastiere e alla fisarmonica Mauro Menegazzi.

Ai fiati Renato Vecchio e Antonino Vitali che suoneranno sax, tromba, flauto traverso e flicorno, ma anche flauti indiani, shalumeau e duduk armeno.

Al violino Lavinia Mancusi che insieme a Simona Sciacca, con Mannarino dagli esordi, sono i cori del live.