Tagged in: Calcio

milan 2

IL TACKLE DI VENTONUOVO/ Milan, al peggio non c’è mai fine: dopo il fallimento tecnico il povero Diavolo rischia il fallimento societario. Disavanzo di bilancio di 146 milioni di euro

di Fabio Camillacci

Il caos in casa Milan sta diventando una cosa seria, nonostante giornali, radio e tv del Nord continuino a minimizzare esaltando i protagonisti di turno. Dopo aver esaltato il mediocre Giampaolo, ora incensano l’altrettanto mediocre Pioli. In passato invece hanno provato a prenderci per il naso (e uso un eufemismo edulcorato) scrivendo e titolando che il Milan era un club dal bilancio sano, un club da Champions League se non addirittura da scudetto, alla luce di presunti mercati faraonici. Continue reading…

UDINE, ITALY - MARCH 22:  Head coach Italy Roberto Mancini reacts during a training session at Stadio Friuli-Dacia Arena on March 22, 2019 in Udine, Italy.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

PANE E Pallone / In Liechtenstein le seconde linee azzurre calano un pokerissimo: Mancini come Pozzo nel record di vittorie consecutive. La giovane Italia cresce bene in attesa di test più probanti

di Fabio Camillacci

Quasi un allenamento a Vaduz per gli azzurri: stasera per fortuna non in maglia verde ma bianca, storicamente la seconda casacca dopo quella azzurra nata in onore dei Savoia. A proposito dei Savoia: c’era ancora il nefasto e fuggiasco re Vittorio Emanuele III quando Vittorio Pozzo da commissario tecnico dell’Italia inanellò 9 vittorie consecutive. Continue reading…

milan

IL TACKLE DI VENTONUOVO/ Milan barzelletta d’Italia: licenzia Giampaolo dopo una vittoria, prende la buca da Spalletti e vira su Pioli. La lunga storia del declino rossonero

di Fabio Camillacci

Milan, al peggio non c’è mai fine. E’ così dal gennaio del 2012: era ancora la gloriosa era belusconiana e Galliani, all’epoca amministratore delegato rossonero, fece di tutto per portare Tevez alla corte di Massimiliano Allegri al posto dello spento Pato, allora fidanzato di Barbara Berlusconi. Continue reading…

juventus

PANE E Pallone / Juventus, lezione di calcio all’Inter, sorpasso e primato. Atalanta sempre più splendida realtà, il Napoli stecca ancora. Roma scippata. Bologna-Lazio, emozioni per Mihajlovic

di Fabio Camillacci

Mio padre Sergio, che proprio oggi avrebbe compiuto 84 anni, col suo tipico accento romano amava dire: “E categorie so categorie”. Un’espressione che rispecchia alla perfezione la partitissima della 7° giornata di Serie A, il “Derby d’Italia, il posticipo domenicale Inter-Juventus. Continue reading…

dzeko

PANE E PALLONE/ Profondo rossonero: la Fiorentina manda in crisi il Milan e il suo allenatore Giampaolo. Dzeko lancia la Roma a Lecce, poker della Lazio al Genoa

di Fabio Camillacci

Vincenzo Montella e un intramontabile Ribery mandano il Milan all’inferno: la panchina di Marco Giampaolo scricchiola sempre di più. Il club per ora conferma la fiducia al tecnico, ma, si fanno i nomi di Spalletti, Ranieri e Garcia per un’eventuale sostituzione. Al Meazza, per il posticipo di questo sesto turno di campionato, finisce 3-1 per la Viola (stasera in un’orribile e anti-storica maglia verde). A segno Pulgar su rigore, l’ottimo 22enne Castrovilli e Franck il francese, migliore in campo e nuovo “Mostro di Firenze”. Espulso Musacchio con la Var, nel finale inutile ma bellissimo gol del 20enne portoghese Leao. Dunque, terza sconfitta di fila per questo disastroso Milan. Giampaolo e la squadra sprofondano, sommersi dai gol viola. La Fiorentina di Montella gioca benissimo, i rossoneri sono inguardabili e soprattutto senz’anima. Così a San Siro esplode la contestazione: fischi assordanti al termine del primo tempo con i gigliati avanti per 1-0, fischi reiterati e continui in tutto il secondo tempo, alternati a cori pesanti. Successivamente, prima della fine della partita, la Curva Sud milanista si svuota. Applausi invece per Ribery (autentica standing-ovation) e per questa bella Fiorentina.

Continue reading…

zapata 2

PANE E Pallone – La Roma di Fonseca si scioglie in casa contro l’Atalanta: Zapata decisivo. Lazio sconfitta dall’Inter capolista. Cagliari corsaro a Napoli

di Fabio Camillacci

Come da tradizione, il turno infrasettimanale di campionato regala grandi sorprese. Su tutte spicca il colpo corsaro del Cagliari al San Paolo di Napoli. Partenopei mosci nel primo tempo, sempre in area dei sardi nella ripresa, ma, in contropiede a una manciata di secondi dal 90′, la squadra di Maran li infilza con Castro: grande gioia per il centrocampista argentino reduce da un grave infortunio. Continue reading…

dzeko gol

PANE E PALLONE/ La Roma espugna Bologna in zona Cesarini e ora è quarta in classifica. La Lazio ritrova la vittoria. Il Napoli si conferma anti-Juve con l’Inter

di Fabio Camillacci

In una domenica di fine estate e inizio autunno, il Napoli risponde a Inter e Juventus. Poker partenopeo a Lecce con doppietta di Fernando Llorente. Il “Toro di Pamplona” dopo la rete al Liverpool si conferma un ottimo acquisto estivo last minute per la squadra di Ancelotti. Un Ancelotti sempre più camaleontico sul piano tecnico-tattico. Oggi Carletto è partito col doppio centravanti pesante Milik-Llorente. Forse, proprio il 4-4-2 ancelottiano è il modulo più adatto per far volare questo Napoli, anti-Juve insieme all’Inter. Azzurri sempre terzi a 9 punti. Continue reading…

roma

PANE E PALLONE/ Il Bologna di Mihajlovic è la squadra del giorno in Serie A. Romane a corrente alternata: Roma spettacolo, Lazio suicida. Il Milan? Un piccolo diavolo

di Fabio Camillacci

In Serie A, è stata un’altra domenica caratterizzata dalla giostra del gol: ben 24 in 6 partite. A questo punto, dopo tre turni, la domanda è d’uopo: il nostro campionato sta diventando come la Bundesliga tedesca, la Ligue 1 francese, la Eredivisie olandese o altri tornei europei in cui la fase difensiva non esiste o quasi? Ovviamente, siamo solo all’inizio della stagione 2019-2020 e molte squadre devono ancora carburare o assimilare bene gli schemi dei nuovi tecnici. Però, si segna tanto: colpa delle difese che non difendono o merito degli attaccanti bravi a segnare? A breve avremo conferme o smentite in tal senso. Continue reading…

balotelli nuova

L’ULTIMA DI MARIO/ Balotelli prova a rimettersi in gioco ripartendo dal Brescia. L’entusiasmo di patron Cellino: “Un leone per la Leonessa”. Ma sarà veramente così?

di Fabio Camillacci

In certi casi, e soprattutto quando si parla di Mario Balotelli, le domande sono sempre le stesse. “Sarà la volta buona?”, “Balo ha finalmente messo la testa a posto?”. Risposta: no, impossibile. Primo perché quando uno nasce quadrato non muore tondo; secondo perché a 29 anni suonati difficilmente si cambia in meglio; terzo perché ha gettato alle ortiche tutte le chances avute fino a oggi. Continue reading…

zorro roma

La Roma nel segno di Zorro: è Paulo Fonseca il nuovo allenatore dei giallorossi. Al tecnico portoghese l’audace compito di risollevare un ambiente romanista depresso

di Fabio Camillacci

La Roma dopo una lunga attesa e una stagione da dimenticare, mette il primo tassello per la prossima stagione. Come anticipato la settimana scorsa da Ventonuovo, è il portoghese Pauolo Fonseca il nuovo allenatore dei giallorossi. Ha firmato un contratto di due anni con opzione per il terzo (2,5 milioni a stagione, più bonus). L’ufficializzazione è arrivata col classico comunicato su Twitter e sul sito ufficiale della Roma. Tutto questo proprio mentre a Londra i dirigenti capitolini lavorano sulle linee guida della stagione 2019-2020, per evitare di commettere gli stessi gravi errori commessi l’anno scorso sul mercato estivo. Sono state direttamente le parole del presidente James Pallotta, che si firma Jim, a dare il benvenuto al nuovo tecnico: “Siamo lieti di dare il benvenuto a Paulo Fonseca  un tecnico giovane e ambizioso, con esperienza internazionale e mentalità vincente. È conosciuto per la sua idea di calcio coraggiosa e offensiva, che potrà entusiasmare i nostri tifosi. Dalla prima volta che ci ho parlato Fonseca ha subito espresso il suo desiderio di venire alla Roma. Ha subito manifestato il suo entusiasmo nell’accettare una nuova sfida e nel voler iniziare a lavorare con i nostri calciatori per impostare una squadra di cui i tifosi possano sentirsi orgogliosi”. I tifosi romanisti, sofferenti da tempo, se lo augurano con tutto il cuore. Continue reading…

guardiola

Le bombe di mercato di Ventonuovo/ Valzer delle panchine: la Juventus prenota Sarri ma continua a cullare il sogno Guardiola. Ecco tutti gli indizi che portano a Pep in bianconero

di Fabio Camillacci

Il domino di un maestoso valzer delle panchine è soltanto all’inizio, intanto una pedina, come previsto e annunciato da tempo, va al suo posto. L’Inter dopo aver ufficializzato l’esonero di Luciano Spalletti, ufficializza anche l’ingaggio di Antonio Conte. Uno juventino di ferro sulla panchina della squadra più odiata dai tifosi bianconeri. Contratto triennale per il tecnico del Chelsea che percepirà la cifra record (per un mister in Italia) di 9 milioni di euro netti all’anno. Però, con i bonus l’allenatore salentino salirà a 12 milioni netti a stagione. Conte avrà al suo fianco i collaboratori più fidati: suo fratello Gianluca come vice, gli assistenti Stellini e Vanoli, i preparatori Tous e Coratti e il preparatore dei portieri Bonaiuti. Ma dopo gli impegni di giugno dell’Italia di Roberto Mancini per le qualificazioni agli Europei 2020, il tecnico nato a Lecce 50 anni fa, potrà contare anche sul suo amico Lele Oriali nelle vesti di club manager.

Continue reading…

serie b 3

Il tackle di Ventonuovo/ La Serie B di calcio e la giustizia sportiva perdono la faccia: nuovo clamoroso ribaltone nel torneo cadetto. Niente C per il Palermo e via libera al playout salvezza Salernitana-Venezia. Retrocede il Foggia

di Fabio Camillacci

Ormai non ci sono più parole per commentare quello che da più di un anno succede nella Serie B del calcio italiano. Una vergogna senza fine. La Lega di B, le altre istituzioni calcistiche e la giustizia sportiva hanno perso letteralmente la faccia. Anarchia totale. Dal caos ripescaggi del campionato scorso, al miserabile finale di questa stagione. In attesa dell’ultimo atto dei playoff tra Verona e Cittadella per decidere la terza squadra promossa in A con Brescia e Lecce, nuovo clamoroso ribaltone. Niente Serie C per il Palermo e i playout si faranno. Una farsa continua. Dunque, la Corte d’Appello federale riporta i rosanero in B smentendo parzialmente la decisione presa in primo grado dal Tribunale federale. Venti punti di penalizzazione, infatti, significano l’esclusione dai playoff (come detto ormai giunti alla finale), ma, non la retrocessione in Lega Pro. Continue reading…

roma

Pane e Pallone/ Va in archivio un mediocre campionato: Atalanta a parte, ridono poche squadre. Rebus allenatore per la disastrosa Roma americana che uccide il “romanismo”. Al Milan invece Gazidis azzera il “milanismo”

di Fabio Camillacci

Va in archivio un campionato piatto e livellato verso il basso. Un campionato che non ha mai vissuto una vera e propria lotta scudetto, visto che la Juventus di fatto ha chiuso ogni discorso già il 29 settembre scorso battendo 3-1 il Napoli all’Allianz Stadium. Un campionato in cui tutte le cosiddette “big”, bianconeri e partenopei compresi, hanno fatto meno punti dell’anno scorso: un aspetto che ha favorito la pur splendida Atalanta. Non a caso la bella Dea di Gasperini ha chiuso al terzo posto a 69 punti rispetto ai 77 con cui la Roma l’anno precedente si era presa il gradino più basso del podio. Quota Champions più bassa anche per il quarto posto: a 69 punti infatti ha chiuso l’Inter (in svantaggio negli scontri diretti con i bergamaschi) che un anno fa centrò la quarta piazza a discapito della Lazio con 72 punti. Questo vuol dire che le “grandi” hanno pareggiato e perso di più contro le compagini di centroclassifica e le altre “piccole”. Infatti, rispetto alla Serie A 2017-2018, la quota salvezza si è alzata: l’Empoli è retrocesso nonostante i 38 punti, mentre il Crotone l’anno scorso tornò in B da terzultimo con 35 punti. Lotta tricolore a parte, però, in questa stagione c’è stata incertezza ed equilibrio fino all’ultimo respiro. E l’ultima giornata thrilling sta lì a testimoniarlo. Continue reading…

pallotta

Il tackle di Ventonuovo: AS Roma e tifosi giallorossi sull’orlo di una crisi di nervi dopo le vicende Conte, Ranieri e De Rossi. Tre autogol per Pallotta & Co.

di Fabio Camillacci 

Lo scriviamo da anni e negli ultimi giorni sono arrivate tre conferme, e tre indizi fanno una prova. La AS Roma dal 2011, cioè da quando sono arrivati gli americani, è una società piccola piccola. Una società che si atteggia a fare la grande e che invece, lo ribadiamo, è piccola piccola. Una società gestita da una pletora inutile di dirigenti, magari bravi manager in altri campi ma che di calcio non capiscono niente o quasi. Il calcio è un’altra cosa, una squadra di calcio non può essere gestita come un’azienda qualsiasi calpestando l’amore e la passione  dei tifosi romanisti ridotti a semplici “clienti”. Noi di Ventonuovo come detto, non lo scopriamo oggi e lo scriviamo da tempo. Stavolta però Pallotta & Co. dopo aver toccato il fondo, hanno cominciato a scavare facendosi un autogol dietro l’altro. Quella giallorossa è una comunicazione da dilettanti e incompetenti. Manco in una squadra di Serie D agiscono come a Trigoria. AS Roma barzelletta d’Italia per colpa di una folle gestione a stelle e strisce. Continue reading…