La Roma di Zeman ritrova la vittoria in Campionato

di Valerio Perini

Roma – Torino 2-0

Gli undici di Zeman scendono in campo alla ricerca della tanto agognata vittoria; dopo la brutta sconfitta nel Derby di Domenica scorsa, contro i rivali biancoazzurri.

I granata mirano a mantenere l’imbattibilità in trasferta.

Tra i pali per i padroni di casa ancora Goicoechea, al posto dell’infortunato Stekelenburg; in difesa Castan al posto di Burdisso. Squalificati De Rossi e Tachsidis, Zeman a centrocampo schiera dal primo minuto Miralem Pjanic; uno degli uomini chiave tra i giallorossi in questo posticipo di serie A. In attacco confermato il tridente Totti-Osvaldo-Lamela.

Il Torino di Ventura ritrova Ogbonna in difesa e a centrocampo al posto del solito Brighi c’è Basha; davanti Sgrigna e Bianchi.

Durante il primo tempo, la Roma vogliosa di riscatto si fa subito offensiva; prima con Pjanic su assist di capitan Totti, poi con Osvaldo al 9′ su contropiede. Sempre al 19′ i giallorossi sfiorano il gol con un destro di Totti a fil di palo. Poi subentra la calma piatta da entrambe le parti, fino al 34′; quando la Roma ci riprova con il giovane Florenzi che tira da fuori area, ma il suo destro sorpassa di poco la traversa. La porta del Torino sembra stregata. Torino, che in questa prima frazione di gioco crea poche occasioni e quell’unica creata da Cerci al 37′, viene sprecata da Bianchi.

Durante i primi istanti del secondo tempo, il Torino si porta in avanti e l’ex romanista Cerci tira dal limite dell’area, ma Goicoechea blocca sicuro. Niente di fatto per il Toro che rischia ancora una volta il gol, con un tiro dalla lunga distanza di capitan Totti; ancora tentavi infruttuosi per la Roma, ma si respira aria di gol. Al 70′, Marquinho subentrato a Florenzi al 64′, ottiene un (contestatissimo) calcio di rigore. Ventura viene espulso dall’arbitro Guida per proteste. Osvaldo dal dischetto finta, Gillet abbocca e la palla entra. La Roma si porta in vantaggio.

Dopo il rigore la Roma continua ad attaccare cercando nuovamente il gol; Osvaldo sciupa due buone occasioni ma Pjanic all’ 85′ mette il sigillo alla partita, con un destro dal limite che viene deviato dalla difesa granata e diviene imprendibile. La partita nonostante i 4 minuti di recupero si chiude praticamente qui.

Il Toro non ha convinto questa sera, non ha sfruttato le poche occasioni che ha avuto e non è riuscito a crearne. Un plauso nonostante i due gol subiti, va comunque ad Obgonna e Glick.

La Roma ha cercato strenuamente il gol e la vittoria e se in alcuni momenti di gioco non ha entusiasmato, tuttavia, ha ottenuto una vittoria importante per il morale dei tifosi e della squadra.
In campo nelle file giallorosse ha brillato Capitan Totti (fino alla sua sostituzione con Destro al 63′) e Pjanic, l’autore del 2-0.
ROMA (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Pjanic, Bradley, Florenzi (Marquinho 64′); Lamela, Osvaldo, Totti (Destro 63′). Allenatore Zeman.

TORINO (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, D’ambrosio; Basha, Gazzi; Cerci (Diop 85′), Santana (Verdi 76′), Sgrigna (Sansone 68′), Bianchi. Allenatore Ventura.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest