de rossi nuovo

LE BOMBE DI MERCATO DI VENTONUOVO/ Daniele De Rossi ha scelto: andrà in Argentina per giocare con il Boca Juniors. Roma scatenata: due colpi in un giorno, Mancini e Veretout. Juventus, ecco Matthijs de Ligt

di Fabio Camillacci

Dopo tante voci, qualche tassello di mercato va finalmente al suo posto. Come anticipato da tempo da Ventonuovo, il colpo grosso lo mette a segno la solita Juventus: unica squadra italiana che può permettersi certe operazioni. Ecco Matthijs de Ligt: il 19enne gioiello olandese, ormai ex Ajax, è atterrato stasera Torino. Mercoledi 17 luglio effettuerà le visite mediche e già giovedì potrebbe esserci la presentazione alla stampa, col giocatore che si metterebbe a disposizione di Sarri per la tournee asiatica che vale la International Champions Cup 2019.  “Ciao bianconeri, sono Matthijs e sono davvero felice di essere qui”, queste le prime parole rilasciate da De Ligt dopo l’arrivo a Caselle. Il difensore olandese ha poi lasciato l’aeroporto in auto, acclamato da un centinaio di tifosi juventini. Un’operazione spaventosa a livello di cifre per un difensore: 70 milioni di euro, più 5 di bonus all’Ajax, 12 milioni di euro all’anno (bonus compresi) al calciatore (nella foto in home page: a sinistra la maglia bianconera numero 4 di de Ligt, a destra l’olandese con la sua vecchia casacca: quella dell’Ajax).

Ma la notizia del giorno è che Daniele De Rossi ha deciso, il suo futuro sarà nel Boca Juniors. Di de Ligt alla Juve, infatti, si sapeva, mancava soltanto l’ufficialità; su De Rossi invece negli ultimi giorni sono state fatte tante ipotesi e avanzate anche molte illazioni. C’era chi diceva che avrebbe appeso gli scarpini al chiodo per cominciare a studiare da allenatore, chi scriveva che avrebbe “tradito” la sua amata Roma (che a maggio lo scaricò in malo modo) indossando la maglia di un’altra squadra italiana: Sampdoria, Fiorentina, Milan o Inter. Le solite chiacchiere e distintivo di cui parlammo la settimana scorsa: chiacchiere e distintivo tipiche del calciomercato italiano. L’unica cosa certa su DDR è che proprio stamattina il 36enne ha rifiutato l’ultima offerta della Fiorentina, un contratto biennale, per scegliere l’avventura nel campionato argentino.

Decisivo il pressing del direttore sportivo del Boca, Nicolas Burdisso: ex calciatore romanista e grande amico di De Rossi. L’ex capitano della Roma ha accettato la proposta e dovrebbe restare in Argentina almeno fino a gennaio (ingaggio di circa 500mila euro), per poi decidere cosa fare in futuro. Tre le opzioni sul tavolo: restare in Argentina fino al termine del campionato (1 marzo), spostarsi negli Stati Uniti (con i Los Angeles FC che continuano a fargli la corte), oppure entrare nello staff tecnico del c.t. della Nazionale azzurra di Roberto Mancini. Intanto, Daniele De Rossi si godrà da protagonista la meravigliosa atmosfera della “Bombonera”, lo stadio del Boca Juniors. DDR ha sempre manifestato un forte interesse per il Boca, per il suo tifo e appunto per la “Bombonera”, definito da lui “uno degli stadi più affascinanti del mondo”. Spesso e volentieri negli anni scorsi ha chiesto e si è informato con i compagni argentini alla Roma, in particolare con Paredes (ora al Paris Saint Germain) e Perotti. Tanto che lo stesso Perotti, in un’intervista ha definito De Rossi “un tifoso del Boca”. Inoltre, qualche anno fa l’ex Capitan Futuro romanista si è fatto anche fotografare con la maglia dei Xenezies negli spogliatoi di Trigoria, a riprova della sua passione per quei colori e per quel club (foto a sinistra). Tra qualche giorno sarà tutto diverso, quelle emozioni inizierà a viverle dal vivo. A meno di un ulteriore clamoroso colpo di scena, visto che nell’ultimo mese De Rossi ha cambiato idea sul suo futuro già diverse volte.

Roma, doppio colpo sul mercato. I giallorossi in un giorno chiudono per il centrocampista francese della Fiorentina Veretout e per il difensore dell’Atalanta e della Nazionale Gianluca Mancini. Per Veretout la Roma ha battuto la concorrenza di Milan e Napoli: alla Fiorentina andranno 20 milioni di euro bonus compresi (17+3). Il d.s. giallorosso Petrachi ha poi incontrato l’agente del centrocampista transalpino: contratto fino al 2024 da 2,5 milioni più bonus. Mentre, per Mancini, all’Atalanta vanno 25 milioni, compresi i bonus (20+5). E’ il difensore centrale più caro dell’era americana. Farà le visite mediche mercoledi 17 luglio a Villa Stuart, poi inizierà a lavorare con i nuovi compagni e con il nuovo tecnico Fonseca.

Giallorossi scatenati. E dopo tante cessioni, non è finita qui, la Roma prenderà almeno altri 3 calciatori. Un altro difensore centrale (Alderweireld del Tottenhan è la pista più calda), un esterno offensivo e un centravanti (Higuain l’ipotesi più probabile). Senza dimenticare che sono già arrivati: Diawara (ex Napoli centrocampista nazionale guineano), Pau Lopez (portiere ex Betis Siviglia e nazionale spagnolo) e Spinazzola (esterno basso ex Juve e nazionale italiano). Niente male per un club finora tanto bistrattato dalla stampa, a fronte dei tanti peana riservati a Inter, Milan e Napoli. La Juventus non la consideriamo perchè resta su un altro pianeta rispetto a questi club. Qualcosa si muove: game over per alcuni tormentoni estivi. Era ora.