dani alves

RADIO MERCATO VENTONUOVO/ Juventus, con l’addio di Dani Alves si apre un buco sulla destra. Piace Danilo del Real Madrid come sostituto. Roma: Manolas rifiuta lo Zenit, arriva Gonalons. Primi colpi Inter

di Fabio Camillacci

Bilancio di fine giugno per il calciomercato. Tanti movimenti, tante operazioni concluse e tanti investimenti. Dopo un periodo di vacche magre, sono tornati i soldi: soprattutto quelli cinesi. Ma la Juventus, la squadra più ricca della nostra Serie A, perde pezzi sulle corsie. Ufficiale il divorzio tra Dani Alves e la Vecchia Signora. Lo ha fatto sapere la stessa società bianconera con un comunicato pubblicato sul proprio sito internet:  rescissione del contratto per il 34enne esterno brasiliano arrivato l’anno scorso a parametro zero dal Barcellona. Perso Dani Alves, la Juve rischia di perdere anche l’esterno mancino Alex Sandro al centro di una folle asta di mercato tra alcuni grandi club d’Europa. E così Madama si tutela trattando col Real Madrid per il brasiliano Danilo: Allegri ha individuato nel nazionale verdeoro il sostituto di Dani Alves.

Colpo di scena in casa Roma: niente Zenit per Kostas Manolas. Sembrava tutto fatto per il passaggio del greco in Premier Liga, ma all’ultimo momento la trattativa è saltata. All’ultimo momento Manolas ci ha ripensato, pare non abbia gradito di veder convertito in rubli il suo ingaggio da 4 milioni di euro. In realtà, dietro Manolas ci sarebbe il Chelsea di Antonio Conte: squadra più gradita al difensore ellenico. La Premier League britannica ha di gran lunga più appeal della Premier Liga russa e il Chelsea al contrario dello Zenit fa la Champions League. Pertanto, al momento il club giallorosso si tiene il difensore centrale perdendo però i 35 milioni di euro pattuiti con i russi. Adesso il d.s. Monchi molto probabilmente dovrà trattare la cessione di Manolas con Abramovich. Ma secondo alcuni rumors, la Roma e lo Zenit (furioso per il voltafaccia del greco quando era tutto pronto per le visite mediche) starebbero lavorando su calciatore e procuratore per provare a riaprire la trattativa. Riusciranno a convincere Manolas ad andare in Russia? Attenzione però anche ad altre sirene oltre a quelle del Chelsea.

Un altro arrivo a Trigoria: ecco Gonalons. Dopo il centrocampista Pellegrini (ex Sassuolo ricomprato dai giallorossi per 10 milioni), l’esterno destro Karsdorp (al Feyenoord 17 milioni) e il difensore centrale Hector Moreno, c’è anche Gonalons per mister Di Francesco. Al Lione vanno 5 milioni più 2 di bonus (facili). Il centrocampista francese firmerà dopo il week-end un contratto quadriennale da 2,3 milioni. Andrà a sostituire Paredes, che passerà allo Zenit per 25 milioni; anche se il centrocampista argentino è corteggiato pure dalla Juventus e da altri club importanti.

Inter: qualcosa si muove. Dopo aver tanto sbandierato il calciomercato di lusso dei nuovi proprietari nerazzurri di Suning, finora per motivi di bilancio e di “fair-play finanziario”, l’Inter ha potuto fare poco o nulla. Dopo il 30 giugno i cinesi potranno scatenarsi e fare tanti bei regali a Spalletti. Staremo a vedere. Intanto, dalla Sampdoria arriva Milan Skriniar, nome di battesimo beffa per un interista. Il 22enne difensore centrale slovacco (nove presenze in nazionale), ha firmato il contratto dopo aver sostenuto le visite mediche. La valutazione complessiva supera i 30 milioni di euro e nell’affare rientra anche il trasferimento di Gianluca Caprari alla Sampdoria. Sempre a Genova, sponda rossoblù, l’Inter ha bloccato il giovane e promettente attaccante del Genoa Pietro Pellegri. Inoltre, è alle battute finali la trattativa con la Fiorentina per portare Borja Valero a Milano. Insomma, giugno è stato il mese di mercato del Milan che tra poco si raduna per preparare il doppio preliminare di Europa League; luglio e agosto potrebbero essere i mesi dell’Inter. Il colosso cinese Suning sta per scatenarsi.

Nuovo acquisto per il Milan: Fabio Borini. Il 26enne attaccante proveniente dal Sunderland ha effettuato le visite mediche di rito presso la clinica La Madonnina di Milano prima di firmare il contratto col club rossonero. Dopo aver svolto tutti i test medici, Borini è rientrato nell’hotel del centro in cui alloggia. Al Sunderland andranno 6 milioni più eventuali bonus. Vicino anche l’arrivo di Conti dall’Atalanta. Siamo appena all’inizio di questa sessione di mercato: aspettiamoci i fuochi d’artificio.