totti eusebio

RADIOMERCATO SU VENTONUOVO/ Di Francesco, ora è ufficiale: allenerà la Roma che prende pure Hector Moreno, il capitano del Messico. La Juventus è Schick, Milan diavolo scatenato. Ranieri ricomincia da Nantes

di Fabio Camillacci

Il valzer delle panchine 2017 è già arrivato ai giri finali. Spalletti all’Inter, Allegri prolunga con la Juventus fino al 2020, Sarri resta al Napoli, così come Montella al Milan e Simone Inzaghi alla Lazio. Pioli riparte dalla Fiorentina in sostituzione di Paulo Sousa. L’ultimo giro di valzer quindi riguardava la Roma e puntualmente è arrivata l’ufficialità: come annunciato, c’è Eusebio Di Francesco per il dopo-Spalletti. Risolti i problemi burocratici col Sassuolo (la Roma ha superato la clausola di 3 milioni con alcune manovre legate ai prestiti di giovani calciatori, Ricci su tutti), Di Francesco ha firmato un contratto con i giallorossi fino al 2019: un biennale da 1.5 milioni a stagione più bonus. Ricordiamo che al Sassuolo Di Francesco sarà sostituito da Bucchi.

La soddisfazione del presidente romanista James Pallotta. Il patron della Roma ha infatti commentato: “Quando ci siamo riuniti per valutare il candidato ideale per la panchina della Roma, eravamo in cerca di qualcuno che potesse tirare fuori il meglio dai nostri calciatori. E anche aiutare a valorizzare i talenti del nostro settore giovanile. Il nostro nuovo direttore sportivo Monchi ha scelto Eusebio Di Francesco e, con lui, il suo stile di gioco. Riteniamo che sia la decisione giusta per la Roma”.

Di Francesco: da campione d’Italia con la Roma a tecnico dei giallorossi. Da calciatore Eusebio ha vestito la maglia giallorossa per quattro stagioni, dal 1997-98 al 2000-01, totalizzando 129 presenze e 16 reti e vincendo uno storico scudetto, anche se non da titolare. Terminata la carriera agonistica poi ha ricoperto il ruolo di team manager della Roma nel 2005-06. Da oggi è il nuovo condottiero romanista. A Trigoria dopo la firma del contratto Di Francesco ha dichiarato: “Sono molto felice di essere tornato a Roma, ad allenare una squadra che ha sempre rappresentato molto per me. Ringrazio il Presidente Pallotta e i dirigenti per questa opportunità. Metterò tutto il mio impegno per far sì che questa squadra ottenga i risultati che merita”.

E’ Hector Moreno il primo colpo di mercato della Roma. Piace Suso del Milan. Contestualmente alla firma di Di Francesco, il direttore sportivo giallorosso Monchi ha chiuso il primo affare in entrata ingaggiando il 29enne messicano Hector Moreno:  difensore centrale mancino, all’occorrenza anche terzino sinistro. Arriva dal PSV Eindhoven. Hector Moreno è comunitario (passaporto spagnolo) ed è seguito da Mino Raiola, il re dei procuratori. La Roma verserà circa 6 milioni di euro nelle casse degli olandesi. Dopo la firma su un contratto quadriennale, il capitano della Nazionale messicana soprannominato ‘El Tractor’ ha detto: “Sono molto felice di essere qui e per la mia carriera questo è un passo avanti importante”. Soddisfatto anche il ds Monchi, che ha tenuto segreto fino all’ultimo l’arrivo del giocatore: “Era un mio obiettivo da tempo e fortunatamente si sono create le circostanze giuste. Ha molta esperienza internazionale e risponde al profilo che stavamo cercando”. Hector Moreno però raggiungerà la Roma soltanto a estate inoltrata, perché parteciperà con il Messico alla Confederations Cup. In uscita Salah: l’egiziano sta per essere ceduto al Liverpool per 40 milioni. Si tratta della prevista cessione da fare entro fine giugno per coprire il buco di bilancio. Voci dalla Spagna: la Roma sul milanista Suso.

Milan scatenato in entrata. L’ultimo colpo è il giovane nazionale portoghese Andrè Silva pagato circa 36 milioni. Si aggiunge a Kessie, Rodriguez e Musacchio. I dirigenti rossoneri lavorano intensamente per poter mettere a disposizione di Montella una rosa definitiva, rinnovata e rinforzata fin dal ritiro di luglio: d’altronde, c’è un doppio preliminare di Europa League da disputare con sfide di andata e ritorno.

Juventus, colpo Patrik Schick. Un altro affare dato per fatto da tempo, ma, adesso la trattativa tra Juventus e Sampdoria è chiusa: il giocatore vestirà la maglia bianconera. Manca solo l’annuncio ufficiale. Le due società adesso stanno provvedendo allo scambio dei documenti; la Juventus verserà nelle casse blucerchiate 30,5 milioni di euro per il trasferimento definitivo del giocatore ceco. C’è però la possibilità che Schick resti ancora un anno alla Samp. Infatti, nel caso in cui la Juventus decidesse di cedere in prestito il giovane attaccante, i blucerchiati avrebbero la priorità sulla base di una clausola inserita appositamente nel contratto.

Francia, c’è la deroga per Ranieri. Dunque, il protagonista del miracolo Leicester è il nuovo tecnico del Nantes. In Francia infatti non si può allenare oltre i 65 anni ma Ranieri avrà il via libera. Il presidente del club aveva rivelato la contrarietà dell’ex c.t. francese Domenech, capo del sindacato degli allenatori; ora l’ostacolo previsto dal regolamento transalpino è stato aggirato. In bocca al lupo a Claudio Ranieri, per gli amici romani di Testaccio: “Er Fettina”.