tavecchio_riforma_calcio_fiorentina_serie_b

Calcio, il Tavecchio che avanza: “Per contrastare la Juventus non bastano Roma e Napoli, serve Milano”. Il presidente Federale si appella ai soldi cinesi di Inter e Milan

di Fabio Camillacci

Discorso di inizio anno per il presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio, detto “Mr Magoo”: non solo per somiglianza fisica, ma anche perchè non vede al di là del proprio naso. Per carità, niente a che vedere col discorso di fine anno del Presidente della Repubblica. Tavecchio non parla a reti unificate, per fortuna, ma in un’intervista ha comunque l’opportunità di dire la sua sull’anno che verrà. Che 2017 sarà per il calcio italiano? Roma e Napoli non bastano, per spezzare l’egemonia della Juventus e far sì che torni l’equilibrio in Serie A c’è bisogno di Milano. Questo in sintesi, il Tavecchio-pensiero.

Tavecchio sul dominio Juventus e l’assenza delle milanesi. Il presidente della Figc sulle gerarchie del calcio italiano ha detto: “Il nostro calcio non è in fase di declino ma abbiamo la carenza da recuperare di Milano, che è non soltanto la città ma anche la Lombardia. Con la sua storia Milano non può infatti essere assente da un palcoscenico dove, con tutto il rispetto di Roma e Napoli, Torino per ora ha una superiorità organizzativa e in tema di cultura della vittoria”. Sorvoliamo sull’italiano di Tavecchio che rende ancor più contorto il suo pensiero.

Il presidente Federale: “Inter meglio del Milan”. Tavecchio si è poi soffermato a discutere sul momento di entrambe le milanesi, senza diplomazie come da costume del personaggio: “L’Inter si trova in posizione più conveniente perché troverà un assetto societario consolidato da investimenti importanti, e credo che questo accadrà già la prossima stagione con l’arrivo di una dirigenza specifica. Il Milan invece se mantiene l’attuale board penso potrà recuperare. Ma in tutto ciò la Juventus è attenta ai cambiamenti perché presto vedrà i concorrenti, se a Milano verrà prodotto quello che si deve produrre”. Ribadiamo: espressioni degne del meglio di “Mai dire gol”. Soldi cinesi per invertire la rotta? Anche ai piani alti, sembra questa la strada maestra per provare a impensierire il dominio bianconero. Con buona pace di Roma e Napoli. Siamo alle solite: il calcio italiano continua a ruotare attorno a chi vince da sempre, beneficiando, da sempre, a corrente alternata, di occulti “giochi di potere”: Juventus, Milan e Inter. Non cresceremo mai, il “vento del Nord” purtroppo soffia sempre forte.