Europa League: La vittoria del Napoli rende meno amara la serata delle italiane impegnate in Coppa

Di Francesco Moresi 

Serata agrodolce per le italiane impegnate in Europa League. Vittoria schiacciante del Napoli al San Paolo con un Higuain mostruoso autore di una tripletta, sconfitta per Torino ed Inter impegnate fuori casa rispettivamente contro Zenit San Pietroburgo e Wolfsburg, mentre pareggio al Franchi di Firenze tra Fiorentina e Roma nell’inedito derby italiano.

HIGUAIN INCONTENIBILE – Il Napoli di Benitez nonostante il gol preso a freddo è riuscito a ribaltare lo svantaggio iniziale nel primo tempo con una doppietta di Higuain che ha poi arrotondato il risultato nella seconda frazione di gioco. Il risultato finale di tre a uno permette così ai partenopei di affrontare la trasferta di Mosca con più tranquillità e serenità.

TORINO ED INTER: SERATA STORTA – Diverso il discorso invece per le due italiane, Torino ed Inter impegnate nel pomeriggio, che hanno rimediato due sconfitte le quali renderanno ancor più ostico il ritorno. Per i granata brutta sconfitta in Russia contro lo Zenit di San Pietrogburgo dell’italiano Criscito, autore del due a zero, che costringerà gli uomini di Ventura a compiere un’impresa che ad oggi sembra tutt’altro che semplice, considerando l’esperienza europea della squadra russa. Anche per l’Inter brutta sconfitta in Germania, nonostante l’iniziale vantaggio di Palacio che aveva illuso i tifosi neroazzurri accorsi in sostegno della propria squadra in terra tedesca. Nella ripresa, la banda Mancini si è sgretolata sotto i colpi di un incontenibile Kevin De Bruyne, ex Chelsea e grande prospetto del calcio Belga sempre più in ascesa mondiale.

KEITA SALVA LA ROMA AL FRANCHI – Nel derby nostrano, pareggio per uno a uno tra Fiorentina e Roma. Nella prima frazione, di marca nettamente viola, Ilicic, approfittando di uno svarione pazzesco di un irriconoscibile De Rossi, è riuscito a portare in vantaggio i suoi. Nella ripresa, come di consueto da due mesi a questa parte, la Roma ha ricominciato a macinare gioco, spinta da un Pjanic finalmente ritrovato, sfiorando in più di un’occasione il gol del pareggio. A metà del secondo tempo Ljajic, ex viola, ha fallito un rigore procurato da Iturbe, ma il gol dell’uno ad uno che di fatto favorisce i giallorossi per il ritorno, è arrivato con il solito guizzo di Keita sugli sviluppi di un calcio d’angolo, quasi un remake di quanto accaduto qualche settimana a fa all’Olimpico contro la Juventus.
La prossima settimana ne vedremo delle belle, con l’augurio che almeno due italiane possano passare il turno di Europa League, per ridare lustro al calcio nostrano in piena crisi esistenziale.