italia_albania_46_47797_immagine_oright

Un gol di Okaka regala i tre punti ad un’Italia timida e poco convincente

Di Francesco Moresi

Poche luci e molte ombre per la nazionale italian di Antonio Conte che riesce comunque ad ottenere i tre punti contro l’Albania, grazie ad una rete di Okaka al suo esordio in maglia azzurra.

In uno stadio di Genova colorato di rosso (sembrava di essere a Tirana), la nazionale italiana raggiunge la vittoria con difficoltà, rischiando in più di un’occasione il colpo del ko. Il C.T. Conte non può certo considerarsi soddisfatto della prova offerta dai suoi, con i debuttanti sottotono, fatta eccezione per un Cerci in forma eccezionale, alla sua prima stagionale, dopo le tante panchine rimediate nella Liga spagnola con la maglia dell’Atletico Madrid.

Contro l’Albania, Conte ripropone il consueto 3-5-2 con De Silvestri, Bonucci e Moretti a comporre l’inedito trio di difesa. A centrocampo l’ex tecnico bianconero sceglie la trazione anteriore con Cerci schierato sulla fascia destra e Antonelli su quella opposta. In avanti spazio a Destro e Giovinco.

Prima del fischio d’inizio, grande dimostrazione di fairplay da parte dei tifosi albanesi che hanno cantanto l’inno di Mameli, riscattando la brutta parentesi della partita “non giocata” contro la Serbia.

PRIMO TEMPO – Dopo una prima fase di studio, l’Italia tenta di impadronirsi del centrocampo, mentre l’Albania di De Biasi, schierata con un prudente 4-5-1 attende sorniona la nazionale azzurra sfruttando le ripartenze. Proprio in occasione di una di queste, la punta albanese Cikalleshi sfiora il gol del vantaggio, colpendo la traversa, graziando la porta azzurra difesa da Sirigu.

SECONDO TEMPO – Nella seconda frazione, si riparte con due sussulti, uno per parte. Prima Giovinco impegna Berisha e poi ancora Cikalleshi, sfiora la rete, ma solo un grande intervento di Sirigu impedisce agli uomini di De Biasi di passare in vantaggio. Conte corre ai ripari e sostituisce Destro, abulico e poco incisivo con Okaka, convocato dopo la defezione di Balotelli. L’ex romanista, ora in forza alla Sampdoria, ripaga la fiducia del mister e su angolo di Gabbiadini, porta la nazionale azzurra in vantaggio, regalando tre punti preziosi per la classifica, dopo il pareggio rimediato tre giorni fa contro la temibile Croazia di Modric e comapgni.

 

TABELLINO

ITALIA-ALBANIA 1-0

ITALIA (3-5-2): Sirigu(dal 72’ Perin); De Silvestri, Bonucci(dall’82’ Acerbi), Moretti; Cerci(dal 77’ Gabbiadini), Aquilani, Parolo, Bertolacci(dal 70’ Bonaventura), Antonelli; Giovinco(dal 65’ Okaka), Destro(dal 65’ Matri). Perin, Rugani, Acerbi, Rossettini, Criscito, Sturaro, Bonaventura, Poli, Gabbiadini, Okaka, Matri. All. Conte.

ALBANIA (4-5-1): Berisha; Hysaj(dal 74’ Ajeti), Cana, Mavraj, Agolli; Lila(dal 90’ Rama), Abrashi(dal 71’ Shala), Kukeli(dal 66’ Roshi), Memushaj, Leniani(dall’86’ Balaj); Cikalleshi(dal 78’ Salihi). Frasheri, Shehi, Curri, Bulku, Kapllani, Rama, Vila, Shala, Salihi, Balaj, Vajushi, Ajeti, Roshi, Karabeci. All. De Biasi.

Arbitro: Alexander Harkam

Marcatori: 82’ Okaka (I)