michels

Case della salute: più che alle cure servono ai ladri

Serie di furti a Sezze, struttura che chiude il venerdì pomeriggio e rimane a lungo incustodita.

 

“Non abbiamo mai creduto nell’efficienza, qualità, continuità delle cure prestate nelle Case della Salute volute fortemente da Zingaretti. Del loro fallimento prima o poi il governatore dovrà prendere atto”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che spiega: “Non è la prima volta che rapinatori saccheggiano la Casa della salute di Sezze, introducendosi furtivamente ma senza scassi, durante i tre giorni del fine settimana, in cui l’edificio resta chiuso e deserto. Una palazzina già afflitta da problemi strutturali che denunciammo a suo tempo e a cui nessuno ha mai dato risposta, per cui un’ala resta incustodita e facilmente raggiungibile da malintenzionati, facilitati dalla mancanza del personale di sorveglianza. Tutto è iniziato con il Cup, primo bersaglio con il furto di pc e dell’incasso. Ci chiediamo come mai gli introiti non vengono ritirati alla chiusura. Poi, con cadenza periodica si è saccheggiato di tutto, perfino gli attrezzi per le pulizie, per finire con le macchinette distributrici di bibite e merendine. Se questi sono i risultati della politica della sanità territoriale agognata, ma non realizzata, da Zingaretti, comprendiamo che al peggio non c’è mai fine. Ė sotto gli occhi di tutti la decadenza e la desertificazione delle province e al baldanzoso governatore quanto prima i cittadini presenteranno il conto”, chiosa Maritato.

 

UFFICIO STAMPA ASSOTUTELA

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest