VALMAGGI

Caso Confalonieri, parla Sara Valmaggi, vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia per il Pd: “Storia raccapricciante” E’ inaccettabile che l’Ospedale Pini non si sia dotato di un meccanismo di controllo.

Riguardo il caso del chirurgo Norberto Confalonieri, dell’Ospedale CTO-Pini, ha parlato Sara Valmaggi vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia per il Pd, intervenuta nel corso del programma Genetica Oggi condotto da Andrea Lupoli su Radio Cusano Campus: “E’ un fatto molto preoccupante, aldilà del caso giudiziario, è una storia quasi raccapricciante. Fa ricordare altri casi già successi in regione Lombardia come quelli alla clinica S. Rita, però tutto questo ci fa dire che è necessario nelle regioni, e nella Regione Lombardia, come ci sia bisogno di aumentare e rendere più efficace il sistema dei controlli. Purtroppo questi casi ci dicono che il sistema ancora ha delle difficoltà, c’è qualcosa che non funziona a monte, o che comunque funziona poco, nel nostro sistema di controllo”.

E’ inaccettabile che l’Ospedale Pini non si sia dotato di un meccanismo di controllo. Le istituzioni pubbliche sono obbligate già da anni a formalizzare i protocolli anticorruzione. E’ assolutamente inaccettabile, oltre che gli atti formali come la sottoscrizione del protocollo anticorruzione è necessario appunto verificare non solo le cartelle cliniche ma fare controlli sulla qualità e l’efficienza delle prestazioni erogate. Noi stiamo affrontando in commissione regionale il nuovo piano di lavoro dell’agenzia di controllo. Del caso giudiziario se ne occupa la magistratura, è compito delle istituzioni insistere sempre di più sui controlli affinché situazioni del genere non succedano più”.

UFFICIO STAMPA RADIO CUSANO CAMPUS

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest