san-camillo-forlanini

SAN CAMILLO, SANTORI (FDI) “ZINGARETTI TROVI SOLUZIONE PER 21 LAVORATORI LICENZIATI DA SGS”

“Siamo vicini ai 21 lavoratori dalla Sgs srl che stanno protestando all’Ospedale San Camillo Forlanini contro il loro licenziamento. A queste persone corrispondono altrettante famiglie che rischiano di finire sul lastrico, privati della loro occupazione e senza alcuna prospettiva di ricollocazione. La Sgs rientra in una commessa più grande vinta anni addietro dall’Ati Markas srl-Cascina Global Service srl per il servizio di pulizie presso l’Ospedale San Camillo Forlanini. La situazione si è aggravata a causa della decisione della giunta Zingaretti di chiudere i servizi sanitari del Forlanini. Molte delle 21 persone licenziate lavorano nel nosocomio romano da decine di anni, nonostante la commessa sia in atto da tre, e sono passate da un committente all’altro mantenendo la continuità occupazionale che ha garantito loro uno stipendio. Il San Camillo-Forlanini rientra nelle disponibilità della Regione Lazio, e non si comprende per quale motivo il presidente Zingaretti non si stia attivando per rassicurare questi lavoratori che sono accampati da diversi giorni sul tetto dell’ospedale, dove la preoccupazione si sta trasformando in disperazione, mettendo così a rischio la loro stessa incolumità. Chiediamo al governatore del Lazio un intervento che possa scongiurare la cessazione del rapporto di lavoro e il riassorbimento del personale al fine di garantire un futuro occupazionale ai 21 dipendenti e alle loro rispettive famiglie”.

E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

 

UFFICIO STAMPA FABRIZIO SANTORI

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest