OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AssoTutela – Sant’Eugenio: continua lo stillicidio di tagli e chiusure

DOPO LA MEDICINA NUCLEARE DA RISTRUTTURARE, SI CHIUDE L’UROLOGIA. DOVE VANNO I PAZIENTI?
Sant'eugenio roma “Un’altra eccellenza della sanità pubblica viene smantellata. Questa volta tocca all’Urologia del Sant’Eugenio che, di colpo chiude i battenti senza alcuna apparente motivazione. Che ne sarà dei pazienti, degli operatori, dei medici, dei tanti professionisti che qui operano? La solita politica delle decisioni piovute dall’alto ma non si comprende a favore di chi”. E’ il commento del presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, dopo l’improvvisa chiusura del reparto del Sant’Eugenio. “Da qualche mese, con la motivazione di lavori di ristrutturazione, è stata chiusa la Medicina nucleare e, con la sottoscrizione di una convenzione, i pazienti da sottoporre a indagine scintigrafica dovevano essere inviati all’omologo reparto del Forlanini. Peccato però – continua Maritato – che da un esame delle cartelle del mese di maggio, i cittadini inviati al Forlanini si contino sulla punta delle dita. Dove sono stati inviati?”, si chiede il presidente. “Non vorremmo fosse stata agevolata qualche struttura privata nelle vicinanze dell’ospedale dell’Eur. Stesso sospetto lo nutriamo per l’Urologia, come per la Radioterapia, per cui esiste un imponente ed efficiente reparto al San Giovanni chiuso da anni mentre il presidente Zingaretti, circa un mese fa ha inaugurato quella del Campus Biomedico di Trigoria”.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest