campidoglio

RAGGI E M5S SENZA “PACE”: I RETROSCENA DELL’EX MINISINDACO

Di Marco MONTINI

Ha lasciato quell’VIII Municipio, che nemmeno un anno fa lo aveva decretato presidente in occasione delle elezioni comunali di Roma: poi le diatribe interne ai 5 stelle, la messa in discussione della sua giunta municipale da parte di parte della maggioranza grillina, considerata “talebana”. Quindi l’evidenza dei fatti, le dimissioni e la delusione verso il Movimento. Paolo Pace è ormai ex minisindaco e racconta come sono andati i fatti politici che lo hanno costretto a presentare le dimissioni, prima, e a non ritirarle, poi. “Ho sentito il peso di alcune correnti importanti che ci hanno portato dove siamo arrivati. Io ero molto vicino alla sindaca, difendo e rispetto Virginia. Si tratta delle correnti che facevano capo a De Vito e Lombardi, come si sa e si legge sui giornali”. Lo scrive l’Ansa, riferendosi alle parole dell’ex presidente M5s dell’VIII Municipio di Roma, pronunciate in conferenza stampa. “E’ chiaro che si è creato uno zoccolo duro ortodosso che vuole imporre la propria leadership nonostante Virginia si sia imposta come sindaca – ha aggiunto Pace – Credo che la sindaca dopo le vicende degli arresti abbia perso forza, e non ci ha sostenuti in modo adeguato”. Pace snocciola poi altri particolari interessanti: “Il capogruppo capitolino del M5s Paolo Ferrara nel corso di una riunione con i consiglieri municipali ha proposto loro di dimettersi tutti insieme per far cadere il Municipio – ha proseguito Pace – Cio’ mi e’ stato riferito dai consiglieri a me piu’ vicini. Questo e’ successo circa un mese prima delle mie dimissioni. In un’altra occasione i consiglieri ‘talebani’ sono saliti in Campidoglio per chiedere l’azzeramento della mia giunta”. E la sindaca Raggi? “Mi ha chiamato solo l’ultimo dei venti giorni dopo le dimissioni, alle 21:30. Mi ha detto: ‘sai che puoi ritirare le dimissioni entro questa notte?’. Io le ho chiesto quali fossero le novità che potevano portarmi a ritirarle, ma non c’erano”, ha aggiunto l’ex minisindaco. Insomma, fine di un amore con retroscena finale.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest