Play Pause
sanità

NEL LAZIO L’INTERGRUPPO CONSILIARE REGIONALE PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEI PAZIENTI ONCOLOGICI

Il progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” ideato e coordinato da Salute Donna onlus promuove con successo anche nel Lazio un Intergruppo consiliare regionale per favorire il confronto fra Associazioni pazienti, politici ed esperti e migliorare così la presa in carico e la tutela dei diritti dei pazienti oncologici.

Nel Lazio sono oltre 265.000 le persone che convivono con un tumorementre le nuove diagnosi stimate nel 2016 sono circa 33.000. Incremento delle risorse per i pazienti oncologici, mutazioni genetiche BRCA1 e BRCA2, qualità dei percorsi diagnostico-terapeutici, attuazione e gestione della Rete oncologica regionale, sistema informatico “user-friendly” sono i principali obiettivi da raggiungere.

L’Intergruppo, che sarà presieduto da Rodolfo Lena, Presidente della VII Commissione Consiliare Politiche Sociali e Salute, avrà come scopo quello di favorire un dialogo efficace e costruttivo fra i principali attori del sistema oncologico ed ematologico ed indirizzare la Giunta regionale verso obiettivi raggiungibili ed utili per migliorare l’offerta sanitaria in oncologia.

«Con gli Intergruppi regionali vogliamo dare una nuova concretezza alle azioni intraprese a livello nazionale», dichiara Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna onlus. «Con essi vogliamo far sentire ancora di più la nostra vicinanza ai pazienti e dare una risposta autentica ai loro bisogni nell’ottica di una tutela ottimale dei loro diritti».

polizia-volanti-notte

ROMA. MANIFESTAZIONE FORZA NUOVA A TOR BELLA MONACA: VIOLATO IL DIVIETO DEL QUESTORE

Un gruppo di aderenti a Forza Nuova ha violato il divieto imposto dal Questore di Roma con un’azione contro appartenenti alla sigla Usb, in riunione presso la sede di via dell’Archeologia; alla reazione di questi ultimi, si è reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine.
Tutte idenficati i partecipanti, individuati grazie alle riprese della polizia scientifica.
Un funzionario di Polizia è rimasto ferito.
Manifestazione non autorizzata, violazione dell’ordine dell’Autorità, violenza resistenza a P.U., i reati che saranno contestati.

polizia

ROMA. CONTROLLI AMMINISTRATIVI DELLA POLIZIA DI STATO AD AUTOSALONI

Proseguono i controlli amministrativi  da parte della Polizia di Stato agli esercizi di rivendita degli autoveicoli e a tutte quelle attività ad essa collegate.

E proprio durante uno di questi controlli che, ieri pomeriggio, in zona Fidene, gli uomini della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale del Lazio hanno denunciato a piede libero 4 cittadini italiani per il reato di ricettazione recuperando 3 veicoli per un valore di oltre 200 mila euro.

Ad insospettire gli agenti, è stato il fatto che all’ interno di un locale di una ex auto rivendita, erano presenti una BMW serie 5 ed una Porsche munite di targhe estere.

Gli accertamenti successivi hanno consentito di scoprire che la prima, era stata rubata  a Roma nei primi giorni di luglio mentre l’altra, risultava essere un’ appropriazione indebita ai danni di un rent car.

Gli agenti della Polizia di Stato, hanno esteso il controllo nel piazzale antistante il locale dove, hanno rinvenuto un camper con targhe tedesche. Anche in questo caso, dalle verifiche  sul telaio, hanno scoperto che lo stesso, immatricolato in svizzera, era stato rubato in Italia nel 2012.

Tutti i veicoli sono stati sequestrati per ulteriori accertamenti e successivamente riconsegnati ai legittimi proprietari.

phoca_thumb_l_34 - adriano palozzi

RIGENERAZIONE, PALOZZI(FI): “LEGGE MIGLIORATA GRAZIE A CONTRIBUTO CENTRODESTRA”

“Dopo settimane di immobilismo istituzionale da parte del centrosinistra targato Zingaretti, oggi il consiglio regionale ha approvato a maggioranza la legge sulla rigenerazione urbana. Un testo che non condividiamo nella struttura complessiva ma che risulta sensibilmente migliorato e funzionale grazie all’importante contributo emendativo dell’opposizione di centrodestra, che ha operato ascoltando le istanze e le esigenze dei cittadini. Una legge, quella sulla rigenerazione urbana, che sarebbe potuta essere certamente più utile e vicina ai cittadini se la maggioranza non si fosse chiusa nel solito fortino ideologico e, viceversa, avesse accolto in toto le nostre proposte, tese al rilancio e allo sviluppo dei territori”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Urbanistica, Adriano Palozzi.

adinolfi_mario_conf_fg

ADINOLFI: “GIUSTO RECITARE IL ROSARIO CONTRO MARILYN MANSON”

Mario Adinolfi è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano.

Sulle veglie di preghiera che alcuni fedeli stanno facendo a Villafranca contro il prossimo concerto di Marilyn Manson: “Meno male che c’è ancora un parroco che fa il parroco. Davanti a uno che inneggia a Satana  il parroco fa il parroco e le signore fanno bene a pregare. Sono molto contento di apprendere questa notizia, sicuramente rispetto allo sbarco di un cantante satanico un uomo di chiesta fa l’uomo di chiesa. Fanno il rosario, mica c’è niente di male. Non danno fastidio a nessuno. Marilyn Manson non è un bel cantare, se uno inneggia a Satana non fa del bene. Se venisse a cantare vicino a casa mia non so se sarei preoccupato, ma un rosario lo reciterei anche io. Satana teme nulla quanto il rosario. Il rosario è usato in termini antidiabolici”.

 Sul bacio di Luigi Berlusconi ad un amico: “Il bacio dispettoso? Questa la definirei una didascalia padronale. La questione Elisa Isoardi? E’ il tentativo di dare un colpo all’immagine di un leader politico, in questo caso Salvini. C’è una guerra tra Berlusconi e Salvini a mio avviso. Il settimanale berlusconiano che viene venduto in centinaia di migliaia di copie che ritrae la Isoardi che bacia un uomo in prima pagina fa battaglia politica per ammazzare l’immagine di Matteo Salvini. Che gli abbiano messo le corna è una cosa che va in copertina su un settimanale che appartiene a quello che dovrebbe essere il suo migliore alleato. Non l’avrà presa bene questa cosa. Tornando a Luigi Berlusconi, il bacio di Luigi non mi sembrava dispettoso. Immagino che avrà dovuto spiegare qualcosa a papà. Anche se papà ormai è amico di Luxuria, è gay friendly, alla fine certi valori arrivano anche in famiglia. Era meglio che si faceva prete Luigi, aveva pensato a questo cammino prima dei baci dispettosi…”.

lagobracciano

BRACCIANO, ECOITALIASOLIDALE: “NOSTRA DENUNCIA HA DATO BUONI FRUTTI

“Auspichiamo che i dati dichiarati dal sindaco Raggi, in occasione dell’audizione presso la Commissione parlamentare Periferie, corrispondano al vero. Se così fosse, quindi, sarebbe un buon inizio e conferma come le verifiche di Ecoitaliasolidale su quanto stava accadendo al lago erano fondate, così come il nostro impegno a tutela del sito andava nella giusta direzione. Per questo, sia a mezzo stampa che con manifestazioni sul sposto insieme ai cittadini e ai nostri iscritti, abbiamo sentito la necessità di attivarci, ben prima quindi che l’emergenza siccità desse il colpo di grazia al lago di Bracciano. Non ci siamo neanche risparmiati gravosi giorni di sciopero della sete effettuati dal sottoscritto per cinque lunghi giorni. Iniziativa proseguita  anche dai dirigenti dell’associazione, da Vanda  Soriente e Attilio Piazza che ringrazio. Come Ecoitaliasolidale, vigileremo anche nei prossimi giorni per verificare se i livelli di captazione si siano realmente ridotti o se si tratta del classico annuncio alla stampa solo per ottenere qualche rigo sui giornali. È’ quanto dichiara in una nota Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecologista ECOITALIASOLIDALE.

DSCF3178

Grande successo l’8 luglio a Ripa Teatina (Ch) con la serata conclusiva e le premiazioni del Premio Rocky Marciano

Grande successo l’8 luglio a Ripa Teatina (Ch) con la serata conclusiva e le premiazioni del Premio Rocky Marciano. Continue reading…

soldi - medicina - sanità - tagli - formazione

FARMACI, “AIFA RITIRA LOTTI MEDICINALE ANTIAGGREGANTE PIASTRINICO”

Alcuni  lotti di TIKLID saranno ritirati dalle farmacie, su tutto il territorio nazionale. Ad ordinarlo è stata l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA). I lotti di TIKLID sono quegli prodotti dalla Società Sanofi S.p.A.. Il provvedimento, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si è reso necessario a seguito di una comunicazione della ditta Sanofi concernente la presenza del foglio illustrativo solo parzialmente in lingua italiana nelle confezioni suddette. In particolare, si tratta delle confezioni di TIKLID*30CPR RIV 250MG– AIC 024453021 lotto 1B004 scad. 10/2019; lotto B005 scad. 01/2020 e lotto B006 scad. 01/2020. Tiklid, il cui principio attivo è la Ticlopidina, trova indicazione nella prevenzione secondaria di eventi ischemici occlusivi cerebrovascolari e cardiovascolari in pazienti a rischio trombotico ( arteriopatia obliterante periferica, pregresso infarto miocardico, pregressi attacchi ischemici transitori ricorrenti, ictus cerebrale ischemico, angina instabile ). La ditta Sanofi ha comunicato l’avvio del ritiro che il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare.

polizia

ROMA. VIOLENTO SENZA FISSA DIMORA AGGREDISCE DUE PERSONE

La telefonata al 112 è giunta poco dopo la mezzanotte.

Due amiche, a passeggio in piazza di San Giovanni in Laterano, hanno segnalato di essere state aggredite da un uomo che, senza alcun motivo, le aveva avvicinate sferrando un calcio alla testa di una di loro, facendola rovinare in terra. Immediate sono scattate le ricerche della Polizia di Stato e, dopo poco, una pattuglia del Commissariato Celio ha intercettato  una persona  perfettamente corrispondente alle descrizioni, che aveva vistose tracce di sangue sulle mani.

L’uomo è stato pertanto condotto in commissariato per ulteriori accertamenti.

Pochi minuti dopo, una pattuglia del commissariato Esquilino, in transito in piazza San Giovanni, veniva a conoscenza di un uomo appena soccorso da un’autombulanza.

Dalle testimonianze raccolte nell’immediato, è emerso trattarsi di un senza fissa dimora che, già in terra, era stato picchiato selvaggiamente da un uomo. Sia l’amica della donna colpita che il testimone del pestaggio del clochard, sono stati condotti presso il commissariato Viminale per essere ascoltati.

Nel transitare nei corridoi, entrambi hanno subito riconosciuto il responsabile di entrambi gli episodi, identificato per P.M.G., romeno di 31 anni, senza fissa dimora della zona, con numerosi precedenti di polizia per furto aggravato e danneggiamento. L’uomo aggredito ha riportato la frattura del bacino ed una emorragia cerebrale, ed è stato ricoverato in prognosi riservata, mentre la donna, anch’ella soccorsa in ospedale, ha riportato un trauma cranico ed una prognosi di 30 giorni. Gli investigatori del Commissariato Viminale, pertanto, al termine degli accertamenti, considerata la pericolosità del 31enne  e la concreta possibilità di fuga, lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Dovrà rispondere di tentato omicidio.

Roma, 9 luglio 2017

trento

TRIDENTUM CRIT AL BENIAMINO DI CASA IGNAZIO MOSER

eri a Trento è stata “la giornata dei Moser”, con “La Moserissima” in onore di Francesco Moser in mattinata, ed il successo serale al Tridentum Crit di Ignazio Moser, figlio del ciclista italiano più vincente di tutti i tempi (273 vittorie). Spettacolare la sfida-esibizione nel centro storico trentino, con un folto pubblico radunato lungo le transenne ad assistere ad una più che curiosa disciplina. Ad impegnarsi alla novità assoluta dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale una quarantina di atleti uomini ed una decina di donne, per una durata di 20 minuti + 1 giro (donne), e di 30 minuti + 1 giro (uomini).

Ignazio Moser è figlio d’arte ma era anche colui che deteneva le più alte possibilità di vittoria sulle strade di casa in sella al team Cinelli Chrome. A provare a mettere i bastoni fra le ruote all’atleta trentino vi erano Martino Poccianti del team Cykeln Firenze, di recente aggiudicatosi il titolo di campione del mondo, e ancora Aldo Ilesic del team Specialized, uno dei cinque competitors più forti al mondo, Emanuele Poli, secondo nella gara milanese del Red Hook Criterium, Ivan Ravaioli, campione del Red Hook Criterium nel 2015, Alessandro Mariani del team IRD Modena, ex professionista e plurimedagliato.

Tra le atlete era presente la campionessa del mondo in carica Jasmine Dotti, del team IRD Modena come Mariani, Paola Panzeri del team Cinelli Chrome e Stefania Baldi, pioniera al femminile. Una battaglia unica senza l’utilizzo dei freni sul pavè di Trento dunque, con il via alle danze, come cortesia vuole, aperto dalle donne, le quali hanno assistito ad un lungo assolo di Jasmine Dotti (00:20:43.75), brava a staccare le avversarie dirette sin dal secondo giro, con Letizia Galvani (00:20:55.90) e Paola Panzeri a doversi accontentare rispettivamente del secondo e terzo piazzamento. Più che soddisfatta la velocissima che vive a Bergamo: “Non avrei voluto doppiare le altre atlete, le ho viste davanti ed ho rallentato, poi invece mi hanno avvisato che mi stavano recuperando ed ho aumentato ancora, mi dispiace averle doppiate, non è il mio obiettivo. Sono stata professionista per quattro anni, due anni fa ho smesso e sono passata allo scatto fisso, sta andando bene. Mi piace molto il pavè, e partecipare con questa platea ad assistere diverte sia noi che il pubblico”.

Battaglia per la vittoria maschile ben più accesa, con anche il meteo a fare le bizze e a causare una sospensione della gara, ripresa poco più tardi quando il pavè si era asciugato dalla pioggia. E una volta ripartita la contesa, con i tempi di gara ridimensionati, è stato proprio l’idolo di casa Ignazio Moser ad aggiudicarsi la volata nei dieci minuti che avrebbero determinato l’esito del Tridentum Crit (00:10:25.60), per la gioia dei suoi concittadini: “Ce l’abbiamo fatta, finalmente siamo riusciti a ripartire appena smesso di piovere ed arrivati quando ha ricominciato, è stata una scelta più che azzeccata da parte degli organizzatori. Vincere in casa è sempre fantastico, soprattutto in una giornata dedicata ai Moser. Siamo scappati in tre per la volata, all’ultima curva ero in seconda posizione, poi ho dato tutto quello che avevo, rischiando anche di finire contro le transenne per la troppa velocità con cui siamo giunti all’arrivo. Felicissimo per me e per la famiglia Moser, spero di continuare così anche a Londra tra quindici giorni”. In seconda posizione terminano Martino Poccianti (00:10:25.75) ed Emanuele Poli (00:10:27.75).

Serata di premiazioni anche per i ciclostorici de “La Moserissima”, Marco Gadotti è stato premiato per “coerenza abbigliamento” con una maglia Filotex ed una bici Moser, la squadra più numerosa è stata lo Gnurant Team capeggiato proprio da Ignazio Moser, premiato per la generosità Rudy Maffetti, per abbigliamento coerente con i principi della manifestazione Giovanni Nencini, figlio del grande Gastone, mentre la più giovane è stata la temeraria Valentina Cerioli, in sella ad una bici Graziella, ed ancora Silvio Coccianti per abbigliamento e bici del 1930.

Per info: www.laleggendariacharlygaul.it e www.lamoserissima.it

CANNABISSTORE

I “CANNABIS STORE” APPRODANO IN ITALIA

di Valeria Davide

Stanno spuntando fuori come funghi , appartenenti alla catena di franchising Cannabis store Amsterdam  e dopo Catania , Napoli e Lecce apre in pieno centro storico anche a Caserta l’ultimo Cannabis Store , una sorta di shop caffè dove si degustano prodotti gastronomici e bibite che contengono un quantitativo di cannabis commestibile  e oltre una decina di tipologie di semi di cannabis esposti e venduti soltanto come souvenir.

I cannabis store sono ricolmi di tutto ciò che, in un modo o nell’altro, ha a che vedere con la marijuana: dai tessuti per i fissati del bio abbigliamento, ai prodotti per la coltivazione, dall’olio, nutritivo e molto costoso, ai dischi inneggianti alla cultura delle droghe libere come i dischi di Bob Marley, sacerdote dell’ aromatico culto della marjuana, tranne che gli spinelli.  In quello visitato a Napoli si trova anche tra le mille cianfrusaglie, una speciale versione del Monopoli, il celebre gioco da tavola, per l’occasione ribattezzato Cannopoli,  con la fermata del coffee shop e quella del bordello stile Amsterdam. Ma, anche in questo caso, c’è il rischio di finire in prigione.

I Cannabis store hanno il suono di una contraddizione tutta italiana ma tutti i prodotti  sono del tutto legali poiché non contengono alcuna sostanza stupefacente né tantomeno “droghe leggere” come si pensa. Esiste una netta e grande differenza tra i prodotti alla Canapa venduti dagli Store Cannabis Store Amsterdam e la Marijuana o qualsiasi altra droga. È vero infatti che queste 2 piante appartengono alla stessa specie vegetale ma sono classificate in due ben distinte categorie poiché tutti i nostri prodotti sono a base di canapa ma non contengono il THC “tetraidrocannabinolo” ovvero il principio attivo psicotropo presente nella Marijuana e nelle altre droghe.

La questione sulla legalizzazione delle droghe leggere è ancora molto dibattuta in Parlamento. Legalizzando il mercato della cannabis si potrebbe sottrarre alla criminalità una fetta di guadagni illeciti del valore di 8,5 miliardi di euro all’anno. La questione droghe leggere parla chiaro attraverso i numeri: 2mila arresti da dicembre 2014 a giugno 2015. Un italiano su dieci fuma abitualmente la “canna”.

autobus

ATAC, ASSOTUTELA BOCCIA LA SINDACA RAGGI

“Mentre Il trasporto della Capitale di Italia continua a morire tra inefficienze, ritardi e scioperi, nelle scorse ore siamo venuti a conoscenza dalla stampa, delle dichiarazioni chiare e nette del nuovo direttore generale Atac Rota, che avrebbe sostanzialmente criticato l’immobilismo grillino in merito alla difficile e complicata vicenda della municipalizzata capitolina dei trasporti. Si tratta dell’ennesima conferma della inadeguatezza istituzionale e amministrativa della sindaca Virginia Raggi, che continua a ricevere critiche e stilettate anche da chi, almeno in teoria, dovrebbe stare dalla sua parte. Siamo davvero senza parole. Auspichiamo adesso che la giunta pentastellata si svegli e lavori davvero a braccetto con il fresco management Atac per risolvere i disservizi che quotidianamente attanagliano la mobilità della città di Roma”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Maritato.

 

il pazzo

FANTANTONIO DI VERONA/ L’Hellas ricompone la coppia Cassano-Pazzini che spopolò alla Samp. Per l’attaccante barese è l’ennesima ripartenza

di Fabio Camillacci

A volte ritornano. Antonio Cassano riparte da Verona, sponda Hellas. L’annuncio arriva direttamente dal sito ufficiale degli scaligeri. Nel comunicato dei gialloblù si legge: “Il club comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Antonio Cassano. L’attaccante, dopo aver sostenuto le visite mediche nel pomeriggio, è partito alla volta di Primiero per raggiungere il ritiro della squadra”. Cassano indosserà la maglia numero 99 dell’Hellas Verona. Continue reading…

poesia

Poesia nella settimana: “FUOCHI NELLA NOTTE”

Fuochi nella notte

illuminano il cielo.

Un fumo impietoso

arde l’aria,

disprezza la natura,

soffoca il respiro,

brucia l’esistenza.

Fiamma maledetta,

l’uomo ti ha procreata,

unicamente per il Dio denaro,

ti ha generata.

Spregiando il suo fratello,

sfregiando il creato,

obliando (scordando) il venturo (futuro),

perendo il corrente.

POESIE TERRA FELIX

sanità

MEDICI DEI GRANDI OSPEDALI UTILIZZATI COME ‘TAPPABUCHI’

“Come i cannoni di Mussolini, nella disastrata sanità di Zingaretti accadono cose che hanno dell’inverosimile. Mentre il presidente, attraverso il suo ufficio stampa, si affanna a dichiarare al mondo intero che nel servizo sanitario regionale si sta procedendo alle assunzioni, che sono sanate tutte le carenze di organico, che tutto funziona alla perfezione, si dice che vengano diramate disposizioni al limite della legalità”.   Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che insiste: “Vorremmo sapere se corrisponde al vero la decisione di coprire, nei mesi estivi, i buchi di organico dei medici della provincia che prendono il congedo estivo, ‘comandando’ i camici bianchi dei grandi ospedali romani, così da far apparire tutto perfetto, tutto funzionante, tramite i cosiddetti ‘tappabuchi’, come gli eserciti farlocchi che venivano mostrati a Mussolini per convincerlo della grandezza dell’Italia e della fedeltà delle milizie fasciste. Purtroppo, dopo aver desertificato la provincia, tagliando quanti più servizi possibile, si tenta di riparare agli errori con altri errori. Un ospedale raffazzonato, mettendo in difficoltà un altro nosocomio romano con supplenti in trasferta forzata. Ci auguriamo di aver capito male, una cosa del genere non può essere possibile e speriamo di essere smentiti quanto prima”, chiosa il presidente.