Play Pause

13.37 bossi berlusconi

Avanti, cercando di evitare le elezioni. Umberto Bossi corregge il tiro, rispetto a qualche giorno fa, e si allinea al pensiero di Berlusconi. “Lui dice che per il bene del Paese bisogna andare avanti così? Se lo dice lui, che è il leader, va bene anche a noi”. Da Saluzzo, nel cuneese, dove è iniziato il lungo week-end della ‘Festa dei popoli padani’, Bossi giura piena fedeltà a Berlusconi: “Noi siamo alleati e gli daremo il voto. Non ci dimentichiamo di chi ci ha aiutato e Berlusconi ci ha assicurato i voti per il federalismo. Non accoltelliamo alla schiena. Gli daremo il voto in aula”. Per il ministro Calderoli, accanto a Bossi sul palco in piazza a Saluzzo, la Lega non deve invece votare “alla prima chiama sulla fiducia. Suggerirò a Bossi di non partecipare alla prima, ma di farlo alla seconda, così – dice il ministro della Semplificazione normativa – si potrà verificare se quella maggioranza dipende solo dai finiani”. E a Fini è rivolto il primo pensiero del discorso di Bossi: “Lui dice che la Padania non esiste? Non ha capito che siamo un popolo dalle montagne al mare. Siamo più forti delle stupidaggini che dice. Dovrebbe solo imparare a rispettare la parola. Certo ci ha messo in una bella difficoltà”. Domani Bossi e Calderoli saliranno al pian del Re, dove nasce il Po, per la tradizionale cerimonia dell’ampolla. Da quello stesso luogo, alle pendici del Monviso, oggi è partito il ‘giro della Padania’, in bicicletta. Dal Monviso a Venezia, in quattro tappe, con l’acqua del Po nelle borracce. In prima fila il sottosegretario all’Interno Michelino Davico, grande appassionato di ciclismo, e tanti ex campioni del pedale, a comincare da Francesco Moser.

13.35 no al terrorismo e alla violenza

‘Contrastare il terrorismo in tutte le sue forme ed opporre un fermo rifiuto ad ogni manifestazione di violenza’, cosi’ Napolitano sull’11/9 La violenza e’ ‘sempre e comunque inaccettabile in quanto nemica della pace, delle liberta’ fondamentali, della dignita’ della persona umana e del diritto alla vita’ e creare un ‘ordine internazionale’ basato su giustizia, dialogo e ‘rispetto reciproco tra religioni e civilta”. Napolitano sottolinea la coerenza italiana nel perseguire questi obiettivi.

13.31 problemi rai

Nel caso Santoro ‘alcune tematiche sono state risolte con spirito collaborativo ma altri problemi devono essere risolti’. Cosi’ fonti Rai. A quanto si apprende dalle stesse fonti ‘la direzione generale si e’ mossa nell’intera vicenda applicando puntualmente, come prevede la governance aziendale, le decisioni del cda’. ‘Alcune tematiche e alcuni problemi sono stati risolti con spirito collaborativo, ma restano peraltro elementi rilevanti che devono ancora essere risolti.

13.30politica gasparri

‘Se Ferrero si allea con Bersani, Bersani si allea con le ex brigate rosse’. Lo afferma Maurizio Gasparri. Da Gubbio commenta un’ipotesi di alleanza tra il Pd e la Federazione della Sinistra.’Vi ricordate Ferrero (leader della Federazione di Sinistra e segretario di Rc)? – dice – Quello che non e’ entrato in Parlamento perche’ non ha raggiunto il quorum. Ho letto sul giornale che Ferrero ha assoldato un brigatista rosso, non pentito,nello staff del suo partito’.

13.25di pietro politica

‘Che se ne fa l’Italia di un premier che va all’estero per parlare male delle sue istituzioni,a partire dalla magistratura?’,chiede Di Pietro. ‘O da quella che rappresenta l’intero popolo – continua – cioe’ il presidente della Camera?. E aggiunge, ‘Un presidente del Consiglio che si comporta in questo modo e’ un terrorista politico’.Per Di Pietro ‘L’Italia ha bisogno di liberarsi da Berlusconi, perche’ e’ lui il governicchio, il governo della P2, della P3 e della cricca, che fa leggi ad personam’

12.50 Francia: minaccia terrorismo

La minaccia di attentati terroristici in Francia ‘non e’ mai stata cosi’ elevata’. Lo dice il capo dell’antiterrorismo Bernard Squarcini.La principale fonte di preoccupazione – spiega – e’ l’Aqmi, il braccio di Al-Qaida nel Maghreb islamico, che circa un mese fa ha gia’ ucciso un ostaggio francese e che ora potrebbe agire sul territorio francese.E sottolinea, ‘Siamo allo stesso livello di minaccia del 1995′, anno segnato da un’ondata di attentati in Francia’.

12.45 Incidenti lavoro: 3 operai morti

Tre operai impegnati nella bonifica di una cisterna di proprieta’ di una azienda farmaceutica, sono morti. E’ avvenuto a Capua. La cisterna appartiene alla Pierrel.

12.40 Elettrobisturi prende fuoco

Paziente ustionata in sala operatoria all’ospedale dell’Angelo di Mestre a causa dell’elettrobisturi che ha preso fuoco. Sull’episodio l’Asl 12 ha avviato un’indagine.

12.35 Di Pietro:premier terrorista della politica

-‘Che se ne fa l’Italia di un premier che va all’estero per parlare male delle sue istituzioni,a partire dalla magistratura?’,chiede Di Pietro. ‘O da quella che rappresenta l’intero popolo – continua – cioe’ il presidente della Camera?. E aggiunge, ‘Un presidente del Consiglio che si comporta in questo modo e’ un terrorista politico’.Per Di Pietro ‘L’Italia ha bisogno di liberarsi da Berlusconi, perche’ e’ lui il governicchio, il governo della P2, della P3 e della cricca, che fa leggi ad personam’.

12.30 Cade aereo turismo, muore pilota

Un aereo da turismo e’ caduto nel comune di Greve in Chianti, in localita’ Panzano. Il pilota e’ morto. Il velivolo era partito da poco. Prima dell’incidente il pilota si sarebbe messo in contatto con la torre di controllo di Firenze, dicendo di essere in difficolta’ e che avrebbe tentato un atterraggio di emergenza.

AFFITTI E DATI CATASTALI

di Antonio Domenico Maritato

Le modifiche in sede di conversione in legge del decreto 78/2010 non hanno riguardato la norma sugli affitti. L’art. 19, comma 15, dispone, sempre a partire dal 1° luglio, che “la richiesta di registrazione di contratti, scritti o verbali, di locazione o affitto di beni immobili esistenti sul territorio dello Stato e relative cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite” deve contenere “anche l’indicazione dei dati catastali degli immobili”.

Pena: una sanzione compresa tra il 120% e il 240% dell’importo dell’im posta dovuta per la registrazione del contratto (che è pari al 2% del canone annuo).

I GENI DELLA CMT

di Roberta Catania

Fonte: www.aicmt.org

Una ventina d’anni fa, quando la genetica era ancora agli albori, i neurologi avevano osservato che alcuni pazienti affetti da CMT presentavano una velocità di conduzione nervosa (VCN) ridotta ed altri no.

Poichè la VCN, cioè la velocità con cui il nervo trasporta l’impulso nervoso, dipende dall’integrità della guaina mielinica, fu ipotizzato che i soggetti con VCN ridotta avessero un difetto mielinico, mentre gli altri un difetto assonale.
Pertanto furono distinte due forme di CMT in base ad un semplice criterio elettromiografico:

1. Forme demielinizzanti: quando la velocità di conduzione motoria (VCM) del nervo mediano (dal gomito al polso) è inferiore a 38 metri al secondo;

2. Forme assonali: quando la suddetta velocità è maggiore di 38 m/sec.

Nell’ultimo decennio i geni responsabili della maggior parte delle forme demielinizzanti sono stati identificati.

Essi codificano per componenti strutturali della mielina periferica o per sostanze importanti per lo sviluppo e la funzionalità delle cellule che formano la mielina (cellule di Schwann):

1. Proteina Mielinica Periferica (PMP22): pur rappresentando solo il 2-5% del totale delle proteine mieliniche, un’alterazione del gene che codifica per questa sostanza è responsabile della maggior parte delle forme demielinizzanti (CMT tipo 1A).  E’ interessante notare che l’assenza di uno dei due geni della PMP22 (delezione) causa una forma particolare di neuropatia detta HNPP, in cui i nervi sono particolarmente suscettibili alla compressione, mentre la presenza di tre geni (duplicazione) anzichè due (normale) determina la forma più frequente di CMT 1A. Il gene è situato sul cromosoma 17p11.2

2. Proteina Mielinica Zero (P0 o MPZ): rappresenta il 50-60% del totale delle proteine mieliniche.
Il gene è situato sul cromosoma 1q22-q23. Un’alterazione di questo gene causa la CMT tipo 1B.

3. Connessina 32 (Cx32): è una proteina responsabile della formazione di canali nella mielina che permettono la comunicazione tra il corpo cellulare della cellula di Schwann e l’assone. Il gene è situato sul cromosoma Xq13. La forma di CMT corrispondente è detta CMT X.

4. EGR2: il gene è situato sul cromosoma 10q21 (CMT 1)

5. NDRG1: il gene è situato sul cromosoma 8q24 (CMT 4D tipo Lom)

6. MTMR2: il gene è situato sul cromosoma 11q22.1 (CMT 4B)

7. Periaxina (PRX): il gene è situato sul cromosoma 19q13 (CMT 4F)

Per le forme assonali sono stati identificati solo due geni che codificano per sostanze importanti per l’integrità dell’assone e per la sua funzionalità:

1. KIF1Bbeta: essendo stato scoperto qualche mese fa dai giapponesi, ne parleremo in dettaglio tra le novità dalla ricerca, sempre su questo numero. Il gene è situato sul cromosoma 1p36.

2. NEFL: è il gene della CMT2E scoperto dai russi lo scorso anno, di  cui abbiamo parlato nel precedente numero di AICMT News.
Il gene è situato sul  cromosoma 8p21.

Tuttavia si è recentemente scoperto che alcuni casi, classificati come assonali in base al criterio EMG, erano dovuti a mutazioni del gene che codifica per la P0 (CMT 1B) o di quello della connessina 32 (CMT X tipo 1).

Ciò ha messo un po’ in discussione la classificazione basata sul criterio EMG ed ha comportato la necessità di studiare i suddetti geni anche nei soggetti con VCN maggiore di 38 m/sec.

Verosimilmente questa classificazione sarà sostituita da quella eziologica, cioè basata sul gene e sulla specifica mutazione responsabile del singolo caso, non appena saranno disponibili nuove metodiche di genetica molecolare, più sensibili e rapide di quelle attuali.

MANOVRA FISCALE 2010

di Michel Emi Maritato (*)

Con l’ennesima “dimostrazione di forza” (doppia richiesta di fiducia, sia al Senato che alla Camera), la maggioranza ha condotto in porto anche la “Manovra correttiva 2010”. Si tratta della legge n. 122 del 30 luglio, di conversione del D.L. n. 78/2010, pubblicata nel Supplemento ordinario n. 174 della Gazzetta Ufficiale n. 176 dello stesso giorno. Contiene le misure adottate dall’Esecutivo per raddrizzare i conti pubblici e, contemporaneamente, sostenere lo sviluppo e la competitività economica nazionale. Valore complessivo dell’operazione: 25 miliardi di euro. La strategia per correggere il disavanzo eccessivo – come richiesto in sede comunitaria – e riportarlo entro il 2012 sotto la soglia del 3% del prodotto interno lordo segue due linee guida principali: il contenimento della spesa pubblica (incide per oltre il 60% dell’intera manovra) e il contrasto all’evasione fiscale e contributiva. Non mancano, però, disposizioni che cozzano con il ritornello ripetuto da molti esponenti della maggioranza, premier in testa, secondo cui “non vengono messe le mani nelle tasche degli Italiani”.

Entrando più nel dettaglio dei contenuti, per quanto riguarda la lotta all’evasione fiscale, sono stati introdotti strumenti di accertamento più efficaci in controtendenza da alcuni provvedimenti adottati da questo stesso esecutivo all’esordio della legislazione, accelerati i tempi di riscossione delle maggiori imposte accertate e concentrati i controlli su alcune tipologie di contribuenti a più elevato rischio di evasione. Si segnalano, tra le varie disposizioni, l’aggiornamento del “redditometro”, le limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore, il contrasto ai fenomeni delle imprese “apri e chiudi” e delle imprese in perdita per più anni, la “promozione” a titolo esecutivo dell’avviso di accertamento e del provvedimento di irrogazione delle sanzioni (avranno anche il valore di cartella esattoriale), l’obbligo di comunicare telematicamente all’Agenzia delle entrate le operazioni commerciali sopra i 3.000 euro e quello di chiedere l’autorizzazione per effettuare scambi di beni intracomunitari, l’aggiornamento del catasto (con la regolarizzazione fiscale delle “case fantasma” e l’avvio dell’Anagrafe immobiliare integrata), l’introduzione di una ritenuta d’acconto sui bonifici effettuati per pagare le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica.

 

     

(*) Studio Maritato
Viale Castrense 31-32
00182 Roma.
tel.0645421734.
www.studiomaritato.it

 

MANOVRA FISCALE 2010

di Michel Emi Maritato (*)

Con l’ennesima “dimostrazione di forza” (doppia richiesta di fiducia, sia al Senato che alla Camera), la maggioranza ha condotto in porto anche la “Manovra correttiva 2010”. Si tratta della legge n. 122 del 30 luglio, di conversione del D.L. n. 78/2010, pubblicata nel Supplemento ordinario n. 174 della Gazzetta Ufficiale n. 176 dello stesso giorno. Contiene le misure adottate dall’Esecutivo per raddrizzare i conti pubblici e, contemporaneamente, sostenere lo sviluppo e la competitività economica nazionale. Valore complessivo dell’operazione: 25 miliardi di euro. La strategia per correggere il disavanzo eccessivo – come richiesto in sede comunitaria – e riportarlo entro il 2012 sotto la soglia del 3% del prodotto interno lordo segue due linee guida principali: il contenimento della spesa pubblica (incide per oltre il 60% dell’intera manovra) e il contrasto all’evasione fiscale e contributiva. Non mancano, però, disposizioni che cozzano con il ritornello ripetuto da molti esponenti della maggioranza, premier in testa, secondo cui “non vengono messe le mani nelle tasche degli Italiani”.

Entrando più nel dettaglio dei contenuti, per quanto riguarda la lotta all’evasione fiscale, sono stati introdotti strumenti di accertamento più efficaci in controtendenza da alcuni provvedimenti adottati da questo stesso esecutivo all’esordio della legislazione, accelerati i tempi di riscossione delle maggiori imposte accertate e concentrati i controlli su alcune tipologie di contribuenti a più elevato rischio di evasione. Si segnalano, tra le varie disposizioni, l’aggiornamento del “redditometro”, le limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore, il contrasto ai fenomeni delle imprese “apri e chiudi” e delle imprese in perdita per più anni, la “promozione” a titolo esecutivo dell’avviso di accertamento e del provvedimento di irrogazione delle sanzioni (avranno anche il valore di cartella esattoriale), l’obbligo di comunicare telematicamente all’Agenzia delle entrate le operazioni commerciali sopra i 3.000 euro e quello di chiedere l’autorizzazione per effettuare scambi di beni intracomunitari, l’aggiornamento del catasto (con la regolarizzazione fiscale delle “case fantasma” e l’avvio dell’Anagrafe immobiliare integrata), l’introduzione di una ritenuta d’acconto sui bonifici effettuati per pagare le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica.

 

     

(*) Studio Maritato
Viale Castrense 31-32
00182 Roma.
tel.0645421734.
www.studiomaritato.it

 

SIAMO UN AGGREGATO DI CELLULE O QUALCOSA DI PIU?

di Gaetano Caira (*)

In questi ultimi decenni la ricerca medica ha fatto sicuramente passi da gigante. La tecnologia moderna, inoltre, ha aiutato in modo valido a risolvere problemi di trapianto di organi vitali, come ad esempio a correggere anomalie e difetti dell’attività cardiaca. Abbiamo sconfitto con l’ausilio di vaccini diverse malattie che sembravano prima incurabili. Ma esistono ancora altre malattie che purtroppo non sono ancora state sconfitte, come il cancro e il diabete. Come l’uomo può sconfiggere in modo radicale questi tipi di malattie? Per alcuni illuminati ricercatori americani come Bruce Lipton e Gary Craig l’unica strada per rispondere a questa domanda è quella di vedere in modo diverso il mondo della vita su questo nostro pianeta e anche nell’universo. Fino adesso i medici sono stati istruiti da altri che provengono da dottrine puramente materialistiche.

Basti pensare che il primo ad avere l’intuizione sulla prima particella della materia, l’atomo, è stato Democrito, filosofo greco. In parallelo l’altro suo collega Socrate scoprì che tutta la materia vivente che vediamo è stata plagiata da una forza vitale energetica invisibile che è stata chiamata da Aristotele “anima” o “spirito”. Secondo Socrate tutto quello che vediamo è un mondo imperfetto perché è una distorsione di quello che dovrebbe “essere” che chiamiamo “ideale”. Per rendere l’idea quando immaginiamo con la nostra mente un cerchio esso ci appare “perfetto”, mentre se proviamo a disegnarlo subito su carta con le nostre mani non sarà sicuramente tale. Possiamo dire, quindi, che la medicina è stata influenzata fino ai tempi odierni dalla dottrina materialistica di Democrito, mentre le religioni e la chiesa sono state influenzate dalla dottrina spiritualistica di Socrate. I medici hanno sempre cercato di guarire l’uomo come separato dalla sua essenza e dall’universo. Ogni particella vivente è collegata con tutte le altre in tutto l’universo. La materia è in movimento quando si verifica uno scontro tra molecole ed atomi di diversi elementi. Questa provoca anche spostamento di energia che non vediamo con i nostri occhi. Secondo il professore di fisica Vittorio Marchi tutto l’universo è riempito di “vuoto” o “etere” che non vediamo ma esiste come energia formando un enorme oceano. Ogni particella naviga in esso e come succede nell’acqua ogni suo movimento provoca la creazione di onde concentriche che a distanza diminuisce di potenza. Quando due o più onde si scontrano danno origine ad un’altra che rappresenta la loro somma matematica. Proviamo ad immaginare la nostra atmosfera dove viviamo attraversata da mille tipi di onde proveniente dai nostri cellulari, dalla TV, dalla radio, campi elettromagnetici…Se abbiamo questa nuova visione possiamo concludere che anche i nostri pensieri sono delle vibrazioni che inviamo nell’universo. Il nostro corpo non è altro che energia solidificata come ghiaccio nell’acqua del mare. Durante il nostro percorso di vita possiamo trovarci in un’area più calda e il nostro corpo si scioglie: ritorneremo ad essere acqua e quindi “energia universale”. Siamo corpi e particelle divise e unite nello stesso tempo perché prima o poi ritorniamo essenza evoluta primordiale. Il nostro benessere personale non è altro che la risultante di tutte queste varianti e quindi non possiamo considerarci divisi dal nostro universo. La medicina ha adesso dei limiti perché ha sempre studiato il nostro corpo come elemento a sé stante proprio come una macchina che non ha bisogno dell’ausilio di energie esterne. Quando ci guardiamo allo specchio e vediamo il nostro corpo possiamo dire che non è solo quello che vediamo ma l’insieme di ben 50 mila miliardi di cellule dotate tutte di esigenze fisiologiche e fisiche: hanno un apparato digerente, riproduttivo ed escretore. La nostra mente, come un governatore o direttore generale di una grande azienda, ripartisce e controlla le funzioni del nostro corpo. I nostri geni del DNA sono i portatori di informazioni caratteriali che provengono dai nostri genitori. La nostra mente, funzionando da filtro, apre e chiude l’energia che proviene dall’esterno modificando spesso i geni e plasmandoli secondo i pensieri che riesce a costruire. Secondo gli studi moderni della nuova scienza medica si hanno le prove che quando pensiamo “positivo” quotidianamente siamo più aperti a fortificare e plasmare il nostro DNA. Quando pensiamo “negativo” possiamo creare dei blocchi energetici interni al nostro corpo che provocano delle modifiche irreparabili al nostro DNA. Moltissimi ricercatori medici e biologi  moderni stanno, quindi, cambiando la loro opinione primaria meccanicistica e materialistica e stanno dirigendo i loro studi abbracciando campi molto più ampi raggiungendo già ottimi risultati. La scoperta eccezionale è di curare il nostro corpo non solo un pezzo alla volta ma integralmente tutto il corpo perché tutti i nostri atomi sono collegati e divisi nello stesso momento: siamo tutto ed uno nell’universo. Ma, come anche scoperto da alcuni ricercatori medici, possiamo dire che purtroppo molte case farmaceutiche sono contrarie a questi tipi di studi perché potrebbe rappresentare un crollo dei loro guadagni materiali. Soluzione ideale è quella di una collaborazione univoca e più costruttiva da parte della nuova classe medica con un pronto aggiornamento non solo tecnologico e farmaceutico ma anche scientifico e medico psicologico. Solo così si potrà giungere insieme all’unica sospirata vittoria: sconfiggere le malattie cancerogene, il tumore, il diabete a altre malattie adesso incurabili.

                                           
(Autore di “Feng Shui e Armonia della Mente” e “Lavorare in Armonia”)