Play Pause

14.33 La solitudin può uccidere

 Essere circondati da familiari e amici ti fa vivere piu’ a lungo. Al contrario le persone che non hanno alcuna vita sociale hanno il 50 per cento di probabilita’ in piu’ di morire rispetto a coloro che invece hanno molti amici e un rapporto stretto con i familiari. Questo e’ quanto emerso da uno studio delle universita’ dello Utah e della Carolina del Nord, riportato dal quotidiano britannico Daily Mail. I ricercatori hanno scoperto che chi socializza regolarmente con la famiglia e gli amici vive in media 3,7 anni piu’ a lungo di quelli che conducono una vita solitaria. Le persone con scarso sostegno sociale, infatti, hanno un tasso di mortalita’ alto come quello degli alcolisti, mentre l’impatto di fare nuove amicizie e’ comparabile a quello di smettere di fumare. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 148 studi condotti in 30 anni e che hanno coinvolto piu’ di 300 mila persone. “Gli amici e le persone di supporto possono rendere la vita piu’ facile ogni giorno”, ha detto Burt Uchino, che ha coordinato lo studio.
  “Possono incoraggiare – ha continuato – anche le pratiche per avere una migliore salute, come consultare un medico o fare piu’ esercizio. Possono anche aiutare indirettamente, facendoci credere che si ha qualcosa per cui vivere”. Secondo i ricercatori, il sostegno emotivo che danno le persone puo’ aiutare a mettere i problemi nella giusta prospettiva. “Avere relazioni sicure e sentirsi amati – ha detto Uchino – fa vivere meglio le persone”. Lo studio ha anche trovato un collegamento tra la morte e la solitudine sia negli uomini che nelle donne, indipendentemente dalla loro salute.
  –

14.21 tasso di disoccupazione stabile

Tasso di disoccupazione stabile all’8,5% a luglio nei paesi Ocse, senza variazioni su giugno e contro l’8,6% di maggio. In Italia, in particolare, si e’ attestato all’8,4% con un lieve calo rispetto all’8,5% segnato nel mese precedente. Nell’Unione europea il tasso e’ rimasto al 9,6%, tra i G7 e’ restato fermo all’8,2%, mentre nell’Eurozona si e’ stabilizzato al 10%.
  Per il mese di luglio, il tasso e’ salito dal 7,9% all’8% in Canada mentre negli Usa e’ rimasto fermo al 9,5. Il tasso di disoccupazione piu’ alto si e’ registrato in Spagna con il 20,3%; quindi Repubblica slovacca (15%), Irlanda (13,6%), Portogallo (10,8%) e Ungheria (10,3%). I tassi piu’ bassi sono stati registrati in Corea (3,7%) e in Austria (3,8%).
  In cifra assoluta il numero dei disoccupati a luglio nei paesi dell’area Ocse e’ ammontato a 45,5 milioni con un aumento di 13,4 milioni di persone rispetto al luglio 2008.

14.20 entrate tributarie in crescita

 In leggero rialzo le entrate tributarie nei primi 7 mesi dell’anno: il Dipartimento delle Finanze segnala un incremento dello 0,1% pari a +271 mln. In particolare, spiega il Rapporto, le entrate hanno registrato una variazione negativa di 7 mld, -3,1%, ma se si includono gli incassi erariali dei ruoli (+10,2%) e l’effetto “nettizzante” delle poste correttive, emerge un risultato lievemente superiore rispetto al periodo gennaio-luglio 2009. Escludendo invece gli incassi dei ruoli, la flessione “e’ imputabile al previso minor versamento a saldo registrato a febbraio 2010 dell’imposta sostitutiva su interessi e altri redditi da capitale, all’andamento dell’autoliquidazione e al previsto venir meno di entrate una tantum”.

PESCHERECCIO MITRAGLIATO PROBABILE OMICIDIO PLURIMO

di Emanuela Maria Maritato (*)
 
La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un’inchiesta ipotizzando anche il reato di tentato omicidio plurimo agravato a carico di ignoti nell’ambito dell’indagine sul mitragliamento da parte di una motovedetta libica ai danni del peschereccio mazarese “Ariete”.
Ieri la procura aveva disposto accertamenti – che sono stati delegati al Ris dei carabinieri – sui fori di entrata dei proiettili per verificare se i militari libici abbiano sparato ad altezza d’uomo. L’inchiesta a carico di ignoti ipotizza pure il reato di danneggiamento di natante come previsto dal Codice della navigazione. L’indagine e’ coordinata dal procuratore Renato Di Natale dall’aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto procuratore della Repubblica Luca Sciarretta.

La Procura ha disposto il sequestro del peschereccio sul quale verranno effettuati rilievi da parte del Ris dei carabinieri sia sui fori di entrata dei proiettili sia sui dispositivi Gps a bordo del peschereccio, al fine di verificare l’esatta posizione al momento dell’incidente dell’imbarcazione italiana.

ANTONIO BUGLIONE

di Emanuela Maria Maritato (*)
 
E’ libero Antonio Buglione, 54 anni, imprenditore di Saviano, nel napoletano, di cui i familiari avevano denunciato un presunto rapimento con richiesta di riscatto per 5 milioni. L’uomo si sarebbe liberato da solo e avrebbe raggiunto con mezzi di fortuna l’abitazione a Marigliano, nel napoletano, di un suo conoscente. Li’ avrebbe telefonato ai carabinieri, che sono andati a prelevarlo e lo hanno portato in caserma a Castello di Cisterna.
  Ad ascoltare la sua testimonianza sul presunto rapimento sono anche il pm antimafia Simona Di Monte e il procuratore aggiunto Rosario Cantelmo.

 Secondo quanto riferito da un parente, all’imprenditore sarebbe stata impedita la fuga con una catena al collo e sarebbe stato segregato in una sorta di serra nelle campagne di Marigliano.

11.40 BERSANI

‘Sara’ opposizione durissima al governicchio’, promette Bersani che rilancia su un governo di transizione per la legge elettorale.Chiudendo la festa del Pd,il segretario ha parlato di tensione sociale:’Un governo tradisce il Paese se lavora per la divisione’.Dal palco Bersani ribadisce che il Pd lavorera’ per un nuovo Ulivo ‘con le forze di centro sinistra disposte a stringere un patto’.Sul fisco ‘pronti a discutere una riforma che sposti il carico dal lavoro alle rendite finanziarie’

11.36 AZIONE CATTOLICA ITALIANA

Dal mondo cattolico arrivano nuovi richiami alla politica: veleni e dossier oscurano le vere priorita’,prima fra tutte il lavoro. L’Azione Cattolica Italiana, dal convegno che si e’ chiuso ad Ancona indirizza un messaggio alla classe dirigente chiedendo che la ripresa di settembre coincida con una nuova attenzione ai problemi reali. L’AC recrimina sulla ‘brutta estate’ percorsa da veleni, sospetti e risse:’Polemiche lontane dalle preoccupazioni quotidiane degli italiani’.

11.35 SILVIO …..AVANTI ANCORA PER TRE ANNI

‘La situazione e’ sotto controllo e in Parlamento ci sono le condizioni per andare avanti fino al 2013′. Lo ha affermato Silvio Berlusconi. Intervenendo telefonicamente a Mattino 5, il premier ha escluso ”che si debba andare a votare” anticipatamente aggiungendo che la legge elettorale non cambia:’proprio questa legge ha tolto il Paese dalla ingovernabilita’. Per il premier la crisi e’ stata affrontata bene e ha annunciato che tra poco ci sara’ il nuovo ministro dello Sviluppo economico.

11.35 CLAUDIA VINCIGUERRA

 E’ morta a la critica tv Claudia Vinciguerra. Si e’ spenta nell’ospedale San Carlo di Nancy di Roma dove era ricoverata da alcuni giorni. Nata nella Capitale nel 1923, scrisse tra l’altro per Il Giorno e collaboro’ con la trasmissione della domenica di Raidue ‘Mattina in famiglia’. E’ conosciuta anche per l’imitazione che fece di lei Teo Teocoli.

11.30 ELWTTRICITà

Nella settimana tra il 6 e il 12 settembre, il prezzo medio di acquisto dell’energia nella borsa elettrica (Pun) e’ sceso a 65,84/MWh. Il prezzo e’ in flessione dell’11,4% rispetto alla settimana precedente. Lo rende noto il Gme. In calo anche i volumi di energia elettrica scambiati in borsa, pari a 3,7 mln di MWh (-1,0%), e la liquidita’ del mercato, attestatasi al 61,7% (-0,2 punti percentuali). Il prezzo medio di vendita, in calo in tutte le zone, e’ stato di 63,67/MWh nel Sud.

11.21 U.E

Il Tribunale dell’Ue ha respinto il ricorso con il quale l’Italia aveva chiesto di annullare due bandi di concorso. Questi infatti erano stati pubblicati solo in francese, inglese e tedesco. Secondo il giudici del Tribunale Ue le modalita’ di pubblicazione dei testi integrali dei bandi e di versioni succinte relative a modifiche in tutte le lingue ufficiali sulla ‘Gazzetta Ufficiale’ Ue ”non costituisce una discriminazione basata sulla lingua”.

11.12ISTAT

Le retribuzioni di fatto sono cresciute nel secondo trimestre del 2010 del 3,4% sul corrispondente periodo del 2009. Inoltre le retribuzioni sono aumentate dello 0,5% (dato destagionalizzato) sul trimestre precedente. Lo comunica l’Istat, ricordando che, nel secondo trimestre di quest’anno il tasso d’inflazione Nic su base annua e’ stato pari all’1,5%.

bankitalia

Il debito pubblico italiano a luglio e’ salito rispetto a giugno e ha toccato un nuovo record, a 1.838,296 miliardi. Lo dice Bankitalia. Il dato e’ contenuto nel supplemento del Bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla Finanza pubblica. Nei primi sette mesi del 2010 – si legge ancora sul Bollettino – le entrate tributarie si sono attestate a quota 210,374 miliardi di euro, registrando un calo del 3,4% rispetto al corrispondente periodo del 2009.

11.20 calcio

Il centrocampista dell’Ajax Evander Sno e’ stato colpito da un attacco cardiaco questa sera nel corso di una gara tra Ajax e Vitesse Arnhem.Sno s’e’accasciato a meta’ del secondo tempo ed e’ stato rianimato grazie all’utilizzo di un defibrillatore in campo dai sanitari, poi il trasporto in ospedale.’Il defibrillatore e’ stato usato 4 volte e ha salvato la vita a Sno’, spiega una nota del club. Sno e’cosciente, e’ stato preso quest’anno dal Bristol City, prima aveva giocato coi Rangers Glascow.

11.20 POLITICA

Dopo le proteste contro il presidente del Senato, Renato Schifani, una nuova violenta contestazione alla Festa Nazionale del Pd colpisce Raffaele Bonanni. Accolto da fischi, lancio di banconote finte e dallo striscione ‘Marchionne comanda e Bonanni obbedisce’, il leader della Cisl, appena salito sul palco di piazza Castello, viene sfiorato da un fumogeno che non lo ferisce. A protestare sono soprattutto giovani dei centri sociali. Il dibattito viene annullato, mentre il vice-segretario del Pd Enrico Letta, che avrebbe dovuto discutere con il sindacalista, urla ai contestatori ”Voi non avete niente a che fare con la democrazia. Siete il contrario di quello di cui ha bisogno il Paese. Siete antidemocratici”.

Letta parla di ”falle nel servizio di sicurezza delle forze dell’ordine”, ma il questore di Torino, Aldo Faraoni, replica che era adeguato alle esigenze, accusa Letta di essere stato ”un po’ troppo precipitoso nel suo giudizio” e ricorda che gli organizzatori hanno sempre voluto consentire l’accesso libero a tutti anche nelle aree dei dibattiti. Interviene anche il responsabile della festa del Pd, Lino Paganelli: ”E’ aperta a tutti e tale restera’. L’attivita’ di prevenzione spetta alle forze dell’ordine e mi auguro che d’ora in poi sia gestita con maggior attenzione”.

”Sto bene ma sono molto turbato. Senza la presenza dei militanti della Cisl poteva accadere ancora qualcosa di piu’ grave. Per questo spero che tutti riflettano su quanto e’ accaduto e abbassino i toni”, dichiara Bonanni al quale telefonano i leader di Cgil e Uil, Guglielmo Epifani e Luigi Angeletti per esprimere la loro solidarieta’. Netta condanna anche dal numero uno della Fiom, Maurizio Landini. Il Quirinale conferma le espressioni di condanna gia’ usate da Giorgio Napolitano sabato scorso prendendo con forza le distanze dagli attacchi dei ‘grillini’ al presidente del Senato mentre interveniva dal palco della festa del pd.

Durissima anche la reazione del segretario del partito, Pierluigi Bersani, che telefona subito a Bonanni: ”Si e’ trattato di un atto di intimidazione e di vera e propria violenza – afferma – un attacco squadrista. E’ inconcepibile che una festa popolare, che vive nel pieno centro della citta’, possa essere attaccata in questo modo. Attendiamo di conoscere dal ministero dell’Interno quali misure preventive e repressive siano state prese per impedire un episodio del genere”.

Solidarieta’ a Bonanni arriva da molti rappresentanti istituzionali, tra i quali il presidente della Camera Gianfranco Fini, il presidente del Senato Schifani, il vice presidente del Senato Vannino Chiti, il ministro dell’Interno Roberto Maroni e della Giustizia, Angelino Alfano. Condanna con fermezza l’aggressione la Confindustria, mentre la Confcommercio parla di ‘gesto vile’.