inps2

COLF, BADANTI E BABYSITTER. AUMENTO DEI MINIMI RETRIBUTIVI

Il 17 gennaio scorso, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo ha siglato l’accordo sui nuovi minimi retributivi relativi al lavoro domestico derivanti dalla variazione del costo della vita e quindi dell’indice Istat di riferimento (+0,8%).
Le nuove tabelle sono valide dal 1 gennaio 2018 e si applicano sia ai lavoratori assunti in regime di convivenza che a quelli a ore, pertanto anche la busta paga del mese in corso dovrà tener conto dei nuovi valori. Il tasso di incremento dei minimi retributivi è pari allo 0,64%.
Le famiglie che in casa si avvalgono dell’aiuto di colf, badanti e babysitter inquadrate al livello B – corrispondente ai collaboratori con esperienza e retribuiti per singole ore di lavoro – dovranno corrispondere in busta paga una variazione in più di 4 centesimi sulla retribuzione oraria minima, che passa da 5,68 a 5,72 euro, pari a un aumento di circa 5 euro mensili. Quanto all’assistenza a persone non autosufficienti in regime di convivenza, lo stipendio mensile aumenterà di 6,18 euro.
Si ricorda infine alle famiglie che l’aumento riguarda solo coloro che retribuiscono il proprio collaboratore in base alle tariffe sindacali. Per i datori di lavoro domestico che corrispondono invece importi più elevati per la presenza di un superminimo assorbibile la retribuzione non varierà.
E’ possibile leggere il verbale di accordo al seguente link:
http://www.lavoro.gov.it/…/Verbale-Commissione-minimi-retri…
E’ inoltre possibile consultare la tabella dei minimi retributivi al seguente link:
http://www.lavoro.gov.it/…/Tabella-minimi-retributivi-2018.…

EMANUELA MARIA MARITATO