isticitt

SAN REMO FESTIVAL CAFE’, PREMIO ALLA TRASMISSIONE “ISTITUZIONI E CITTADINI”

Si avvicina l’eccezionale giornata del San Remo Festival Cafè, fissata per il 6 dicembre al Teatro Ghione a partire dalla matinèe delle ore 10, che culminerà con la serata d’onore, dalle ore 20.30, con tappa di selezione presieduta dal grande Amedeo Minghi. Una serata unica ispirata al Natale e dedicata a combattere la violenza sulle donne. Ma anche una serata di riconoscimenti e premiazioni per tutti coloro che quest’anno si sono adoperati lanciando un messaggio sociale positivo. E fatto una informazione trasparente, una attività di servizio pubblico imparziale e corretta. Come quella del programma “Istituzioni e cittadini”, in onda su CH86 ONETV. Abbiamo intervistato Fabrizio Mastrorosato, conduttore della trasmissione televisiva.

Lei fa informazione da molti anni e ha visto cambiare Roma. Che città vede? Purtroppo l’informazione, rispetto a quanto avviene in particolare nei paesi anglosassoni, è legata quasi sempre alle volontà dell’editore, dove a prevalere sono i suoi interessi relativi ad attività che nulla hanno a che vedere con la libera informazione. Insomma si ripropone l’eterno mai risolto conflitto d’interesse. Roma da questo punto di vista ne rappresenta un esempio tangibile. Per quanto riguarda la nostra città la mia sensazione è che siamo di fronte al nulla, non siamo in presenza di una discussione se si è d’accordo o no rispetto ad una visione di che realtà intendiamo costruire, no emerge unicamente una vera e propria assenza di prospettiva, appunto il nulla

La sua trasmissione riceverà un riconoscimento per aver fatto una informazione vera e corretta. E’ contento? Sono davvero compiaciuto proprio per quelle ragioni che sottolineavo prima. Da sempre portiamo avanti una informazione libera da ogni qualsivoglia condizionamento. Pertanto quando questo ci viene attestato come con questo riconoscimento la cosa ci rende particolarmente appagati e felici di far bene il nostro lavoro

La sua trasmissione sta riscuotendo un grande successo. Quale il segreto? Il nostro successo viene, a mio modo di vedere, per una serie di fattori: un editore che non ci condiziona; una squadra che lavora in pienezza d’intenti, in questo quadro, fra tutti, voglio ricordare il lavoro proficuo e silenzio svolto dalla signora Sara Salvatori; altri motivi provengono dal fatto di far partecipare tutti aldilà dell’appartenenza politica, ma soprattutto il nostro maggior successo dipende dal coinvolgimento spontaneo dei cittadini che intervengono liberamente e senza alcun filtro alla nostra trasmissione.

Marco Montini