IMG-20170305-WA0000

Gianni Testa nuovo direttore artistico per l’Academy del Sanremo Festival cafè

di Marta Reitano

In esclusiva per Radio Sanremo web  e Vento Nuovo abbiamo raccolto le emozioni del vocal coach Gianni Testa riguardo la propria nomina alla direzione artistica dell’Academy del Sanremo Festival cafè.

“Felicissimo della nomina come direttore artistico per l accademia Sanremo Festival Cafè, perché quando si dà spazio ai giovani essere presente e poterli guidare in modo costruttivo riempie di felicità e gratitudine.”

Crede molto Gianni Testa nella meritocrazia soprattutto per quanto riguarda i ragazzi, perché solo attraverso questa si può costruire una carriera, senza finire nel banalismo a cui la televisione ci ha abituati. A questo proposito dichiara:”I ragazzi devono essere concreti, non devono volere il successo ma devono volere la musica, e questa la si fa quando si partecipa a concorsi seri e non quando si insegue il successo, perché musica e successo non vanno di pari passo. Una cosa è il successo e un’altra è essere amanti della musica” spiega Gianni testa. “Anche quando ero più giovane facevo i concorsi che potevano chiamarsi tali ed erano veri, si faceva davvero musica. Da quando è arrivato in televisione il talent si è spostata l’idea comune di musica: non si va in televisione per essere dei musicisti ma per essere personaggi di successo, e questo un po’ devia i ragazzi, perché rincorrono tutti il successo ma non sanno che dietro quel successo se non c’e qualcosa di concreto può finire in situazioni di buio una volta che si spengono quelle luci. Se questo accade, e se non si è psicologicamente forti si rischia gravemente, si può incorrere in brutti problemi di salute come depressione o cose peggiori, che io ho visto tutte. Per questo vorrei che le persone che partecipano siano delle persone formate, che vogliono davvero fare i musicisti e che davvero amano la musica”

Persona di successo e di forte valore morale, a cui la vita non ha regalato nulla, dal quale si dovrebbe prendere esempio. “Per me questa è una grande sfida, per la mia carriera artistica, ma soprattutto una grande speranza per me stesso” “Sono arrivato a questo traguardo, proprio come per i miei altri traguardi più importanti solo grazie all’aiuto di Dio” spiega sorridendo “Sono arrivato dalla Calabria, mia terra d’origine, da solo, con un bagaglio culturale e una formazione personale come primo musicista. Amo questo mestiere, fin da quando ero bambino; quando i miei amici andavano a giocare io mi chiudevo in un garage e cantavo tutto il pomeriggio, la mia infanzia l’ho passata in mezzo alla musica” L’impegno, l’amore per la musica e l’armonia ha portato questo grande artista a realizzare il sogno della sua vita, proprio come potrebbe fare ognuno di noi.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest