A8BF8105-B215-4418-8220-67882D4ED9AF

Usa, ragazzo ispanico muore soffocato da tre poliziotti: si dimettono i responsabili e il capo della polizia.

di Antonella Cucca

È successo a Tucson, in Arizona. La vittima è Carlos Ingram Lòpez, 27 anni, il quale è morto per arresto cardiaco dopo essere stato ammanettato e tenuto con il volto a terra per circa dodici minuti da tre agenti. Il ragazzo di origine ispanica chiedeva dell’acqua dicendo di non riuscire a respirare.
Gli agenti coinvolti Samuel Routledge,Ryan Starbuck e Jonathan Jackson si sono dimessi e con loro anche Chris Magnum,capo della polizia di Tucson.
Il video che attesta la morte del giovane è stato ripreso dalle body-camera degli agenti.La vittima era seminuda e nascosta dietro la macchina di un garage.
Anche lui come George Floyd,vittima anch’esso di agenti e morto lo scorso 21 Aprile a Minneapolis,chiede aiuto perché “non respiro “.
Secondo quanto riportano i media Usa,l’autopsia ha rilevato che la causa della morte è stata una “combinazione di costrizione fisica e arresto cardiaco,con complicazioni dovute ad intossicazione da cocaina”.