Moby-Zazà-625x350

28 migranti positivi al covid-19: quarantena all’interno della nave Moby Zazà.

Salvati in acque internazionali dalla Sea-Watch, 28 migranti risultati positivi al coronavirus, trascorreranno 15 giorni di quarantena sulla nave Moby Zazà ormeggiata a Porto Empedocle nell’agrigentino.
Effettuati già da ieri 209 tamponi tra tutti gli ospitanti dell’imbarcazione, era stato reso noto ieri sera che uno dei migranti sbarcati dalla Sea-Watch era stato ricoverato nel reparto malattie infettive dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta per sospetta tubercolosi, l’esito del tampone ha confermato e successivamente la positività al covid 19; tra i 28 positivi è l’unico ad aver manifestato sintomi.
per quanto riguarda i 181 migranti che erano assieme ai 28 positivi, fra due giorni verranno sottoposti ad un nuovo test rino-faringeo, in quanto si corre il rischio che il loro tampone, attualmente negativo, possa positivizzarsi con il trascorrere delle ore.

L’annuncio ufficiale arriva dalla pagina Facebook del Presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, di cui un estratto:
“e chi ha vaneggiato accusandoci quasi di razzismo oggi si renderà conto che avevamo ragione”.

Ad evitare il peggio sarebbe stata solo la soluzione della nave-quarantena voluta dallo stesso governo Musumeci, come dichiarato da Carolina Varchi, deputato di Fratelli d’Italia che tiene a sottolineare: ” le folli politiche del governo nazionale in materia di gestione dei flussi migratori espongono i siciliani a forti rischi per la salute pubblica”.

La linea simile dei sindaci di AGRIGENTO e PORTO EMPEDOCLE, LILLO FIRETTO E IDA CARMINA: ” La provincia di Agrigento non può essere lasciata da sola – dichiara Carmina – Noi conosciamo i nostri territori e possiamo aiutare; se fossimo informati potremmo anche parlare con i nostri cittadini e tranquillizzarli… La salute è un bene comune”.
Aggiunge di essere preoccupata anche per le ripercussioni sul settore turistico: “notizie come questa possono avere ripercussioni per l’opinione pubblica e per chi vuole trascorrere le vacanze a Porto Empedocle. Sarebbe giusto anche un ristoro economico per questi comuni che vivono problemi drammatici”.

Sostiene il collega agrigentino: “ci aspettiamo un ascolto Maggiore per le unità locali; non è giusto che i sindaci non vengano coinvolti sulla scelta delle aperture dei centri di accoglienza. La nostra terra è una terra di accoglienza ma se si tira troppo un elastico questo si rompe”.

Polemiche anche dal mondo politico d’opposizione: ” porti spalancati, navi da crociera per ospitare gli immigrati, decine di clandestini con il covid 19, sanatoria da catastrofe e taser per le forze dell’ordine dimenticato; il governo perde tempo per cambiare i decreti sicurezza, quando al Viminale non sono nemmeno riusciti a ufficializzare le deleghe per viceministri e sottosegretari. È un governo che mette in pericolo l’Italia e gli italiani”. Così Matteo Salvini, Senatore della Repubblica e leader della Lega.