4972250_1714_strage_stazione_bologna_ergastolo_cavallini_terrorista_nar_oggi_ultime_notizie_0

Strage di Bologna, ergastolo a Gilberto Cavallini

di Michel Emi Maritato

Ergastolo per l’ex terrorista dei Nar Gilberto Cavallini, nel processo sulla Strage della stazione di Bologna del 2 agosto 1980. La sentenza è stata letta dalla Corte di assise, dopo sei ore e mezza di camera di consiglio. “Io sono pentito di quello che ho fatto, di quello che non ho fatto non mi posso pentire. Dico anche a nome dei miei compagni di gruppo che non abbiamo da chiedere perdono a nessuno per quanto successo il 2 agosto 1980″, ha detto Cavallini, nelle dichiarazioni spontanee al termine del processo. “Ribadisco il concetto espresso da Francesca Mambro davanti a una Corte di assise, molti anni fa. Non siamo noi che dobbiamo abbassare gli occhi a Bologna”. La sentenza,a 40 anni dai fatti, dopo quasi due anni di dibattimento e decine di testimoni. A Bologna, la mattina del 2 agosto di quasi quaranta anni fa, una bomba esplose nella stazione e provocò la morte di 85 persone e il ferimento di altre 200 e più. Fu, senza dubbio, la più grave strage avvenuta in Italia nel secondo dopoguerra.Oltre all’ergastolo, Cavallini è stato condannato a risarcire i danni, da liquidare nella competente sede civile. Poi, sono diventate subito esecutive le seguenti provvisionali: 100mila euro per ogni persona che nella Strage di Bologna ha perso un parente di primo grado o il coniuge; 50mila per chi ha perso un parente di secondo grado o un affine di primo o secondo grado; 30mila per chi ha perso un parente o un affine di grado ulteriore; 15mila per ogni ferito; 10mila per chi ha un parente ferito.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest