conf

I segreti del San Camillo: i cittadini vogliono sapere

Commissione regionale Sanità a porte chiuse su gravi vicende che coinvolgono l’ospedale.

 

“Pochi sanno, nessuno deve conoscere. Le ultime due gravi vicende che riguardano il San Camillo, sono state trattate a porte chiuse in due recenti sedute della commissione Politiche sociali e Salute della Regione Lazio. Oltre all’impenetrabilità del ‘giglio magico’ e delle ‘cabine di regia’ dell’assessorato alla sanità, anche l’organo assembleare che è il Consiglio regionale – espressione dei cittadini con i suoi organismi – si chiude a riccio sia sull’increscioso episodio della morte di Marcello Cairoli al pronto soccorso, sia sulla inquietante vicenda dei presunti appalti pilotati, denominata ‘Operazione Piramide’”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che attacca: “In un panorama tanto opaco, quale il settore che dovrebbe tutelare la salute dei cittadini ma lo fa in malo modo, c’è bisogno di certezze e il presidente della commissione Rodolfo Lena nulla fa per rassicurarci sui più inquietanti episodi che hanno investito un nosocomio già gravato da annosi problemi, primo fra tutti il pauroso deficit di 161 milioni. E Zingaretti cosa fa?” si chiede il presidente. “Forse è il caso che vada a spiegare in aula la verità sull’accaduto ma per lui sarebbe troppo. Ammettere di aver fallito, con il taglio dei letti, gli ospedali chiusi, la non attivazione di posti di degenza, di reparti finanziati e promessi è dura ma i cittadini, nonostante quel ‘porto delle nebbie’ che è la Regione Lazio, hanno capito”.

 

UFFICIO STAMPA ASSOTUTELA

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest