dario-fo

SI E’ SPENTO DARIO FO

Se ne va oggi uno dei più grandi artisti che l’Italia abbia conosciuto:Dario Fo.

Ha esalato il suo ultimo respiro presso l’ospedale Sacco di Milano,dove era ricoverato da dodici giorni, intorno alle 08:30. Aveva 90 anni ed aveva appena terminato il suo ultimo lavoro:Quasi per caso una donna.Cristina di Svezia.

Pare che la morte sia stata causata da un’insufficienza respiratoria provocata da una patologia polmonare di cui soffriva da anni.Nonostante la sofferenza, non ha mai smesso di lavorare e sprigionare idee;a questo proposito il suo unico figlio, Jacopo Fo, ha dichiarato:”L’unica cosa sensata che posso dire è che ha resistito e ha continuato a lavorare 8-9-10 ore al giorno fino a quando è stato ricoverato. Bisognerebbe metterlo nei prontuari medici. L’arte, la passione e l’impegno civile servono”.

I funerali saranno celebrati con cerimonia laica il 15 Ottobre in Piazza Duomo, mentre la camera ardente sarà aperta domani,14 Ottobre, dalle 15 a mezzanotte,presso il teatro “Piccolo Strehler” di Via Rivoli, per poi essere riaperta sabato dalle 08:30 fino all’ora della cerimonia. Il sindaco Sala ha tabilito che sabato sarà giornata di lutto cittadino per Milano,città che aveva ormai da anni adottato l’artista.

Matteo Renzi ha scritto in una nota:”Con Dario Fo l’Italia perde uno dei grandi protagonisti del teatro, della cultura, della vita civile del nostro paese. La sua satira, la ricerca, il lavoro sulla scena, la sua poliedrica attività artistica restano l’eredità di un grande italiano nel mondo”. Beppe Grillo lo ha,invece, ricordato così:”Dario Fo non era semplicemente un uomo libero, era la libertà incarnata”.

 

Immacolata Teresa Madarena

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest