Sport

marlazio

CALCIOA 8, RICORSO DELLA MAR LAZIO PER SCONFITTA A TAVOLINO CONTRO MOJERO SOCCER

Ecco le dichiarazioni dei ragazzi della Mar Lazio dopo quanto accaduto ieri sera alla Stella azzurra, a Roma, dove si sarebbe dovuta giocare la gara valevole per gli ottavi di finale dei playoff scudetto di serie A2. La squadra del Mojero Soccer infatti, appellandosi ad un presunto ritardo di due minuti per l’ingresso sul terreno di gioco, si è affrettata ad abbandonare il campo per vincere la gara a tavolino, mentre alcuni giocatori della Mar Lazio erano già presenti nel terreno di gioco.

“Partecipiamo solo per la voglia di giocare a calcio, per scendere in campo ed onorare la maglia che indossiamo: anche ieri la Mar Lazio, ancora imbattuta, voleva entrare in campo per onorare la lega e le statistiche, già forte della promozione guadagnata a suon di punti nelle regular season; promozione che i nostri avversari dovevano ancora guadagnarsi sul campo, quel campo che tanto avevano timore di affrontare. Tutto questo è avvenuto ai danni del nostro gruppo, che in sette anni di lega calcio a 8 ha atteso fino a mezz’ora rispetto l’orario di gioco pur di mettersi alla prova con gli avversari di turno, un gruppo che a costo di non infierire su avversari infortunati o contati, ha tolto giocatori dal campo per giocare in parità numerica. Per questo, quanto accaduto alla Stella Azzurra è immotivato e inaccettabile.

L’unico encomio va a un solo giocatore del Mojero, e non è un caso che si tratti di un campione del mondo, quel Marco Amelia che nel 2006 ci ha fatto sognare con la nazionale italiana: con l’entusiasmo di una persona qualunque è stato l’ultimo con i suoi guantoni a uscire dal campo, incoraggiando i suoi compagni a giocarsela mentre uscivano mestamente dal campo senza neanche attendere la decisione dell’arbitro, quasi a volersi rubare la “merenda” che credevano di non potersi mai conquistare; e sarebbe stato proprio bello, tra una parata e l’altra, magari a fine partita, farsi raccontare da Marco un po’ di quelle splendide serate estive che nel 2006 coronarono a Berlino il sogno di ogni giocatore sulla faccia della terra: quello di vincere la coppa del mondo. Con l’occasione, dunque, il presidente della Mar Lazio, Michel Emi Maritato, intende fare affidamento proprio su Amelia affinché abbia un contatto e, poi, un confronto su un suo eventuale interessamento a sposare la causa della Mar Lazio e i suoi sani principi sportivi e morali.

Detto questo, a società e giocatori rincresce dover presentare un “ricorso” in merito a quanto accaduto alla Stella Azzurra, appellandoci a norme e regolamenti, quando a muoverci è solo la passione per questo splendido sport”.

sorteggio-6-2

CHAMPIONS, ASSOTUTELA: “ROMA LIVERPOOL, CHE SIA UNA GIORNATA DI FESTA”

“Tra qualche ora scenderanno in campo Roma e Liverpool per la semifinale di ritorno di Champions League. Una partita attesa, delicata e che preoccupa moltissimo dopo gli scontri della partita di andata tra le due tifoserie. Noi ci auguriamo con tutto il cuore che stasera a vincere sia innanzitutto lo sport, l’educazione e il rispetto. Oggi all’Olimpico e in tutta la Capitale d’Italia dovrà andare in scena una grande serata di festa”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

frizzimaritato

Sport, in campo per ricordare Fabrizio Frizzi

Prevista questa sera, presso il Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano, una partita di basketorganizzata dalla Nazionale Basket Artisti in collaborazione con Eurobasket Roma e il patrocinio di Roma Capitale in onore diFabrizio Frizzi.

Una serata all’insegna dello sport, del divertimento e dell’amicizia, proprio come avrebbe voluto Frizzi: scenderanno in campo diversi artisti, da Massimo Giletti a Flavio Insinna, tutti uniti nel ricordo del presentatore prematuramente scomparso. Presenti anche il fratello di Fabrizio, Fabio Frizzi, che capitanerà la compagine della Basketartisti Unicusano eValeria Favorito, la ragazza cui fu donato il midollo dallo stesso Frizzi anni fa.

Prima dell’inizio della gara momento emozionante: sarà ritirata la maglia numero 10 della Basketartisti, quella indossata proprio da Fabrizio.

Parteciperà all’incontro anche l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia: “Sono molto contento di poter dare il mio piccolo contributo sportivo per la gara di questa sera in ricordo di Fabrizio Frizzi. Lo sport e il divertimento erano suoi cavalli di battaglia, vogliamo ricordarlo quindi con un momento di festa, di condivisione sportiva ed emozionale senza eguali. Vi aspettiamo numerosi al Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano questa sera, tutti uniti per Frizzi”.

marlazio

CALCIO8, PER MAR LAZIO SPLENDIDA PROMOZIONE IN SERIE A

La Mar lazio vince la regular season ed è promossa ufficialmente nella serie A della Lega Calcio a 8. Un ruolino di marcia, praticamente infallibile, quello della squadra di mister Fabrizio Avallone: 13 vittorie, un pareggio e zero sconfitte. Col coefficiente punti 2.8 la Mar Lazio è risultata la miglior prima classificata degli altri gironi e, quindi, sarà testa di serie numero uno in occasione degli imminenti playoff. “È una stagione fantastica – commenta soddisfatto il presidente Michel Emi Maritato -. La squadra, il mister e la società hanno dimostrato grande professionalità e capacità. A loro faccio i complimenti e ringrazio per lo splendido risultato raggiunto. La promozione ci stimola a proseguire sulla strada intrapresa al fine di essere sempre più competitivi”, conclude il presidente Maritato.

anna frank

DERBY, ASSOTUTELA: “CORI INACCETTABILI, SOLIDARIETÀ A COMUNITÀ EBRAICA”

“Nella giornata di ieri alcuni tifosi della Lazio hanno intonato cori antisemiti e inneggiato al fascismo nel prepartita tra Lazio e Roma. Questa associazione, che fa della democrazia e dell’uguaglianza i suoi principi fondanti, condanna con assoluta fermezza tali gesti insensati ed esprime la propria piena solidarietà a tutta la comunità ebraica di Roma. Auspichiamo, dunque, che le istituzioni competenti identifichino tali pseudotifosi, il cui comportamento non può che essere considerato inaccettabile”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

asromabarca

Roma-Barcellona, Carboni: “Demeriti del Barça? No, merito della Roma”

Amedeo Carboni, ex calciatore della Roma, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Sport Academy” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Su Roma-Barcellona.  “A Roma abbiamo il Vaticano e aspettiamo sempre il miracolo –ha affermato Carboni-. Ma sinceramente non mi aspettavo una partita con un’intensità agonistica del genere da parte della Roma, che è stata fino all’80’ nella metà campo avversaria. Demeriti del Barça? No, è merito della Roma. Nel primo quarto d’ora ci poteva anche stare che i blaugrana fossero sorpresi dall’atteggiamento della Roma, ma poi hanno avrebbero avuto tutto il tempo per rialzarsi e cambiare il risultato. Se non l’hanno fatto è perché i giallorossi se li sono mangiati. Molto spesso entra in gioco il fattore del cuore che è difficile da comandare. Il Barcellona pensava di essere in grado di ribaltare il risultato in qualsiasi momento, ma Di Francesco non gli ha dato modo di respirare.  Lasciare il Barça nella propria metà campo per 80’ è stata una grandissima impresa. Per un giocatore questi sono i giorni più belli”.

 Sul sorteggio per la semifinale. “Quando arrivi in semifinale non c’è tanto da sperare nel sorteggio, perché le squadre che arrivano lì è perché hanno meritato –ha dichiarato Carboni-. Quindi non ho nessuna preferita da scegliere. Di Francesco crede alla finale? Non posso che confermare quello che dice lui. Se ci sono arrivato io col Valencia due volte in finale, ci può arrivare anche la Roma. A questo punto ci devi credere. Non esiste favorito e sfavorito in semifinale. Ci crediamo tutti”.

Sul derby. “Per fortuna c’è una grandissima partita domenica, contro la Lazio –ha affermato Carboni-. E’ una fortuna a livello psicologico perché non hai tempo per gongolare e devi subito ricaricare le pile perché c’è un derby di altissima intensità. La Roma arriva benissimo a questa partita. E’ vero che ieri hai consumato tanto a livello fisico e psicologico, ma è anche vero che hai grande entusiasmo. Quindi la Roma ci arriva in maniera perfetta”. Sulla Lazio. “La Lazio sta facendo una grandissima stagione, nessuno se lo aspettava –ha dichiarato Carboni-. Il merito è soprattutto di Inzaghi”.

Michel Emi Maritato

gasparri-maurizio-1

GASPARRI OGGI PENSA SOLO ALLA ROMA, GLI CHIEDONO DI POLITICA MA RISPONDE…

Maurizio Gasparri è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Il senatore di Forza Italia viene interrogato su questioni politiche, ma vuole parlare solo della vittoria della Roma in Champions: “Cosa dirà Forza Italia a Mattarella? Che la Roma ha fatto un’impresa storica, che nessuno pensava fosse possibile. Quelli del Barcellona volevano andare fuori dalla Spagna e dall’Europa, sono stati accontentati. Il mandato esplorativo potrebbe darlo a Di Francesco, avrebbe la maggioranza assoluta, non solo a Roma. Questo fatto domina le cronache, del resto non so. Di Maio? Che non vuole Berlusconi è una notizia vecchia, Roma-Barcellona invece è una notizia nuova. Tutti commentano il gol di Dzeko, di cosa volete che si parli oggi, di Di Maio? Il Governo si farà, vedremo cosa succederà. Che succede ora? Che c’è il sorteggio, probabilmente con Real Madrid,  Liverpool e Bayern Monaco. Secondo voi tra trent’anni uno dirà che era all’Olimpico quando si giocò Roma-Barcellona oppure si ricorderà di aver commentato le parole di Di Maio? Lo sport oggi è storia, la politica è cronaca”.  Gasparri è un fiume in piena: “Quello che è successo ieri vale uno scudetto. Se vinciamo col Barcellona tre a zero, figuratevi che mi frega dell’elenco dei sottosegretari di Di Maio. Ieri a un certo punto Claudio Amendola, un uomo di sinistra, allo Stadio ha saltato due o tre file di poltroncine e mi ha abbracciato. Ha detto stasera abbraccio anche Gasparri. Un abbraccio virile tra tifosi, senza alcun coinvolgimento politico”.

AUDIO http://www.tag24.it/podcast/maurizio-gasparri-governo-penso-solo-alla-roma/

PALLONE

Casilina calcio (I cat.), il rammarico di Borelli: «Col Piglio due punti persi, ma guardiamo avanti»

Roma – Il Casilina ha dato continuità al successo di Genazzano, anche se il pareggio interno contro il Piglio di domenica scorsa non era proprio il risultato sperato dai ragazzi di mister Tiberio Baroni. E’ il centrocampista Fabiano Borelli, uno degli elementi di maggior militanza nel club capitolino (al di là di una parentesi a Torbellamonaca nella seconda metà della scorsa stagione), a confermare questa impressione. «Sicuramente abbiamo perso due punti per come si era messa la partita – dice l’atleta classe 1993 – Dopo essere andati inizialmente sotto, infatti, siamo stati bravi a pareggiare i conti con Taglienti prima dell’intervallo, poi nel secondo tempo Buonocore (uno degli ultimi arrivati nel gruppo capitolino, ndr) ha siglato il gol del vantaggio, ma nell’ultimo quarto d’ora abbiamo subito il gol del definitivo 2-2. Peccato perché una vittoria ci avrebbe allontanato dalle zone pericolose della classifica, ma ora guardiamo avanti». In effetti la Prima categoria del Casilina rimane vicina ai play out (Atletico Monteporzio e Nuova Paliano sono a due sole lunghezze di distanza), anche se Borelli è convinto «che la squadra si possa salvare senza passare dai play out. A livello di organico credo che ci siano tutte le potenzialità per meritare un’altra classifica, ma evidentemente qualche episodio sfortunato unito a delle nostre mancanze non ci hanno permesso di stare in una posizione più tranquilla». Borelli parla del suo ritorno in un club che ormai rappresenta qualcosa di speciale per lui. «Un ambiente dove mi trovo bene» spiega il centrocampista che, invece, è al primo anno di conoscenza con mister Baroni. «C’è un buon rapporto con l’allenatore, credo sia un tecnico competente». Nel prossimo turno il Casilina è atteso dal delicato confronto sul campo del Rocca Priora che, nonostante la sconfitta di domenica sul campo della capolista Roma VIII, è ancora al quarto posto e in piena corsa per un posto nella prossima Coppa Lazio. «Una sfida difficile, ma ormai in questo finale di campionato saranno tutte battaglie» conclude Borelli.

Michel Emi Maritato

calciomercato - pallone calcio

Albalonga calcio (serie D), Paolacci e la volata finale: «Nel calcio può succedere di tutto…»

L’Albalonga torna alla vittoria e lo fa con uno squillante 5-2 sul campo del San Teodoro, in piena lotta per evitare la retrocessione diretta. «Sulla carta non era una gara semplice, ma siamo stati molto bravi» dice il difensore centrale classe 1984 Marco Paolacci che ha sbloccato il risultato nel corso della prima frazione col terzo sigillo personale in campionato. «Mi mancava da un po’ questa soddisfazione personale, è stato un gol importante perché ci ha consentito di sbloccare il risultato. Nella ripresa abbiamo raddoppiato con Proia, poi su una deviazione dopo un calcio di punizione abbiamo subito il 2-1, ma abbiamo reagito nel modo giusto andando sul 4-1 grazie ai gol di Cissè e Nohman. Un eurogol degli avversari è valso il 2-4, poi un rigore di Alonzi ha chiuso i giochi». Tre punti importanti che, sommati al pareggio che l’Albalonga ha strappato nel recupero di mercoledì scorso a Latina, hanno consentito ai castellani di accorciare le distanze dal Rieti. La capolista, comunque, mantiene cinque punti di vantaggio con quattro gare ancora da disputare. «Se vedo spiragli? E’ sicuramente complicata, ma nel calcio può succedere di tutto. L’anno scorso ho perso un campionato nella parte finale con la maglia del Trastevere, quindi mai dire mai… Rimpianti per Latina? Pareggiare su un campo difficile come quello ci può stare, ora guardiamo avanti». E cioè alla partita interna di domenica contro la Lupa Roma, squadra che al momento sembra abbastanza tranquilla anche se non ha ancora del tutto in tasca la salvezza. «Nessuno gioca per perdere in questa categoria, quindi sappiamo bene che dovremo sudare per conquistare un’altra vittoria». Anche perché in casa gli azzurri sembrano avere un rendimento meno brillante di quello esterno. «Stiamo facendo un bellissimo campionato, abbiamo messo insieme 65 punti e il Rieti davanti sta correndo tanto. Noi dobbiamo solo pensare a fare il massimo anche nelle ultime quattro partite, poi tireremo le somme» conclude Paolacci.

Corsa_cavalli

GRAN PREMIO ITALIA-Trofeo QN il Resto del Carlino QS di trotto

Domenica 8 Aprile 2018  inizio corse e divertimenti ore 15.00 all’Ippodromo Arcoveggio di Bologna tante attrazioni dedicate alle famiglie in occasione del GRAN PREMIO ITALIA-Trofeo QN il Resto del Carlino QS di trotto. La sfida fra i giovani campioni dell’allevamento nazionale ESTEMPORANEA e Atelier di pittura a cura della sezione didattica di Ca’ la Ghironda – ModernArtMuseum   Come un pittore …il fascino di dipingere all’aria aperta
Bambini artisti en plein air, con cavalletto, pennello e tavolozza
Tema: cavalli al trotto
Attività gratuita – su prenotazione: 051.757419 didattica@ghironda.it
Poi  Visita delle scuderie sull’HippoTram, Maxigonfiabili nel Parco Giochi, Animazioni Inizio corse e divertimenti ore 15.00. Ingresso gratuito per signore e bambini, per gli altri € 3,00

Michel Emi Maritato