Sanità

sanità

SANITÀ, ASSOTUTELA: “IL NUE 112 NON FUNZIONA. ESPOSTO ALLA PROCURA”

“Non vorremmo sembrare profetici ma lo annunciammo fin dalla sua creazione: il numero unico di emergenza 112 non funziona e purtroppo, a farne le spese sono sempre più spesso i cittadini che vedono i tempi di risposta ampiamente dilatati rispetto al passato e, quindi, vedono messa in pericolo la vita a causa di un modello totalmente da rivedere. A confermarlo sono anche e soprattutto professionisti e esperti di settore, in ultimo il rappresentante sindacale Conapo dei Vigili del Fuoco, Marco Piergallini, che recentemente ha posto l’accento sulle numerose carenze del Nue 112. L’aspetto più grave riguarda il sistema di emergenza sanitaria, dove anche un secondo in più di attesa vuol dire la salvezza o meno di una persona. Mentre invitiamo tutte le istituzioni competenti, ivi inclusa la Regione Lazio, a ripensare le procedure del numero unico di emergenza, come associazione che tutela il diritto alla salute dei cittadini, abbiamo intenzione di depositare un esposto alla Procura della Repubblica affinché sia fatta luce sulla effettiva operatività del Nue 112 e, li dove tale sistema risultasse insufficiente e manchevole con conseguente nocumento all’utente, accertarne le responsabilità. E’ arrivato il momento di fare chiarezza”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

autobus cotral

SANITÀ. DA COTRAL 55 DONNE PER LA “RACE FOR THE CURE”

Per la prima volta quest’anno Cotral partecipera’ con una propria squadra alla manifestazione ‘Race for the Cure’, l’evento nazionale di raccolta fondi organizzato dalla Susan G. Komen Italia, impegnata in prima linea nella lotta ai tumori al seno. Il team aziendale sara’ composto da 55 donne: autiste, impiegate e dirigenti dell’azienda di trasporto, capitanate dalla presidente Amalia Colaceci. Cosi’ in un comunicato Cotral Spa.  Continue reading…

ambulanza1

CADAVERE IN PARCO TRE FONTANE, È ITALIANA DI 49 ANNI

Si chiamava Maria Cristina Olivi, 49 anni, italiana. È stato identificato il corpo carbonizzato della donna ritrovato questa mattina nel Parco di Tre Fontane all’Eur. La donna, incensurata, abitava non lontano dal parco e lavorarava in una lavanderia della zona di San Paolo. Le indagini sono per omicidio ma al momento restano aperte a 360 gradi. Gli investigatori della Squadra Mobile non tralasciano alcuna ipotesi. Elementi utili potrebbero arrivare dall’autopsia disposta dal magistrato.

Michel Emi Maritato

IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINI

SBARDELLA E TRAVAGLINI: “SPRAR: DECISIONE DELICATA, SAREBBE SERVITA PIÙ TRASPARENZA E CONDIVISIONE”

“Apprendiamo solo dalle deliberazioni di Giunta che il Comune di Frascati ha aderito al Sistema di Protezione per i Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR). Una decisione così importante e delicata avrebbe meritato maggiore trasparenza e condivisione da parte dell’assessore De Carli, magari attraverso un passaggio in commissione così da informare tutti i consiglieri comunali che rappresentano tutta la città. Ci rendiamo conto che trasparenza e condivisione però sono concetti di cui questa Amministrazione ignora completamente il significato, dal momento che finora si è dimostrata allergica alle commissioni, convocate solo su richiesta delle opposizioni. Il mancato passaggio in Commissione ci lascia perplessi: perchè questo silenzio? Aderire allo Sprar è una decisione importante e non scontata per questa amministrazione, vista la massiccia presenza di esponenti di centrodestra. Noi siamo pronti a sostenerla, anche se avremmo avuto piacere di poter partecipare e dare il nostro contributo assieme ai colleghi di opposizione su questo importante modello di integrazione”. Dichiarano il Capogruppo Dem a Palazzo Marconi Francesca Sbardella e il consigliere comunale di E ora Frascati Gianluca Travaglini

villatiberiahospital

SANITA’, ASSOTUTELA: “LODEVOLE INIZIATIVA DI PREVENZIONE A VILLA TIBERIA HOSPITAL”

“Quando la prevenzione e la cura del paziente sono la stella polare della nostra sanità. Succede al “Villa Tiberia Hospital”, autorevole presidio situato in via Emilio Praga, in zona Montesacro a Roma, dove la direzione amministrativa – guidata da Valeria Giannotta – ha ideato e organizzato una doppia iniziativa sanitaria, aperta alla comunità: lo screening cardiologico per adulti e bambini il 13 aprile, e lo screening urologico 19 aprile, svolte da equipe qualificate che si avvolgono di tecnologia di ultima generazione. Siamo di fronte a una iniziativa davvero lodevole e significativa, a cui la nostra Associazione, sempre in prima linea nella difesa del diritto alla Salute, ha aderito con estremo piacere. Una iniziativa, quella del Villa Tiberia Hospital, che rappresenta un esempio di sanità d’eccellenza, innovativa, che punta sulla prevenzione e sulla tutela del cittadino.  Un modello da seguire”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

 

*Incidenti stradali/ Auto sul marciapiede:travolte 3 donne, gravi

MONTEVERDE, PEDONI INVESTITI DA AUTO: 2 IN CODICE GIALLO

Doppio investimento pedonale. E’ avvenuto intorno alle 15.30 in via Maurizio Quadrio nei pressi di via Poerio in zona Monteverde. A quanto si è appreso nell’incidente sono rimasti appunto feriti due pedoni che sono stati portati in codice giallo all’ospedale San Camillo. L’automobilista investitore si è fermato a prestare i primi soccorsi. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale di Roma capitale del gruppo Monteverde. (Omniroma)

sanità

SANITA’, PALOZZI(FI): “INTERROGAZIONE SU CHIUSURA REGINA APOSTOLORUM”

“Siamo molto preoccupati per le notizie che circolano in queste ore in merito alla chiusura del reparto di ematologia del Regina Apostolorum, importante nosocomio situato ad Albano Laziale nonché presidio territoriale strategico per tutto il bacino dei Castelli Romani e della provincia meridionale della Capitale. Si tratta di una ipotesi inaccettabile, fuori luogo e che non può passare sotto silenzio. Anzi, sollecitiamo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a riferire su questa delicata questione sanitaria: ricordiamo, infatti, che il reparto di ematologia del Regina Apostolorum rappresenta una vera e propria eccellenza per le cure delle malattie del sangue ed è punto di riferimento per numerosi pazienti. Per questa ragione, con l’avvio della nuova legislatura regionale, ho deciso di depositare una interrogazione urgente: dalla Regione Lazio c’è bisogno di chiarezza”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi

NIGUARDA PRESENTAZIONE ATTIVITA_ PRELIEVO E TRAPIANTOD_ ORGANO E

“Il Lazio riparte. Anche nella sanità”

«Il Lazio riparte. Anche nella sanità». Questo il commento del consigliere regionale Enrico Panunzi, al finanziamento regionale di 3,7 milioni di euro per l’ospedale di Belcolle. I fondi serviranno per l’acquisto dell’acceleratore lineare e lavori per attivazione UTN. «Abbiamo voltato pagina. – prosegue il candidato del Partito Democratico – Cinque anni fa il sistema era al collasso. Oggi, grazie all’Amministrazione Zingaretti, sta uscendo dalla fase emergenziale per entrare in quella della programmazione e degli interventi». Le risorse rientrano nei 100 milioni di euro per 18 interventi di ristrutturazione, ampliamento, messa in sicurezza e acquisto di nuovi macchinari nei maggiori ospedali di Roma e nelle province di Latina, Frosinone e Viterbo, previsti nel decreto alla firma del commissario ad acta alla sanità e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Per Belcolle sono fondi che consentiranno di far crescere la qualità dell’assistenza e dei servizi offerti. – conclude il consigliere regionale Panunzi – Sull’ospedale di Viterbo, l’attenzione dell’Amministrazione Zingaretti è sempre stata alta. Lo dimostrano anche i fondi messi a disposizione per il progetto di completamento del presidio, il cui iter amministrativo è entrato nella fase conclusiva».

Michel Emi Maritato

maritatonew

ASSOTUTELA-MARLAZIO: “AIUTIAMO ALESSANDRO”

“Una gara di solidarietà e vicinanza per aiutare un ragazzo malato. L’associazione Assotutela e la società sportiva MarLazio si mettono in gioco per Alessandro Stanzione, nato il 27 novembre del 1997 e attualmente ricoverato per leucemia linfoide acuta presso il reparto Ematologia all’ospedale Sant’Eugenio. Ci rivolgiamo, dunque, a tutti i cittadini affinché facciano una donazione di sangue per Alessandro, costretto a stare in un letto a causa di una brutta malattia. Con il vostro gesto faciliteremo e abbrevieremo i tempi di guarigione di Alessandro Stanzione, al quale rivolgiamo nel frattempo tutto il nostro affetto e tutta la nostra amicizia: in questo delicato e difficile momento, non sei solo”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela e della società sportiva MarLazio, Michel Emi Maritato.

fipalozzifi

Palozzi a confronto con i professionisti della sanità

Politica, istituzioni e professionisti a confronto su un settore chiave della nostra regione: la sanità. A organizzarlo Filippo Fordellone, noto odontoiatra e uomo impegnato nel sociale. “Sanità sociale. Una rete di servizi complementari al SSN”, il titolo del convegno andato in scena ieri pomeriggio in zona Appio, a cui hanno preso parte tanti cittadini ed esperti di settore. Presenti, inoltre, il consigliere regionale uscente e candidato in Consiglio regionale nella lista FI, Adriano Palozzi, accompagnato dall’altra candidata in quota FI, Laura Cartaginese, e dal senatore di Forza Italia, Francesco Aracri “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al dibattito, dove sono state esposte le idee ed i progetti dei due candidati al consiglio regionale del Lazio, Adriano Palozzi e Laura Cartaginese – ha sottolineato soddisfatto Fordellone – Un ringraziamento va anche al senatore Francesco Aracri. Si ringraziano inoltre, per i loro interessantissimi interventi, ricchi di spunti da cui poter trarre idee per nuove prospettive dal punto di vista sanitario, la dottoressa Federica Rendo, con la sua tematica sui giovani medici e la professione, la dottoressa Patrizia Pellegrini che ha introdotto la tematica sui nuovi fragili e il dottor Alessandro Spalletta che ha parlato degli strumenti a sostegno di una sanità sociale”.

Il convegno, ben diretto dal giornalista Daniele Imperiale, dopo gli interventi tecnici, ha affrontato gli aspetti politici con Palozzi, Cartaginese e Aracri che hanno fatto il punto sulla sanità laziale: “un tema che nel Lazio presenta diverse criticità – ha spiegato Aracri -. Liste d’attesa interminabili, mancanza di medicinali e i nostri malati costretti a cercare cure e interventi in strutture fuori dalla Regione Lazio. Questo è uno dei motivi per cambiare rotta il 4 Marzo rispetto alle politiche della sinistra che hanno messo in ginocchio un comparto importante come quello della Sanità”.

Sulla stessa linea pure la Cartaginese, che ha sottolineato come, nei suoi sopraluoghi negli ospedali della provincia di Roma, ha visto le problematiche che sono costretti ad affrontare medici ed infermieri, che nonostante tutto fanno un lavoro quotidiano di assoluto livello e professionalità. Così, invece, Palozzi: Ieri con molto piacere ho partecipato a un autorevole convegno sulla sanità. Ho fatto presente come le politiche di Zingaretti si siano rivelate un grande fallimento: 5 anni di tagli lineari, senza logica e programmazione, e di forti riduzioni della prestazioni. Per risollevare la sanità del Lazio è necessario combattere gli sprechi e investire: sblocco del turnover, ottimizzazione dei servizi ospedalieri, riduzione delle liste d’attesa, rafforzamento dei presidi territoriali, accesso semplificato alle cure per i soggetti con disabilità. Questo sarà possibile anche stimolando un’integrazione controllata di una sanità integrativa, complementare e non antagonista al servizio sanitario.

aslrm5

AslRM5. Tivoli, la questione “personale” è una priorità

Tivoli, 11 febbraio 2018 – In relazione ad alcuni articoli pubblicati sulla stampa che descrivono “Una drammatica carenza di infermieri” presso l’ospedale di Tivoli e una paventata “Emergenza nel blocco operatorio” presso il nosocomio di Palestrina, la Asl Roma 5, ribadisce, come già fatto tempestivamente ed ufficialmente alle sigle sindacali che ha prontamente voluto incontrare, che l’Azienda si sta già adoperando con grande impegno e risultati soddisfacenti, seppur perfettibili, sulla questione della lamentata carenza di personale. Non a caso è stato deliberato il concorso per OSS e sono in arrivo nuove unità di personale infermieristico e medico. C’è quindi stupore e sorpresa nei confronti di queste azioni urlate. La Direzione strategica ritiene che la vera ricchezza dell’azienda sia costituita dal personale tutto delle varie professionalità e specialità e ne apprezza quotidianamente l’impegno e l’attaccamento ai propri doveri istituzionali e non mancherà di supportare con ogni giusta iniziativa il personale che in questi anni ha vissuto un periodo di grandi sacrifici per la progressiva riduzione dello stesso a causa del piano di rientro dal deficit. Questa Direzione è quindi aperta ad un confronto leale. Le azioni dell’Azienda devono e sono volte a rispondere alle aspettative dei cittadini in merito ad un servizio efficace ed efficiente in grado di rispondere alla domanda di sanità nella sua interezza. Sulla situazione dell’ospedale di Tivoli, in particolare del Pronto Soccorso, si precisa, contro ogni strumentalizzazione, che il personale già assunto da tempo per prestare servizio all’SPDC di Monterotondo sarà assegnato alla struttura di destinazione di prossima apertura e rimpiazzato “in maniera contestuale” dai candidati risultati idonei nella graduatoria formulata a seguito dell’avviso di mobilità espletato da questa Azienda. Si sta inoltre lavorando per redigere un nuovo progetto per il restyling del DEA tiburtino. In risposta ad una presunta situazione di emergenza nel blocco operatorio di Palestrina il Commissario straordinario e il Direttore Sanitario Aziendale della Asl Roma 5 ritengono doveroso ribadire ancora una volta che, seppure a pochi giorni dalla presa di servizio della nuova amministrazione, le problematiche rappresentate dalle sigle sindacali in relazione alle carenze di personale sono ben presenti e costituiscono per la direzione un impegno prioritario. Risulta peraltro da incontestabili ed oggettivi dati che le sedute operatorie presso l’ospedale di Palestrina non hanno subito interruzioni. Dal 31 gennaio al 9 febbraio presso l’ospedale di Palestrina sono stati effettuati 12 interventi di elezione, 5 urgenze e 9 APA. Elezione: 7 colecisti in laparoscopia 2 ernie 3 varici Urgenze: 4 occlusioni intestinali di cui 3 tumori e 1 volvolo 1 ernia strozzata. 9 APA. La Direzione strategica intende proseguire nella già avviata fase di rilancio delle attività globali della Asl Roma 5 altresì incrementando i punti di offerta assistenziale. Non chiudendo strutture e servizi, bensì offrendo alla popolazione ulteriori attività. Nessun “collasso” per l’ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina ma una seria e progressiva azione di rilancio.

Michel Emi Maritato