Politica

FUNIVIAPALOZZI

FOLLA DI ROMANI IN CAMPIDOGLIO PER DIRE: RAGGI DIMETTITI

“Sono state davvero tante le realtà territoriali e i cittadini che sono scesi in piazza del Campidoglio per “festeggiare” il primo anno di giunta grillina. Un anno imbarazzante, inefficiente, durante il quale la sindaca Raggi non è riuscita a imprimere quello sviluppo e quel rilancio per la Capitale, promesso e decantato in campagna elettorale. Infatti l’esecutivo, targato Movimento Cinque Stelle, sta scrivendo una delle pagine più nere della storia politica di Roma, tra faide interne, dimissioni, instabilità amministrativa e incompetenza istituzionale. Dal sociale ai rifiuti, dai trasporti alla vivibilità, dagli sprechi alle municipalizzate, questa amministrazione comunale si è contraddistinta per immobilismo e trasparenza zero. E la manifestazione di ieri è il segno inequivocabile del malcontento popolare che si respira a Roma. La Raggi, dunque, mostri un pizzico di dignità e se ne torni a casa”. Così, come riporta una nota, il consigliere regionale FI Adriano Palozzi, a margine della manifestazione “Dalle Stelle alle Stalle: un anno di nulla”, promossa da oltre trenta tra associazioni e comitati cittadini.

campidoglioo

COMUNE, “ALTRO ASSESSORE ABBANDONA BARACCA RAGGI”

“Massimo Colomban ha annunciato che a settembre potrebbe lasciare in suo assessorato alle Partecipate. Ergo, la sindaca Raggi sta perdendo l’ennesimo pezzo in giunta comunale. Una defezione, l’ennesima per il Movimento Cinque Stelle, che si andrà ad aggiungere alla liste nera delle fughe istituzionali, composta da assessori dimissionari e personaggi municipali che, capita e toccata con mano l’inefficienza amministrativa e l’inadeguatezza istituzionale a cinque Stelle, hanno preferito lasciare la baracca Raggi e migrare altrove. Non convincono, dunque, le parole della sindaca grillina che tenta di smorzare gli annunci di Colomban spiegando che quello delle Partecipate è un assessorato a termine. Siamo alla follia politica e fortunatamente se ne stanno accorgendo anche i cittadini della Capitale d’Italia”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Maritato

raggii

Comune, Assotutela: “Raggi sprecona e la carica dei 102…”

“Un anno di Raggi sindaco di Roma, un anno di inefficienze e immobilismo. Una vera e propria Caporetto in tutti i settori nevralgici della macchina amministrativa capitolina. In particolare per quanto riguarda la lotta agli sprechi e la trasparenza istituzionale. Apprendiamo dalla stampa, ad esempio, che la prima cittadina pentastellata avrebbe firmato, dal suo insediamento in Campidoglio, 227 ordinanze e ben 149 avrebbero a che fare con nomine, revoche o deleghe assegnate ad assessori e dirigenti comunali. Simil copione in giunta, dove su 258 delibere, circa un terzo riguarderebbero l’assunzione di personale esterno. Risorse pubbliche che forse sarebbero potute essere risparmiate e investite in altri servizi di pubblica utilità. E invece no, con l’esecutivo Raggi che pare abbia preferito mettere a contratto addirittura 102 collaboratori esterni, dodici in più di quelli nominati dal sindaco Marino, quindici in più dell’epoca di Alemanno primo cittadino. Insomma, per i grillini una bella contraddizione amministrativa, che siamo curiosi di capire come la sindaca di Roma riuscirà a giustificare”. Così in una nota il presidente di Assotutela, Michel Maritato

Logo AssoTutela

Piani di Zona, Assotutela: “basta buttare gente per strada”

“Purtroppo sui piani di zona nella Capitale sta accadendo quello che da mesi chiediamo alle istituzioni competenti di evitare: mentre Comune di Roma e Regione Lazio tacciono, continuano impietosi gli sfratti. Come a Borghesiana dove, apprendiamo oggi dalla stampa, sarebbero stati buttati per strada altri inquilini dalla casa che avevano comprato: una contraddizione che grida vendetta. Ricordiamo infatti che quella sui Piani di Zona è una vicenda annosa, ambigua, che in molti casi ha varcato i limiti della legalità. Pensavamo che dal Campidoglio qualche cosa si fosse mosso dopo il provvedimento che prevede l’istituzione della commissione capitolina d’indagine amministrativa sui Piani di zona per l’edilizia economica e popolare. E invece si è rivelato il solito fumo negli occhi, lanciato dall’amministrazione Raggi sempre più inconcludente e inadeguata”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Maritato.

MICHEL SKY

IUS SOLI, ASSOTUTELA: “DICIAMO SI PER ITALIA ACCOGLIENTE E CIVILE”

“Se l’Italia vuole essere un paese davvero all’avanguardia, accogliente, integrato e civile, non può che dire sì allo Ius Soli. A diversi mesi di distanza dall’approvazione alla Camera, infatti è davvero arrivato il tanto atteso momento dell’approvazione del provvedimento che riconosce la cittadinanza italiana ai bambini nati o che studiano sul nostro territorio. Continue reading…

Michel Emi Maritato-2

IUS SOLI, ASSOTUTELA: “DICIAMO SI PER ITALIA ACCOGLIENTE E CIVILE”

“Se l’Italia vuole essere un paese davvero all’avanguardia, accogliente, integrato e civile, non può che dire sì allo Ius Soli. A diversi mesi di distanza dall’approvazione alla Camera, infatti è davvero arrivato il tanto atteso momento dell’approvazione del provvedimento che riconosce la cittadinanza italiana ai bambini nati o che studiano sul nostro territorio. Noi di Assotutela, in qualità di associazione che difende e tutela i diritti di tutti i cittadini, siamo assolutamente favorevoli all’introduzione dello ius soli e reputiamo che l’attuale ius sanguinis sia assolutamente superato: chi nasce, vedendo la luce in Italia, è italiano in tutto e per tutto. Punto e basta. Rispediamo, dunque, al mittente tutte le dichiarazioni di coloro che speculano su questa materia delicata e complessa. Superata la soglia del Duemila è un dovere per il nostro Paese guardare al futuro con mentalità aperta e accogliente”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Maritato.

virginia_raggi2

Comune. Maritato (Assotutela). “L’unico successo dei 5 stelle è stato far rimpiangere il passato. Raggi chieda scusa a romani per tempo perso”

“Un anno di nulla. Un anno di parole, promesse non mantenute, gaffe, marce indietro, rimozione di assessori. Trecentosessantacinque giorni passati navigando a vista e senza un progetto complessivo per rilanciare Roma”. E’ questo il bilancio della giunta Raggi che a giorni compirà il suo primo compleanno di governo di Roma. Lo dice Michel Emi Maritato, presidente di Assotutela. “Nel concreto questo periodo a cinque stelle – spiega Maritato – ha fatto scivolare Roma ancora più in basso in tutti gli indici della qualità della vita. Basti pensare ai trasporti, ai rifiuti, alla mobilità sostenibile, alle tasse tra più alte d’Italia, a interi quadranti periferici abbandonati al degrado, alla fuga delle imprese e all’occupazione che non riparte. Insomma, difficilmente si troverà un cittadino della capitale, che per quanto sia un militante del movimento cinque stelle, possa affermare che oggi a Roma si vive meglio di un anno fa”.

“Se è vero che la Capitale era una città ferma e ferita da vicende giudiziarie, se è vero che non esiste la bacchetta magica per risolvere in poco tempo tutti i problemi accumulati – aggiunge Maritato – è ugualmente vero che chi è arrivato dopo Marino e dopo il commissario Tronca, ha fallito nell’imprimere quel cambiamento di passo promesso e sbandierato in campagna elettorale. E così i primi mesi sono andati persi per il valzer delle poltrone, con assessori sostituiti, con litigi e guerre sotterranee. Tutto è accaduto mentre Roma ha continuato a sprofondare. Un dato su tutti testimonia la lenta ma progressiva agonia della città: negli ultimi cinque anni più di 1600 attività commerciali hanno chiuso i battenti, mentre negli ultimi dieci anni il reddito pro capite dei romani è sceso del 10%”. “Davanti a questi dati – conclude Maritato – Un sindaco e una giunta che hanno a cuore il futuro della città, dovrebbero rimboccarsi le maniche, chiedere scusa ai cittadini per il tempo perso e studiare un piano di rilancio per la Capitale d’Italia. E’ per questo che giovedì 22 giugno, alle ore 17 e trenta, saremo sotto al Campidoglio per manifestare contro questa amministrazione che ad oggi ha dimostrato soltanto incompetenza”.

IMG-20170616-WA0020

ROMA. “DALLE STELLE ALLE STALLE”, CITTADINI E ASSOCIAZIONI IN PIAZZA PER FESTEGGIARE “UN ANNO DI NULLA” DI GIUNTA RAGGI

Associazioni, comitati, categorie sociali, organizzazioni e rappresentanze cittadine scenderanno in Piazza del Campidoglio a Roma il prossimo giovedì 22 giugno, alle ore 17.30, per “festeggiare” il primo anno di amministrazione Raggi in Campidoglio e fare gli auguri alla sindaca pentastellata. Un esercito di cittadini, pronto a raccontare 365 giorni di governo a 5 Stelle e far sentire la propria voce contro le inefficienze amministrative e contro l’immobilismo istituzionale della giunta comunale di Virginia Raggi: dalla mobilità alle politiche sociali, dalla sicurezza alla vivibilità, dall’occupazione al futuro delle aziende partecipate, dall’integrazione all’urbanistica.

Continue reading…

Michel Emi Maritato-2

BUCHE, ASSOTUTELA BOCCIA MANUTENZIONE STRADALE DEL CAMPIDOGLIO

“La mobilità di una delle più grandi e belle metropoli europee è ormai un gioco al ribasso. Povera Roma. Prima l’abbassamento dei limiti di velocità sulle grandi arterie, come Aurelia, Cristoforo Colombo e Salaria – un provvedimento, quello dell’amministrazione Raggi, teso a mettere una pezza alle buche e al manto dissestato ma dietro cui si nasconderebbe la volontà politica di fare cassa sulla pelle degli automobilisti romani -, e adesso le dichiarazioni di Roma Servizi per la mobilità che sui social network annuncia il limite di velocità al 10 chilometri orari su via Nizza e via della Moschea.

Continue reading…

MIK-VIRG

MIGRANTI, ASSOTUTELA: “POLITICHE RAGGI SUPERFICIALI”

“La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ancora una volta si dimostra inadatta e incapace nel gestire alcune tematiche nevralgiche per la Capitale d’Italia. Dopo aver annunciato un piano di superamento dei campi rom che non piace a nessuno e dopo il costante immobilismo istituzionale nelle politiche abitative e nel sostegno alle famiglie romane, adesso apprendiamo dalla prima cittadina grillina della presa di posizione, molto tardiva, sulla delicata questione dei migranti. Continue reading…

Elezioni-Urne-Voto

AMMINISTRATIVE, ASSOTUTELA: “NUOVI SINDACI SIANO VICINI AI CITTADINI”

“Vogliamo rivolgere i nostri auguri di buon lavoro ai neo primi cittadini e ai neo consiglieri comunali, eletti in occasione del primo turno di elezioni amministrative nelle città della Provincia di Roma: territori e comunità locali che hanno grande bisogno di istituzioni efficaci ed efficienti. Territori e comunità, quelle dell’area metropolitana di Roma Capitale, a favore dei quali Assotutela si è sempre battuta con impegno e dedizione, difendendone istanze e bisogni. Ai nuovi amministratori locali e ai rappresentanti di maggioranza e opposizione eletti, dunque, “inboccallupo”, con la promessa che la nostra associazione monitorerà quotidianamente il loro operato che ci auguriamo sia rivolto solo e soltanto a soddisfare il bene comune di territori e popolazioni”.

Così, in una nota, il presidente dell’Associazione Assotutela, Michel Maritato.

Roma maltempo

ROMA, ASSOTUTELA: “PIU’ INCENTIVI PER IL TURISMO”

“Roma, una città che ospita bene ma intrattiene male. I dati del sondaggio commissionato da Unicredit a Travel e presentato in queste ore da Federalberghi e Unindustria, rappresentano la fotografia perfetta della Capitale d’Italia: metà prediletta e amata da turisti e stranieri. Metà, aggiungiamo noi, che però soffre una pesante carenza di servizi pubblici e una insoddisfazione generalizzata per essi: dal sistema di mobilità al decoro urbano fino alla raccolta differenziata. Da qui l’analisi complessiva che si evince è doppia: da una parte l’estrema vitalità della piccola e media impresa, rappresentata dai tanti albergatori romani che offrono un servizio di qualità ai milioni di visitatori della Capitale, dall’altra una città le cui politiche turistiche devono essere maggiormente efficaci ed efficienti (soprattutto nella lotta contro il dilagante abusivismo turistico con i tanti affittacamere, miniappartamenti e bed&breakfast che ospitano quotidianamente e illegalmente migliaia di “forestieri”). Basta, dunque, campare di “rendita” grazie alla ricchezza monumentale, storico-archeologica e architettonica dell’Urbe Eterna: tutto questo non può essere più un alibi quando è ormai chiara la carenza cronica di politiche di sviluppo produttivo, culturale e turistico, di provvedimenti strutturati e organici da parte delle istituzioni competenti in grado di attrarre capitali e sempre più turisti. Su tutto questo la sindaca grillina Virginia Raggi dovrebbe riflettere”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Maritato.
MIK-VIRG

MULTISERVIZI, ASSOTUTELA: “PROPOSTA RAGGI METTE A RISCHIO FUTURO LAVORATORI”

“Dopo settimane di inefficienze e balletti mediatici, ieri la sindaca Raggi è uscita alla scoperto annunciando che per il futuro della Roma Multiservizi è prevista la gara a doppio oggetto, ossia la procedura osteggiata dai lavoratori, a cui esprimo solidarietà e vicinanza, e maggiormente criticata dalle opposizioni capitoline. Continue reading…