Politica

abusivo1

ROMA. CENTRO STORICO, SUD PROTAGONISTA: “IN VIA BARBERINI DILAGA ABUSIVISMO COMMERCIALE”

“Mentre l’amministrazione comunale di Roma, guidata dalla sindaca M5S Virginia Raggi, eleva sanzioni a tanti onesti commercianti, solo per aver oltrepassato di qualche centimetro il limite per l’occupazione di suolo pubblico, apprendiamo direttamente con i nostri occhi che la lotta contro l’abusivismo commerciale per il Campidoglio rimane un puro optional. Emblematico, ad esempio, quello che accade in via Barberini, dove orde di venditori illegali giornalmente sono “impegnati” a somministrare abusivamente al pubblico bottigliette d’acqua e altre bevande, di cui non si conosce peraltro la provenienza.  Si tratta di una realtà sociale ed igienico-sanitaria molto preoccupante, che non può e non deve passare sotto silenzio. Per questa ragione, abbiamo deciso di denunciare l’amministrazione di Roma Capitale sulla delicata vicenda: depositeremo un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e segnaleremo la questione ai Nas. Non è possibile che nella Capitale d’Italia si limiti chi lavora onestamente e paga regolarmente le tasse, mentre si chiudono gli occhi di fronte al dilagante fenomeno dell’abusivismo commerciale”.

Così, in una nota congiunta, i dirigenti del Lazio di Sud Protagonista, Simone Carabella e Gabriella Ferrari.

 

strisce blu

ROMA, ASSOTUTELA: “RINCARI STRISCE BLU STANGATA PER CITTADINI”

“In questi giorni è stata approvata in assemblea capitolina una mozione che impegna la giunta Raggi ad attuare gli indirizzi, previsti dal nuovo piano generale del traffico urbano: tra questi, il rincaro tariffario delle strisce blu fino a 3 euro l’ora in centro storico. Insomma, l’amministrazione e la maggioranza comunale sono pronti a piazzare l’ennesima stangata ai già bistrattati cittadini romani, cercando di fare cassa sulle tasche delle famiglie. Un paradosso, una contraddizione. Il Comune di Roma, infatti, prima di tutto, dovrebbe concentrarsi sulla implementazione del trasporto pubblico locale, che ogni giorno vive momenti di disagio e disservizio. Siamo, dunque, contrarissimi ai propositi del Campidoglio e, se la nuova tariffazione venisse approvata dagli organi competenti, saremmo pronti ad agire in tutte le sedi a tutela dei consumatori”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

sanità

SANITÀ, ASSOTUTELA: “IL NUE 112 NON FUNZIONA. ESPOSTO ALLA PROCURA”

“Non vorremmo sembrare profetici ma lo annunciammo fin dalla sua creazione: il numero unico di emergenza 112 non funziona e purtroppo, a farne le spese sono sempre più spesso i cittadini che vedono i tempi di risposta ampiamente dilatati rispetto al passato e, quindi, vedono messa in pericolo la vita a causa di un modello totalmente da rivedere. A confermarlo sono anche e soprattutto professionisti e esperti di settore, in ultimo il rappresentante sindacale Conapo dei Vigili del Fuoco, Marco Piergallini, che recentemente ha posto l’accento sulle numerose carenze del Nue 112. L’aspetto più grave riguarda il sistema di emergenza sanitaria, dove anche un secondo in più di attesa vuol dire la salvezza o meno di una persona. Mentre invitiamo tutte le istituzioni competenti, ivi inclusa la Regione Lazio, a ripensare le procedure del numero unico di emergenza, come associazione che tutela il diritto alla salute dei cittadini, abbiamo intenzione di depositare un esposto alla Procura della Repubblica affinché sia fatta luce sulla effettiva operatività del Nue 112 e, li dove tale sistema risultasse insufficiente e manchevole con conseguente nocumento all’utente, accertarne le responsabilità. E’ arrivato il momento di fare chiarezza”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Rifiuti Colosseo (2)

AMA, ASSOTUTELA: “BONUS ANTI-ASSENTEISMO E’ CONTRADDIZIONE”

“Apprendiamo dalla stampa che l’Ama e le organizzazioni sindacali hanno raggiunto l’accordo sull’erogazione dei bonus per il 2018, che prevede, tra le altre cose, una sorta di premio antiassenteismo per i dipendenti. Un provvedimento, quello della municipalizzata, che rischia di apparire una contraddizione in termini, un vero e proprio paradosso: non vorremmo, infatti, che il bonus rappresenti un premio a non ammalarsi, ad andare “semplicemente” a lavoro. Come associazione, crediamo ci siano altre strade per combattere l’assenteismo in Ama, che raggiunge percentuali piuttosto importanti”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.