News

FUNIVIAPALOZZI

FOLLA DI ROMANI IN CAMPIDOGLIO PER DIRE: RAGGI DIMETTITI

“Sono state davvero tante le realtà territoriali e i cittadini che sono scesi in piazza del Campidoglio per “festeggiare” il primo anno di giunta grillina. Un anno imbarazzante, inefficiente, durante il quale la sindaca Raggi non è riuscita a imprimere quello sviluppo e quel rilancio per la Capitale, promesso e decantato in campagna elettorale. Infatti l’esecutivo, targato Movimento Cinque Stelle, sta scrivendo una delle pagine più nere della storia politica di Roma, tra faide interne, dimissioni, instabilità amministrativa e incompetenza istituzionale. Dal sociale ai rifiuti, dai trasporti alla vivibilità, dagli sprechi alle municipalizzate, questa amministrazione comunale si è contraddistinta per immobilismo e trasparenza zero. E la manifestazione di ieri è il segno inequivocabile del malcontento popolare che si respira a Roma. La Raggi, dunque, mostri un pizzico di dignità e se ne torni a casa”. Così, come riporta una nota, il consigliere regionale FI Adriano Palozzi, a margine della manifestazione “Dalle Stelle alle Stalle: un anno di nulla”, promossa da oltre trenta tra associazioni e comitati cittadini.

campidoglioo

COMUNE, “ALTRO ASSESSORE ABBANDONA BARACCA RAGGI”

“Massimo Colomban ha annunciato che a settembre potrebbe lasciare in suo assessorato alle Partecipate. Ergo, la sindaca Raggi sta perdendo l’ennesimo pezzo in giunta comunale. Una defezione, l’ennesima per il Movimento Cinque Stelle, che si andrà ad aggiungere alla liste nera delle fughe istituzionali, composta da assessori dimissionari e personaggi municipali che, capita e toccata con mano l’inefficienza amministrativa e l’inadeguatezza istituzionale a cinque Stelle, hanno preferito lasciare la baracca Raggi e migrare altrove. Non convincono, dunque, le parole della sindaca grillina che tenta di smorzare gli annunci di Colomban spiegando che quello delle Partecipate è un assessorato a termine. Siamo alla follia politica e fortunatamente se ne stanno accorgendo anche i cittadini della Capitale d’Italia”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Maritato

La candidata sindaco di Roma del Movimento 5 Stelle, Virginia Raggi, ospite del programma Rai "Porta a porta", condotto da Bruno Vespa, Roma, 01 marzo 2016. 
ANSA/GIORGIO ONORATI

“La villa dei ‘Servizi segreti’ torna pubblica ma Raggi non lo sa”

“Negli anni Novanta aveva ospitato l’archivio dei Servizi segreti. Per questo la sontuosa villa in zona Appia antica, nell’immaginario collettivo, gode di tale fama . Dopo una intricata e oscura vicenda l’immobile, già appartenuto all’architetto Adolfo Salabè – coinvolto in quegli anni nello scandalo dei fondi neri del Sisde – è stata acquisita al patrimonio pubblico che dovrebbe destinarla a centro studi per documentare l’attività agricola nell’età romana”. La notizia è rivelata da Michel Emi Maritato, presidente di AssoTutela che spiega: “Dopo anni e anni di battaglie legali, di incertezze, colpi bassi da parte degli ex proprietari lo Stato, che sull’immobile ha il diritto di prelazione, ha superato tutti gli ostacoli e ha predisposto gli atti per prendere possesso dell’edificio. Collocata in posizione strategica attigua alla tenuta di Capo di Bove, dove ha sede la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici e l’archivio Antonio Cederna – archeologo e giornalista – la residenza sarebbe un grande attrattore turistico-culturale ma tutto è fermo in qualche cassetto dell’VIII municipio, in cui ricade l’area, e la sindaca Raggi è come al solito all’oscuro di tutto”, continua il presidente. “Guarda caso, negli stessi uffici dell’ente commissariato per la débacle dei cinque stelle, si alternano gli assessori di Roma Capitale, anche questi all’oscuro su tale vicenda mentre i cittadini (e i turisti) vengono privati di un bene comune”, chiosa Maritato.

NIGUARDA PRESENTAZIONE ATTIVITA_ PRELIEVO E TRAPIANTOD_ ORGANO E

SANITA’, ASSOTUTELA: “OPERATORI EMODINAMICA FIGLIE DI SAN CAMILLO PROFESSIONALI E COMPETENTI”

“Vogliamo rivolgere il nostro apprezzamento più sincero e profondo a tutto il personale medico-sanitario dell’Istituto Figlie di San Camillo dell’ospedale religioso classificato, Madre Giuseppina Vannini, di Roma. Una struttura di eccellenza, estremamente apprezzata da tanti cittadini e numerose famiglie. In particolare, il Servizio di emodinamica, che esegue la diagnosi e il trattamento mediante procedure interventistiche all’avanguardia dei pazienti affetti, ad esempio, da cardiopatia ischemica, cardiopatie congenite, valvulopatie. Reparto che offre, al contempo, altre molteplici prestazioni di assoluto livello e opera in maniera efficace ed efficienti nei casi emergenziali, dove è in gioco la vita del paziente. Dunque, non possiamo che rinnovare i nostri ringraziamenti a tutti coloro che quotidianamente lavorano e operano a tutela della salute del cittadino”. Così, in una nota, il presidente della Associazione Assotutela, Michel Maritato.

raggii

Comune, Assotutela: “Raggi sprecona e la carica dei 102…”

“Un anno di Raggi sindaco di Roma, un anno di inefficienze e immobilismo. Una vera e propria Caporetto in tutti i settori nevralgici della macchina amministrativa capitolina. In particolare per quanto riguarda la lotta agli sprechi e la trasparenza istituzionale. Apprendiamo dalla stampa, ad esempio, che la prima cittadina pentastellata avrebbe firmato, dal suo insediamento in Campidoglio, 227 ordinanze e ben 149 avrebbero a che fare con nomine, revoche o deleghe assegnate ad assessori e dirigenti comunali. Simil copione in giunta, dove su 258 delibere, circa un terzo riguarderebbero l’assunzione di personale esterno. Risorse pubbliche che forse sarebbero potute essere risparmiate e investite in altri servizi di pubblica utilità. E invece no, con l’esecutivo Raggi che pare abbia preferito mettere a contratto addirittura 102 collaboratori esterni, dodici in più di quelli nominati dal sindaco Marino, quindici in più dell’epoca di Alemanno primo cittadino. Insomma, per i grillini una bella contraddizione amministrativa, che siamo curiosi di capire come la sindaca di Roma riuscirà a giustificare”. Così in una nota il presidente di Assotutela, Michel Maritato

Logo AssoTutela

Piani di Zona, Assotutela: “basta buttare gente per strada”

“Purtroppo sui piani di zona nella Capitale sta accadendo quello che da mesi chiediamo alle istituzioni competenti di evitare: mentre Comune di Roma e Regione Lazio tacciono, continuano impietosi gli sfratti. Come a Borghesiana dove, apprendiamo oggi dalla stampa, sarebbero stati buttati per strada altri inquilini dalla casa che avevano comprato: una contraddizione che grida vendetta. Ricordiamo infatti che quella sui Piani di Zona è una vicenda annosa, ambigua, che in molti casi ha varcato i limiti della legalità. Pensavamo che dal Campidoglio qualche cosa si fosse mosso dopo il provvedimento che prevede l’istituzione della commissione capitolina d’indagine amministrativa sui Piani di zona per l’edilizia economica e popolare. E invece si è rivelato il solito fumo negli occhi, lanciato dall’amministrazione Raggi sempre più inconcludente e inadeguata”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Maritato.

Fiume_tevere

TEVERE, BENVENUTI (ECOITALIASOLIDALE): “FIUME NEL DEGRADO, CHE FINE HA FATTO UFFICIO TEVERE?”

“Da giorni il fiume Tevere è in secca per mancanza di acqua, visto che non piove da tempo. I livelli sono dunque scesi e anche se non si sono raggiunti, fortunatamente, elevati picchi di abbassamento molte sono le criticità che rischiano di produrre ulteriori effetti di degrado lungo il fiume e sugli argini. La secca ha fatto emergere i fenomeni di mucillagine, sono riaffiorati detriti di ogni tipo, dalle carcasse dei motorini alle batterie abbandonate e scaricate da rom. Continue reading…

logo (1)

Mamma ancora in lotta: rivuole il figlio sottratto perché amava giocare a nascondino

Continua la raccolta firme per denunciare una situazione paradossale: ancora una volta un minore è stato portato via dalla mamma sulla base di controverse perizie psicologiche. Ricostruiamo i fatti: secondo lo psicologo il bambino non può tornare dalla mamma perché sembra molto più piccolo rispetto all’età; il suo gioco preferito è di nascondersi e di farsi ritrovare. La mamma si era rivolta ai servizi sociali per povertà e le avevano tolto il bambino di soli tre anni. Continue reading…

MICHEL SKY

IUS SOLI, ASSOTUTELA: “DICIAMO SI PER ITALIA ACCOGLIENTE E CIVILE”

“Se l’Italia vuole essere un paese davvero all’avanguardia, accogliente, integrato e civile, non può che dire sì allo Ius Soli. A diversi mesi di distanza dall’approvazione alla Camera, infatti è davvero arrivato il tanto atteso momento dell’approvazione del provvedimento che riconosce la cittadinanza italiana ai bambini nati o che studiano sul nostro territorio. Continue reading…

Michel Emi Maritato-2

IUS SOLI, ASSOTUTELA: “DICIAMO SI PER ITALIA ACCOGLIENTE E CIVILE”

“Se l’Italia vuole essere un paese davvero all’avanguardia, accogliente, integrato e civile, non può che dire sì allo Ius Soli. A diversi mesi di distanza dall’approvazione alla Camera, infatti è davvero arrivato il tanto atteso momento dell’approvazione del provvedimento che riconosce la cittadinanza italiana ai bambini nati o che studiano sul nostro territorio. Noi di Assotutela, in qualità di associazione che difende e tutela i diritti di tutti i cittadini, siamo assolutamente favorevoli all’introduzione dello ius soli e reputiamo che l’attuale ius sanguinis sia assolutamente superato: chi nasce, vedendo la luce in Italia, è italiano in tutto e per tutto. Punto e basta. Rispediamo, dunque, al mittente tutte le dichiarazioni di coloro che speculano su questa materia delicata e complessa. Superata la soglia del Duemila è un dovere per il nostro Paese guardare al futuro con mentalità aperta e accogliente”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Maritato.