News

aldomoro1

SCRITTA ‘MORTE ALLE GUARDIE’ CON SVASTICHE SU LAPIDE DI ALDO MORO

Una scritta, fatta con lo spray, ‘Morte alle guardie’, e due svastiche ai lati, e’ stata scoperta questa mattina poco dopo le ore 7 sulla base di cemento della lapide commemorativa di Aldo Moro in via Stresa a Roma. La lapide al momento e’ stata rimossa causa lavori di restauro. Sul posto la Polizia del commissariato Monte Mario, che indaga sulla vicenda

“La targa commemorativa di Aldo Moro in via Stresa 133 all’angolo con via Fani, a Roma, è stata imbrattata questa notte con la scritta “morte alle guardie” con due svastiche ai lati. Si tratta di un atto becero e vigliacco, perpetrato da qualche idiota che non conosce la parola rispetto e che auspichiamo possa essere assicurato presto alla giustizia. Siamo di fronte a un oltraggio vergognoso che condanniamo con assoluta fermezza”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

carabella

Ardea, Carabella in prima linea per aiutare una coppia di anziani in difficoltà

La rabbia di Simone Carabella si è subito trasformata in aiuto concreto ieri per un’anziana coppia di Ardea, costretta a vivere in una baracca, senza riscaldamenti e in precarie condizioni igieniche. Chiamato sul posto Simone, candidato al Consiglio Regionale del Lazio con Fratelli d’Italia, ha fatto visita all’abitazione di fortuna dei due anziani, ed ha potuto constatare con i suoi occhi la difficile situazione in cui versano, con una pensione di nemmeno 500 euro, che non basta a garantirsi un alloggio dignitoso.

“L’Italia dovrebbe avere più riconoscenza per queste mani che hanno costruito la Nazione – ha commentato Simone dopo aver parlato con l’89enne Filippo -. Non possiamo più tollerare queste situazioni, non è pensabile vedere queste scene e accettare invece che i richiedenti asilo alloggino in strutture di lusso e ricevano anche dei soldi. Voglio un Lazio differente, voglio una Regione dove gli Italiani in difficoltà vengano finalmente prima e trovino il giusto sostegno”.

Anche in questo caso, come fatto molte altre volte in passato, nella sua lunga e costante attività in sostegno delle frange più deboli della popolazione, Simone Carabella ha subito cercato una soluzione, annunciando l’acquisto di un prefabbricato. “Invitiamo tutti gli Italiani che vogliono darci una mano ad aiutare Filippo e sua moglie a contattarci” ha aggiunto.

palovn

Regionali, Palozzi chiama e la città di Marino risponde

Bagno di folla e tanto entusiasmo a Marino per la campagna elettorale di Adriano Palozzi. Ieri pomeriggio  il candidato di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio in vista delle elezioni del 4 marzo prossimo, ha fatto tappa nella “sua” Marino, città che ha amministrato per otto lunghi anni, dal 2006 al 2013: anni indimenticabili per Palozzi, che ancora oggi porta nel cuore quell’esperienza, considerandola la più bella e intensa del proprio percorso politico. A Villa Appia erano davvero in tanti: cittadini, simpatizzanti, amministratori e quadri locali di Forza Italia Marino, guidato dal coordinatore Roberto Grossi, che prima ha fatto gli onori di casa e, poi, ha parlato dell’impegno territoriale per il rilancio di Forza Italia All’iniziativa hanno preso parte pure il candidato di Forza Italia per il Consiglio regionale del Lazio, Laura Cartaginese, in tandem elettorale con Adriano Palozzi, e autorevoli personaggi del mondo Forza Italia: il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, il senatore Francesco Aracri, l’europarlamentare Alessandra Mussolini, i candidati alla Camera, Maria Spena, e al Senato, Antonio Saccone.

“E’bellissimo vedere così tanta gente, così tanto entusiasmo. Vi ringrazio uno per uno. E ringrazio anche i tanti esponenti di partito, intervenuti quest’oggi, e Roberto Grossi con tutta FI Marino”, ha esordito un emozionato Adriano Palozzi. Che, poi, è entrato nel vivo dei temi politici. Palozzi è partito in primis dalla “sua” Marino, ricordando gli anni di Palazzo Colonna: “Anni splendidi, durante i quali abbiamo risollevato una città da vent’anni al palo: abbiamo salvato Marino dal disastro finanziario, risolto positivamente il nodo di piazzale degli Eroi, ristrutturato tutti le scuole e donato parchi e infrastrutture sportive. Abbiamo svolto un lavoro concreto, che per Marino ha significato molto in termini di crescita e rilancio”. Una “città ritrovata” ma che adesso, purtroppo, “è ricaduta nel degrado per mano dell’attuale deludente amministrazione comunale, a guida M5S – ha continuato Palozzi -. Vi vergogno e mi piange il cuore ad andare in giro in una città così sporca, abbandonata, mal gestita dall’inefficienza e dall’incompetenza dell’amministrazione grillina, al governo della città da appena due anni”.

Palozzi ne ha anche per il centrosinistra regionale: “Una situazione drammatica la stiamo vivendo pure nel Lazio, dove ad amministrare è, invece, l’aleatorio Zingaretti. La Regione, targata centrosinistra, sarà ricordata per la disoccupazione più alta d’Italia, per una crescita economica pari a zero, per una sanità a pezzi con liste d’attesa infinite e cittadini costretti a curarsi fuori regione: un spesa, quest’ultima, che ci costa oltre 300 milioni di euro all’anno e certifica, di fatto, il fallimento dell’amministrazione Zingaretti, incapace di garantire il diritto alla salute. Il centrosinistra, più in generale, non è mai riuscita a imprimere quel rilancio, di cui il territorio aveva bisogno, preferendo “investire” su tasse, consulenze esterne e spreco di risorse pubbliche”. Secondo il consigliere regionale di Forza Italia l’alternativa c’è e si chiama Stefani Parisi: “E’ un candidatura forte, competente per un progetto, quello del centrodestra, ambizioso e innovativo”, ha concluso Palozzi tra gli applausi convinti della platea.

A chiudere l’evento ci ha pensato Laura Cartaginese, con cui Adriano Palozzi ha stretto un rapporto umano e politico fortissimo, un rapporto che si rinnova ogni giorno: “Dovrei essere abituata all’abbraccio della gente, ma a Marino ieri sera il calore e la disponibilità che ho trovato mi hanno emozionata una volta di più. Inutile dire che con Adriano proveremo a moltiplicare i nostri sforzi per aprire finalmente le porte di una Regione Lazio rimasta per troppo tempo un castello chiuso ai cittadini – ha continuato la candidata FI -. Sanità finalmente efficiente, finanziamenti europei per lo start up di nuove imprese e attenzione all’ambiente saranno i primi passi da muovere a cominciare dal prossimo 5 marzo, tutti insieme”. Insomma, a meno di due settimane dal voto Palozzi e Cartaginese ci credono: anche stavolta territorio e cittadini hanno risposto alla grande.

ragazzacell

PROVE NEL PROCESSO. CORTE DI CASSAZIONE: SMS E MESSAGGI WHATSAPP SONO PROVE DOCUMENTALI

I messaggi Whatsapp e gli sms ricevuti sul cellulare sono da considerarsi come prova documentale ai sensi dell’articolo 234 del codice di procedura penale, secondo quanto recentemente precisato dalla sentenza della Cassazione Civile n. 1822 del 16 gennaio scorso.
Secondo la Suprema Corte i dati informatici acquisiti dalla memoria del telefono – sms, messaggi WhatsApp e messaggi di posta elettronica scaricati e conservati nella memoria dell’apparecchio cellulare – hanno natura di documenti ai sensi dell’articolo 234 del codice di procedura penale. La relativa attività acquisitiva non soggiace né alle regole stabilite per la corrispondenza, né tantomeno alla disciplina delle intercettazioni telefoniche.
Tali messaggi non rientrano dunque né nel concetto di corrispondenza, la cui nozione implica un’attività di spedizione in corso o comunque avviata dal mittente mediante consegna a terzi per il recapito, né in quello di intercettazione, che postula la captazione di un flusso di comunicazioni in corso. Nel caso di specie ci si limita infatti ad acquisire un documento già conservato nella memoria del telefono.

EMANUELA MARIA MARITATO
phoca_thumb_l_34 - adriano palozzi

REGIONALI/ LA CAMPAGNA ELETTORALE DI PALOZZI E CARTAGINESE FA TAPPA A MARINO. PRESENTI GASPARRI, MUSSOLINI E ARACRI

 La campagna elettorale entra nel vivo. Lunedì 19 febbraio, a partire dalle ore 18, il candidato di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio in vista delle elezioni del 4 marzo prossimo, Adriano Palozzi, farà tappa a Villa Appia, in via Appia Nuova 244, nel territorio comunale di Marino. All’iniziativa parteciperanno il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, il senatore Francesco Aracri, l’europarlamentare Alessandra Mussolini, l’esponente forzista Giorgio Simeoni, i candidati alla Camera, Maria Spena, e al Senato, Antonio Saccone, e il candidato di Forza Italia per il Consiglio regionale del Lazio, Laura Cartaginese, in tandem elettorale con Adriano Palozzi. Saranno presenti, inoltre, simpatizzanti, amministratori e quadri locali di Forza Italia Marino, guidato dal coordinatore Roberto Grossi. Cittadini e stampa sono invitati a partecipare.

 

VauroSenesi

VAURO: “SALVINI E’ UN RAGAZZOTTO SCEMO”

Vauro Senesi è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Il vignettista ha parlato di questa campagna elettorale: “E’ una campagna elettorale priva di qualsiasi passione, progetto e spinta ideale. Tutte queste cose sono colmate dai fanatismi e da tifoserie che tifano personaggi diversi ma lo stesso vuoto. Salvini? E’ un ragazzotto scemo. E’ desolante. Se uno guarda il panorama di queste elezioni, se uno guarda i leader, abbiamo un ottuagenario maniaco sessuale pregiudicato e incadidabile che è il leader di Forza Italia, e tre ragazzotti arroganti. Renzi, che ha dimostrato tutta la sua pochezza e il suo nullo acume politico. Salvini, un ragazzotto che dice cose che fino a qualche anno ci si sarebbe vergognati a dire in un bar. Di Maio, un altro ragazzo molto presuntuoso col suo vestito della prima comunione. Poi c’è Grasso,è una scoperta che sia di sinistra. Sono rimasto colpito favorevolmente, meglio tardi che mai, ma i tempi sono sospetti. E poi ricordo che fu lui a complimentarsi con Berlusconi per i successi nella lotta contro la mafia”.

 

fipalozzifi

Palozzi a confronto con i professionisti della sanità

Politica, istituzioni e professionisti a confronto su un settore chiave della nostra regione: la sanità. A organizzarlo Filippo Fordellone, noto odontoiatra e uomo impegnato nel sociale. “Sanità sociale. Una rete di servizi complementari al SSN”, il titolo del convegno andato in scena ieri pomeriggio in zona Appio, a cui hanno preso parte tanti cittadini ed esperti di settore. Presenti, inoltre, il consigliere regionale uscente e candidato in Consiglio regionale nella lista FI, Adriano Palozzi, accompagnato dall’altra candidata in quota FI, Laura Cartaginese, e dal senatore di Forza Italia, Francesco Aracri “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al dibattito, dove sono state esposte le idee ed i progetti dei due candidati al consiglio regionale del Lazio, Adriano Palozzi e Laura Cartaginese – ha sottolineato soddisfatto Fordellone – Un ringraziamento va anche al senatore Francesco Aracri. Si ringraziano inoltre, per i loro interessantissimi interventi, ricchi di spunti da cui poter trarre idee per nuove prospettive dal punto di vista sanitario, la dottoressa Federica Rendo, con la sua tematica sui giovani medici e la professione, la dottoressa Patrizia Pellegrini che ha introdotto la tematica sui nuovi fragili e il dottor Alessandro Spalletta che ha parlato degli strumenti a sostegno di una sanità sociale”.

Il convegno, ben diretto dal giornalista Daniele Imperiale, dopo gli interventi tecnici, ha affrontato gli aspetti politici con Palozzi, Cartaginese e Aracri che hanno fatto il punto sulla sanità laziale: “un tema che nel Lazio presenta diverse criticità – ha spiegato Aracri -. Liste d’attesa interminabili, mancanza di medicinali e i nostri malati costretti a cercare cure e interventi in strutture fuori dalla Regione Lazio. Questo è uno dei motivi per cambiare rotta il 4 Marzo rispetto alle politiche della sinistra che hanno messo in ginocchio un comparto importante come quello della Sanità”.

Sulla stessa linea pure la Cartaginese, che ha sottolineato come, nei suoi sopraluoghi negli ospedali della provincia di Roma, ha visto le problematiche che sono costretti ad affrontare medici ed infermieri, che nonostante tutto fanno un lavoro quotidiano di assoluto livello e professionalità. Così, invece, Palozzi: Ieri con molto piacere ho partecipato a un autorevole convegno sulla sanità. Ho fatto presente come le politiche di Zingaretti si siano rivelate un grande fallimento: 5 anni di tagli lineari, senza logica e programmazione, e di forti riduzioni della prestazioni. Per risollevare la sanità del Lazio è necessario combattere gli sprechi e investire: sblocco del turnover, ottimizzazione dei servizi ospedalieri, riduzione delle liste d’attesa, rafforzamento dei presidi territoriali, accesso semplificato alle cure per i soggetti con disabilità. Questo sarà possibile anche stimolando un’integrazione controllata di una sanità integrativa, complementare e non antagonista al servizio sanitario.

spena

Colleferro: martedì inaugurazione del comitato di Maria Spena

Martedì 20 febbraio 2018 verrà inaugurato il comitato elettorale, di Colleferro, per Maria Spena, candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale 14. Appuntamento alle ore 18:00 presso la sede di Corso Filippo Turati n°47 per conoscere e confrontarsi con la  candidata unitaria del centrodestra. A prendere parte alla manifestazione anche diversi esponenti locali e provinciali di Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e Noi Con L’Italia-UDC, oltreché esponenti di realtà civiche ed associazionistiche. Maria Spena si è detta pronta e determinata ad impegnarsi per raccogliere le istanze del territorio e poter diventare un punto di riferimento e di raccordo tra i cittadini e le istituzioni.

Polizia Locale di Roma

VIGILI SEQUESTRANO 1.500 CAPI CONTRAFFATTI A TOR SAPIENZA

Oltre 1.500 pezzi tra capi d’abbigliamento e scarpe contraffatte sono state sequestrate dagli agenti dei gruppi Spe e Gssu del Corpo di Polizia di Roma Capitale, nel corso della perquisizione in un deposito in via Casali del drago, a Tor Sapienza. I caschi bianchi coordinati dal vicecomandante Lorenzo Botta sono arrivati al deposito a seguito di una attivita’ di indagine e pedinamenti, effettuata sui venditori abusivi del centro storico, con lo scopo di risalire alle fonti di approvvigionamento della filiera del falso. A seguito della perquisizione e’ quindi scattato il sequestro, sia delle merci che dello stesso immobile in cui vivano e per due uomini di nazionalita’ senegalese accusati di essere i grossisti del traffico. Per i due e’ scattato il deferimento all’Autorita’ giudiziaria.

ambulanza-malore-strada-696x385

ROMA. PERDE CONTROLLO AUTO DOPO MALORE E TRAVOLGE 37 MOTO

Colto da malore, ha perso il controllo dell’auto e ha travolto 37 moto e 4 auto parcheggiate. Tragedia sfiorata ieri sera a via Magenta, in zona Castro Pretorio a Roma. L’uomo e’ stato soccorso e trasportato in ospedale. Non e’ in pericolo di vita. Fortunatamente non ci sono altri feriti. Sul posto la polizia locale. Lo riferisce l’Ansa.

PMIimprese

“LE IMPRESE LAZIALI HANNO RECUPERATO COMPETITIVITÀ”

“Una ripresa trainata in particolare dall’export, ma anche da quelle aziende che hanno deciso di innovarsi investendo in R&S. Questo significa che molte imprese laziali hanno recuperato la propria competitività e si sono rimesse in corsa sullo scenario globale”. Cosí il Presidente di Federlazio, Silvio Rossignoli, presentando, presso la sede dell’Associazione, la consueta indagine congiunturale, realizzata proprio da Federlazio sullo stato di salute delle piccole e medie imprese del Lazio, effettuata su un campione di 450 imprese associate. Lo studio che ha riguardato il secondo semestre 2017, ha evidenziato che tra le imprese del Lazio c’è una ripresa in atto. “Quello che però rimane ancora un elemento di debolezza – ha aggiunto Rossignoli – è il modesto utilizzo dei fondi per la formazione del personale. Oggi l’investimento in formazione è diventato una delle leve strategiche per lo sviluppo aziendale perché innalza il contenuto qualitativo sia dei prodotti che dei processi. Purtroppo l’incertezza causata dai prossimi appuntamenti elettorali non aiuta. Ci auguriamo che la politica, sia nazionale che regionale, possa creare presto quelle precondizioni necessarie per sostenere ed accompagnare la ripresa, anche perché sui mercati globali i concorrenti sono più agguerriti, più organizzati, più determinati e soprattutto hanno alle spalle sistemi-paese più efficienti”

roccotiso

Politiche, appello di “Iniziativa Comune” ai partiti

Dopo le elezioni del 4 marzo 2018, rinnovato il Parlamento, l’Italia andrà incontro alla XVIII legislatura e ci sarà un nuovo governo. “Forse, ci saranno nuovi ministri e amministratori che non conosciamo e forse conosceremo solo dopo che il presidente della Repubblica avrà affidato l’incarico di formare il nuovo Esecutivo. Siamo dunque chiamati alle urne, ma conosciamo solo in parte i propositi delle forze politiche candidate al governo del Paese”. A parlare è Rocco Tiso, portavoce di “Iniziativa Comune”, neonato gruppo di Cooperazione e Proposte, composto da “Radici” (Raggruppamento corpi intermedi nessuno tocchi le radici), “Confeuro” (Confederazione degli agricoltori europei e del mondo) e “Soggetto giuridico” (Organismo di aggregazione intercategoriale e coinvolgimento dei cittadini). Iniziativa Comune, dunque, nasce per analizzare nel concreto le condizioni politiche, economiche e sociali in cui si ritrova il sistema Italia e per approfondire gli aspetti che riguardano il sistema delle piccole e medie imprese, in particolare del mondo dell’agricoltura, artigianato e commercio. “Settori nevralgici della nostra economia, motore del Belpaese che il nostro Stato – sottolinea Tiso – troppo spesso sottovaluta, se non trascura. Per questa ragione, abbiamo deciso di creare un soggetto civico, non ideologizzato né politicizzato, che nel rispetto dei valori fondamentali della Carta Costituzionale, cementifichi il pluralismo, le libertà associative, i diritti delle minoranze. E tuteli le migliaia di aziende italiane. Aziende, di cui “Iniziativa Comune” si fa portatore, proponendo alle forze politiche, in lizza alle elezioni del 4 marzo prossimo, un documento con le priorità del Paese.

Sul tema Ricco Tiso premette: “Da troppo tempo la politica è impegnata in schermaglie che sembrano avere l’obiettivo di stabilire chi, tra i partiti, sia il più accreditato per avere il privilegio di Governare lo Stivale, atteso che per celebrare la Democrazia non occorrono chissà quali grandi uomini. L’Italia ha bisogno solo di più gente onesta. La politica sembra non avere ritegno, spregiudicata fino a trasformare una competizione libera e democratica in un incomprensibile commercio del vento”, commenta preoccupato il portavoce di Iniziativa Comune. Che, quindi, detta la linea per ripartire: “Al fine di rappresentare le priorità, che a nostro avviso necessitano al Paese, abbiamo inviato un documento, approvato congiuntamente nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 25 gennaio scorso, nella convinzione maturata che l’Italia abbia bisogno del contributo di tutti, per riportarla nei margini di quella democrazia che abbiamo ereditato da quanti, per Lei, hanno dato la vita”. Sviluppando forme di crescente cooperazione e collaborazione-partnership tra istituzioni e comunità nei diversi comparti: agricoltura, artigianato, commercio, trasporti, ricerca, scuola, comunicazione, cultura. “Noi ci siamo, Iniziativa Comune c’è, ci auguriamo che anche i partiti ci siano, inserendo nella loro azione di governo tutte quelle sinergie continuative e stabili, sulla base di un programma condiviso di processi formativi e di comunicazione, dedicati all’eccellenza del Sistema delle medie e piccole imprese”, conclude Rocco Tiso.

drufisanremo

SANREMO FESTIVAL CAFE’, DIALOGO APERTO CON GIANNI DRUDI

Grandi novità in vista per il San Remo Festival Cafè, apprezzata kermesse musicale italiana, che ha visto in questi mesi la partecipazione di big e storici artisti come Amedeo Minghi e di giovani talenti di successo come Carol Maritato. In queste ore il Patron del Festival, Michel Emi Maritato, ha incontrato insieme al noto producer Gianni Testa, presso gli studi romani di Radio San Remo web, il grande Gianni Drudi.

Gianni Drudi, noto e apprezzato cantante, che ha vinto diversi premi canori e ha partecipato a numerose trasmissioni nazionali, gode ormai da anni di fama e popolarità in tutto in Belpaese, grazie a tutta una serie di successi “leggeri” come “Fiky Fiky” e “La Pantera”. Si ricordano, inoltre, le sue presenze a Superclassifica Show, Il Maurizio Costanzo Show, Bella Estate Rai Uno e Mai Dire Goal.

Insomma, un artista a tutto tondo che Patron Maritato vuole a tutti i costi portare nello staff del prossimo San Remo Festival Cafè 2019. “E’ stato un piacere incontrare Gianni Drudi – conferma Michel Emi Maritato -, con lui è aperto un dialogo per una futura collaborazione che ci auguriamo si concretizzi presto. Saremmo felici e onorati di averlo con noi. Un cantante come lui è un valore aggiunto per il nostro Festival, che l’anno prossimo si preannuncia ricco di eventi e novità”.

balduinacrollo

Voragine a Roma: cede parte strada, auto giù per 10 metri

Sono sprofondate per circa 10 metri le auto inghiottite dalla voragine che si e’ aperta in via Livio Andronico alla Balduina a Roma. Dai primi accertamenti dei vigili del fuoco, sembra che sia crollato un costone di un cantiere sottostante che ha trascinato parte della strada dove erano parcheggiate le macchine. Sul posto anche la polizia. Sembrerebbe che tempo fa sia stata segnalata una copiosa perdita d’acqua in zona. Lo scrive l’ansa

salaumb

Al Teatro Sala Umberto la rassegna “SPORT tra EPICA ed ETICA”

Il 26 febbraio 2018 torna al Teatro Sala Umberto la rassegna “SPORT tra EPICA ed ETICA”. Le emozioni, il sacrificio e le gioie dei successi dei grandi campioni dello sport italiano, con spazio ai segreti della loro carriera e alle domande del pubblico in sala. Marco Mazzocchi – Rai Sport – conduce l’evento. Dopo tanti sportivi (tra i quali Rino Gattuso, Maurizia Cacciatori, Roberta Vinci, Martin Castrogiovanni, Paolo Di Canio e molti altri) la rassegna ospita Yury Chechi, Bruno Conti e Giancarlo Fisichella.

SALA UMBERTO

Lunedì, 26 febbraio, ore 21:00

YURI CHECHI

“Lo sport è stato amore a prima vista! Mi sono avvicinato per caso: mia sorella praticava ginnastica artistica. Un giorno andai a prenderla e vidi tanti bambini con decine di attrezzi meravigliosi. L’indomani tornai in quella palestra… ci rimasi  25 anni.”

BRUNO CONTI

“Lo sport? Vengo da una famiglia con 7 figli: c’era bisogno di ben altro per andare avanti. Si pensava soprattutto a cercare lavoro o ad arrabattarsi. Ma amavo troppo il baseball e il calcio… uno dei due sarebbe diventato la mia vita”

GIANCARLO FISICHELLA

“Mio papà aveva un’officina e una carrozzeria: mi piaceva stare lì, in mezzo ai motori, già da piccolo. A 8 anni mi divertivo ad alzare e abbassare il ponte. Era destino…”