Evidenza

ambulanza-malore-strada-696x385

CLOCHARD INVESTITO ALLE TERME DI CARACALLA, MORTO SUL COLPO

Incidente mortale ieri sera alle Terme di Caracalla poco dopo le 23. A perdere la vita sul colpo, in via Druso, un senza fissa dimora tra i 55 e i 60 anni. La salma e’ stata portata al Policlinico di Tor Vergata per l’identificazione. L’auto che l’ha travolto, per cause in corso di accertamento, e’ una monovolume guidata da un uomo di 45 anni. Procede il I Gruppo Trevi della Polizia di Roma Capitale.

Lombardia, operazioni antimafia - Polizia

COLOSSEO, CON COLTELLO IN MANO SPAVENTA PASSANTI

Ieri mattina una pattuglia del Gssu della Polizia Locale ha osservato un uomo, di nazionalità etiope di 45 anni, che in via Celio Vibenna, di fronte al Colosseo, si aggirava tra la folla con in mano un coltello, urlando frasi sconnesse. Gli agenti lo hanno subito avvicinato e circondato. Una volta fatti allontanare i turisti, è scattato l’arresto. Nel bloccarlo uno degli operatori è rimasto ferito, riportando una prognosi di cinque giorni. Questa mattina il processo per direttissima per lesioni, minacce e resistenza.

Michel Emi Maritato

bangladesh

CENTOCELLE, “NEGOZIO CASALINGHI CHE ASSUME SOLO BENGALESI”

“A Roma c’è un annuncio di lavoro che sta facendo discutere. Nel quartiere di Centocelle un cartello recita: ‘Negozio di casalinghi cercasi con esperienza commesso di nazionalità Bangladesh’.
Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori del programma ECG in onda su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, hanno chiamato il titolare del negozio, fingendosi interessati all’annuncio. L’uomo, però, è stato irremovibile: ‘Siete italiani? Non va bene. Mi serve gente con esperienza nel settore dei casalinghi. E anche se avete esperienza, non va bene. Preferisco lavoratori bengalesi. Se all’annuncio non risponderà nessun bengalese allora forse vi ricontatterò’, ha dichiarato il proprietario del negozio”. Lo rende noto la redazione della trasmissione ECG su Radio Cusano Campus.

polizia

Pusher nascondevano latitante in casa, arrestati

Favoreggiamento e detenzione e spaccio in concorso. Di questo dovranno rispondere due albanesi di 46 e 45 anni arrestati dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Appio al termine di una attivita’ di indagine durata mesi. Dopo aver saputo che i due erano in procinto di partire per la Sicilia per una consegna di droga, i poliziotti hanno aspettato che uscissero e li hanno pedinati fermandoli alla stazione Tiburtina. Trovandoli in possesso di 360 grammi di cocaina gli agenti hanno perquisito anche la loro abitazione. Qui oltre ad altra cocaina, gli investigatori hanno trovato un altro albanese di 39 anni che oltre ad essere complice insieme agli altri due connazionali nell’attivita’ di spaccio, e’ risultato destinatario, con un alias, di un ordine di carcerazione di due anni, sei mesi e 24 giorni emesso dal Tribunale di Velletri per il reato di associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Completate le operazioni di identificazioni il latitante, e’ stato accompagnato al carcere di Rebibbia, mentre per gli altri due si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli

Michel Emi Maritato

news-online

EDITORIA, IL MOVIMENTO “NO LINK TAX” CONTRO LA UE: “NO A TASSA SUL LINK”

“Siamo pronti alle barricate per rispedire al mittente qualsiasi velleità dell’Unione Europea sulla famigerata Link Tax”. Ad affermarlo è Michel Emi Maritato, portavoce del neo costituito Movimento d’opinione “No link Tax”, composto da blogger, giornalisti e esponenti del mondo dell’editoria, che si batte contro la proposta di riforma del copyright, che si sta discutendo da oltre un anno in Parlamento Europeo. “Questa riforma, nata sulla carta per aggiornare le norme sul diritto d’autore e renderle al passo coi tempi dell’evoluzione tecnologica e dei social network, se fosse approvata causerebbe tutta una serie di grandi problematiche – afferma il portavoce Maritato -. Tra i punti più osteggiati c’è l’articolo 11, soprannominato appunto “Link Tax”, la tassa sui link, o meglio sugli “snippet”, le anteprime degli articoli che i social network e gli aggregatori di notizie creano quando pubblicano un link, composti da titolo, immagine e un paio di righe di riassunto. Con questo articolo dall’Europa vorrebbero imporre un nuovo diritto per gli editori che permetta loro di negoziare con Google (News), Facebook e altri per costringerli a pagare una licenza per pubblicare i link ai loro articoli”. Una realtà, definita “inaccettabile” dal movimento di opinione “No Link Tax” e già osteggiata in maniera forte da mondo intellettuale, accademico e pure dalle comunità locali: “Seguiamo e seguiremo con estrema attenzione ciò che accadrà in Parlamento europeo e predisporremo iniziative di sensibilizzazione con la “Link Tax”, a partire da una raccolta firme”, chiosa il portavoce Michel Emi Maritato.

mafia3

Rapporto Mafie nel Lazio: devono cambiare leggi

“La fotografia dice che esiste una presenza invasiva allarmante della mafia e delle organizzazione che si avvalgono del metodo mafioso, ma esiste anche un’antimafia che dimostra quotidianamente di non consentire alcuna forma di controllo del territorio in nessun quartiere di Roma. Ma fino a quando il contrasto alla mafia sarà appannaggio di forze dell’ordine e magistratura sarà una strada in salita”. Così il questore di Roma, Guido Marino, nel corso del suo intervento alla presentazione del terzo rapporto sulle mafie nel Lazio.

polizia-volanti-notte

TESTACCIO, AGGREDISCE POLIZIOTTI: ARRESTATO 22ENNE

Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in queste ore in via di Monte Testaccio dopo la segnalazione di persona in escandescenza. Quando sono giunti sul posto, l’uomo, ancora in evidente stato di agitazione, ha aggredito i poliziotti minacciandoli. Accompagnato negli uffici del commissariato Celio, lo straniero, di origini africane, è stato arrestato per minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Michel Emi Maritato

saralauricella

Colombia 2018 mercato di Business e Glamour: importante incontro a Roma con le aziende per l’export

di Sara Lauricella

Mercoledì 18 Aprile, si è svolto a Roma Capitale, presso la sede della Camera di Cooperazione Araba e della Camera di Commercio Italia – Cuba e Repubblica Dominicana_ Area Celac (Parioli), l’incontro per promuovere il Progetto Colombia Moda 2018. Grande entusiasmo per le oltre 20 aziende, tra cui anche un rappresentate della celebre Maison Gattinoni, che hanno partecipato attivamente  alla presentazione, ponendo evidenza alla potenzialità che questi Paesi possono rappresentare per il Made in Italy e per la ripartenza dell’economia italiana. La Colombia, attualmente,  ha intrapreso un percorso di costante crescita e prosperità per cui il paese è ora un modello economico per tutto il continente latino americano e sta conquistando investitori da tutto il mondo. La Colombia è la terza economia latino-americana e il terzo paese per numero di popolazione, dopo Brasile e Messico, il che la pone in posizione di mercato privilegiata anche in termini quantitativi, soprattutto considerando l’appeal che lo style e la qualità Made in Italy esercita in questa grande nazione. La capitale, Bogotá è al 5º posto nel ranking delle migliori città per gli investimenti nel sud America, raggiungendo i livelli delle grandi capitali latino americane. Lo stesso Direttore Generale della CC-ICRD avv. Elettra Giovanna Livreri, spiega, dati alla mano “La Colombia rappresenta oggi un paese di grandi opportunità per l’export italiano della moda italiana, sia per la stabilità politica che per l’elevato tasso di crescita della popolazione  e per la forte presenza di pubblico alto – spendente”.  Prosegue, il Presidente della CCIA Mario Mancini, “L’Italia è il 3° Partner dell’UE per le Importazioni di prodotti in Colombia e la partecipazione alla Missione Moda  in Colombia sarà occasione unica per affacciarsi su un mercato promettente, quello caraibico e sudamericano, che vive l’acquisto di prodotti Made in Italy come un vero e proprio status symbol”. Conclude in modo incisivo ed approfondito la Resp. settore moda,  la manager del fashion Gabriella Chiarappa, “E’ importante evidenziare il reale e concreto sostegno della Camera di Commercio nei confronti delle aziende, attraverso la definizione di strategie  e l’offerta di risposte efficaci alle esigenze delle stesse che decidono di intraprendere o rafforzare il proprio percorso di internazionalizzazione”. Un vero successo, per l’incontro che ha avvalorato l’entusiasmo da parte delle aziende partecipanti che hanno potuto constatare con dati dimostrabili, la validità delle opportunità presentate  e il concreto supporto nel processo di sviluppo economico della Camera di Commercio CC-ICRD, l’unica attivamente presente in questi territori.

marlazio

CALCIO8, PER MAR LAZIO SPLENDIDA PROMOZIONE IN SERIE A

La Mar lazio vince la regular season ed è promossa ufficialmente nella serie A della Lega Calcio a 8. Un ruolino di marcia, praticamente infallibile, quello della squadra di mister Fabrizio Avallone: 13 vittorie, un pareggio e zero sconfitte. Col coefficiente punti 2.8 la Mar Lazio è risultata la miglior prima classificata degli altri gironi e, quindi, sarà testa di serie numero uno in occasione degli imminenti playoff. “È una stagione fantastica – commenta soddisfatto il presidente Michel Emi Maritato -. La squadra, il mister e la società hanno dimostrato grande professionalità e capacità. A loro faccio i complimenti e ringrazio per lo splendido risultato raggiunto. La promozione ci stimola a proseguire sulla strada intrapresa al fine di essere sempre più competitivi”, conclude il presidente Maritato.

anatocismo-373x218

Anatocismo: illegittimo se manca la pattuizione degli interessi

Ai sensi dell’art. 2034 C.C. non è ammessa la ripetizione di quanto è stato spontaneamente prestato in esecuzione di doveri morali o sociali, salvo che la prestazione sia stata eseguita da un incapace. Il secondo comma stabilisce che i doveri indicati dal comma precedente e ogni altro per cui la legge non accorda azione (ma esclude la ripetizione di ciò che è stato spontaneamente pagato) non producono altri effetti.Lo dichiara in una nota il tributarista Michel Emi Maritato presidente di Assotutela gia’ presidente dell’associazione italiana tecnici econometrici.
Per la maggior parte della giurisprudenza, il pagamento spontaneo di interessi ultralegali non pattuiti per iscritto, configurandosi come adempimento di obbligazione naturale e rientrando, quindi, nella regola dettata dall’art. 2034 C.C., non è soggetto a ripetizione, sempre che si tratti di misura contenuta nei limiti del lecito. Ciò continua Maritato anche se, ovviamente, si precisa che l’indicato presupposto (del pagamento spontaneo) non ricorre nel caso di una banca, che abbia proceduto all’addebito degli interessi ultralegali sul conto corrente del cliente per la sua esclusiva iniziativa e senza autorizzazione alcuna da parte del cliente medesimo.
Con la sentenza n. 30114/2017 la Cassazione ha stabilito che intanto può aversi l’irripetibilità, in quanto un patto, benché invalidamente documentato, abbia comunque determinato la misura degli interessi, traendo da ciò la conclusione che, ove quel patto non vi sia, la regola dell’irripetibilità non trovi applicazione. Infatti nella giurisprudenza di legittimità è convinzione stabilmente invalsa che questo presupposto, secondo cui il pagamento spontaneo di interessi in misura ultralegale, pattuita invalidamente, costituisce adempimento di obbligazione naturale e determina l’irripetibilità della somma così pagata, non ricorre nel caso di una banca che abbia proceduto all’addebito degli interessi ultralegali sul conto corrente del cliente per sua esclusiva iniziativa e senza autorizzazione alcuna da parte del cliente medesimo (Cass., sent. 2262/1984).
La più recente giurisprudenza chiosa Maritato è venuta ad orientarsi nel senso che, in tema di anatocismo bancario, il principio dell’art. 2034 C.C. (secondo cui, come detto in precedenza, l’obbligazione naturale non è ripetibile) non operi in difetto di una pattuizione che determini la misura degli interessi, in tal caso non essendo invero argomentabile, ove pure lo fosse, un dovere morale o sociale che possa legittimare un adempimento spontaneo non ripetibile.
In ragione delle argomentazioni appena svolte, è possibile rilevare, pertanto, che il correntista possa validamente chiedere la restituzione degli importi versati in favore del proprio istituto di credito tutte le volte in cui il contratto di conto corrente, mutuo o affidamento, non riporti l’analitica determinazione degli interessi anatocistici che saranno applicati al rapporto medesimo.
lagobracciano

BRACCIANO, PALOZZI(FI): “SU LAGO RAGGI TOTALMENTE CONTRADDITTORIA”

“Sul Lago di Bracciano, la sindaca Raggi continua a raccontare la sua verità, parziale e contraddittoria. Oggi nel suo intervento all’assemblea dei soci di Acea, la prima cittadina grillina ha avuto il coraggio di elevarsi a paladina della giustizia, affermando che la preservazione del bacino lacustre a nord di Roma è sempre stata una sua priorità. Ricordiamo che la Raggi è la stessa che, solo qualche settimana fa, aveva deciso di fare come Acea, suo feudo grillino, e presentare ricorso presso il tribunale delle Acque contro la determinazione regionale del dicembre 2017 che disciplina le captazioni idriche nel Lago di Bracciano. Insomma, la sindaca di Roma si comporta in base a come spira il vento. Diffidiamo da tali atteggiamenti e continueremo a vigilare sulla salvaguardia del Lago di Bracciano, perla naturalistica che ha grande bisogno di rilancio”. Così, in una nota, il vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

ambulanza1

CADAVERE IN PARCO TRE FONTANE, È ITALIANA DI 49 ANNI

Si chiamava Maria Cristina Olivi, 49 anni, italiana. È stato identificato il corpo carbonizzato della donna ritrovato questa mattina nel Parco di Tre Fontane all’Eur. La donna, incensurata, abitava non lontano dal parco e lavorarava in una lavanderia della zona di San Paolo. Le indagini sono per omicidio ma al momento restano aperte a 360 gradi. Gli investigatori della Squadra Mobile non tralasciano alcuna ipotesi. Elementi utili potrebbero arrivare dall’autopsia disposta dal magistrato.

Michel Emi Maritato

mutuo-casa

USURA, ASSOTUTELA: “SPESE ASSICURAZIONE MUTUO NO NEL CALCOLO DEL TASSO SOGLIA”

“Usura, le spese di assicurazione del mutuo non rientrano nel calcolo del tasso soglia. L’importante pronunciamento arriva dal tribunale di Taranto ed è dello scorso marzo. Numerose le novità che i cittadini devono sapere. Innanzitutto le spese derivanti dal contratto di assicurazione non rilevano al fine del calcolo dell’eventuale usurarietà del contratto di mutuo in quanto si traducono in una protezione del patrimonio del debitore che, in caso di verificazione dell’evento previsto nel contratto di assicurazione, non sarà assoggettato ad esecuzione forzata come disposto dall’articolo 2740 c.c.. Inoltre, l’interesse moratorio non può essere computato ai fini del calcolo del tasso usurario ex lege 108/1996, onde deve essere esclusa ogni ipotesi di nullità contrattuale ex articolo 1418 cc, potendo solo l’interesse moratorio essere oggetto di riduzione ai sensi dell’articolo 1384 cc quale penale pattuita per il solo ritardo nell’adempimento della obbligazione pecuniaria. Infine, l’articolo 644 del codice penale, ancorando la previsione incriminatrice al momento di costituzione del vincolo contrattuale (usura originaria), non può essere applicato alla cosiddetta usura sopravvenuta”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, tributarista e già presidente Ante (Associazione nazionale tecnici ed econometrici), Michel Emi Maritato.

metro-c

METRO C, ASSOTUTELA: “RAGGI INFORMI ROMANI SU MISTERO APERTURA”

“E’ sempre più un mistero l’apertura della stazione San Giovanni della Metro C, opera fortemente voluta dalla comunità capitolina ma che stenta a completarsi, tra inefficienza istituzionale ed esborso stratosferico di risorse nel corso di questi anni. In queste ore, ad esempio, apprendiamo che non c’è ancora una data precisa, ufficiale, in merito all’operatività della stazione San Giovanni ma che, anzi, sarebbe addirittura a data da destinarsi. Una situazione paradossale – che si aggiunge ai rinvii e ai ritardi degli scorsi mesi – di cui non si conosce nemmeno la motivazione ufficiale. La sindaca Raggi non può limitarsi a prendere tempo ma deve comunicare alla collettività capitolina cosa sta realmente accadendo in merito alle opere della metro C. I romani hanno tutto il diritto di sapere”. Così, in una nota, il presidente della associazione, Michel Emi Maritato

vigili_urbani

PORTA MAGGIORE, TENTATA AGGRESSIONE A POLIZIA LOCALE

Nuovo tentativo di aggressione nei confronti dei caschi bianchi. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, nell’area di Porta Maggiore, gia’ scenario, la settimana scorsa, di un episodio simile ai danni di agenti impegnati nella lotta al degrado. Durante i quotidiani interventi di ripristino del decoro urbano e contrasto all’abusivismo commerciale, avviati il mese scorso dal Comando Generale, due appartenenti al Corpo si sono trovati improvvisamente accerchiati da un gruppo di oltre dieci persone, soprattutto venditori abusivi e senza fissa dimora. Gli agenti avevano terminato le operazioni di sequestro della merce ed erano in attesa dell’intervento di bonifica dell’area. Solo grazie all’intervento immediato di alcune pattuglie, i soggetti minacciosi si sono dati alla fuga e si e’, cosi’, scongiurato il peggio.