Economia

Bollette pazze

Bolletta Enel da oltre 100mila euro dopo la sostituzione del contatore analogico ad una piccola lavanderia artigianale di Lecce.Utenti in mano alle multinazionali. Lo Sportello dei Diritti: Intervenga l’Autority

Un nuovo caso limite ed a dir poco eclatante segnalato allo “Sportello dei Diritti” in merito a bollette “pazze”. La titolare di una piccola lavanderia artigianale di Lecce, infatti, si è vista recapitare una diffida ad adempiere con preavviso di sospensione della fornitura da parte di Enel Servizio Elettrico per l’esorbitante e diremmo inedito importo di oltre 100mila euro per consumi che sarebbero stati effettuati prima che venisse cambiato il contatore analogico con quello digitale. Continue reading…

unico-2012-studi-di-settore-e1339232049555

Anomalie unico 2012 in arrivo le segnalazioni

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito le modalità con cui mette a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione tra il contribuente e l’Amministrazione fiscale, anche in termini preventivi rispetto alle scadenze fiscali, finalizzate a semplificare gli adempimenti, Continue reading…

bankGreece

QUESTIONE GRECA: arriva dai creditori una proposta anti-default

Oggi la risposta del premier a EuroGruppo e banchieri riuniti a Berlino.

È l’ultima chance. Differenze tra Fmi e Bruxelles su surplus e debito.

In queste ore sembra partita la corsa per recuperare la borsa di Atene, salvandola così dall’incubo ‘default’. Prendere o lasciare: questa è la scelta che il governo greco dovrà fare tra oggi e domani.

Continue reading…

11193358_841744432563662_3178619711564949773_n (1)

AssoTutela – Banche e Usura il cappio dell’Italia

L’8 Maggio partirà un’importante iniziativa organizzata da AssoTutela, che sarà replicata il 15 ed il 22 dello stesso mese che si terrà presso la scuola San Giuseppe, con l’obiettivo di spiegare ai partecipanti all’evento i concetti di Signoraggio Bancario, Anatocismo ed Usura Bancaria. Interverranno il Presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato e l’Onorevole Valentina Corrado (Capogruppo del Movimento 5 stelle alla Regione Lazio). Continue reading…

At least 36 people killed by al-Shabaab in northeastern Kenya

Perché il Kenya è un nostro problema?

Perché il Kenya è davvero un nostro problema.
Perché nessuno, in alcuna parte del mondo, dovrebbe morire per la guerra.

Perché ogni giovane dovrebbe avere il diritto di studiare, di realizzarsi, di vivere ogni giorno con quella passione che cambia il mondo. Di avere dei sogni. E di poterli realizzare.
Perché morire mentre si studia è impensabile, specie se parliamo di quel XXI secolo che ha conosciuto un’evoluzione culturale, tecnologica, industriale e di pensiero differente rispetto al passato.
Perché oltre al terrorismo “fisico” c’è dietro un terrorismo più sottile, psicologico che ci allontana ogni giorno dai nostri simili portando la paura nei nostri occhi.
Perché il Kenya, l’Ucraina, l’Asia, il Sud America non sono lontani da noi.

Lo sono solo se pensiamo ai confini, al mare e alle montagne come linee per dividere la gente, piuttosto che unirla.

Lo sono nel momento in cui non pensiamo che la guerra, le bombe, i morti fino a qualche anno fa ce li abbiamo avuti anche noi.

E magari erano i nostri nonni, i nostri padri, fratelli e amici.

Perché il Kenya è anche un nostro problema?
Perché se fino a due mesi fa eravate tutti “CharlieHebdo” adesso vi è doveroso ricordare 150 giovani studenti e studentesse come voi che sono stati uccisi senza pietà, mentre le famiglie all’altro capo del telefono sentivano le loro voci straziate, senza poter far nulla.
Perché l’unica speranza è non dimenticare quanto è successo, tra qualche settimana.

Indignarsi e imparare che c’è un mondo in guerra oltre la nostra tecnologia, la nostra modernità e i nostri pensieri.

Il Kenya è un nostro problema.

SCADENZE PREVIDENZIALI MESE APRILE

Martedì 7 aprile

VOUCHER (BUONI LAVORO) – Fine del periodo delle “vacanze pasquali” (cominciato il 29 marzo) durante il quale i datori di lavoro di qualsiasi settore produttivo hanno potuto far ricorso a prestazioni di lavoro occasionale accessorio, mediante i voucher (buoni lavoro), da parte di giovani con meno di 25 anni di età regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso l’università o istituto scolastico di ogni ordine e grado (circolare Inps n. 49/2013).

Venerdì 10 aprile

LAVORATORI DOMESTICI – Ultimo giorno per versare i contributi all’Inps, relativi al I trimestre 2015 (gennaio/marzo), in relazione ai lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari.

Continue reading…

SCADENZE FISCALI MESE MARZO

 Mercoledì 25 marzo 

INTRASTAT – Entro questa data devono essere presentati per via telematica gli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti e prestazioni di servizi intracomunitari effettuati a febbraio 2015 (operatori mensili).

Martedì 31 marzo 

REGISTRO – Scade il termine per registrare i nuovi contratti di locazione di immobili stipulati il 1° marzo 2015 e per pagare l’imposta di registro (2% o 1% per alcune locazioni effettuate da soggetti Iva) sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente. Nessun pagamento, invece, per chi ha optato per la “cedolare secca”. Per le modalità di pagamento si rimanda alla scadenza del 2 marzo.

EREDI – E’ l’ultimo giorno a disposizione degli eredi delle persone decedute tra il 1° giugno e il 30 settembre 2014 per la presentazione telematica del Modello Unico 2014 (redditi 2013) per conto del de-cuius.